I “Three Kings” risorgono e pareggiano, 2-2!

Il trio James-Wade-Bosh chiude a referto con 85 punti dominando Gara4 e riportando in parità (2-2) la serie, per gli Spurs non basta TD

 

 

 

finals

San Antonio Spurs (#2) – Miami Heat (#1) 93-109
(26-29; 49-49; 76-81)
[TIED 2-2]

Spurs: Duncan 20 (6/10, 8/10 tl), Leonard 12 (4/8, 1/2, 1/2), Splitter 4 (0/3, 4/4 tl), Parker 15 (7/16, 0/1, 1/3), Green 10 (0/3, 3/5, 1/2), Bonner 4 (2/2), Neal 13 (1/3, 3/4, 2/2), Joseph 1 (0/1, 0/1 tl), Ginobili 5 (1/2, 0/3, 3/4), Blair (0/2), de Colo, Diaw 9 (2/5, 1/1, 2/2) McGrady ne.
All.Popovich

Heat: Haslem 2 (1/1), James 33 (14/23, 1/2, 2/4 [11 rimb]), Bosh 20 (8/14, 4/4 tl [13 rimb]), Chalmers (1/1, 2/4 da tre), Wade 32 (14/25, 4/4 tl), Battier (0/1 da tre, 0/1 tl), Cole (0/3, 0/1 da tre), Allen 14 (4/6, 1/4, 3/3), Miller (0/1 da tre), Lewis ne, Jones ne, Andersen ne, Anthony ne.
All.Spoelstra

StatG4Finals

Recap

Gara 4 presenta subito due aspetti importanti, Parker in quntetto e Spoelstra che va per i 4 piccoli con Mike Miller titolare. Se la vicenda Parker ha tenuto banco per tutto l’intervallo tra questa gara e quella precedente, lui da subito le risposte che aspettavano tutti piazzando 6 punti e 3 assist per le triple di Green, Neal e Leonard; 15-5 Spurs. La risposta Heat non si attende, e Wade e James con la faccia giusta ci mettono poco a ribaltare completamente l’inerzia della gara, a fine quarto gli Heat sono avanti grazie 26-29, gli Spurs hanno perso completamente brillantezza con l’uscita dal campo di Parker.

I due amici Lebron e Wade iniziano ancora con il piede giusto, e l’aggressività messa in difesa da tutti i giocatori in maglia rossa, rende la vita difficile all’attacco Spurs. A metà secondo quarto il punteggio è 32-41. Si accende Tony e per gli Spurs si accende la luce, lui e Duncan propiziano un 6-0 di parziale, ma prima James e poi Wade contro ribattano con 6-0. Gli Spurs fanno fatica offensivamente, ma Pop si gioca la carta Diaw e mai carta si rivela più azzeccata, segna 7 punti e con due magie di Parker riporta le cose completamente in parità; All’intervallo lungo il tabellone recita 49-49.

La partita sale d’intensità, le squadre ribattono colpo su colpo, ma Lebron e Chalmers provono a far scappare i Miami Heat sul 63-69. Leonard prova a tenere a contatto i suoi con un gioco da tre punti lungo la linea di fondo, ma questa notte i Miami Heat hanno completamente un’altra energia, e James e Chalmers riportano avanti Miami; 66-74. Negli ultimi minuti del quarto prima Neal senza senso trova il canestro della lunga distanza poi Green sempre da tre tengono vicini gli Spurs, ma James fissa il punteggio prima dell’ultimo periodo sul 76-81.

L’ultimo periodo che probabilmente deciderà la serie, non scende di toni, anzi prima Allen inaugura la sua partita dalla lunga distanza, ma Neal è letteralmente infuocato in queste finali trova il canestro da 9 metri senza senso. Wade questa sera sembra quello visto nelle finali del 2006, di forza trascina letteralmente i suoi Miami Heat al +11 a metà periodo. Subito dopo torna Lebron e il punteggio a metà periodo va sul 87-102, perchè l’aggressività Heat è troppo elevate per gli Spurs quindi Pop toglie Tony Parker e alza bandiera bianca. Gli ultimi 5′ servono solo a fissare il punteggio sul 93-109 e i Miami Heat pareggiano la serie. Partita completamente dominata da parte degli Heat soprattutto grazie ad un Wade (32 punti) favoloso in formato 2006. La serie è di nuovo ribaltata e gara 5 sarà domenica alle ore 2.

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P