Team USA riparte da Davis, Irving e Beal!

Ufficializzata ieri la lista dei giocatori che parteciperanno al mini-camp che si terrà a Las Vegas, solo Davis della spedizione Olimpica.

Settimana prossima, dal 22 al 25 luglio, a Las Vegas ricomincerà l’avventura di Team USA che porrà le basi per le squadre che parteciperanno ai Mondiali di Spagna 2014 e alle Olimpiadi di Rio del 2016, nella notte il GM Jerry Colangelo ha steso la lista dei 27 giocatori che si giocheranno i posti per le competizioni.

Della spedizione Olimpica di Londra 2012 c’è solo Anthony Davis, molto soddisfatto lo staff tecnico composto da coach Mike Krzyzewski e dai suoi nuovi assistenti Tom Thibodeau, Jim Boeheim e Monty Williams,  le parole del GM: “Abbiamo convocato un gruppo davvero talentuoso, è una grande occasione per ognuno di loro di poter iniziare a mettere un mattoncino in quello che sarà il futuro della Nazionale”.

Ecco la lista dei convocati

Team USA

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • hanamichi sakuragi

    scusate ma quindi il roster del vecchio dream team è put? durant westbrook rose? non saranno più convocati?

  • makahuna

    Frontline estremamente fisica per delle competizioni fiba…

  • Quaqquo

    o sono cieco io o sono matti loro.. c’è derozan e non Curry ?

  • Magic

    Deandre Jordan?!?!?!

  • Anonimo

    Derrick Favors!? Jerry cosa ti sei fumato?

  • DW3

    secondo me i più forti, quelli sopra i 26-27 anni, quelli a rischio infortuni hanno deciso di non chiamarli di proposito..

    un backcourt irving-curry a livello fiba partirebbe dal cinquantello in due a salire

  • graphicplayer

    curry credo non sia convocato solo per via delle caviglie. Non credo vogliano rischiare così un infortunio. Squadra che si prospetta intrigante, super futuribile, ma già parecchio forte, leader direi irving e george. Ma con alle loro spalle gente che “ha fame”. E questa è sicuramente una bella cosa.