NCAA Night Report (09/11/2013)

Convincente vittoria di Ohio State con Della Valle in campo per 20′, Bene New Mexico, Louisville soffre con Charleston ma ce la fa.

 

 

Louisville (#3) – Charleston 70-48
LOU: Smith 21, Jones 12, Blackshear 11, Harrell 10, Mathiang 7, Van Treese 6, Rozier 3, Levitch, Gill, Agau, Henderson.
COFC: Barry 10, Baru 8, Chealey 8, Hall 7, Stitt 6, Thomas 4, Burroughs-Cook 3, Wishon 2, O’Donohue, N.Johnson, T.Johnson.

Ci si aspettava un compito facile per i campioni in carica di Lousville ma Charleston è rimasta in partita per 35’ minuti prima di cedere sotto i colpi di Smith e Blackshear che realizzano 14 degli ultimi 16 punti dei Cardinals. Per il figlio di Rick Barry 10 punti e un 0 su 4 ai liberi.

Ohio State (#11) – Morgan State 89-50
OSU: Smith 18 (9 rimb.), Scott 16, Ross 14 (11rimb.), Thompson 14, Loving 10, McDonald 6, Craft 5, Williams 4, Della Valle 2, Lorbach
MORG: Black 13, Chiles 12, Hubbard 11, Bozeman 6, Blossom 3, Matey 3, Pretlowm 2, Thomas, Manning, Simpson.

Italian Job: Della Valle 2 punti (1/4), 2 rimbalzi, 1 assist

La partita si mette subito bene per i Buckeyes che già dopo pochi minuti sono in doppia cifra di vantaggio. Lenzelle Smith Shannon Scott mandano a bersaglio ben 8 triple su 13 tentate chiudendo con 34 punti in 2, dalla panchina arrivano 24 punti dal duo Thompson-Loving. Male Amedeo Della valle che non sfrutta al meglio i 20 minuti in campo.

Gonzaga (#15) – Bryant 100-76
GONZ: Dower 21 (17 rimb.), Coleman 15, Bell 14, Pangos 14, Barham 9, Dranginis 9, Stockton 6, Griffin 2, Bhaskar, Luke.
BRY: Starks 35, Francis 13, O’Shea 9, Soukup 6, Maynard 4, Kostur 4, Williams 2, Garvin 2, McMath 1, McKinney, McLaughlin

Sam Dower fa quello che vuole dei lunghi della Bryant University chiudendo con 21 punti e 17 rimbalzi, Pangos impreciso dalla lunga distanza contribuisce con 14 punti, dalla panchina importante prova per Gerard Colemam con 15 punti in 18 minuti. Starks relizza 35 punti con oltre il 50% al tiro ma per fermare Gonzaga serve ben altro.

Wichita State (#16) – Emporia State 93-50
WICH: Early 21, Baker 17, VanVleet 12 (4 rub.), Wiggins 9, Lufile 8, Cotton 6, Green 6, Carter 5, Wessel 4, Bush 3, Coleby 2, Simon.
EMP: Moore 15, Wright 12, Badejo 8, Taylor 7, Temaat 5, Jordan 3, Brown, Bunch, Shaw, Mayes, Pedersen, Sardin.

Contro Emporia State (Division II) gli Shokers aprono nel migliore dei modi la stagione, Early guida i suopi con 21 punti anche se da 3 chiude con un modesto 2/7. Gli Hornets che erano reduci dalla vittoria contro UMKC non riescono a ripetere l’exploit.

New Mexico (#23) – Alabama A&M 88-52
UNM: Bairstow 22 (11 rimb.), Williams 17, Kirk 16 (12 rimb.), Neal 12, Greenwood 5, Banyard 4, Edwards 4, Delaney 4, Thomas 2, Williams 2, Lindsay, Myles, Aget, Perez
AAMU: Crutcher 17, Tabb 8, Williams 5, Colvin 5, Capers 4, Ellis 3, Davis 3, Hill 3, Long 2, Houston 2, Hunter, Banks, Cotton.

Il Trio Bairstow, Kirk, Williams segna 55 punti, 3 in più del totale dei malcapitati Alabama A&M che tirando con appena il 27% dal campo non posso far altro che portare a casa un passivo pesante

Commento

Tutti impegni facili per le 5 squadre della Top 5 impegnate in campo. Qualche difficoltà di troppo per Louisville ma Smith è già in forma. Wichita State riparte col piede giusto dopo aver raggiunto le Final Four la scorsa stagione, convincente vittore per Ohio State anche se Amedeo Della Valle sbaglia qualche tiro di troppo chiudendo con soli 2 punti. Pangos e Dower mettono subito in chiaro chi saranno i leader di Gonzaga.

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste