Memphis spaventa San Antonio, ma è 2-0!

Nero-argento che dominano ma si fanno recuperare e portare òll’overtime dai coriacei Grizzlies, ma Duncan li salva per il 2-0 nella serie.

 

 

West-final

San Antonio Spurs (#2) – Memphis Grizzlies (#5) 93-89 OT
(15-13; 46-31; 76-64; 85-85)
[SAS 2-0]

Spurs: Leonard 12, Duncan 17, Splitter 14, Green 11, Parker 15 (18 ass), Diaw 4, Ginobili 7, Joseph 3, Bonner 5, Neal 5, Blair ne, Mcgrady ne
All. Popovich

Grizzlies: Prince 2, Randolph 15 (18 rimb), Gasol 12 (14 rimb), Allen 8, Conley 18, Dooling 5, Pondexter 7, Bayless 18, Arthur 4, Wroten, Leuer, Davs ne, Daye ne.
All. Hollins

Gara2

Recap

I San Antonio Spurs vincono anche Gara2 con uno strepitoso Tony Paker (18 assist, career-high) ma stavolta hanno dovuto sudare le proverbiali 7 camice per battere i Memphis Grizzlies di uno Zach Randolph indomabile sotto i ferri; partita che per 3 quarti sembra la fotocopia di Gara1 con i padroni di casa che dominano in lungo e in largo, Parker distribuisce caramelle per tutti e nessuno che rifiuta, all’intervallo siamo già sul +15 Spurs (46-31) grazie ad un break di 13-0 cominciato a 4’24” dal termine della seconda frazione e ad un Randolph da 0/7 dal campo.
Malgrado Memphis abbia il controllo dei tabelloni (60 rimbalzi a 46) continua a soffrire e nel 3° quarto rischia di finire sul -20 (-18, 72-54) dopo due canestri consecutivi di TP9, il match sembra praticamente finito quando si entra nel 4° periodo con lo svantaggio degli ospiti ancora in doppia-cifra sul 76-64 ma è proprio li che cambia tutto: i nero-argento vanno in black-out, i Grizzlies prendono fiducia e sparano un period da 21-9 tirando col 38% dal campo, a 26” Ginobili commette un fallo di tipo flagrant 1 su Tony Allen (che ci mette tanto actor-studio), 2/2 e poi canestro di Mike Conley per il pareggio a quota 85!!
L’ultimo tiro se lo prende Tim Duncan ma senza fortuna, si va al supplementare!

Overtime

L’inerzia è tutta per i giocatori di coach Hollins ma dall’altra parte c’è tutta l’esperienza e la saggezza di Tim Duncan, il #21 segna i primi 6 punti dei suoi nei primi 4’ dando il +4 (91-87), in quei 4 minuti Memphis ha segnato un solo canestro commettendo 2 perse con Z.Bo più una stoppata di Duncan su Gasol.
Spurs che però non uccidono il match ma lasciano a 14” una chance per il pareggio a Memphis sul 92-89, tira Bayless ma la sua tripla non andrà a segno e a Joseph basterà un tiro libero per chiudere scrivere 2-0!

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=DUPjM8CCYJc]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Iceman

    Attenzione che tranquillo sta per venire nel commentare gli spurs,ahahah

  • gasp

    Trigari
    il mio motto è “fino a quando non si tratta dei Lakers gufare è un diritto e dovere”

    skin
    michele e IYW sono sposati e come tutte le coppie hanno i loro alti e bassi

  • pride

    I Celtics a Sassari contribuirebbero ad alzare la già elevata quantità di ultracentenari che popolano la Sardegna.

  • michele

    tengo a precisare che non sono di sassari comunque, non so perché iyw cita sempre quella città ( covo di juventini malefici), nota solo per aver dato i natali a cossiga e berlinguer.

  • l’osservatore

    Noto con dispiacere che dall’inizio dei playoff l’affluenza è molto fiacca,per una sfida di regular tra heat e spurs si arrivava anche a 200 e passa commenti invece per un gara 2 di finale di western conference neanche una sessantina di commenti e le battaglie tra utenti tipiche di questo periodo sono inesistenti

  • michele

    “ma i big 3 in queste condizioni atletiche non li vedevamo dal..2007, non è una scusa”

    insomma, vuoi dire che senza la solita sfortuna avrebbero vinto qualche altro anello in quel periodo? eheheheheh

    scherzo dai, movimentiamo un po’ questo mortorio.

  • docpretta

    sarà ma io vedo una 2 – 2 tra Memphis e San Antonio a memphis, non mi fido della tenuta fisica degli Spurs. La prossima Vedremo come andrà a finire.

  • gasp

    È proprio come dice l’osservatore,ho capito che LeBron sta sul cazzo a molti ma anche se vince potete sempre criticarlo eh!

  • michele

    facciamo il toto affluenza per domani

    miami vince di 30 con lebron che mette a referto 29 + 15+ 12: 30 commenti, di cui 10 di iyw e mp.

    miami vince di 5 punti con arbitraggio discusso: 110 commenti

    indiana vince di 10 punti: 160 commenti

  • Iceman

    Indiana vince di 1 con lebron che sbaglia l’ultimo tiro: dai 160 ai 300

  • salviamo trigari

    Per tutto il resto c’è MasterCard

  • Michael Philips

    Michele

    Ma dai, vuoi davvero movimentare le cose?

