James/Wade punzecchiano Garnett/Pierce!

Le due stelle di Miami non hanno perso tempo per scagliare una piccola freccia verso gli ex rivali di Boston difendendo un loro compagno.

Quando nell’estate del 2012 Ray Allen (38 anni) decise di lasciare i Boston Celtics per i Miami Heat si aprì un putiferio allucinante in quel di Boston con Kevin Garnett (37 anni) primo dei delusi, anche Paul Pierce (36 anni) rimase molto deluso perché per entrambi non era concepibile che un giocatore lasciasse Boston specie dopo quello che i tre hanno passato insieme…adesso però è accaduto a loro e a Miami non hanno perso tempo!

In estate Boston e Brooklyn hanno instaurato una super-trade che ha portato i due veterani ai Nets, all’inizio nessuno ha aperto bocca ma ieri LeBron James (28 anni) e Dwyane Wade (31 anni) hanno voluto dire la loro, dichiarazioni normali ma con un velo pungente di sottofondo, James: “Quando ho visto quello che è successo (trade, ndr) ho pensato subito “Wow, Ray è stato ucciso per essere venuti da noi e adesso anche loro se ne sono andati” voglio dire, ok non importa però vedere due ragazzi che si sono accaniti su Ray adesso hanno fatto la stessa cosa” sempre James poi ha analizzato la situazione: “Questa è la natura del nostro business, non so cosa Boston stava attraversando a fine della giornata, so che Ray ha dovuto prendere la decisione migliore per lui e la sua famiglia e la sua carriera proprio come Doc, KG e Paul. Non si può criticare qualcuno che fa qualcosa che è meglio per la loro famiglia”.

Anche “Three” ha seguito il filone dell’amico: “Sappiamo tutti come funziona in NBA, l’importante è che Ray è felice a Miami, se loro lo sono a Brooklyn bene per loro” aggiungendo: “Le persone dicono cose su altre persone quando fanno qualcosa che poi alla fine anno anche loro. Si tratta di mettere se stessi nella situazione migliore, e alla fine della giornata tutti lo facciamo. Non si può davvero dire nulla su qualcuno che lo fa per se stessi”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B