Miracolo di Westbrook, crisi nera per NY!

Il PG dei Thunder stronca i Warriors sulla sirena, vincono tutti i big come Indiana, San Antonio e Miami, Denver sono 5 di fila, crisi nella Grande Mela!

 

 

 

Charlotte Bobcats – Milwaukee Bucks 92-76
CHA: Jefferson 23 (12 rimb), Henderson 19, Walker 10, Biyombo 7 (14 rimb), Sessions 11
MIL: Knight 17, Neal 10, Udoh 10

Nessun problema per i Charlotte Bobcats sui Bucks con Al Jefferson in doppia-doppia; i padroni di casa comandano la gara e rispondono sempre alle rimonte degli ospiti come nel 3° quarto, sul +6 (56-50) a 7’ dalla sire a Kemba Walker spara la tripla seguita poi da 6 punti consecutivi di Big Al, 13-3 di break e +16 (69-53).

Orlando Magic – San Antonio Spurs 91-109
ORL: Afflalo 17, Davis 10, Vucevic 12, Oladipo 15, Harkless 11
SAS: Leonard 10, Duncan 19, Joseph 13, Ginobili 11, Belinelli 19

Italian Job: Belinelli 19 pt (2/4, 4/4, 3/3), 2 rimb, 2 ass, q rec, 2 perse

I San Antonio Spurs (senza Parker) tornano subito a vincere e lo fanno con un gran Marco Belinelli da 4/4 da 3 per 19 punti in quel di Orlando; partita decisa a 5’41” dalla sirena dell’intervallo lungo, San Antonio guida 40-41, il Beli segna la tripla che da vita ad un parziale di 17-0 in 3’ per il +18, Orlando non riuscirà ai ad andare sotto la doppia-cifra di scarto.

Toronto Raptors – Miami Heat 83-90
TOR: Gay 21 (11 rimb), DeRozan 25, Lowry 15, Hansbrough 8 (12 rimb)
MIA: James 27, Wade 22

L’abbuffata a casa James non ha impedito ai Miami Heat di vincere a Toronto dove il duo James-Wade ha chiuso con 49 punti; lo stesso “King” ha deciso l’incontro con una tripla a 4’22” che ha portato Miami dal +2 al +5 (81-86), con quella bomba è partita anche un break di 7-2 che ha chiuso i giochi.

Atlanta Hawks – Dallas Mavericks 88-87
ATL: Millsap 15, Carroll 9 (10 rimb), Horford 17 (12 rimb), Williams 12, Teague 25
DAL: Marion 15 (12 rimb), Nowitzki 16, Ellis 12, Calderon 16, Blair 9 (18 rimb)

Vittoria di misura e al foto-finish per gli Hawk sui Mavericks con Al Horford eroe della notte; a 3’27” Mavs avanti 81-87 con due liberi di Blair e saranno anche gli ultimi punti del match, Atlanta rimonta, raggiunge i texani sul -1 con una tripla di Milsapp, a 18” Nowitzki ha la palla per dare il +3 ma sbaglia e sul capovolgimento di fronte Horford realizza il jumper del sorpasso (88-87) lasciando però solo 4” sul cronometro,. Ultimo tiro per Vince Carte ma niente buzzer-beater.

Boston Celtics – Cleveland Cavaliers 103-86
BOS: Green 31, Bass 12, Sullinger 12, Bradley 21, Crawford 11 (11 rimb, 10 ass)
CLE: Irving 17, Waiters 21, Varejao 10 (12 rimb)

Tripla-doppia di Jordan Crawford (11+11+10) e 31 punti per Jeff Green a referto per i Celtics vittoriosi sui disastrati Cavaliers; match chiuso dpi appena 7’ di gioco con gli ospiti che sparano 1/13 dal campo e i versi che ne approfittano partendo 18-2!

Detroit Pistons – Los Angeles Lakers 102-106
DET: Monroe 19, Smith 8 (19 rimb), Drummond 13 (11 rimb), Jennings 19, Stuckey 22
LAL: Johnson 27, Gasol 13 (12 rimb), Meeks 10, Williams 20, Young 12, Farmar 13

Italian Job: Datome DNP

Nessun minuto in campo per Gigi Datome nella sconfitta interna dei Pistons contro i Lakers di un ottimo Wes Johnson (27 punti con 9/11 dal campo); vittoria in rimonta per i Lakers che, sotto 99-91a 4’22” dal termine, piazzano un break di 12-0 con Jordan Farmar reo di 7 di quei 12 punti (99-103), L.A però non chiude e a 15” tutto il peggio dei Pistons che prima con Stuckey (tiro sbagliato) e poi con Smith (sfondamento) buttano via la chance di pareggiare, Nick Young chiuderà i giochi dalla lunetta.

Houston Rockets – Brooklyn Nets 114-95
HOU: Parson 21, Jones 11, Howard 12, Brooks 14, Casspi 16, Garcia 15
BKN: Lopez 16, Teletovic 18 (13 rimb), Anderson 12, Plumlee 16, Taylor 16 (12 ass)

Il “Barba” e adesso anche Jeremy Lin in borghese ma ancora una volta Chandler Parsons si riveste da go-to-guy e guida i suoi al successo sui Nets; bastano 12’ per archiviare il match visto che nel primo quarto Houston domina 33-17 e all’intervallo lungo il divario sarà di 36 punti (66-40) con Parsons reo di 14 dei suoi 21 punti finali.

