NBA Finals, Gara5: le pagelle!!!

Altra partita capolavoro degli speroni che arrivano al tanto agognato match-point nella serie, N.S come sempre da i voti dopo Gara5!

 

 

Spurs copy

Duncan 8: Solo dallo sguardo intercettato alla palla a due si capiva l’aria che si respirava sul parquet. Nel pitturato è un maestro e quando sente l’odore del sangue è letale, chiunque gli si stagli davanti.

Parker 7,5: Centellina le energie per evitare il calo drastico del secondo tempo in gara 4 e il risultato è nettamente diverso. 10/14 dal campo…e rischia lo strappo? Alfiere transalpino

Ginobili 8,5: Sostanzialmente assente nelle 4 uscite precedenti..per metterlo in ritmo prende il posto di Splitter in quintetto. Il genio loco non tradisce la fiducia e a tratti si può solo ammirare, come un vero leader dal sorriso ritrovato. Rifiaterà a Miami?

Leonard 7: 21 anni e non sentire il peso delle responsabilità. Primo periodo perfetto e punto di riferimento anche per i senatori. In difesa qualcosa concede a LeBron…ma levarlo proprio non si può!

Green 8: Dopo un paio di errorini che han fatto storcere il naso al suo coach, infila tre triple a metà secondo quarto che lanciano i texani al massimo vantaggio della gara. Abbattuto il record di bombe detenuto da Ray Allen coi Celtics…che i Tres Amigos debbano aprire al quarto?

Diaw 6: Visti i problemi ad arginare James in post basso, coach Pop non rinuncia al francese che dal campo non ne infila una che sia una ma tampona laddove serve.

Neal 6: Diciamo che la gara della vita l’ha giù giocata. Non perfetto al tiro ma in difesa tiene abbastanza bene

Splitter 5,5: Perde il posto in quintetto dopo la sciagurata prestazione in gara 4.

Bonner, Joseph, De Colo SV: Riproponiamo….e perché non Tracy??? Suvvia Gregg…

Popovich 7,5: Quando la tua squadra tira con il 60% (e oltre prima del garbage finale) tutto è più facile. Se poi Manu fa il Ginobili che tutto il mondo ammira, il suo compito si ‘limita’ alle solite strigliate per non far calare la tensione e permettere a Miami di riacciuffare una partita stravinta sotto quasi tutti gli aspetti. Ora si torna in Florida per la storia..

Heat copy

James 6: Mette in guardia i suoi nel prepartita dicendo che gli Spurs avrebbero giocato alla morte l’ultima a casa loro e ovviamente aveva ragione. Guarda dalla panchina i suoi che subiscono ed entra a dare la carica trovando il nylon con cesti da centro puro e immancabile per i Leonard o Green della situazione. Riemerge come un tornado dagli spogliatoi ma non genera negli altri quel cambiamento che coach Spo si attendeva e gli Spurs prendono il largo.

Wade 6,5: Parte sui livelli di gara 4, da vero leader rinato dalle sue ceneri. Finisce in doppia doppia e ci si chiede: prima non ne aveva voglia o in Florida hanno scoperto cure miracolose per il ginocchio nel giro di una settimana?

Bosh 5,5: Prezioso a rimbalzo, non sempre efficacissimo in attacco e in difficoltà vera su Tim Duncan. Ci si aspettava qualcosa di meglio, soprattutto in aiuto ad arginare le zingarate di TP9 in area

Chalmers 5: Ancora male Rio. Nervoso e pasticcione, stavolta le triple a bersaglio nel terzo periodo (come in gara 4) non cambiano le carte in tavola.

Miller 4,5: Da quando Spoelstra l’ha promosso in quintetto ha interrotto il suo preziosissimo contributo dall’arco. In difesa fatica sempre ed è probabile che ritorni al suo ruolo originario di killer implacabile a gara in corso

Allen 7: Entra in gara con la solita classe e ‘ruba’ due giochi da quattro punti (difficili da vedere in una serie playoff, figuriamoci due in soli 48′) che rendono l’idea di quanto pazza sia questa finale. Questo è il contributo che gli Heat vogliono e necessitano per vincere…certo che se San Antonio tira col 60%…

Cole 4: Esordio in gara traumatico con Parker che lo porta a scuola ad ogni giocata offensiva e Cole non può che guardare ed imparare.

