LeBron James si apre ad ESPN Magazine

Il 4 volte MVP ha rilasciato una bella intervista a Chris Broussard di ESPn parlando di lui, MJ e di…Iverson!

Proprio oggi sui social-network scherzavo sul fatto che LeBron James (28 anni) fosse sparito dalla scena, nessuna notizia, nessun virgolettato ma provvidenzialmente ESPN ha pubblicato sul sito uno stralcio della bella ed interessante intervista che il “King ha rilasciato a Chris Broussard dove ha trattato diversi agromeni e personaggi NBA!

Per non stare qui a scrivervi un poema col riassunto di ogni domanda ho preferito riportavi le domande più intriganti con le rispettive risposte:

CB: Il tuo primo allenatore all’High-scool, Keith Dambrot, ha detto che tu in campo sei un genio
LBJ: (Ride) Lui non dice mai niente di brutto su di me, fu il primo a dirmi che ero speciale e adirmi che sarei diventato il più grande giocatore di sempre ma solo se io lo avessi voluto veramente, io lo guardai come si guarda un pazzo e lui mi disse “Se la tua mente è concentrata su quello scopo allora puoi raggiungerlo”!

CB: E tu ci credi adesso?
LBJ: Beh, questo è il mio obiettivo. Questo è quello che continua a motivarmi, vincere i titoli ed essere il più grande di tutti i tempi. Questo è il mio obiettivo

CB: Molte persone dicono che tu devi vincere 5 o 6 anelli come Kobe o MJ
LBJ: Io non penso a questo, non mi interessa, non gioco alla cattura! Non mi interessa andare a raggiungere Magic o Larry o Kobe. Voglio massimizzare quello che ho sfruttando il momento che sto vivendo.

CB: per molte persone i tuoi rivali non sono Durant en Anthony ma MJ e Kobe
LBJ: (Ridacchia come i nomi di MJ e Kobe sono menzionati) Ok

CB: Voglio dire, quando si dice che si desidera essere il più grande di tutti i tempi, il punto di riferimento è Michael Jordan
LBJ: Io in realtà non ci penso troppo e dico: Ok, voglio prendere MJ. Sto dicendo che voglio essere il più grande, e credo di avere l’opportunità di farlo solo a causa del mio set di abilità e perché mi sento come se avessi un sacco di spazio per migliorare

CB: Guardi mai video di tuoi colleghi?
LBJ: Si, quelli di Allen Iverson! Non voglio rubare nulla ad A.I ma vogliamo parlare di quello che ha fatto con l’altezza che aveva? È statop uno dei più grandi giocatori che io abbia mai visto, il suo cuore non si discute, dopo Jordan è il mio secondo giocatore preferito.

CB: Se tu decidessi di scendere in campo solo per segnare, che media avresti?
LBJ: 35

CB: La sconfitta alle Finals del 2011 è stato il tuo spunto di svolta?
LBJ: Ho avuto così tanti punti di svolta nella mia carriera. Perdere in gara 7 nel 2008, secondo turno dei playoff a Boston. Orlando nel 2009. Perdere a Boston nel 2010. Ho avuto un sacco di punti di svolta. Non è solo uno. Mi hanno spazzato via alle mie prime Finals…la sconfitta con Dallas è stata la goccia che fece traboccare il vaso.

CB: Siamo in un’epoca diversa, i social-network addosso 24 ore al giorno e tutti pronti a criticarti al primo errore rispetto ai tempi di Jordan
LBJ: Io la vedo così: Michale aveva le serate storte, perdeva i palloni, tirava male, magari perdeva o serate in cui non si sentiva il migliore. Ma credo che la cosa più grande di MJ era che lui non aveva paura di fallire. E penso che per questo che è riuscito ad avere il successo e la gloria che ha avuto

CB: Tu hai paura di fallire?
LBJ: Questo è uno dei miei più grandi ostacoli. Ho paura del fallimento. Voglio riuscire così male che divento paura di fallire.

CB: E come lo affronti?
LBJ:
Basta vincere!

La copertina
La copertina
F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B