Buss, Jimmy si sfoga e Jeanie lo provoca!

Il passaggio di Howard ai Rockets non è ancora andato giù al proprietario dei giallo-viola e la sorella lo punzecchia con un paragone scomodo.

Tra una partita di poker e una corsa di cavalli Jimmy Buss Jr. detto “Il Trota” si ricorda di essere il proprietario e recentemente ha voluto commentare il passaggio di Dwight Howard (27 anni) agli Houston Rockets con quel pizzico di frustrazione da uomo tradito: “Non è mai stato un vero Laker, è stato un giocatore di passaggio!”.

Forti parole per una persona che in 82 partite più che vendicarsi di Phil Jackson e sostenere meeting solo con Kobe Bryant (34 anni) non ha fatto, dall’entourage di Howard infatti hanno fatto sapere che Buss, se avesse voluto davvero trattenere Dwight, avrebbe potuto dedicargli più tempo sia durante la stagione che durante la free-agency (i cartelloni sparsi sulla città non erano una sua idea, ndr).

A gettar ancor più benzina sul fuoco ci ha pensato la sorella Jeanie, sostenendo che se loro padre fosse ancora stato in vita sarebbe riuscito a convincere il lungo a restare ad Hollywood: “Avrebbero probabilmente avuto un rapporto migliore se mio padre non fosse stato malato. Quando è arrivato il momento di cercare di convincere Dwight a restare non avevamo l’uomo giusto di questo business”

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • LOL

    tu invece sei sempre stato un ritardato

  • cuni

    Esistono le squadre nba e poi i Lakers eheheh

  • Ammiraglio

    Torno solo per ribadire: Buss jr è un povero coglione.