Due parole con…Giulia Arturi!

Il playmaker della Nazionale e della Geas Sesto San Giovanni (A2) si racconta ad NBA-Evolution sulla sua annata, i progetti futuri e Kobe!

 

 

 

1) Come è nata la passione per la palla a spicchi?
Ho iniziato a sei anni con il minibasket nella mia scuola elementare. Inoltre mia mamma ha giocato per tanti anni e ad alto livello, tra l’altro proprio nel Geas, tra le altre squadre, oltre che in Nazionale. Ho sempre respirato pallacanestro, sicuramente questo ha contribuito.

2) Invece quali sono i tuoi obbiettivi nel breve? E nel lungo?
Ho fiducia in questo gruppo, questa prima fase di campionato ha dimostrato che possiamo fare bene. Bisognerà cercare continuità anche nel ritorno di questa prima fase, avremo tante sfide importanti in trasferta, servirà ancora maggiore concentrazione e determinazione. Nel lungo periodo sicuramente crescere ancora come giocatrice e continuare a divertirmi facendo quello che faccio.

3) Conosciamo un po’ Giulia fuori dal campo.
Sto per finire la laurea specialistica, amo molto viaggiare, ogni volta che ho l’occasione parto. Quest’estate mi sono appassionata al surf, alla peggio mi butterò su quello!

4) Segui la WNBA? Quale giocatrice ti piace e a quale ti ispiri?
Non molto sinceramente. Ma ho avuto la fortuna di giocare con Ticha Penicheiro, star del campionato americano ritiratasi di recente, e di vedere un paio di sue partite dal vivo mentre ero in vacanza in California e lei giocava a Los Angeles. Sicuramente Ticha è stato uno dei migliori playmaker di sempre, sia per quanto riguarda il talento che la mentalità, sono stata fortunata ad averla in squadra per una stagione qui al Geas.

5) Mentre tra gli uomini chi è il tuo idolo (NBA, Europa)?
Ammiro molto Nikos Zisis, un esempio di intelligenza cestistica. Raramente sbaglia una scelta!

6) Punti di forza e punti da migliorare?
Ovviamente sono molte le cose in cui migliorare, direi intanto nella continuità in attacco e nell’essere aggressiva in entrambe le fasi di gioco. Punti di forza la visione di gioco, il passaggio.

7) Quest’anno non ti abbiamo vista al torneo di Binzago, ci sarai l’anno prossimo?
Ho partecipato solo una volta ed è stata una bella esperienza, ma credo che in futuro farò più che altro da spettatrice.

8 ) Agli Europei 2013 la nostra Nazionale si è fermata a quarti contro la Serbia, cosa manca per poter andare più lontano?
Credo che la nostra Nazionale sia sulla strada giusta: la mancanza di centimetri rispetto ad altre potenze del basket europeo e mondiale è compensata dalla voglia di sacrificarsi per la squadra e di lottare. Anche il talento non manca. Ci sono tutti i presupposti perchè si vada ancora più avanti alla prossima occasione.

9) Classica domanda finale di NBA-Evolution; se fossi un GM di una nuova franchigia NBA con ottimo spazio salariale, dimmi 3 giocatori e 1 allenatore con i quali cominceresti l’avventura?
Non posso prendere solo Kobe??

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • “Ammiro molto Nikos Zisis”

    chiiiiiiiiii??!?!?!?1111!!!!

  • L’ex playmaker della Montepaschi Siena e della Grecia

  • low profile

    FMB

    la domanda 9 l’hai fatta a ketchup di la verità?

  • é una domanda standard