George pensa al futuro, MVP & super-contratto?

La stella ormai affermata degli Indiana Pacers ha già messo in un cassetto le finali di Conference e pensa già al futuro, ambendo al super contratto.

L’anno scorso aveva ben impressionato come alfiere di Danny Granger (30 anni) ma quest’anno Paul George (23 anni) si è affermato tra i top-‘layers dell’NBA portando gli Indiana Pacers fino alla Gara7 delle finali della Eastern Conference arrendensi solo davanti ad un super LeBron James (28 anni), proprio al #6 di Miami il “Most Improved Player” ha lanciato la sfida per il futuro.

Nella conferenza stampa post-Gara7 Roy Hibbert (26 anni) ha elogiato pubblicamente il suo compagno: “Lui è il futuro della Lega e il prossimo anno lotterà per l’MVP” a tali parole George ha replicato: “Si, sono d’accordo con lui! Più vado avanti più imparo come stare in questa Lega e credo che più andrò avanti più potrò giocarmi le mie carte per quell’award” aggiungendo: “Forse non il prossimo anno ma certamente non voglio finire la mia carriera senza quel titolo nella mia bacheca” bacheca intanto già riempita dal titolo di “miglio giocatore migliorato” della stagione con 17.3 punti di media.

Indiana Pacers e Paul George primi rivali dei Miami Heat di LeBron James?

Quest’anno è apparso di si ma in estate il GM Donnie Walsh dovrà lavorare sul come mantenere competitiva la squadra ed oltre alla panchina bisognerà lavorare sui contratti di Granger (grande amico e mentore di George) e proprio sul #24 che spera nel massimo-contrattuale: “Spero di si” George potrebeb ambire ad un contratto che gli frutterebbe $14 milioni dalla prossima stagione.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B