Battier 6,5: Ritrova il suo ruolo perduto e spara come un tempo. Gli arbitri non lo premiano come dovrebbero per qualche sfondamento subito ma in Florida non dovrà perdere l’abbrivio, sempre che coach Spo non lo rispedisca in mensola.

Haslem, Anthony, Jones, Lewis SV: E Birdman, fattore in gara due, scomparso nel nulla..

Spoelstra 5: Ripropone Miller in quintetto, ma non funziona (e probabilmente si cambierà in gara 6). Fa rifiatare il #6 nel secondo quarto mentre la barca fa acqua da tutte le parti sperando in una resurrezione nel secondo tempo che in fondo avviene, ma mai così prepotente da far prendere le redini del match ai suoi guerrieri. Terza volta nella serie in cui è sotto, si tenta l’ennesimo recupero d’orgoglio.
Una domanda: Birdman sotto le plance fa così più schifo delle apparizioni di Haslem?

N.S

N.S

Dal sangue verace romagnolo, ma cresciuto 19 anni in quel di Como (in parte assieme proprio a FMB), si innamora della palla a spicchi nell’ormai preistorico 2001 (militando in squadra con FMB), al Pianella di Cantù per il derby contro i cugini varesotti. È un inguaribile tifoso Lakers, Packers e del Cesena calcio, venera Jason Williams e le IPA luppolate e la jersey dei Raptors di Damon Stoudamire. Nickname: N.S

  • in your wais

    “Riemerge come un tornado dagli spogliatoi ma non genera negli altri quel cambiamento che coach Spo si attendeva e gli Spurs prendono il largo.”

    Ma quale cambiamento deve generare sto tizio negli altri? Allen è stato mostruoso, Wade e Bosh decenti tutto sommato…lui invece ha fatto schifo, non solo in attacco, dove ha fatto come al solito in gattino impaurito, sia in difesa dove è stato battuto da tutti quelli che ha provato a marcare

  • Max

    giuste le pagelle degli spurs anche se avrei messo un 7.5 a leonard che ha tirato benissimo e marcato benissimo lebron facendolo tirare con 8/22.
    non voglio essere cattivo ma il 6 a james è scandaloso…ha giocato malissimo,ha fatto 25 punti con 22 tiri e 7 liberi…nel momento chiave è sparito: direi che un 5 5,5 sarebbe il voto adatto
    wade meriterebbe invece un 7 per come ha giocato tenendo spesso a galla gli heat!!

  • Trizio81

    ogni commento,ogni trafiletto,tutti concentrati ardentemente su come dipingere in maniera negativa la prestazione di James ……ha fatto schifo,22 tiri,è sparito nel 4 periodo insomma chi + ne ha ne metta…..analizzando la partita di ieri mi sembra che + che su James bisognerebbe focalizzarsi sul perchè si è concesso il 60% dal campo agli Spurs e sopratutto perchè si parte sempre male ad inseguire l’avversario….poi se Green tira fuori prestazioni dal 70% da 3 e Ginobili dal nulla vede la vasca da bagno ad ogni tiro allora tanto di cappello agli Spurs….ma nella sconfitta di ieri nn ci vedo demeriti di James o di qualcun altro ma ci vedo essenzialmente grandi meriti nero-argento.
    Magari però questo a qualcuno dà fastidio perchè bisogna sempre prendere di mira James per qualsiasi cosa dimenticandosi che fino alla finale è stato un one-ma-show e che comunque anche in finale è quello che sta producendo di + per i suoi visto che le prime partite di Wade sono state molto deficitarie…..ultima provocazione,la serie sta avendo alti e bassi continui ma anche le superstar di entrambe le squadre sono state poco continue nn solo James ma anche tutte le altre….vuol dire che sono tutte delle pippe oppure c’è dell’altro?si può andare oltre il solito attacco gratuito a James (dimenticando tra l’altro assist rimbalzi difesa sil pick and roll ecc..) e analizzare + approfonditamente la serie?

  • sgm

    Tolto l’ “amante sedotto e abbandonato” in your wais,concordo con chi dice che james doveva prendere un 5,5,ha giocato bene due quarti e mezzo poi ne 4/4 non ha giocato come si deve

  • Max

    ma possibile che non si possa e si debba analizzare la partita di James senza tifare contro o a favore??ieri a parte alcune giocate degne di un 4 volte mvp che cosa ha fatto james per meritarsi la sufficenza??boh molto volte uno pensa che si debba difendere a priori un giocatore..qui,almeno io faccio cosi’ ebasta vedere le pagelle messe l’altra gara,analizza come ha giocato un giocatore senza farmi influenzare.se dobbiam mettere 6 a Lebron sempre e comunque facciamolo pure ma sarebbe disonesto.

