George e la difesa: “Posso marcare chiunque!”

La stella dei Pacers ha grande fiducia nei suoi mezzi soprattutto in difesa dove sente di poter fermare quasi tutti i suoi colleghi.

Sulla carta gli Indiana Pacers sono a tutti gli effetti la prima rivale ad East dei Miami Heat, molto dipenderà dai miglioramenti di Roy Hibbert (26 anni) e dalla costanza della stella Paul George (23 anni) che ai microfoni della ESPN ha espresso la sua fiducia in se stesso e nella sua difesa!

Nell’intervista rilasciata a Mark Schwarz il “Most Improved Player” della passata stagione non ha fatto giri di parole, alla domanda su chi fosse il miglior difensore della Lega ha risposto seccamente: “Io! Sento che posso marcare qualunque giocatore dal ruolo 1 al ruolo 4, sento di avere tutti gli strumenti per farlo: muovo velocemente i piedi e sono lungo. Difendo molto e mi apice è come un gioco dentro un altro gioco”.

E sul giocatore più ostico da marcare: “Probabilmente Kevin Durant perché neutralizza tutto quello che ho, è lungo con il primo passo rapido e si può tirare in qualunque momento e posizione”

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • topoo buioo

    Questo ragazzo in massimo 2/3 anni porterà Indiana alle Finals e vincerà un MVP, ne sono certo!

  • shaq4ever

    magari è una dichiarazione innocua, ma mi sembra che il ragazzo si stia iniziando ad autoesaltarsi. non vorrei che il pazzo stipendio che gli hanno dato inizi a dargli alla testa

    è alto 2,03, la vedo dura fargli marcare un’ala forte classica, non sono tutti lebron

  • shaq4ever

    peraltro
    “sono io il miglior difensore sulle ali”
    è una dichiarazione quanto meno azzardata e molto boriosa

    mi sta perdendo punti

  • low profile

    bisognerebbe contestualizzare, magari non voleva fare lo sborone, comunque migliore o no è un signor difensore, credo che in prospettiva Leonard lo superi ma ciò non toglie che lui è un fenomeno, poi se Kawhi dimostrerà anche di potersi assumere le responsabilità offensive di George il dibattito diventerà interessante

  • Magic

    Leonard non diventerà mai (credo) offensivamente valido come George; detto questo, anche a me sembra un po’ troppo esaltato…

  • Michael Philips

    George deve fare il balzo in alto quest’anno. Ancora non si capisce quanto possa essere forte tecnicamente e mentalmente.

    Scusate se apro un piccolo OT riguardo i potenziali super talenti: ma a nessuno di voi manca questo qui? http://www.youtube.com/watch?v=REZ1crZGN8o&feature=em-subs_digest

  • Magic

    Sfortunatissimo…però non sarebbe mai diventato una stella vera e propria, un grande giocatore di squadra e leader, ma non da top 10 NBA, almeno così è come la penso io.

  • inyourwais

    Boh, io tutto questo improvviso valore che dovrebbe avere George solo perchè ha fatto un anno buono e dei buoni playoffs…

    Ormai è trattato come una specie di superstella, quando per ora è al limite un all star, e niente più. Ma vi ricordate Wade a 23 anni che razza di stagione e PO fece? Era il 2005, e lo fermavi forse solo a fucilate…questo per dire di uno che non è mai stato un MVP

    Ma davvero George ha tutti questi margini di miglioramento? Ma qualcuno lo vede andare tutte le sere sui 30 a partita? Per me non è nè un franchise player, nè può essere la prima opzione di una squadra da titolo…

    Poi felice di sbagliarmi, per carità

  • Jurassic_Park

    George… gran bel giocatore ma necessariamente emerge nella mediocrità offensiva di Indiana. A metterlo già in una Dallas (per non fare esempi più blasonati) la sua immagine verrebbe molto ridimensionata. Ce lo vedrei molto bene a San Antonio, in un sistema offensivo equilibrato potrebbe dosarsi bene fra attacco e difesa.