Oklahoma City Thunders – Golden State Warriors 113-112 OT
OKC: Durant 15 (13 rimb), Ibaka 18 (13 rimb), Westbrook 34
GSW: Barnes 26, Lee 10 (12 rimb), Bogut 14, Thompson 16, Curry 32 (11 rimb)

Alla Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City è la notte di Russell Westbrook, 34 punti e tiro della vittoria sui Warriors all’overtime; Warriors che si mangiano le mani visto che a 24” dalla fine del regolamentari David Lee ha fatto 1/2 dalla lunetta per il 104-104, Durant non troverà poi per loro fortuna il canestro della vittoria. All’extra-time le due squadre combattono punto-a-punto con un finale da cinema. Ultimo possesso OKC, va Durant col floater ma sbaglia, rimbalzo di Ibaka che sbaglia a sua volta ma spunta Sefolosha con 3” sul cronometro, apre per Westbrook e tripla della vittoria con un decimo sul cronometro!!!!!!!!

Indiana Pacers – Washington Wizards 93-73
IND: George 23, Hibbert 13, Stephenson 7 (11 rimb, 10 ass), Hill 13
WAS: Gortat 17 (10 rimb), Ariza 14

John Wall stavolta stecca il match (4/14 dal campo) ma non poteva nulla contro i Pacers di Paul George e Lance Stephesnon vicino alla tripla-doppia (7+11+10); dopo una buona partenza sul 6-10 Washington ha sbagliato 12 de successivi 14 tiri, Indiana non ha perdonato chiudendo il 1° quarto con un parziale di 22-4, 28-14 alla prima sirena e partita archiviata.

Philadelphia 76ers – New Orleans Pelicans 105-121
PHI: Turner 22, Young 15 (12 rimb), Hawes 12, Carter-Williams 10 (10 ass), Wroten 24
NOP: Davis 22 (10 rimb), Gordon 26, Holiday 20 (13 ass), Anderson 18, Evans 16

I Pelicans abbattono i Sixers mandando ben 3 giocatori a referto sui 20 e più punti; partita che ha visto gli ospiti sempre al comando senza mai dare una chance concreta a Philly, dopo 2’ del 3° quarto i Sixers si portano sul -3 (62-65) ma in risposta subiranno un 11-0 che gelerà l’arena per il +14 New Orleans (62-76).

Denver Nuggets – New York Knicks 97-95
DEN: Chandler 13, Hickson 13 (11 eimb), Foye 17, Lawson 22, Robinson 16
NYK: Anthony 27, Bargnani 22, Shumpert 11, Smith 11

Italian Job: Gallinari (DEN) DNP / Bargnani (NYK) 22 pt (6/9, 1/2, 7/8), 5 rimb, 2 ass, 1 rec, 1 persa

La crisi dei Knicks prosegue anche a Denver dove i Nuggets conquistano di misura la 5^ vittoria consecutiva; successo con brivido per colpa di Ty Lawson, a 19” il piccolo PG va in lunetta con i suoi avanti solo di 1 (96-95), fa 1/2 lasciando ben 17” a NY ma ecco l’eroe del giorno ossia Randy Foye che a 2” dalla sirena stoppa (!!!) Carmelo Anthony e salva la serata a coach Shaw!

Utah Jazz – Phoenix Suns 101-111
UTA: Williams 18, Favors 15, Hayward 11, Burke 13, Evans 10, Burks 16
PHX: Frye 13, Plumlee 15 (10 rimb), Green 13, Dragic 19, Markieff Morris 23, Bledsoe 19

I Suns mandando 6 giocatori in doppia-cifra e battono senza troppe difficoltà i Jazz; decide sostanzialmente un break di 14.4 nella seconda metà dl 2° quarti che ha dato il +11 (47-58) agli ospiti, vantaggio poi gestito fino alla fine.

Sacramento Kings – Los Angeles Clippers 98-104 OT
SAC: Williams 12, Cousins 25, McLemore 14, Vasquez 11, Salmons 14
LAC: Griffin 21 (12 rimb), Jordan 10 (15 rimb), Redick 13, Crawford 31 (11 ass)

Terza vittoria su 3 scontri diretti per i Clippers sui Kings e stavolta, senza Chris Paul, ci ha pensato Jamal Crawford a trascinare la squadra; match che va all’overtime grazie alla freddezza di Ben McLemore dalla lunetta a 17” per il 94-94, nel finale Crawford non troverà il canestro della vittoria. Nel supplementare Sacramento parte forte con un 4-0 tutto firmato da Patterson, ma poi non segnerà più e L.A segnerà 10 punti consecutivi.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • prescelto

    mike d ‘antoni coach of the year,sono molto contento delle vittorie dei lakers così quando torna kobe i soliti noti non potranno fare le solite elegie sul 24 dicendo che ha cambiato la stagione dei lakers ecc.,sai che libidine se con kobe in campo cominciasero a perdere. goat mi dispiace ma ieri sono stato costretto dalla famiglia a una mega sessione di shopping natalizio,dalle 3 alle 9 di sera ,mi raccomando non vi sposate ehhhh ehhh,ps che partita di durant 7 su 22 e l’elegantone che gli vince la partita,niente di nuovo ,che palle avere sempre ragione