Parker batte Miami in volata, 1-0 Spurs!

Il francese deicide nel finale il match con un floater, non basta la tripla-doppia di James agli Heat, Spurs 5-0 in gara1 delle Finals!

 

 

finals

Miami Heat (#1) – San Antonio Spurs (#2) 88-92
(24-23; 52-49; 72-69)
[SAS 1-0]

Heat: Haslem 2 (1/1), James 18 (6/11, 1/5, 3/4 [18 rim, 10 ass]), Bosh 13 (6/12, 0/4, 1/2), Chalmers 8 (1/4, 2/6 tl), Wade 17 (7/15, 3/4 tl), Andersen 7 (3/5, 1/2), Battier (0/3, 0/2 da 3), Anthony (0/1 ), Cole 5 (1/3, 1/1 da 3), Allen 13 (0/0, 3/4, 4/5), Miller 5 (1/1, 1/2 da 3), Lewis ne, Jones ne
All.Spoelstra

Spurs: Duncan 20 (8/19, 4/4[14 rimb]), Leonard 10 (3/5, 0/4, 4/4[10 rimb]), Splitter 7 (3/6,1/2), Parker 21 (9/18, 3/4 tl), Green 12 (4/9 da 3), Bonner (0/1), Diaw 2 (1/1), Neal 7 (2/4, 1/5, Joseph (0/1), Ginobili 13 (2/6, 2/5, 3/4), Blair ne, Mills ne, McGrady ne
All. Popovich

StatisticheG1

Recap

Gli Spurs partono fortissimo, con Parker che vuole fin da subito alzare il ritmo, in penetrazione fa il bello e cattivo tempo, trovando ottimi scarichi per Splitter e Green, 2-9 che costringe subito Spoelstra a chiamare Time Out. Gli Heat rispondono subito con i tiri segnati da fuori di Chalmers e Bosh, arriva il contro parziale di 13-4. Duncan fatica a carburare offensivamente infatti fa 0/5 e l’attacco Spurs si arena completamente, Miami cerca di scappare con l’iscrizione alle Finals di Lebron James il quale piazza il +8; ma Ginobili e Neal chiudono il primo periodo con un 4-0 di parziale ed il punteggio dice 24-23 Miami.

Il secondo periodo si apre con le triple di Allen e Miller in transizione, Ginobili risponde con la stessa moneta, ma appena si alza il ritmo, si accende Lebron che vola in contropiede per il +6 e subito dopo Cole segna il 38-29. Dopo il Time-out chiamato da Popovich, torna Tim Duncan in campo e si iscrive alle Finals anche lui, segna in post propizia la tripla di Green del -4, poi mette altri due liberi. Subito dopo Wade si prende sulle spalle la sua squadra e trovando tre canestri in fila insieme a Cole ridà gas agli Heat. Sul finale di quarto, torna Parker e le cose cambiano di nuovo per gli Spurs, con l’aiuto di Duncan gli Spurs tornano a -3; all’intervallo lungo il tabellone recita 52-49.

Si riparte con ritmi forsennati, ne beneficia Miami, anche grazie all’ottima vena di Chris Bosh che si carica i suoi sulle spalle e li porta sul +7 dopo 4′ di gioco (58-51), arriva la pronta risposta Spurs con il trio Duncan-Leonard-Ginobili e in un attimo è di nuovo 58-57. Le difese salgono di livello, Bosh segna dalla media in virata, ma Ginobili in uscita dai blocchi segna da tre. La partita vige sul filo dell’equilibrio, Leonard fallisce due conclusioni da tre punti piedi per terra, quelle del possibile sorpasso, dall’altra parte Allen sempre dall’angolo invece non perdona e regala a 20” dalla fine il +5 ai suoi; quasi sulla sirena Ginobili capitalizza due liberi e da il -3 agli Spurs, il punteggio dice 72-69.

L’inizio di quarto periodo vede gli Spurs dalla lunga distanza ancora con le mani fredde, ma i canestri di Parker e Splitter sono annullati dai 4 punti filati di Chris Andersen, che in assenza di Lebron James tiene vivi i Miami Heat dopo 3′ di gioco. L’attacco di Miami complice la grande difesa Spurs si arena completamente e ne approfitta Tony Parker il quale a 6′ dalla sirena finale, in contropiede trova il lay-up del +3. Ancora il francese dalla media distanza e con la mano in faccia di Chalmers trova il +6, subito dopo arriva la bomba di Green del +7 (81-88), ma a 1:28 dalla sirena finale prima James e poi Allen capitalizza dalla lunetta tre liberi scaturiti da un fallo di Green tengono vivi gli Heat. Dall’altra parte Duncan viene mandato in lunetta ed è glaciale, sul ribaltamento di fronte Bosh fallisce la tripla con tanti metri di spazio del possibile -1. Parker potrebbe chiudere i giochi, ma un brutto attacco regala agli Heat la possibilità di tornare sul 88-90 grazie al solito Lebron James.

A 31” dalla sirena finale Parker gestisce l’attacco Spurs, mangia tutti i 24” non costruendo nulla, e praticamente allo scadere con un canestro dalla media completamente fuori equilibrio di tabella, regala il +4 agli Spurs con 5” da giocare. La rimessa Heat non produce niente, e i San Antonio Spurs si aggiudicano il primo episodio delle Nba Finals con il punteggio di 88-92. Domenica alle 2 ci sarà gara-2 e gli Heat e Lebron James sono già con le spalle al muro.

Highlights

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=O6tSMcG9ubk]

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P