NCAA 2013/14, Top 5 “Big Three”

Ultimo appuntamento prima dell’inizio stagione (stanotte) dove analizzeremo i migliori “Big Three” di questa annata collegiale.

 

 

 

Michigan State Spartans

Adreian Payne, Garry Harris & Keith Appling

Gli Spartans sono carichi e pronti a conquistare Arlington il prossimo Aprile. Adreian Payne insieme a Gary Harris e Keith Appling formerà la spina dorsale della squadra di coach Tom Izzo.
Payne è un’ala grande di quasi 2,10m per 115 Kg, lo scorso anno ha chiuso con 10, 5 e 7,6 punti di media. Sarà lui a guidare l’attacco da sotto di Michigan. Gary Harris si appresta ad iniziare la sua seconda stagione al college, la prima che gli è valsa il titolo di Freshmen dell’anno delle Big Ten grazie ad una stagione da 13 punti di media col 45,6% al tiro. Per Keith Appling invece sarà l’ultima stagione prima della laurea, ha guidato la squadra con 13,4 punti 3,3 assist a partita, la sua capacità di leader saranno uno dei fattori della stagione degli Spartans. Con questi 3 Tom Izzo può puntare al titolo che manca dal 2000 quando allenava Jason Richardson, Charlie Belle e Morris Peterson

Louisville Cardinals

Russ Smith, Wayne Blackshear & Luke Hancock

Con un’ossature reduce dalla vittoria dello scorso anno cercheranno di vincere ancora il titolo, cosa che non accade dal 2006 e 2007 quando a fare il repeat furono i Gators di Billy Donovan.
Russ Smith ha deciso di non dichiararsi per il Draft NBA e per i Cardinals si tratta di un pezzo fondamentale nel roster con quasi 19 punti a partita e tanta leaderhsip. Blackshear ha risolto molto bene i suoi problemi alla spalla che gli ha fatto saltare quasi tutta la stagione da freshmen, ottimo difensore con quasi 1 rubata a partita nonostante il basso minutaggio, potrà essere il fattore fondamentale per i Cardinals. Luck Hancock è stato il giocatore decisivo nella finale contro Michigan dimostrando di reggere la pressione, il suo impegno in difesa, la sua fisicità hanno fatto la differenza.

Kentucky Wildcats

Julius Randle, Andrew Harrison & Alex Proytess

Ancora un’altra classe di reclutamento sopra le righe per Kentucky e John Calipari. La stagione passato è stata una delle piu difficili degli ultimi anni, ma le reclute di questa stagione hanno tutto ciò che serve per arrivare fino in fondo.
Julius Randle è da tutti considerato il miglior freshman in arrivo nel roster, è un’ottimo realizzatore con una buona propensione al rimbalzo e per la sua taglia sa portare palla in modo egregio. Su Andrew Harrison ci saranno molte aspettative sarà il metronomo della squadra sia in fase offensiva che difensiva. Alex Poytress torna per il suo secondo anno in maglia Wildcats, per lui si prospetta un miglioramento dal tiro da 3 e qualche punto in più.

Duke Blue Devils

Jabari Parker, Rasheed Sulaimon & Quinn Cook

Hanno perso Mason Plumlee, Ryan Kelly e Seth Curry ma la squadra è stata tenuta in modo piu che buono con l’ innesto di Jabari Parker. Parker è un giocatore esplosivo in grado si segnare in tutti i modi possibili soprattutto in posto basso. Rasheed Sulaimon dovrà gestire gli attacchi della squadra, dopo Parker è il giocatore piu talentuoso del roster Per Quin Cook è l’anno delle responsabilità dopo aver condiviso il ruolo con Austin Rivers prima e Seth Curry la scorsa stagione, le basi per lui ci sono tutte con 12 punti e 5 assist di media la scorsa stagione.

Kansas Jayhawks

Perry Ellis, Andrew Wiggins & Wayne Seldon

Hanno dovuto dire addio a 4 laureati e a Ben McLemore, tutti giocatori titolari. Hanno portato a casa Andrew Wiggins, uno dei giocatori piu attesi al college dai tempi di Kevin Durant. Wiggins è già dato per tutti come un candidato al premio di giocatore dell’anno e pronto fin da subito a giocare in NBA, alle HS ha chiuso con oltre 23 punti, 11 rimbalzi di media. Anche Wayne Seldon è una matricola a cui fare attenzione, ala piccola con un buon gioco complessivo in grado di portare palla per brevi tratti di partita, a fine stagione potrà essere lui la vera sorpresa. Perry Ellis avrà piu spazio a disposizione ma già nel finale della scorsa stagione ha dimostrato di potersela giocare con i migliori come la prestazione nel sentitissimo Derby contro Kansas State dove in 14 minuti ha realizzato 12 punti e 6 rimbalzi

SOMMARIO

TOP 5 TEAMS

TOP 5 STRANIERI

TOP 5 SCOMMESSE (GIOCATORI)

TOP 5 SENIOR

Top 5 FRESHMEN

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste