James e Chalmers pareggiano di prepotenza!

Chalmers, James e un ritrovato Bosh guidano gli Heat al pareggio nella serie costringendo gli Spurs a ben 16 palle perse

 

 

 

Finals

Miami Heat (#1) – San Antonio Spurs (#2) 103-81
(22-22; 50-45; 75-65)
[TIED 1-1]

Heat: Haslem 5 (2/4, 1/1 tl), James 17 (6/14, 1/3, 2/2), Bosh 12 (6/10 [10 rimb]), Chalmers 19 (4/8, 2/4, 5/5), Wade 10 (5/13, 0/2 tl), Andersen 9 (3/3, 3/4 tl), Battier 3 (1/3 da tre), Anthony, Cole 2 (1/4, 0/1), Allen 13 (2/3, 3/5 da tre), Miller 9 (3/3 da tre), Lewis 4 (2/3), Jones (0/2)
All.Spoelstra

Spurs: Duncan 9 (3/13, 3/4 tl [11 rimb]), Leonard 9 (3/9, 1/3, 0/1 [14 rimb]), Splitter 7 (2/5), Parker 13 (5/14, 0/1, 3/4), Green 17 (1/1, 5/5 da tre), Bonner 5 (1/2, 1/2 da tre), Diaw, Neal 10 (1/4, 2/3, 2/2), Joseph 9 (3/3), Ginobili 5 (1/2, 1/4 da tre), Blair 2 (1/4), Mills 2 (1/1, 0/2 da tre), McGrady (0/1)
All.Popovich

StatG2Finals

Recap

Rispetto a gara 1. è un avvio completamente diverso, con la banda di Popovich che cerca subito di indirizzare la partita con tre bombe in fila di Green e un jumper dalla media di Duncan, mentre gli Heat si affidano inizialmente a Wade a metà periodo il punteggio è 6-11 Spurs. Gli Spurs tirano 4/5 dall’arco, ma da sotto fanno parecchia fatica a segnare lay-up facili, Wade e Bosh invece guidano Miami, ma alla chiusura di quarto è perfetta parità; 22-22.

Per Miami entra Chris Andersen e le cose cambiano, lui e Miller con una tripla danno la prima mini fuga agli Heat (29-24), ma prima Splitter e poi Neal da 8 metri ricuciono subito la ferita. Gli Spurs continuano ad essere precisi da tre punti, ma Andersen continua ad essere un fattore in area Spurs. Sul finire di quarto Chalmers da tre punti e Wade in contropiede regalano il +5 a Miami, per gli Spurs pesano parecchio 8 palle perse; 50-45.

L’inizio di terzo periodo è molto confusionario, ma James che sembra improvvisamente far fatica fisicamente segna i due liberi del +8, e con Parker un po’ sulle ginocchia, Popovich butta nella mischia Joseph e arriva il parziale di 7-0 Spurs chiuso dalla tripla di Green. In uscita dal time-out gli Heat rispondono subito con Chris Bosh e Miller ma Leonard è un osso duro e trascina gli Spurs insieme a Green sul +2 a 3′ dall’ultimo intervallo (61-63). Improvvisamente l’attacco di San Antonio si arena e Super Mario Chalmers con un paio di giochi da tre punti da il +10 ai suoi; a 12′ dalla sirena finale il punteggio è 75-65.

Nel quarto periodo ci si aspetta la reazione Spurs, ma non arriva e Miller segna da tre punti il +15 (80-65), poi si abbatte completamente l’uragano Lebron sui San Antonio Spurs, stoppa Splitter, poi in transizione scarica per Allen che segna dalla lunga distanza e successivamente vola in contropiede ad inchiodare il +24 (91-67 a 8′ dalla sirena finale).

A partita sostanzialmente finita, Popovich, inserisce le terze linee e di conseguenza anche Tracy McGrady, la stessa cosa fa Spoelstra, il resto della gara è garbage time e serve solo a fissare il punteggio sul 104-83. Miami quindi impatta sull’1-1 la serie con l’ottima prestazione di Chalmers e la panchina oltre che alla solita imprescindibile mano di James; adesso la pressione passa tutta dalla parte di San Antonio, che giocherà le prossime tre partite in casa. Gara 3 sarà fra 2 giorni, Martedi notte alle ore 3.

Highlights

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=87Y2Pi1dTLo]

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P