Mark Wahlberg punta su Rose: “È il migliore!”

L’attore è stato ospite dei Chicago Bulls negli scorsi giorni allenandosi pure con Butler, in un’intervista ha espresso il suo parere sul #1.

Qualche settimana fa i Chicago Bulls hanno ospitato al loro work-out niente meno che uno dei più rinomati attori di Hollywood, Mark Wahlberg il quale malgrado essere uno di Boston, tifoso dei New England Patriots e vestendo una t-shirt con scritto “Lob Angeles”  durante l’intervista ha parlato lodando i Bulls e specialmente la loro stella.

L’attore protagonista di “Ted” ha giocato un 3-Vs-3 contro Jimmy Butler (perdendolo) e poi ha voluto fare i complimenti a Derrick Rose definendolo il miglior giocatore della Lega.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=-Q5jCTT9u5c&feature=youtu.be]

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • in your wais

    “L’attore protagonista di “Ted””…no dai, nn fate così…Wahlberg è un attore cazzutissimo, non mi citate quel film per far capire chi è…Boogie Nights, the Departed, the Fighter…quella è roba stra-seria

  • “The Departed” non è un film…è un CAPOLAVORO!

  • andrephilly

    Bha, per me lui sara sempre Vince Papale il celebre wr dei Philadelphia Eagles negli anni 70, nel film Invincible

  • gasp
  • in your wais

    Non solo, anche modello di Armani ad inizio anni ’90…

    FMB

    Non vorrei farti calare la libido, ma “The Departed”, per quanto sia piaciuto un botto anche a me, rimane sempre un remake di Infernal Affairs, Hong Kong

  • low profile

    ahahaha

    dai Ted a suo modo è un film memorabile, o vogliamo discutere il genio del grande Seth Macfarlane? poi vabbè indiscutibile la classe dei film da voi citati ma tra una mazza lunga un metro ed un orsetto maniaco sessuale preferisco ricordare l’orsetto 🙂