Bene Lakers sui Pistons, Portland all’overtime!

Hill e Young lanciano i Lakers contro i Pistons, Portland passa a Toronto dopo un tempo supplementare, Memphis vince a Sacramento col duo Randolph-Gasol.

 

 

 

Toronto Raptors – Portland Trail Blazers 110-118 OT
TOR: Gay 30 (10 rimb), Valanciunas 19, DeRozan 29, Lowry 10 810 ass)
POR: Batum 24, Aldridge 25 (11 rimb), Matthews 17, Lillard 25, Williams 13

A Toronto non è bastata una prodezza di Rudy sulla sirena dei 48’ regolamentari per dare la vittoria ai suoi, vincono i Blazers all’overtime; Toronto che riagguanta il match negli ultimi 41”, prima con DeRozan (1 libero + schiacciata) e poi sulla sirena con Gay che trova il layup del 102-102! Nell’extra-time però Portland non subisce il colpo e trova col duo Batum-Lillard il break di 11-0 (ultimi 6 due triple consecutive di Batum) per il +8 (107-115) a 67” dal termine.

Sacramento Kings – Memphis Grizzlies 86-97
SAC: Salmons 10, Thomas 15, Thornton 12, Outlaw 18
MEM: Randolph 22 (10 rim), Gasol 19, Allen 12, Conley 19

Vittoria esterna dei Grizzlies sul campo dei Kings rei di non aver mandato nessuno del quintetto base in doppia-cifra e di aver tirato col 37% (Memphis col 55%) dal campo; ad inizio 4° quarto i giocatori allenati da Mike Malone recuperano portando sul -3 (79-82) e hanno anche la palla del pareggio, Salmons sbaglia la tripla del possibile 82-82 e Memphis risponderà con un 7-0 che spezzerà le gambe ai padroni di casa (79-89 a 4’36” dalla fine).

Los Angeles Lakers – Detroit Pistons 114-99
LAL: Johnson 13, Hill 24 (17 rimb), Gasol 12, Meeks 19, Young 19
DET: Smith 18, Monroe 17, Drummond 14 (13 rimb), Jennings 23 (14 ass), Stuckey 16

Italian Job: Datome (0/1 da 3), 1 rimb

Jordan Hill sempre più un fattore determinante per i Los Angeles Lakers, grazie alla sua doppia-doppia (24+17) i giallo-viola sono riusciti a superare Detroit, solo 6’ per Gigi Datome; Pistons che sono in partita tanto che Stuckey li porta avanti avari sul 69-71 a 2’04” dalla sirena del 3° poi ecco Nick Young: il 6° uomo di D’Antoni segna 2 triple consecutive dando il via ad un parziale si 16-0 che spinge L.A sul +14 (85-71) dopo 90” dell’ultima frazione, gli ospiti non riusciranno più a tornare in partita.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Iceman

    http://www.youtube.com/watch?v=EYEHUOpwNvE
    Il nuovo spot natalizio dell’nba

  • cuni

    Menzione x i Blazers doverosa a mio avviso, questi momentaneamente sono secondi ad ovest e molto sopra le aspettative e una sola gara dietro agli Spurs. Lillard si dice che sia un giocatore già finito che non potrà migliorare più di tanto (secondo me deve migliorare un po in difesa e nelle letture), ma la squadra è davvero interessante. Lo stesso Damian sta andando a 20 + 5 + 6 circa (non però tirando benissimo, e forse quello posso anche collegarlo al miglioramento delle letture di cui parlavo prima)

  • hanamichi sakuragi

    no dai seriamente.. jordan hill???? non ci credo.

    sulla discussione di ieri relativa ai knicks… ma prigioni non è un play? mi sbaglio?

