Chiamati a rispondere…sul campo!

In questo andiamo ad analizzare quei 5 giocatori che dovranno fare il famigerato step in più per confermarsi/aiutare la propria squadra.

Si parla sempre delle superstar e dei loro ruoli/doveri per la stagione, gli uomini al centro dell’annata 2013714 sono (James a parte) Derrick Rose e Kobe Bryant per via degli infortuni, ma per alcuni giocatori questa stagione sarà importante per zittire i critici e dimostrare il loro valore aiutando le proprie franchigie; qui di seguito ne ho scelti 4+1 intruso!

5) DeMarcus Cousins (Sacramento Kings)
– Adesso non ha più scusanti, questa è al sua 4^ stagione da professionista, qualche settimana fa a ha firmato l’estensione di contratto con i Kings e ora deve finalmente dimostrare di essere quel go-to-guy che Tyreke Evans non è stato; Cousins ha talento da vendere con margini di miglioramento, coach Malone li ha visti e vuole lavorarci ma spetta al giocatore mettere la testa a posto e capire che il tempo degli scherzi è finito. Per lui questa stagione è già un crocevia.

4) Kawhi Leonard (San Antonio)
– Si, è lui l’intruso! Giocatore incredibile, difensore pazzesco, attributi d’acciaio quando conta e quest’anno deve confermare tutto quello che di buono ha fatto vedere l’anno scorso; con i “Tri Amigos” che invecchiano tocca a lui prendere per mano gli Spurs, Popovich conta molto su di lui e siamo certi che difficilmente fallirà. Se vogliamo fare un paragone si trova nella stessa situazione di quel Tim Duncan approdato in NBA nel 1997.

3) Brook Lopez (Brooklyn Nets)
– Quando si parla del centrone dei Nets non si sa mai se è davvero uno forte o se è un fuoco di paglia; non è esplosivo come DeAndre Jordan, non ha la sapienza di Marc Gasol, ma è un giocatore che sa farsi sentire anche se frequenta poco il post-basso; con l’arrivo di KG gli toccherà iniziare a fare salotto vicino al ferro, molto dipenderà da come Jason Kidd lo vorrà usare ma Lopez è senza dubbio l’ago della bilancia dei Nets.

2) Ty Lawson (Denver Nuggets)
– Qui c’è un grande punto interrogativo sull’ex UNC…veloce è veloce, dinamico è dinamico, non si tira indietro quando c’è da lottare, spesso diventa il clutch player ma c’è sempre un però, un però che spingeva Karl a fidarsi più di Andre Miller! Come se gli mancasse quel qualcosa per entrare tra i top PG della Lega; questo è un anno 0 per i Nuggets, nuovo allenatore, nuovo gioco e per Ty siamo alla classica “ultima chiamata” e mai come in questa situazione può giocarsi le sue carte per dirci se è un All-Star o uno dei tanti.

1) Rudy Gay (Toronto Raptors)
– Si infortuna e Memphis vola nei Playoffs, torna e Memphis esce al 1° turno, se ne va e Memphis va alle finali della Western Conference…la domanda è: Rudy Gay è una superstar o un blef? Adesso gioca in una franchigia dove lui è al centro di tutto, una franchigia che vuole lasciare i bassi fondi dell’East per tornare ai Playoffs e molto dipenderà da lui, i Raptors sulla carta possono giocarsi un posto tra le prime 8: vediamo se l’ex UCONN riuscirà a zittire i critici o se alla fine la spada di Damocle che gli pende sulla testa lo trafiggerà

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Damy00

    Cousins si è preso un sacco di soldi e dovrà dimostrare di meritarli,talentuoso è talentuoso,ma deve mettere a posto la testa. Kawhi è a mio parere un grandissimo giocatore e può diventare il go-to-guy degli Spurs. Per Rudy Gay, deve dimostrare di essere un vincente, visto che con lui Memphis ha sempre perso mentre senza di lui ha fatto grandi cose. Vedremo, è una stagione molto interessante.

  • Magic

    Questo è l’anno di Ty Lawson e di Cousins.

    Avrei aggiunto anche Klay Thompson: può entrare nella top 5 delle guardie della lega (se già non ci fosse).

  • alert70

    Leonard
    E’ una star. Parla poco, anzi non parla affatto, ma è già un big del team. Popovich e chi per lui fecero la magata nel prenderlo dai Pacers.Cestista incredibile che migliora a vista d’occhio. Quest’anno alzerà ancora l’asticella. Molte speranze di titolo passeranno da lui.

    Gay
    Lasciamo stare. Costa uno sproposito, volume shooter come pochi, percentuali sempre intorno al 40%, poca visione di gioco, poco altruista, difensore mediocre e non un leader alla modica cifra di 17 mln!!!

    Lopez
    Lento, a volte impacciato con mani educate. Avrà la fortuna di avere alle “costole” Garnett che potrà spronarlo. Quello che dovrà fare è gestire la pressione che salirà in maniera esponenziale.

    Cousins
    Da tifoso Kings spero che non sbrocchi. Se rimane sui binari farà l’ASG, altrimenti saranno cavoli amari. Ho fiducia.

    Lawson
    Chi? Buon cestista ma nulla più. Poi nel suo ruolo c’è del talento che gronda come non mai. Non so neanche che ruolo avrà ai Nuggets, se da leader oppure no.

  • Il Nichilista

    C’è un’inesattezza abbastanza palese: a Toronto ci sarà Valanciunas al centro di tutto, non Gay