    Bene, Michael Jordan nei playoffs aveva un record di 1-9 prima dell’arrivo di pippen!

    ahahah!

    Riguardo la gara di oggi, su espn fanno notare come indiana abbia la miglior difesa della lega e che miami contro di loro ha sofferto parecchio, lebron in primis.

    Ma la serie non credo possa essere paragonata a quella dell’anno scorso. Questi heat hanno un bosh e un allen in più, ma sicuramente non hanno il wade del 2012. Indiana non ha granger, ma ha un george sempre più forte, un hibbert(bisonte inutile) che potrà forse dominare nel pitturato e un stephenson in più.

    Temo/spero ci saranno una marea di legnate!

  • Michael Philips

    iceman

    “Indiana vince di 1 con lebron che sbaglia l’ultimo tiro: dai 160 ai 300”

    Intendi 160-300 entro metà mattina, giusto?

  • gasp

    Facciamo anche il toto affluenza da qui all’ultima gara delle Finals:
    Miami e San Antonio sweppano rispettivamente Pacers e Grizzlies:15 commenti totali
    Miami e San Antonio vincono 4-3:350 commenti totali
    Vincono Indiana e Grizzlies 4-0 e 4-2: 2000 commenti di fake e fanboy che si offendono pesantemente
    Miami vince il titolo contro gli Spurs 4-0 con LeBron 30+10+5 di media: 200 commenti solamente di mp e iyw
    Vince San Antonio con Lebron che fa 10+2+3 di media:server in tilt

  • salviamo trigari

    Mi è apparso in sogno george mikan dicendomi che la partita di stanotte finirà 92-91 con tripla di bosh sulla sirena

  • Iceman

    160-300…Mila
    A parte gli scherzi curioso di vedere lebron in questa serie

  • zedd

    A Jordan una volta chiesero:”Michael che lavoro fai?Chicago basket”

  • nonciclopedia

    Vita,morte e miracoli (si li ha fatti) di Michael Jeffery Jordan-prima parte

    Michael Jeffrey Jordan (il nome “Jeffrey” fu aggiunto dal padre, colto dall’orribile timore che da un tizio chiamato Michele Giordano non ne sarebbe uscito nulla di buono…) detto anche Air per i suoi peti, è stato professore in “Ritirarsiperpoiritornareeritirarsieritonar eeritiarasilogia” e giocatore professionista di baseball. Ah, dimenticavo… nel tempo libero non disdegnava giocare a basket.

    Michael Jordan con i suoi compagni di squadra.

    Vita

    Michele nacque il 30/02/1955 a Vergate sul Membro,uno sperduto paesino dell’Arcikansas. Suo padre era considerato uno dei più grandi bari nel poker. Peccato che lì nell’Arcikansas nessuno conoscesse il gioco del poker. Sua madre era invece la figlia della cameriera di casa Einstein. Suo fratello spacciava colla tossica e gestiva un piccolo bordello nel proprio quartiere. Michele giocava con il numero 23 perché corrispondeva alla metà del numero preferito da suo fratello,che non era il 46 ma il 45… Michele fu bocciato ben tre volte in matematica… Ad ogni modo, lui giustificava tale scelta dicendo che voleva essere bravo almeno la metà di suo fratello. Dato che suo fratello era una sega, potete ben immaginare quale fosse l’ambizione di Michael.

    Da bambino conobbe l’inventore Mac,il quale gli propose alcuni suoi prototipi, che userà per divenire famoso. Durante l’adolescenza ingaggiava avvincenti gare di puzzette con i suoi amici che lasciavano senza fiato gli spettatori presenti. La svolta fu durante il ricevimento per la cresima di suo cugino Little List Jordan. Suo zio Big List Jordan, infatti, lo portò a vedere il campo di basket in parquet della sua villetta abusiva. Era l’habitat ideale per il giovane Michele, che mosse così i primi passi verso il basket enbiei. In seguito, suo zio avviò una fortunata impresa di costruzioni di pavimenti in parquet che avrà successo anche in Italia.

    Fine prima parte

  • prescelto

    lebron fa il tiro decisivo all’overtime con la tripla doppia e miami vince di 1 ,vediamo quanti commenti …ehhh ehhh

  • I commenti sul post della partita di Miami, NON QUI!

  • Quaqquo

    @ Trigari + Gasp

    ne sono convinto, nel giro di massimo 5 anni un GM NBA capiterà in questo blog e ci convocherà per farsi spiegare l’arcano egneto delle nostre statistiche infallibili ! Propongo di dividere onestamente gli eventuali introiti max 30% a testa e lasciando il 10% fondo cassa per le birre !

  • salviamo trigari

    Quaqquo

    visto le bombe che spariamo direi di dividere così:

    20% a capoccia e 40% per la birra

  • Quaqquo

    salviamo trigari

    andata ! 😉

  • gasp

    E la percentuale per la gnocca? (so che sono in ritardo)

  • Cracked SEO Tools

    Just Visit to one of the best SEO and Internet Marketing VIP membership
    website. It’s becoming #1 membership website providing latest SEO tools
    and SEO coures. Hurry and check out website right now!