  • Il Nichilista

    Nel frattempo il reporter Frank Isola detto “er sòla” continua a inventare trade che favorirebbero i Knicks.
    Stavolta ha scritto che l’obiettivo è Rondo e l’offerta che i Celtics stanno valutando sarebbe Shumpert+Stoudemire+Felton.
    Secondo voi quanto ci mette Wojnarowski a sputtanarlo per l’ennesima volta? 😀

  • shaq4ever

    sto vedendo che lillard sta aumentando i tiri da 3, adesso ne tira più di 7 a partita col 43%!
    peccato solo che da 2 tiri col 34% (!!)

    gay 12/27 però ha sempre un certo feeling con i tiri decisivi

    non so se essere più sorpreso dal 24+17 di jordan hill, i 16 assist di blake o da gasol che segna appena 12 punti in una squadra dove dovrebbe essere il 1°, 2° e 3° attaccante

    sacramento ha già un record di 2-7

  • 8gld

    Quando Jennings ti gioca una partita da 23+14 con un Drummond da 14+13 un Monroe da 17+7 e uno Smith da 18+8 contro i Lakers di oggi, nulla a togliere alla loro situazione e non sono parole rivolte verso loro per qualsivoglia “sminuire”, allora, oltre alla già detta mancanza di un 3 e lo sviluppo di Pope c’è, nel vederla a tratti, una questione di “ritmo”.
    A mio avviso partendo dal coach e passando da Jennings bisogna crescere nella gestione del “ritmo” da dare alla squadra e alla partita. Non bisogna seguire il ritmo dell’altra squadra se questo non ti giova. Devi saperlo gestire e se vedi che questo non ti porta a nulla devi esser anche capace di “abbassarlo” sopratutto quando ti puoi permettere sotto tipi come Monroe, Drummond, Smith.
    Questo, a mio modo di vedere, è il lavoro e la crescita che coach, Jennings e squadra devono seguire, oltre ad altri interrogativi.
    Certo, si parla sempre di una partita di inizio r.s. e di due franchigie alle prese con il loro problemi.

  • Per adesso 5 squadre ad Est hanno almeno il 0.500 di W mentre ad Ovest sono 10 le squadre con almeno il 0.500 di W; è ancora presto però…

    Cleveland negli ultimi 3 draft ha avuto rispettivamente: 2011 ( 1 e 4 scelta), 2012 ( 4 e 24 scelta), 2013 ( 1 e 19 scelta) quelle del primo turno si intende.
    Si è visto di peggio a “culo”, se non dovessero fare i playoff neanche quest’anno sarebbe abbastanza grave.

  • marcus833

    Knicks, Wizards, Nets e Pistons grandi delusioni di questo inizio stagione.

    I Lakers vivacchiano, non stanno giocando male nel complesso, sono tutti coinvolti, mi sembrano un gruppo ben più unito e disposto a sacrificarsi rispetto a quello dell’anno scorso e non capisco se la motivazione è perchè non c’è Bryant o perchè non c’è più Howard. O entrambe le cose.
    I giocatori arrivati in estate non stanno facendo malaccio, Blake sembra un altro giocatore rispetto a quello visto nell’ultimo triennio, Gasol sembra decisamente in declino ma comunque ha il suo perchè ed è utile, Hill prima di farsi male aveva già fatto benone l’anno scorso (non con questi numeri da capogiro, sia chiaro).
    Non la vedo una squadra da ottavo posto (onestamente c’è di meglio) e dipende tantissimo da come e quando rientra il Mamba, ma non è nemmeno una squadra da tanking estremo.
    Paradossalmente provo molta più simpatia per questa squadra senza una grande stella (Gasol a LA è sempre stato un sontuoso secondo violino) rispetto alla squadra super sbruffona, presuntuosa, svogliata, litigiosa e senza cuore dell’anno scorsa. E magari a fine anno i risultati sono gli stessi…ovvero PO per il rotto della cuffia e fuori al primo turno.
    Ma è chiaro che le aspettative tra i Lakers 2012-2013 ed i Lakers 2013-2014 erano agli antipodi…

  • 8gld

    La partita tra Toronto e Portland è stata, per me, noiosa nei primi 3/4 più per demeriti di Toronto che per quelli di Portland, quest’ultimi l’hanno presa scolasticamente.
    Poi, hanno lasciato e Toronto, non ci pensavo affatto, si è rifatta sotto. Poi i valori in campo nell’Ot si sono rimessi a posto.
    Lillard non è una stella ma è sicuro di sè. Prende decisioni che sembrerebbero “azzardate” ma le gioca in scioltezza. Non vuole la palla solo per lui ma la gioca e, all’evenienza, ha carattere per decidere cosa fare.
    Bell’inizio di r.s. ma manca ancora minimo un tassello per questa squadra. Credo che tra un pò verrà risucchiata dalle altre se non saranno troppe a decidere di lasciar le redini.
    In primis serve un centro(Oden). Mettere un centro nel quintetto già li porterebbe a fare un bel passo avanti.
    Lillard-Matthews-Batum-Aldridge-?

