Cousins uomo mercato? In 3 su di lui

L’agitato centro dei Kings ha diverse contendenti alla sua porta specialmente una dal Texas che sogna l’accoppiata con la sua stella USA.

Malgrado una stagione positiva da 17.1 punti e 9.9 rimbalzi di media, DeMarcus Cousins (22 anni) tanto per cambiare anche quest’anno verrà ricordato più per le sue bravate e sospensioni che per il suo rendimento in campo, a Sacramento è cambiata l’aria con l’0arrivo della nuova proprietà e forse anche è arrivata l’ora di cambiare?

La squadra che più brama i servigi ell’ex Kentucky è Cleveland e la momentanea snobbatura nei confronti di Nerlens Noel al Draft è dovuta a questo; il proprietario Dan Gilbert sta cercando di capire cosa vuole fare la nuova proprietà dei Kings e se, come lui suppone, deciderà di tagliare Cousins, i Cavaliers saranno la prima a fiondarsi su di lui per cercare di instaurare un duo a 5 stelel con Kyrie Irving (22 anni), ma attenzione alla concorrenza!

Infatti oltre i Cavaliers ci sono anche i Dallas Mavericks i quali, sempre con Dwight Howard (27 anni) sempre in cima alla lista dei desideri, stanno mettendo nero su bianco il proverbiale “Piano B” con gli occhi fissati su Sacramento.

Infine abbiamo i Charlotte Bobcats, ieri hanno ufficializzato l’ingaggio di Steve Clifford come head-coach, al Draft vantano la scelta assoluta #4, Michael Jordan ha fatto sapere che si è scocciato di continuare a ricostruire la squadra (…) e vuole iniziare a fare sul serio.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • cuni

    emblematici i 3 puntini di sospensione dopo ”stufato di ricostruire la squadra” ahahah

  • lilin

    ma stufarsi di fare il proprietario no??!

  • Vedrei bene Cousin a Miami…

  • Laert

    Massu4

    Cousins anch’io lo vedrei bene a miami…però anche il play non è il massimo, chris paul è free agent quest’estate…che ne dici ?

  • Ammiraglio

    I Kings li ho sempre adorati, ma se andasse a Cleveland a far coppia con quei due corti la cosa non mi dispiacerebbe per niente.

  • alert70

    Non si muovera’.

  • Bill Simmons

    “Vedrei bene Cousin a Miami…”

    “Cousins anch’io lo vedrei bene a miami…però anche il play non è il massimo, chris paul è free agent quest’estate…che ne dici ?”

    una fetta di culo pure?

  • faggot

    chiamasi ironia…

  • Danilo

    Cousins è un lungo dal talento smisurato, ma smisurata è anche la sua tendenza ad andar fuori di testa… Come talento puro si beve pure Howard, ma poi vai a vedere il suo linguaggio del corpo durante la partita e sembra che sia sempre sul punto di incendiarsi…. Sicuramente giocare a Sacramento non lo aiuta ( nel senso delle reiterate sconfitte ) abituato come era alle fanfare da fenomeno in una squadra di fenomeni a livello NCAA…. però va detto che al momento tra lui e l’incognita Noel c’è un abisso di valore ( al momento, ribadisco ) e un quintetto :
    Irving
    Waiters
    Tristan Thompson
    Cousins
    e pechè no Casspi è veramente intrigante….

  • DW3

    vabe ma che gli dai in cambio a sacramento? almeno la prima scelta+waiters… cousins è merce troppo rara, di talento non è che supera howard, se lo mangia proprio!

  • laert

    ironia….questa magica parola sconosciuta ai più…

  • 8gld

    Una guardia o ala piccola in un corpo da centro.

    Una mente ancora in alto mare alla ricerca del suo porto.
    Un atleta che una volta trovato il suo equilibrio e il suo ambiente oltre a rendere la visione di un centro “oltre il comune” può rendere tutto “dominante”.

    …”a Sacramento è cambiata l’aria con l’arrivo della nuova proprietà e forse anche è arrivata l’ora di cambiare?”…

    Se i Kings hanno voglia di cambiare. Se la nuova proprietà ha intenzione di cambiare l’aria, perchè non iniziare e partire proprio da Cousins?
    troppo giovane e con troppa prospettiva per lasciarselo sfuggire ora.

    Come sarà la sua storia nella Nba oggi è troppo difficile e presto tracciarla.
    Rischiarlo anche con quella testa è un azzardo da prendere che siano i Kings o chi per loro. Non credo che se effettivamente a Sacramento lo mettano in uscita si interessino solo le franchigie sopra indicate. Saranno più di tre a sondare il terreno, sicuro.

    Il classico grande talento sprecato o una stella dominante?
    Meglio provare a rischiare con tutto quel talento che si porta dietro.
    Se trova il suo porto, il suo equilibrio e il giusto ambiente c’è da “stropicciarsi” gli occhi.