NCAA Game-Time: G-Town-Houston (1984)

Comincia oggi una rubrica settimanale sui match più belli della storia dell’NCAA, cominciamo col botto con Ewing Vs Olajuwon!

 

 

 

 

Finale NCAA 1984

Georgetown Hoyas – Houston Cougars 84-75 (40-30)

Hoyas: Jackson 11(6 ass.), Wingate 16, Ewing 10(9 rim.) Williams 19(7 rim.), Graham 14, Martin 6, Brown 4, Broadnax 4, Dalton, Morris.
All. John Thompson

Cougars: Franklin 21(9 ass.), Young 18, Olajuwon 15(9 rim.) Winslow 2, Gettys 6, Dickens 5, Anders 4, Anderson 2, Orsak 2, Giles, Thomas, Clark, Belcher, Alexander, Weaver.
All. Guy Lewis

2 Aprile 1984 – Finalmente dopo 3 stagioni da dominatore a livello Collegiale Pat Ewing riesce a portare a casa il titolo NCAA e lo fa contro la squadra più forte che poteva affrontare, Houston Couguars. In quella squadra giocava un tale Hakeem Olajuwon, in una partita che per la prima volta vede di fronte due dei più grandi centri che il basket abbia mai avuto.
Davanti a più di 38’000 spettatori al Kingdom di Seattle Georgetown vince il primo titolo NCAA della sua storia.
“Fanno tutto quello che una grande squadra deve fare” ha detto un Hakeem Olajuwon in lacrime dopo aver giocato gran parte del secondo tempo gravato da 4 falli. “A loro non importa chi segna, chi si prende i tiri. Questa è la differenza, non sono una squadra egoista e stasera ha vinto la squadra altruista”.
Più in particolare ha vinto la squadra più lunga. Anche senza GeneSmith ben 9 giocatori hanno continuato alla vittoria di Georgetown. Fra i 9 giocatori della rotazione sicuramente il più decisivo è stato Reggie Williams che dopo una stagione passato quasi tutta in panchina ha segnato 19 punti di cui 13 nel decisivo secondo tempo ai quali ha aggiunto anche 7 rimbalzi e 3 assist.
“Sono stati in controllo per la maggior parte del tempo” ha detto il coach di Houston Guy Lewis, aggiungendo “ Una volta ottenuto il vantaggio hanno controllato per tutto il tempo, non abbiamo nulla di cui scusarci con i tifosi, siamo stati battuti da una grande squadra di basket.”
Per i primi 5 minuti di partita Houston è stata a tratti dominante andando subito in vantaggio sul 14-6 ma gli Hoyas che nel frattempo erano passati dalla difesa 2-3 alla uomo sono riusciti a rientrare e a passare in vantaggio. “Noi non volevamo andare in 1v1 ma il modo in cui si era messa la partita non ci aveva dato scelta, ero preoccupato.” Dopo un 14-6 iniziale gli Hoyas segnano 26 punti nei successivi nove minuti passando in vantaggio 32-22 con 6:15 da giocare nel primo tempo.
Dopo 30” del secondo tempo arriva il 4° fallo per Olajuwon e inaspettatamente la partita torna in equilibrio con i 14 punti di Alvin Frankiln che riportano Houston a -3 sul 57-54 con poco piu di 10 minuti da giocare ma in un minuto Georgetown ri-allunga sul 61-54 e i Cougars inziano a sentire il peso della corta rotazione. Olajuwon nei minuti finali prova a caricarsi la squadra sulle spalle ma non riuscira ad impensierire gli Hoyas che a 2’30” dalla fine con una rubata di Williams ai danni proprio di “The Dream” mettono la parola fine alla partita.

Highlights

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=QfLsDUEF9OM]

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste

  • brazzz

    me la ricordo..bellissima partita..certo che the dream si è rifatto con gli interessi..

  • Michael Philips

    Comunque ewing arrivò in NBA con un hype mostruoso, che sinceramente non meritava. Forte era forte, ma venne presentato come il futuro dominatore assoluto tra i pivot, il tutto con il giovane hakeem in gioco, che già in ncaa e nei primi anni di nba si dimostrò superiore.

  • gasp

    Poi Ewing andò nella squadra più esigente,i Knicks dove anche avendo una squadra merdosa credevano di vincere il titolo subito.

  • Bonzo

    Akeem (ad inizio carriera senza H) era mentalmente più forte e con gli anni è migliorato molto più di Ewing considerando anche che ha cominciato a giocare a basket molto tardi. Alcuni movimenti li aveva “riciclati” dal calcio quando giocava centravanti in Nigeria.

  • Danilo

    Bonzo…. stavo per scrivere anch’io riguardo l’H mancante…