  • hanamichi sakuragi

    “Paradossalmente provo molta più simpatia per questa squadra senza una grande stella (Gasol a LA è sempre stato un sontuoso secondo violino) rispetto alla squadra super sbruffona, presuntuosa, svogliata, litigiosa e senza cuore dell’anno scorsa. E magari a fine anno i risultati sono gli stessi…ovvero PO per il rotto della cuffia e fuori al primo turno.
    Ma è chiaro che le aspettative tra i Lakers 2012-2013 ed i Lakers 2013-2014 erano agli antipodi…”

    SACROSANTA VERITA’!!

  • in your wais

    Per carità, presto per dare giudizi, certo che guardando Detroit qualche dubbio viene…debbo dire che Dumars per certi versi vive di rendita su quanto fatto ad inizio millennio, quando davvero sembrava il nuovo Jerry West come GM…

    Usò la dipartita di Grant Hill per farsi dare Big Ben, scippò Hamilton dagli Wizards in cambio si Stackhouse, diede fiducia a Billups, pescò Prince a fine 1° giro, senza contare l’arrivo di Sheed…

    Da lì in poi, io nn ricordo una mossa intelligente, una singola…a partire dall’aver buttato al cesso un pick n.2 con Milicic, passando per le firme a prezzi folli di due pippe totali come Villanueva e Gordon…

    Ora, sarò di parte perchè lo odio, come stile di gioco, ma si possono dare tutti quei soldi a Jennings? Non dico che nn abbia talento, ma qualcuno pensa davvero che questo diventerà mai un play vero? Questo è uno che tirerà sempre sotto il 40%, che perderà sempre una marea di palloni, che tirerà sempre più dei compagni (quest’anno siamo a 18 tiri a partita…)

    Per di più, proprio in una squadra che di suo pare un po’ anarchica, non era il caso di tenersi i soldi i borsa, ed aspettare davvero un buon play, magari tra i FA 2014, o con qualche scambio mirato? Questa squadra con un play vero decollerebbe, considerando il talento che hanno…

    Anche la firma di Smith mi lascia abbastanza freddo…io Josh lo adoro, nel senso che è un testa di cazzo, ma ha un talento che mi affascina…però questi avevano già Drummond e Monroe in rampa di lancio…è davvero utile un 3 che non ha tiro da fuori (Smith, forse punto nell’orgoglio, sta tirando da 3 sei volte a partita, con risultati disastrosi), e che in realtà rende molto meglio da 4 tattico?

    Boh, poi magari dietro c’è un piano, scambieranno per dire Monroe per un esterno con le palle (e pure qui nel caso ci sarebbe da parlarne, dato il valore di Greg), solo che ad oggi questi hanno una decida di combo-guards (Jennings, Billups, Stuckey, Bynum), un rookie in guardia, e come ala piccola o il vuoto (Datome, Singleton), oppure un 4 che dovrebbe giocare più vicino canestro…

    Io spero si riprendano perchè sono un bel gruppo di talento, ma nn ho tantissima fiducia…