  • gasp

    Voti giusti il 6 a James ci sta,con Wade ha rimontato 13-14 punti e nel terzo quarto teneva a contatto gli Heat poi nel 4/4 ha giocato male ma non mi è sembrata una prestazione così scandalosa.

  • davide

    ad allenatori invertiti sarebbe già finita. la verità è che spoelstra ha una squadra della madonna ma rimane un giovane incapace…. miller se non tira, a cosa serve? birdman nemmeno per scherzo… per non parlare di lewis… non poteva servire? se lebron deve penetrare in mezzo a 4 e fare canestro ad ogni azione allora nemmeno mi ci metto… ci concedono la media… perchè non mettiamo gli uomini giusti a fargli male dalla media come haslem o bosh? che te lo dico a fare… un vero somaro

  • Trizio81

    Considerando anche il fatto che Miller è un telepas difensivo se nn la mette mai rende traumatica la fase difensiva di Miami perchè si fa battere da chiunque con mezzo palleggio

  • michele

    in your weis versione otello, innamorato tradito, è spassosissimo….ma come, in regular reason esaltavi lebron ad ogni minima cazzata ( tipo la famosa schiacciata su terry, per la quale avevi scritto un panegirico infinito) e adesso lo abbandoni nel momento del bisogno…vergogna!

  • prescelto

    in effetti iyw mi sa sembra troopo drastico ,mi sa che tifi più per gli spurs che per lebron in fondo.riguardo alle pagelle per lebron avere 6 cioè fare una partita nelle media è un fallimento,tutti ci apsettiamo almeno partite tipo gara4 da lui,ma è ancora in tempo per recuperare e vincere il titolo

  • in your wais

    Michele

    Mi sa che ti stai sbagliando con un altro, a me quella schiacciata manco mi è piaciuta molto. Ma ricordo bene le tue rosicate al riguardo, ed il come volessi far passare il gesto istintivo di Terry come una sorta di sacrificio coraggioso…

    Come sempre, essere criticato da uno come te mi rende orgoglioso, specie considerando quanto bruciano ancora tutte le ultime eliminazioni per mano di Miami. Quando nel 2060 Boston tornerà da titolo fammi uno squillo…ehehehehe

  • michele

    ricordi male ( o meglio ricordi fin troppo bene), scrivesti testualmente “grande gesto atletico di james” e via con le solite sedute masturbatorie per il divino lebron

    nel caso sopporterò una traversata nel deserto fino al 2060, evitando di trovare come seconda squadra quella dell’MVP in carica come te eheheheh

  • gasp

    Le discussioni tra amanti…

  • D-Matt

    Ma ancora sta gara 4 di lebron… Guardate che quella partita l’ha vinta wade! Lebron ha messo 9 punti con le riserve Spurs…

  • michele

    gasp, il bello è che sono uno dei più equilibrati nel commentare le gare di james, ad ogni partita un po’ sottotono come gara 3 dico di aspettare a giudicare prima che siano finite le finals. mentre il quarantenne pelato e bipolare reagisce come un moccioso e spara a zero sul suo ex pupillo eheheheh

  • docpretta

    Fantastico come la gente si renda conto che sua maestà è un terrestre che ha il cagotto nel momento decisivo. Ancora più incredibile che le persone insistano sul Lebron (auto nominatosi) difensore dell’anno che è lo stesso che si fa bucare alternativamente da parker o da ginobili nei momenti clou. Ma forse ancora più incredibile che le persone aspettino la partita decisiva con punti pesanti dall inizio dei playoff e questa tardi a venire. LOL

  • Trizio81

    Lebron è il + forte difensore sull’uomo in NBA che poi Parker e Ginobili segnino nn toglie nulla alle capacità di Lebron….comunque per precisione Parker sul pick and roll cercava il cambio quando era marcato da Lebron mentre Ginobili ne ha fatto UNO di canestro contro James ma in allontanamento,per tutta la serie invece è stato stoppato per bene

  • docpretta

    scusa per la lesa maestà, non sia mai che non si dica che lebron non sia il migliore su tutti i lati del campo. Io l ho vista diversamente.

