NCAA Game-Time: UNC – G-Town (1982)

Oggi andiamo a rivivere il primo tiro decisivo di un giovanissimo Michael Jordan contro gli Hoyas alle Final Four del 1992!

 

 

Finale NCAA 1982

North Carolina Tar Heels – Georgetown Hoyas 63-62 (31-32)

Tar Heels: Worthy 28, Jordan 16 (9 rim.) Perkins 10, Doherty 4, Black 4, Brust 1, Peterson, Braddock.
All.Smith

Hoyas: Ewing 23 (11 rim.), Floyd 18, E. Smith 14, Brown 4, Jones 2, Spriggs 1, Hancock, G.Smith, Martin.
All.Thompson

29 Marzo 1982 – Davanti a 61’612 spettatori che hanno riempito il Superdome di New Orleans, un tiro di Michel Jordan a 15 secondi dalla fine ha dato a North Carolina una vittoria emozionante per 63-62 su Georgetown.
Il canestro piu importante mai segnato da un freshman e una palla rubata di James Worthy hanno regalato il primo titolo a North Carolina dal lontano 1957 e il primo in ventuno anni di Dean Smith come capo allenatore dei Tar Heels.
“E’ stata una partita molto combattuta, è stata una dura sconfitta ma eravamo due squadre, una doveva vincere e una doveva perdere” ha detto la guardia di G’Town Eric Floyd.
Questa partita fra due dei piu importanti e forti freshman in campo è stata la partita con il divario piu stretto fra le sue squadre negli ultimi ventitré anni da quando nel 1959 California sconfisse West Virgina 71-70.
“Doveva andare cosi” ha detto un deluso Erick Smith dopo aver segnato 14 punti. “Abbiamo tirato fuori il meglio da noi stesso e North Carolina ha fatto lo stesso”.
Dopo essere stati punto a punto i Tar Hells si sono portati avanti 61-58 con 3’26” da giocare dopo un canestro di Jordan. Patrick Ewing che ha chiuso con 23 punti e 11 rimbalzi ha riportato sotto di 1 punto i suoi sul 61-60 con 2’37” sul cronometro.
A 1’19 dalla fine Matt Doherty viene mandato in lunetta da un fallo di Eric Smith ma sbaglia il solo tiro libero a disposizione con Pat Ewing che raccoglie il rimbalzo. Nell’azione successiva Sam Perkins marca strettissimo Ewing che non può ricevere sotto canestro, Floyd supera Jimmy Black e da circa 4 metri realizza con un tocco morbido il canestro del 61-62 a 54” dal termine.
Jimmy Black gioca la palla per una ventina di secondi prima che venga chiamato il time out da Dean Smith con 25” rimanenti. Tutto il pubblico era in piedi e si chiedeva se Dean Smith e i Tar Heels avessero qualche mossa nel loro playbook. La mossa si chiamava Jordan.
“il gioco è stato organizzato per far tirare Mike in Jumper, erano in difesa 1-3-1 e lui avrebbe dovuto avere un tiro da circa 5 metri, lo abbiamo trovato dopo qualche passaggio.” Ha detto Black, veterano di 127 partite in magia Tar Heels.
Jordan che ha avuto anche un team high di 9 rimbalzi si era spostato sul lato sinistro del campo, di fronte alla sua panchina ha preso il passaggio di Black, ha mirato e ha tirato. Secondo la strategia difensiva di Georgetown quello doveva essere un tentativo a bassa percentuale ma il tiro di Jordan era entrato e UNC era avanti. Gli Hoyas hanno rimesso subito in gioco la palla, “potevamo chiamare time out e impostare un gioco ma cosi facendo non sapevamo che difesa avremmo incontrato cosi ho lasciato far al momento l’azione” ha detto coach John Thompson a fine partita.
Gli Hoyas buttarono palla in avanti verso Brown che a sua volta ha cercato di servire Smith sul lato opposto del campo, ma il passaggio è stato intercettato da Worthy a circa 8 secondi dal termine.
“Ho fatto un palleggio di troppo e ho stoppato la palla e questo ci ha fatto fuori” ha detto uno sconsolato Fred Brown “a quel punto avrei dovuto chiamare time out, ho visto Eric(Floyd) che si apriva a sinistra ma ho proseguito, volevo darla a Pat ma era coperto, ho provato a passarla a Erick Smith ma non era lui”
Solo nove squadre nelle quarantatré finali ncaa precedenti erano riuscite a vincere dopo essere state sotto a fine primo tempo, North Carolina è diventata la 10°.

Highlights

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=QxBMwNqGIFs]

Le altre partite
• Georgetown-Houston (1984)
• Duke – Kentucky (1992)
UCLA – Princeton (1996)
North Carolina – Georgetown (1982)

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste

  • prescelto

    quel ragazzino col 23 ha poi fatto una discreta carriera in nba