Anthony ammette: “Ho corso un gran rischio!”

La stella dei Knicks ammette che l’aver evitato l’operazione alla spalla è stato un gran rischio ma per ora niente problemi.

La decisione di Carmelo Anthony (29 anni) di non operarsi alla spalla destra, dopo il visibile disagio vissuto dal giocatore nella serie contro gli Indiana Pacers (si è infortunato il 14 aprile, ndr), aveva destato qualche dubbio ma dopo le ultime dichiarazioni dell’ex Syracuse quel dubbio inizia a far preoccupare i tifosi blu-arancio.

Infatti in una recente intervista Melo ha ammesso che forse il non operarsi preferendo un lungo riposo potrebbe rivelarsi molto rischioso nel corso della stagione: “Ho preferito evitare di operarmi alla spalla, se lo avessi fatto sarei dovuto restare fuori dai 4 ai 5 mesi” ha dichiarato alla ESPN New York, aggiungendo: “Ho preso un grande rischio decidendo di non andare sotto i ferri, ho dovuto prendermi molto tempo nella offseason per far si di essere al meglio”.

Melo in questa pre-season ha giochicchiato senza avvertire nessun dolore/fastidio ma il punto interrogativo si fa sempre più grande: è vero che Anthony non è un RB o un WR di football americano che rischia l’incolumità ad ogni placcaggio ma 82 partite di stagione regolare, con una media minuti che viaggia sui 37 a notte e con n° di possessi che gioca…

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • mad-mel

    Mi sa tanto da scusa premeditata per eventuali playoffs 2014… perche a casa mia 4 5 mesi di recupero significa tornare fine ottobre visto che i playoffs erano a maggio….mah..ci capisco sempre meno

  • mad-mel

    Playoffs falliimentari

  • Magic

    Nella stessa intervista ha detto anche di essere entusiasta dei risultati ottenuti ; era una affermazione da aggiungere per non creare eccessivi allarmismi.

    Mad mel
    Ormai ci conosciamo come tifosi, quindi evito di riaprire i soliti discorsi, però aspetta di vederla la stagione prima di giudicare Melo e la squadra.

    Anche perché sarebbe stato molto più semplice crearsi un alibi notevole negli scorsi po dichiarando quali fossero le reali condizioni della sua spalla, invece non lo ha fatto (e tutti lo hanno crocifisso per le %rivedibili, senza conoscere il problema ).

  • mad-mel

    Ok magic…ma non capisco perche non si e operato. Stai fermo il tempo necessario e ritorna al top a fine novembre. Solitamente la storia insegna che chi evita le operazioni prima o poi gli infortuni presentano il conto. 82 partite sono tante.

  • lilin

    quoto mad mel…in fin dei conti a est new york poteva avrebbe potuto permettersi benissimo di arrivare fino a novembre senza melo…sta rischiando molto…

  • 8gld

    Un’intervista molto simile la rilascio’ subito dopo la serie contro Indiana e venne pubblicata qui. Il mio dubbio, come allora, rimane lo stesso e mi avvicino al pensiero di med-mel.
    Se devi stare fermo per 4-5 mesi e si sapeva da dopo la serie, questo vuol dire che c’era tutto il tempo per operarti e rientrare. Non dico per l’inizio della r.s. ma non troppo dopo.
    Ora ti ritrovi con la spalla che diviene un punto interrogativo e devi affrontare 82 partite di r.s. e p.o.
    Ok, andrà tutto bene e se non sarà così e caso mai ti blocchi poco prima o durante i p.o.?

    “La stella dei Knicks ammette che l’aver evitato l’operazione alla spalla è stato un gran rischio ma per ora niente problemi”.
    Ammette che non operandosi è un gran rischio ma oggi tutto bene….ma oggi vuol dire spiagge, riposo e qualche minuto in pre s.
    Quando il livello si alzerà quanto il rischio di non essersi operato inciderà?

    Bisogna solo aspettare di vedere…ma trovo logico che qualsiasi tifoso arricci il naso a tali dichiarazioni.
    Rientri a Novembre-Dicembre? qual’è il problema?
    ti blocchi da metà in poi? forse diviene un pochino più un problemino?

    Il tempo darà le sue risposte.

  • mad-mel

    Cmq logicamente melo sara stato visitato da fior di specialisti laureati in spallalogia…e quindi presumo che il giocatore e staff dei knicks abbiano scelto in modo saggio…certo che vedere l operato degli ultimi 15 anni qualche dubbio mi sorge

  • Magic

    Mad Mel
    Volevo proprio arrivare al tuo ultimo post: non credo che sia stata una decisione avventata e totalmente indipendente da parte di Melo, per quanto lo staff medico di NY non sia stato proprio eccezionale nell’ultimo decennio, dubito che per una questione di tale delicatezza sia stato ascoltato un ciarlatano e mandato in campo Melo con rischi troppo alti.

    L’intervista completa in inglese forse chiarifica la situazione rende questo pensiero meno allarmante, tutto qui (ovviamente non è una critica a F.M.B, per ragioni di spazio sarebbe stato improponibile).

  • alert70

    Alla fine non si capisce quale fosse l’entità del problema. Perchè se giochi sul filo sai che una caduta, un blocco fatto male, o una botta intenzionale dagli avversari ti può mettere KO.

    Oppure l’operazione sarebbe devastante per la mobilità dell’articolazione da spingerlo a tenere duro e sperare che nulla di irrimediabile accada.

  • 8gld

    non ho letto l’intervista ma così riportata sembrerebbe una decisione dell’atleta, come dire 50-50.

    Intendiamoci…Melo ai p.o. tutta la vita. Non c’è niente di meglio che le franchigie possano avere a disposizione il proprio roster.