  • Gior

    Ahahahahah ma perchè state a parlare sempre di James?ma basta!ahahahah chi lo odia,chi lo ama,chi lo vuole nella sua squadra! Guardate che gli Heat non sono solo lui!Pensate ad analizzare meglio la partita senza concentrarvi su un tizio! Gli Spurs hanno meritato la vittoria, tutti i giocatori di Miami sono stati pressochè insufficienti(tranne Wade ),inoltre ci sono state non poche scelte sbagliate di Spoelstra, continuo a non capire perchè abbia lasciato per lungo tempo Cole su Parker, sisteaticamente saltato, nè perchè non abbia messo in campo Andersen, con Duncan che stava facendo fuoco e fiamme nel pitturato la sua aggressività sarebbe servita e non poco. Miller titolare, bah. Poi chapeau a San Antonio,una squadra così quando è in serata la puoi fermare in pochissimi modi (se si pu fermare), hanno di gran lunga dominato e meritato.

  • gasp

    michele
    Ma è una cosa diffusa:quando gioca cosi cosi sembra il disastro del titanic e molti tifosi lo sfanculano,a differenza dei tifosi di Kobe che quando non gioca bene non lo difendono a spada tratta,tirando fuori che ha vinto 5 titoli e non deve dimostrare niente.
    Poi quando i tifosi di James parlano di lui sembra che tutti lo odiano invece i tifosi di Kobe tirano fuori robe del tipo “il magico 24 gialloviola” o “il leggendario Kobe Bryant”.

    Se i tifosi di LeBron fossero come quelli di Kobe i popcorn si consumerebbero alla velocità della luce

  • alert70

    Mai passato per la testa che gli Spurs sanno anche difendere? Ricordo poche volte nella quale Wade e James in campo aperto abbiano sbagliato dei layup facili, per il loro immenso talento.

    Invece ieri, come nelle gare precedenti, Green, Duncan e Leonard hanno avuto chance di stopparli, deviargli i palloni o costringerli a tiri sbilenchi. Quindi forse e dico forse non sara’ solo colpa loro.

    Guardiamo al supporting cast: ottimo Allen in attacco, in difesa ha fatto acquetta, Cole fatto a pezzi dai pari ruolo avversari, Haslem non pervenuto, Miller un buco nero, Battier benino e Chalmers pessimo. Con queste pretese come cavolo potevano vincere? Bosh ha dato delle stoppate, difeso bene se pensiamo al soggetto, Wade e James rubano palloni, ci mettono il loro……

    Per vincere ci sarebbero voluti un paio di Rodman……

    Andiamo al nocciolo della questione: se l’attacco fa fatica, la difesa si concentra sui soliti noti rendendogli la vita ancora piu’ difficile. Se poi non sono in serata di grazia non c’e’ verso di svangarla.

    Gli Spurs invece avevano Green on fire, Leonard che punto qua, rimbalzo di la, difesa competente fa tantissimo fieno, Ginobili vintage, Parker da ventello, Duncan al top, con gli Heat che non sapevano che fare: da un lato difesa a uomo, bucata facilmente, quando raddoppiavano si vedevano Leonard, Green e Parker aperti per triple o jumper e peggio ancora l’abilita’ dei neroargento di muoversi senza palla. Guardate i movimenti di Green per rendersi conto. Ovvio che in questa situazione per gli Heat era notte fonda, ma nonostante tutto hanno lottato.

  • Cento13

    I numeri e le pagelle contano ma non spiegano tutto…meglio non flertare con la tripla doppia ma sporcarsi anche le percentuali se serve e mettere canestri nel momento giusto rischiando…lebron in questo ancora non ho capito se non ce l’ha nelle corde o è troppo poco egoista.

  • hayes

    Alert fa notare una cosa importante, che vale non solo per James ma per tutto l’attacco mediocre di Miami.
    Attacco e difesa non sono due cose così totalmente slegate, del tipo: attaco, punto a capo, difesa, punto a capo, attacco, punto a capo, difesa…
    Non funziona così. Se in difesa subisci il 60% dei tiri avversari, i tuoi attacchi partono quasi sempre da zero e contro una difesa schierata. Puoi scordarti di fare buone azioni in attacco se in difesa sei un colabrodo: questo semplicemente non avviene.
    In effetti le partite in cui Miami è stata scarsa o scarsissima in attacco sono quelle in cui San Antonio ha dilagato tirando con percentuali super. Non a caso la sconfitta di gara1 non è confrontabile con quelle di gara3 o gara5. Io dico che i problemi partono da lì…