Clippers-Rivers, finalmente fumata bianca!

L’ex coach dei Celtics saluta Boston e approda nella città degli angeli sulla sponda Clippers, CP3 è stato accontentato!

Dopo 7 giorni di dialoghi, trattative, fumate nere, ripensamenti ed altro, alla fine i Los Angeles Clippers sono riusciti nel loro intento ossia quello di accontentare Chris Paul (28 anni), nella notte i cugini dei Lakers sono riusciti a raggiungere un accordo con i Boston Celtics per Doc Rivers!

Manca solo l’ok dell’NBA ma l’affare è fatto, ai Celtics arriva quello che avevano richiesto cioè una futura prima scelta al Draft (2015, ndr) mentre i Clips riescono a portare a casa un allenatore d’esperienza, capace di lavorare sia con i giovani che con le stelle, adesso i rosso-blu attendono con ansia il rinnovo di CP3 visto che, come stavano le cose, Rivers avrebbe allenato i Clippers solo se fosse rimasto il PG e se ha firmato vuol dire che questa certezza è molto vicina dal realizzarsi.

Rivers è stato ben 9 anni sulla panchina dei Boston Celtics, 587 vittorie, 473 sconfitte, 5 apparizioni consecutive ai Playoffs dal 2008 (anno del titolo) al 2013.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Gansan

    Al 70% paul resta,basta solo sfanculare deandre e resta al 100%

  • sgm

    Ormai rivers e i celtics erano ai ferri corti (discussioni con rondo e altri giocatori) quindi trade giusta e bilanciata.
    Paul adesso resta ma mi chiedo:può una franchigia essere ostaggio di un giocatore?

  • low profile

    okay non è costato niente, una prima scelta che rischia di essere intorno alla 20 o giù di lì, ma ribadisco che con gente del calibro di Hollins o Karl sul mercato non vedo tutto questo bisogno di fare sto casino per Doc che campa di rendita del titolo vinto con PP KG e Allen ancora al top della forma e che da quando se ne è andato coach T non ha proposto nessuna variazione tattica dall’anno di grazia di cui sopra. E fino a prova contraria DeAndrè è ancora libro paga e Blake è ancora quel giocatore più interessato alle visualizzazioni su youtube che al gioco duro dei playoffs

  • michele

    buona fortuna doc!

    nauseato da quei tifosi celtics che lo hanno criticato, è evidente che il ciclo è finito da un pezzo, meglio per tutti cambiare.

  • 8gld

    @low profile:
    concordo e sarei andato su Karl.

    Ora, se la franchigia è presa dalle voglie di Paul che voleva Rivers ora questo è arrivato.
    Se con questo puntellano la scelta di restare possono far leva sull’altra voglia che il pg.
    ha ed è quella di giocare con Howard.
    Qui nascono due problemi. Hanno due atleti, Jordan e Griffin, che hanno ad oggi due contratti che non rispecchiano le prestazioni.
    Basterebbe liberarne uno per mettere sotto contratto Paul e Howard.

    Con quel contratto qualcuno ad oggi prenderebbe Griffin? curiosità.

    Perchè ad oggi dubito che la franchigia abbia del tutto soddisfatto le “voglie”.