Colpo Sixers, Durant 42, super Love e Howard!

I Sixers battono Miami con il rookie MVP, Durant ne spara 42 a Salt Lake City, Love salva Minnesota, super Howard, bene Warriors e Cavs sui Nets!

 

 

 

Cleveland Cavaliers – Brooklyn Nets 98-94
CLE: Thompson 18, Varejao 11, Waiters 11, Irving 15, Jack 12, Miles 10
BKN: Pierce 17, Garnett 8 (10 rimb), Lopez 21, Johnson 13, Terry 14

Kyrie Irving e i suoi Cavaliers partono bene rovinando l’esordio di Jason Kidd e dei suoi Nets; partita è stata decisa nel finale grazie ad un jumper di Anderson Varejao (assist Irving) che ha dato il +2 (93-91) a 29” dal termine, Brooklyn non troverà più il canestro e Irving farà 4/4 ai liberi per chiuderla

Philadelphia 76ers – Miami Heat 114-110
PHI: Turner 26, Young 10, Hawes 24, Carter-Williams 22 (12 ass), Wroten 14
MIA: James 25 (23 ass), Bosh 22 (10 rimb), Chalmers 16, Cole 10, Allen 19 Lewis 11, Andersen 11

Esordio col botto del rookie Michael Carter-Williams (22+12 assist) che trascina i Sixers contro niente meno che i Miami Heat (privi di Wade) nella sera dell’ultimo saluto ad Allen Iverson; diverse le giocate chiave della partita, prima il gioco da 4 punti di Spencer Hawes per il sorpasso Sixers a 2’06” (109-108) e poi i 2 liberi realizzati dall’ex Syracuse a 8” per il +4 finale (114-110).

La magica note di Carter-Williams
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=Z_gafY-_sRc]

Toronto Raptors – Boston Celtics 93-87
TOR: Gay 19, Valanciunas 8 (11 rimb), DeRozan 13, Lowry 11, Hansbrough 7 (12 rimb)
BOS: Bass 17, Faverani 13, Green 25

All’Air Canada Center di Toronto i Raptors faticano ma battono nell’ultimo periodo i Celtics, massacrati a rimbalzo (19 offensivi per Toronto); match equilibrato deciso solo da un parziale di 11-2 a 6’ che ha dato il +10 (90-80) ai padroni di casa.

Detroit Pistons – Washington Wizards 113-102
DET: Smith 19, Monroe 24 (16 rimb), Drummond 12, Billups 16, Bynum 19
WAS: Ariza 28 (10 rimb), Nene 12, Beal 17, Wall 20 (11 ass)

Italian Job: Datome /

Le torri dei Detroit Pistons non sbagliano al prima uscita battendo i Wizards con Greg Monroe reo di una super doppia-doppia (24+16); match condotto empire dai padroni di casa che hanno messo la parola fine grazie a due triple consecutive di Chauncey Billups che sono valse il +13 (100-87) a 5’40” dalla fine, solo 19” per Gigi Datome.

New York Knicks – Milwaukee Bucks 90-83
NYK: Anthony 19 (10 rimb), Shumpert 16, Chandler 10, Felton 18
MIL: Butler 14, Mayo 13, Ilyasova 10, Neal 16, Pachulia 13 (11 rimb)

Italian Job: Bargnani 6 pt (3/6, 0/3 da 3), 2 rimb, 1 ass, 1 rec, 3 perse

Vincono anche i Knicks la loro prima complicandosi la vita contro Milwaukee; dopo i primi 24’ NY saldamente al comando delle operazioni sul +25 (31-56), poi black-out e reazione Bucks che arrivano fino al +1 (81-80) con un libero di Henson, Henson sbaglia il 2° e la giocata chiave porta il nome di Pablo Prigioni che ruba palla a Butler, Anthony sbaglia il layup ma Chandler corregge per il sorpasso, poi Melo si riscatterà segnando 4 punti consecutivi per il +5 (81-86) a 1’14” che decideranno la contesa.

Houston Rockets – Charlotte Bobcats 96-83
HOU: Parson 10, Howard 17 (26 rimb), Asik 4 (14 rimb), Harden 21, Lin 16, Gracia 19
CHA: McRoberts 15, Jefferson 13, Henderson 11, Walkr 12, Sessions 14

Pazzesca prestazione di Dwight Howard che pareggia il suo record in carriera di rimbalzi (26) e aiuta i Rockets a superare i Bobcats; gli ospiti stanno a contatto nell’ultima frazione ma sul -4 subiscono un 8-0 di break che chiude i giochi sulla’80-68 Houston 17 degli ultimi 24 punti dei Rockets portano la firma del duo Harden-Howard!

Howard signore dei ferri
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=w-quu5ULUfg]

Minnesota Timberwolves – Orlando Magic 120-115 OT
MIN: Brewer 16, Love 31 (17 rimb), Pekovic 11, Martin 23, Rubio 13 (11 ass), Barea 11, Cunningham 10
ORL: Vucevic 22 (16 rimb), Afflalo 28, Nelson 18, Oladipo 14, Moore 10, Nicholson 13

Primo overtime della stagione a Minnesota dove si è rivisto “Mr.Doppia-Doppia” Kevin Love in grande spolvero (31+17); proprio Love ha salvato i suoi T-Wolves con una tripla a 10” dal termine per il pareggio a quota 103-103, ultima chance per i Magic nelle mani di Afflalo ma niente da fare. Nell’extra-time decide un 5-0 firmato Martin-Pekovic per il +6 (113-107) Minnesota a 2’ dalla sirena.

Love saves the day
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=Pu1PPMaoArE]

New Orleans Pelicans – Indiana Pacers 90-95
NOP: Davis 20 (12 rimb), Gordon 25, Holiday 24
IND: George 32, West 12, Stephenson 16, Hill 19

Paul George alza il volume della radio (32 punti) e guida i Pacers in rimonta sull’ostico campo dei Pelicnas; sotto di 9 dopo 3’ dell’ultimo quarto Indiana spara un break di 13-4 per il agguantare il pareggio a quota 76, New Orleans non riuscirà più a trovare ritmo in attacco e un altro parziale di 8-0 a 1’36” dal termine darà il +4 Pacers (85-89).

Dallas Mavericks – Atlanta Hawks 118-109
DAL: Marion 12, Nowitzki 24, Ellis 32, Carter 21, Calderon 5 (11 ass)
ATL: Carroll 14, Millsap 20, Horford 11, Teague 24

Monta Ellis si presenta così ai tifosi di Dallas, 32 punti e vittoria per i Mavs sugli Hawks; decisivo il tiro pesante per i padri di casa, 7/8 nel finale, 3 consecutive (2 Nowitzki, 1 Ellis) che hanno ucciso la partita sul 118-102 a 1’18” dalla sirena finale.

San Antonio Spurs – Memphis Grizzlies 101-94
SAS: Leonard 14, Splitter 11, Parker 13, Ginobili 12, Mills 12, Diaw 14
MEM: Gasol 14, Allen 15, Conley 11, Pondexter 13

Italian Job: Belinelli 5 pt (2/3, 0/2, 1/2), 4 rimb, 1 ass, 1 persa

Gli Spurs si aggiudicano il remake della finale di conference della passata stagione con un 2° quarto fantascientifico; dopo la prima sirena San Antonio è sotto di 2 (18-20), poi nel 2° quarto massacro speroni con un parziale di 30-7 che li ha portati a guidare di ben 21 punti (48-27) all’intervallo lungo. Da sottolineare l’uscita dal campo di Tim Duncan per una gomitata subita (in testa) da perte i Tony Allen.

Utah Jazz – Oklahoma City Thunder 98-101
UTA: Jefferson 10, Favors 15, Kanter 14 (10 rimb), Hayward 12, Burks 24, Harris 13
OKC: Durant 42, Ibaka 8 (10 rimb), Sefolosha 14, Jackson 14

È servito uno spettacolare Kevin Durant da 42 punti (22/24 ai liberi) ai Thunder per espugnare di misura Salt Lake City; negli ultimi 2’ OKC ha segnati o solo dalla lunetta, 8/8 compresi gli ultimi 2 di KD a 6” con i Jazz sul -1 (98-99).

KD On-Fire
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=-EjhL4QLEDA]

Phoenix Suns – Portland Trail Blazers 104-91
PHX: Tucker 18, Plumlee 18 (15 rimb), Dragic 26, Bledsoe 22
POR: Aldridge 28, Batum 7 (13 rimb), Lillard 32

La coppia Dragic-Bledsoe batte quella formata da Lillard-Aldrdge regalando la prima W ai Suns; incontro segnato da un break di 12-0 cominciato con una tripla di Frye che ha pinto Phoenix dal +1 al +13 ad inizio 3° quarto.

Sacramento Kings – Denver Nuggets 90-88
SAC: Cousins 30 (14 rimb), Vasquez 17, Thomas 16
DEN: Hickson 12, Foye 12, Lawson 20, Mozgov 10, Miller 12

Italian Job: Gallinari DNP

Nella sfida tra i rookie-coach è Mike Malone ad avere la meglio di misura grazie ad una super prestazione del suo centro DeMarcus Cousins (30+14); la giocata decisiva però porta il nome di Thompson che segna in tap-in il canestro del +2 (88-90), Cousins si mangerà quello del +4 ma prima Lawson e poi Foye non riusciranno a trovare il canestro del pareggio e della vittoria Nuggets.

Golden State Warriors – Los Angeles Lakers 125-94
GSW: Lee 24, Thompson 28, Curry 10, Douglas 13
LAL: Gasol 12, Meeks 14, Kaman 11, Johnson 11, Herny 14, Farmar 12

Esordio di fuoco per i Warriors di Steph Curry e di Klay Thompson (career-high di 38 punti!) che massacrano letteralmente i Lakers; nel primo quarto Thompson realizza 16 dei 26 punti di squadra (26-16) da li in poi i Lakers non riusciranno più a scendere sotto la doppia-cifra di svantaggio.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B