Jackson su D’Antoni: “Ho riso al suo ingaggio!”

Io coach Zen nel suo ultimo libro ce ne ha per tutti e non poteva mancare una sua considerazione sull’arrivo del rivale ai Lakers.

Come sempre i manoscritti di Phil Jackson sono dei veri e propri tsunami e pronti a creare discussioni e dibattiti, oggi vi riportiamo la parte che lo vide direttamente coinvolto ad inizio stagione quando i Los Angeles Lakers decisero di esonerare coach Mike Brown per ingaggiare Mike D’Antoni.

Tutto l’universo giallo-viola sperava nel ritorno dello Zen ed infatti sembrava che ci fossero le premesse per il grande ritorno ma, l’11 novembre 2012, il GM Mitch Kupchak chiamò Phil dicendogli che i Lakers avevano deciso di puntare sul nemico storico, Mike D’Antoni, ecco come reagì Jackson: “Mi misi a ridere! Per me è stata una cosa umoristica pensare che Mitch pensasse che D’Antoni fosse meglio di me per allenare quel gruppo” aggiungendo che era pronto a prendere in mano questi Lakers: “Quando Mitch mi chiamò in tarda serata ero pronto a dargli la mia disponibilità per allenare lui mi disse “Abbiamo fatto una scelta, ingaggiamo D’Antoni, è il meglio per questo gruppo” io gli risposi: “Meglio per Steve Nash ma non per Dwight Howard” .

Nel libro Jackson spiega che per lui la coppia Gasol-Howard avrebbe avuto lo stesso successo ed impatto di quella precedente composta da Gasol e Bynum, dopo il la snobbatura dei Lakers il coach ah deciso di intraprendere una carriera diversa: “Non, non mi vedo più come un allenatore malgrado Jeanie pensi che io lo possa ancora fare”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B