James c’é, Durant e Dragic “Killer Streaks”!

LeBron da quasi tripla-doppia a Cleveland, Durant ferma gli Spurs, Dragic i Blazers, Oladipo vince la sfida dei rookies, tutto facile per Pacers e Clippers.

 

 

 

Charlotte Bobcats – Indiana Pacers 74-99
CHA: Jefferson 16, Henderson 10, Walker 15
IND: George 15, West 11, Hibbert 14 (10 rimb), Stephenson 15 (10 rimb), Watson 18

Indiana passa a Charlotte grazie ad un superbo 4° periodo che ha avuto come protagonista C.J Watson; nei primi 3 quarti i Pacers hanno tirato col 28% dal campo entrano nell’ultimo periodo avanti 52-60, negli ultimi 12’ hanno tirato col 70% con 7/9 da 3 punti, 22-39 il parziale e W archiviata!

Orlando Magic – Philadelphia 76ers 105-94
ORL: Afflalo 18, Davis 19, Vucevic 21 (16 rimb), Oladipo 18, Nicholson 11
PHI: Turner 17, Carter-Williams 23, Young 26

Ancora 18 punti per Victor Oladipo e ancora vittoria per i mai che si impongono sui SIxers del diretto rivale alla corsa del “Rookie Of Te Year” Michael Carter-Williams; a 7’55” dalla conclusione Philadelphia si porta sul -2 dopo esser stata sul -15 (85-83), Afflalo si inventa un pazzesco gioco da 3 punti che darà vita al break decisivo di 13-6 col quale Orlando si assicurerà la vittoria.

Boston Celtics – Memphis Grizzlies 93-100
BOS: Green 26, Bass 6 (13 rimb), Sullinger 23 (12 rimb), Bradley 16
MEM: Randolph 13, Koufos 7 (13 rib), Allen 12, Conley 14, Bayless 22, Davis 11

Vittoria esterna per i Memphis Grizzlies sul campo dei Boston Celtics con apnea 3 triple messe a segno; il match è stato deciso da un 11-0 col quale gli ospiti hanno concluso il primo periodo portandosi sul +14 (13-27), Boston cercherà di rimontare ma non arriverà mai sotto i 5 punti di scarto.

Brooklyn Nets – Los Angeles Lakers 94-99
BKN: Pierce 12, Blatche 14, Johnson 18, Anderson 14, Teletovic 17
LAL: Gasol 21, Hill 2 (12 rimb), Meeks 11, Blake 9 (10 ass), Williams 4 (10 rimb), Young 26, Farmr 15

Nick Young spara 26 punti uscendo dalla panchina e i Lakers in version “Hollywood Night” vincono al Barclay Center di Brooklyn; dopo un primo quarto dominato dai giallo-viola (18-34), i padroni di casa reagiscono e si arriva ad un finale di partita punto-a-punto, decisiva la giocata di Wesley Johnson che a 90” intercetta un passaggio di Paul Pierce per la schiacciata del +2 (92-94), i Nets metteranno a segno una sola schiacciata mentre L.A dalla lunetta costruirà la sua vittoria.

Cleveland Cavaliers – Miami Heat 84-95
CLE: Irving 16, Thompson 4 (11 rimb), Waiters 24, Clark 13
MIA: James 28, Wade 22, Beasley 17

LeBron James torna a Cleveland, sfiora la tripla-doppia (28+8+8) ma si porta a casa il referto rosa; Cleveland conduce 28-20 a 21” dal termine del 1° quarto ma Miami capovolge la situazione con un break di 12-0 portandosi sul 28-32 dopo 3’ del 2° quarto, per il resto della partita gli ospiti mentiranno sempre il vantaggio senza mai correr rischi, a mettere l punto finale ci ha pensato Mike Beasley con 5 punti consecutivi che hanno dato il +15 (72-87) a 4’48” dalla sirena finale.
Peri i Cavs migliore in campo Dion Waiters che, nelle prossime ore, molto probabilmente cambierà squadra (news delle 12)!

Detroit Pistons – Chicago Bulls 79-99
DET: Smith 13 (11 rimb), Drummond 10 (11 rimb), Jennings 12, Stuckey 25
CHI: Deng 27, Noah 13, Snell 13, Hinrich 13, Gibson 23

Italian Job: Datome 4 pt (2/2 da 2)

I Chicago Bulls tornano a vincere e lo fanno strapazzando a domicilio i Detroit Pistons con una seconda metà di partita sublime, specie in difesa; infatti i giocatori di Thibodeau hanno concesso solo 26 punti (15 e 11) negli ultimi 24’, in tacco la partita è girata sul break di 8-0 che ha portato i Bulls dalla parità (57-57) al +8 con 5’ da giocare del 3°, Detroit non è più tornata in partita.

Houston Rockets – Atlanta Hawks 113-84
HOU: Parsons 14, Jones 14, Howard 11, Garcia 21, Asik 10, Brooks 21
TOR: Millsap 16, Horford 14, Martin 13, Jenkins 13

Ancora senza James Harden ma ancora vincenti i Rockets che battono senza troppe difficoltà gli Hawks; Atlanta comincia piano ma poi entra in partita e si porta sul -5 (65-60) a 5’32” dalla sirena del 3° quarto, Houston stringe le viti in difesa costringendo gli avversari a soli 2 tiri messi a segno nei successivi 6’30”, 82-67 dopo 40” del 4° periodo e vittoria messa in cassaforte.