  • LOL

    Gasol è imbarazzante, non so che partite vedete

  • 8gld

    Da come si mormora il prossimo draft sarà un draft “pieno” non solo nelle primissime 3 scelte e a questo si aggiungerà un’interessante F.A.
    Mettendo da parte il discorso “tanking” si prospetta la possibilità per alcune franchigie di immettere uno o più innesti per rivalorizzarle. Ora, non sapendo quali di queste abbiano dato via la loro 1° scelta, si potrebbe verificare un significativo “rimpasto” che porterebbe, con il tempo voluto, ad immaginare una Nba meglio diluita e più competitiva (mettendo da parte anche il discorso numero franchigie).
    Fare tanking non è il massimo e molte volte bisognerebbe scindere da chi lo fa volutamente da chi per “evidenti limiti”, ma una franchigia queste domande se le pone.
    Immaginarsi che un proprietario, un gm, una società e, volendo, anche i tifosi si soffermassero su un’idea di utilizzare il draft e la F.A. in alcuni casi ci può stare.
    Franchigie come: Atlanta-Boston-Charlotte-Bucks-Orlando-Phila-Phoenix-Sacramento-Toronto-Utah avrebbero un qualcosa in più, sopratutto alcune di loro già oggi interessanti.

    Sarebbe una prospettiva sbagliata anche per Lakers-Denver e, forse anche, Irving in questo discorso non centrerebbe assolutamente nulla, Cleveland?

    Comprendo che questo discorso possa dar fastidio o non esserne d’accordo ma con i 3 che ci sono e una Detroit carente in quello spot, non succede, sarebbe errata una scelta del genere (più una curiosità)?.

    Di quelle indicate non saprei quali possano utilizzare il primo pick.

  • gasp

    Bene bene Lakers che vincono contro i Pistons però chiaramente senza chimica e ancora in rodaggio,l’acquisto di Smith è stato abbastanza insensato:ai due lunghi di buone speranze e prendi J Smoove per farlo giocare da 3?

  • shaq4ever

    8gld
    qui c’è un sommario di tutte le scelte delle varie squadre:
    http://www1.realgm.com/nba/draft/future_drafts
    se in alto vai su “details” ti spiegano anche quelle future e i vari tipi di protezioni

  • gasp

    Ma che numeri sta mettendo Hill?Da quando è in quintetto ha 19 punti e 12 rimbalzi di media…comunque ho notato che Cheeks sta spremendo per bene i titolari come Minnesota ma non sta andando bene,poi fa giocare quasi venti minuti Singler invece Datome e Jerebko poco…mah

  • Gattoneoneone

    Finalmente MDA dà più minuti al buon Jordan Hill, che dopo le ottime cose fatte vedere l’anno scorso prima dell’infortunio si dimostra un discreto giocatore. Per quanto il 24+17 di questa notte sia esagerato, è comunque uno che ha grande intensità, un gran senso per i rimbalzi e se la cavicchia mica male in difesa. Lui è uno di quelli da rifirmare per il prossimo anno, dalla panca potrebbe essere un ottimo innesto.

  • 8gld

    Grazie shaq non lo conoscevo. Noto con piacere che si trovano facilmente anche i futuri F.A.

    IyW:
    Quello che indichi non fa o può non fare una piega.
    Dumars, a mio avviso, pecca un pò di “pazienza” e tende a prendere gli atleti che ci sono in quel momento sul mercato senza troppa “lungimiranza o prospettiva futura” o almeno le scelte Jennings-Smith lasciano intravedere questo.
    Per sua fortuna ha ancora modo di mettere le mani e vedere come gestirà il tutto quando il salary gli darà modo di mettere ancora mani e di vedere cosa deciderà per Monroe.
    Personalmente quest’anno preferisco solo soffermarmi sulla chimica che sui risultati visto anche che dopo la scelta due come Jennings e Smith li devi pur sempre inserire e, in questo caso, rivolgo lo sguardo più sul coach. La trovo una figura un pò troppo “sottovalutata”.
    Jennings ad oggi ha tutte le caratteristiche che indichi e in alta percentuale andrà come riporti. Il fatto è che lui non ha un brutto carattere, non mi sembra spocchioso o altro. Non sono il problema gli assist perchè è vero che gli piace tenere la palla ma è anche vero che i numeri non “sommergono”. Il fatto è che fino a ieri è stato lasciato diciamo “libero” oggi dovrebbe esser incanalato su un’altro modo di fare. Lo step, non semplice ci mancherebbe, è quello della gestione è quello di saper gestire ritmo e gioco. Ci riuscirà? ad oggi sembrerebbe di no ma preferisco attendere perchè le capacità ci sarebbero pure.
    Poi il fatto che tu personalmente lo odio è altro discorso.

