Rose ri-lancia la sfida: “Dimostrerò sul campo”

Una stagione nulla contante critiche per la stella dei Bulls che, presto presente a Milano, lancia la sua sfida alla prossima stagione.

Mese di impegni commerciali per Derrick Rose (24 anni) che questo week-end sarà presente niente meno che a Milano (CLICCA QUI per il programma) per il tour di Adidas, mentre lo stilista Jeremy Scott gli dedica una versione speciale delle sue D-Rose 3.5 (CLICCA QUI per vedere), lui pensa già alla prossima stagione con grinta.

Una stagione intera in borghese a fondo panchina anche quando poteva tornare ma lui è deciso: “Dimostrerò a tutti che ho fatto bene! È stata una delle esperienze più difficili della mia vita, Dopo l’intervento chirurgico quando iniziare a correre … quando sei reduce da un infortunio come questo ci sono le fasi dove ci devi passare e non ho ancora concluso le mie tappe”.

Le critiche non sono mancate arrivando a chiamare D-Rose un egoista per come si è comportato verso tifosi e squadra, ma lui si difende: “Non sono una persona egoista!Sono stato costretto ad esserlo per via dell’infortunio, ho dovuto pensare alla mia carriera, non riuscivo a pensare ad altro che al mio infortunio” aggiungendo: “Un conto sono le partite d’allenamento, un conto sono quelle di stagione regolare”.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • bongo fury

    Facile criticare e dare del coniglio o senza palle dall’esterno. La vicenda è stata gestita male ma mi fido delle dichiarazioni dei compagni che lo hanno sempre sostenuto, non ultimo ascoltavo Belinelli intervistato da Buffa che raccontava come facesse fatica negli allenamenti e come si notassero deireali progressi fisici solo verso maggio,troppo poco e troppo rischioso per tornare nei playoff, alla fine è stato giusto cosi.

  • Stiv#6

    Rose ha fatto bene. Punto. Concordo con bongo fury, è stata gestita male da sponsor, società e dallo stesso Derrick, forse un po di chiarezza avrebbe giovato maggiormente.
    L’importante è che ora sia al 100%, lo voglio ai playoff in versione mvp a lottare per il titolo!

  • Procionide

    Rose ha fatto i cazzi suoi. Punto. Sul bene o male, chi lo sa? Un Rose sano, rientrato per tempo quando i medici dicevano che era pronto, inseritosi in modo graduale, forse ai playoff avrebbe permesso ai Bulls di giocarsela con gli Heat malmessi di quest’anno. Non lo sapremo mai, ovviamente.