Milwaukee Bucks – Washington Wizards 92-100 OT
MIL: Middleton 13, Ilyasova 12, Pachulia 3 (10 rimb), Mayo 21, Neal 10
WAS: Webster 18, Gortat 25, Ariza 14, Wall 19

Washington vince a Milwaukee dopo un tempo supplementare grazie alla super serata di Marcin Gortat e al solito John Wall; O.J Mayo salva il match con la tripla dell’87-87 a 6” dalla sirena finale e Wall non trova il buzzer-betaer. Nell’extra-time però i Wizards sono troppo per i Bucks, 15-3 il parziale dei 5’!

Minnesota Timberwolves – Denver Nuggets 110-117
MIN: Brewer 14, Love 19 (15 rimb), Pekovic 21 (10 rimb), Martin 29, ubio 17 (11 ass)
DEN: Chandler 14, Faried 13, Hickson 10, Foye 10, Lawson 23, Robinson 15, Hamilton 11, Miller 10

Italian Job: Gallinari DNP

I Denver Nuggets mandano ben 8 giocatori in doppia-cifra e sbancano il Target Center di Minnesota; Kevin Love lancia la rimonta dei suoi e una sua trip,a a 3’57” dalla fine sigla il -1 T-Wolves (102-103) ma Denver risponderà alla grande con un 6-0 che poi risulterà decisivo per la vittoria finale (102-109).

Oklahoma City Thunder – San Antonio Spurs 94-88
OKC: Durant 24 (13 rimb), Ibaka 17 (11 rimb), Lamb 12, Jackson 23
SAS: Leonard 14 (10 rimb), Duncan 11, Parker 16, Ginobili 12, DIaw 10

Italian Job: Belinelli 6 pt (3/5, 0/3 da 3), 2 rimb, 2 ass, 1 rec

Malgrado un Russell Westbrook da 6 punti con 2/16 dal campi i Thunder fermano la striscia di 11 W consecutive degli Spurs grazie ad una superba 3^ frazione: 25-15 il parziale con San Antonio rea di un tragico 5/20 dal campo e un Serge Ibaka reo di 10 dei suoi 17 punti finale, dal +3 Spurs (43-46) al +7 Thunder (68-61)!

Dallas Mavericks – Golden State Warriors 103-99
DAL: Marion 11, Nowitzki 22, Dalembert 11, Ellis 4 (10 ass), Calderon 12, Blair 11, Crowder 12
GSW: Lee 20 (12 rimb), Bogut 8 (10 rimb), Thompson 20 (10 rimb), Curry 29

Monta Ellis tira solo 2/16 dal campo ma Dirk Nowitzki è sublime e trascina alla vittoria i Mavs sui Warriors; Dallas entra nell’ultima frazione avanti di 11 punti (82-71), Steh Curry si mette in proprio e realizzerà 13 dei suoi 29 proprio negli ultimi 12’ ma a 57” non potrà nulla contro il solito tiro di Nowitzki che vale il +6 (103-97).

Phoenix Suns – Portland Trail Blazers 120-106
PHX: Frye 25, Olumlee 8 (10 rimb), Green 10, Dragic 31 (10 ass), Markieff Morris 19, Marcus Morris 15
POR: Batum 15, Aldridge 24, Lopez 8 (10 rimb), Lillard 16, Robinson 10

I Suns fermano la striscia dei Blazers e lo fanno in rimonta con un Goran Dragic a 5 selle (31+10); Portland domina il 1° quarto chiudendolo avanti 21-32, poi Phoenix si innesca: 40-26 il parziale del 2° quarto per il +3 all’intervallo (61-58) e match poi messo in gelo con un 10-0 nei primi 3’ della ripresa per il +13 (71-58), gli ospiti non rimonteranno più

Los Angeles Clippers – New York Knicks 93-80
LAC: Griffin 15 (13 rimb), Jordan 9 (13 rimb), Redick 15, Paul 15, Crawford 13
NYK: Anthony 27, Bargnani 20 810 rimb), Felton 12

Italian Job: Bargnani 20 pt (8/16, 0/2, 4/4), 10 rimb (4 off), 1 ass, 4 stop

I New York Knicks o meglio, Anthony e Bargnani ci provano ma alla distanza devono cedere ai Clippers; NY è in partita sul -4 (74-70) ad inizio ultimo quarto ma un parziale di 9-0 stroncherà le speranze degli ospiti (83-70).

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • gasp

    Nitro
    Stai prendendo una cantonata…quest’anno Charlotte gioca con più impegno,difende tanto che sono 7-9 nella disatrata Eastern e con quel roster è già molto,se MKG e Zeller non giocano molto o sono sotto le aspettative è perché stanno maturando.

    Quaqquo
    Savannah lo aveva chiamato prima della gAra per dirgli che il tacchino non era pronto e docpretta non aveva ancora dato la conferma,quindi era nervoso…

    P.S Diciamo tranquillamente:gli Spurs sono molto tutelati gli arbitri,mi viene da ridere che i suoi tifosi criticavano gli Heat per la troppo tutela che avevano…il bue che dice cornuto all’asino…

  • low profile

    gasp

    ma che stai a di?
    17,2 liberi a partita, peggio degli spurs sono NY con 17,1

    in pratica quelli che tira harden da solo….

  • gasp

    Stavo cercando di fomentare una rissa…senza successo.

    Ci riprovo,senza la porcheria di Horry i Suns andavano in finale diretti facendo il culo a LeBron che per la cronaca ciccò tutte e quattro le partite delle Finals,in poche parole fallì clamorosamente

  • docpretta

    james era preoccupato che gloria facesse fuori il contorno prima che arrivasse il tacchino in tavola, e che delonte facesse partire i fuochi d’artificio prima del tempo. Poor boy! so’ preoccupazioni