  • mad-mel

    ma MDA non è una droga?

  • Beh in fondo D’antoni è molto peggio che una droga, è più o meno un cappio al collo per qualsiasi squadra.

  • bongo fury

    Ci manca una m..MDMA

  • gasp

    D’Antoni è un tumore,sarebbe bello che fosse una droga…

    Comunque secondo me Lillard più di 20-22 punti di media credo che non farà,è già un giocatore fatto e finito non ha grandi margini di miglioramento

  • docpretta

    gasol senza bryant a morderlo ai testicoli si bargnanizza spesso e volentieri..

  • gasp
  • prescelto

    portland fino ad oggi è la vera sorpresa dell’anno ,magari cominceranno a perdere di più in seguito ma fino a ora il loro mix di talento e atletismo mi sorprende piacevolmente, jordan hill non era stato scelto dai knicks ? se ricordo bene un altro buon giocatore scappato dai knicks troppo presto ,sotto le plance anche oggi farebbe comodo ai knicks

  • hanamichi sakuragi

    gasol l’ultima partita giocata è quella delle olimpiadi contro gli usa.. e lo stronzo ha fatto una grandissima partita da ala grande.. li si che si bsatteva come un toro..

  • bongo fury

    gasp

    sul catalogo del mio pusher non l’avevo mai vista, grazie per la segnalazione 😀

  • gasp

    Digli al tuo pusher di aggiornarsi 😀

  • Gattoneoneone

    Appena vista finire la partita dei Lakers. Penso che la frase finale di Pessina “Lakers in questo avvio di stagione forse addirittura meglio delle aspettative, aspettando che la stagione inizi sul serio con il rientro di Bryant” sia perfetta per riassumere questi Lakers. A differenza della passata stagione, la squadra c’è, corre e gioca come vorrebbe Mike. Blake nelle ultime partite sembra un altro giocatore, Meeks finalmente segna dall’arco e le aggiunte di Young, Johnson e Farmar danno modo a D’Antoni di variare i quintetti in base alle esigenze. Unica nota dolente Gasol, sempre più l’ombra del giocatore che fu. Col rientro del 24 non dico che si possano centrare i playoff, perché la bagarre per l’ottavo posto (la famosa “tonnara”) è tanta e non so quanto convenga ai Lakers forzare, ma i presupposti per ottenere qualche bella vittoria ci sono tutti.

  • Ammiraglio

    “non so se essere più sorpreso dal 24+17 di jordan hill, i 16 assist di blake o da gasol che segna appena 12 punti in una squadra dove dovrebbe essere il 1°, 2° e 3° attaccante”

    Ahahahahah! Geniale!

  • Ammiraglio

    ps: Gasol è anni che è l’ombra di se stesso, ancora stiamo a parlarne?

  • Quaqquo

    Gasol non ce la potrà mai fare a giocare il basket del baffo, forse 5/6 anni fa anche se comunque non è mai stato un giocatore esclusivamente da PnR come Stat ai tempi d’oro, con questi ritmi d’attacco arriva spompato e con poche possibilità di giocare un bel po’ di possessi dai vari post come piace a lui.

    PS. non vuole essere una giustificazione sia chiaro, anche io malsopporto la sua trasformazione a livello di intensità tra quando gioca in nazionale e quando gioca per chi gli paga lo (spropositato ormai) stipendio.

    Portland meriterebbe più spazio, ma paga il poco appeal della città e della franchigia. .rimangono interessanti da seguire, anche perchè se si mantenessero su questi ritmi potrebbero davvero essere la sorpresa dell’anno, anche più di Minnie che era – a detta di tutti – a una toccata di balle scacciainfortuni da un possibile 2° turno ai PO.

  • 8gld

    shaq stavo dando un’occhiata alle chiamate al draft e ci sono situazioni veramente interessanti

  • shaq4ever

    eh già, squadre che hanno fatto il pieno e altre che sono vuote da far schifo. penso a miami che non prende pick da 3 anni e rischia di cadere nel dirupo se lebron lasciasse south beach

    poi ci sono robe strane (tipo brooklyn) in cui in base all’ordine di chiamata una pick va ad atlanta oppure a boston