Finals, Gara1: le parole dei protagonisti!

Andiamo ad ascoltare e leggere le impressioni dei protagonisti dopo la prima partita di queste Finals andata agli Spurs di Tony Parker.

 

 

Miami-Press

Erick Spoelstra: “Per buona parte del quarto periodo abbiamo faticato in attacco, palle perse e brutti possessi hanno fatto la differenza. Devo riguardare l’azione decisiva di Parker, sembrava quasi un possesso da 26 secondi. Alla fine però bisogna dare i meriti a Tony, ha preso un tiro difficilissimo e l’ha messo dentro”.

Chris Bosh: “Questa partita è stata un inferno perchè tutte e due le squadre giocano davvero bene sia in attacco che in difesa. Non possiamo avere altre delusioni”

Dwayne Wade: “Era prevedibile che arrivassimo al quarto periodo un po’ affaticati, sembravamo una suqadra che è venuta fuori appunto da una serie di sette partite. Gli Spurs sono disciplinati e altruisti, contro di loro non puoi fare errori e noi ne abbiamo commessi parecchi nell’ultimo quarto. Se produci cinque palle perse nel quarto periodo difficilmente riesci a battere una squadra solida come San Antonio”.

LeBron James: “Gli Spurs sono gli Spurs, ti mettono a disagio sia in attacco che in difesa, e ogni volta che fai un errore loro ti puniscono. Noi abbiamo fatto troppi errori mentali nell’ultimo periodo. Abbiamo concesso rimbalzi offensivi in situazioni importanti e sprecato diversi possessi con palle perse evitabili. Credo sia difficile da descrivere la giocata di Parker, sono stati i 24″ più lunghi della mia carriera, Tony ha sbagliato tutto, ha rischiato più volte di perdere il pallone poi alla fine è riuscito a prendere un grandissimo tiro, nonostante la mia difesa”.

Spurs-Press

Greg Popovich: “Sull’azione decisiva devo ammettere che siamo stati fortunati, Tony stava per perdere il possesso del pallone in un paio di circostanze, poi ha trovato una conclusione fantastica”

Tim Duncan: “Non importa come siamo etichettati, vecchi, veterani o come qualunque cosa ci vogliate chiamare, noi siamo un mix!”

Manu Ginobili: “Sinceramente non abbiamo giocato benissimo, ma contro i Miami Heat è sempre molto difficile affrontarli, sono terribilmente atletici. Abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna con la giocata di Tony, ma bisogna dire che avendo di fronte Lebron James è stato bravissimo a trovare un tiro pazzesco. Sull’azione decisiva Tony stava per perdere il pallone un paio di volte, poi ha trovato una conclusione fantastica”

Tony Parker: “Questa sera è andata bene ma non dobbiamo farci illusioni; gli Heat in gara-2 non ci regaleranno nulla e giocheranno alla morte, per cui dobbiamo essere preparati. Abbiamo avuto fortuna, ma a volte è quello che serve per vincere una partita di questo tipo. Il mio ultimo tiro? Una giocata davvero strana, sono riuscito a trovare il tiro proprio allo scadere del cronometro dei 2″ e sinceramente appena il pallone ha lasciato la mia mano ho capito che sarebbe andato dentro. Non siamo partiti bene, forse anche a causa del lungo stop, ma con l’andare dei minuti abbiamo trovato un certo ritmo in attacco. Poi nell’ultimo quarto le cose sono andate decisamente meglio”

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P