Parker si candida a “Bryant” degli Spurs!

Il francese non si vede lontano dai nero-argento e dichiara di essere pronto a rimanere a vita nella franchigia texana.

Come ogni anno i San Antonio Spurs sono partiti alla grande, 14 vittorie a fronte di sole 2 sconfitte e 1° posto nella Western Conference, nella notte comodo successo in quel di Orlando con il nostro Marco Belinelli (27 anni) protagonista grazie anche all’assenza della stella della squadra, Tony Parker (31 anni).

Essendo un match non impossibile coach Gregg Popovich ha voluto tenere a riposo il francese sofferente alla caviglia il quale, in un’intervista rilasciata a Mike Monroe del “San Antonio Express-News”, ha dichiarato di voler diventare la bandiera della franchigia: “Posso giocare fino a 20 anni in questa franchigia, perché no? Nel modo in cui gioco credo di poter giocare per molto tempo” poi fa u paragone con un collega di reparto: “Guardate Steve Nash, quando vedo uno come lui che a 38 anni è ancora un All-Star sento sono sulla sua stessa strada” spiegando: “Non è un gioco a chi salta di più siamo una sorte di re del layup e grandi giocatori pick-and-roll”

Parker è molto legato alla sua Nazionale con la quale ha conquistato l’oro agli ultimi Europei e si già segnato sul calendario i Giochi di Rio del 2016 promettendo al Pop che sarà l’ultima manifestazione internazionale alla quale parteciperà; contrattualmente l’ex marito di Eva Longoria è legato agli Spurs fino a giungo 2015 quando avrà 32 anni: “Tutto dipenderà da cosa vorrà fare coach Popovich e la dirigenza, io mi sento nel mio prime, mi prendo cura del mio corpo e posso giocare fino a lungo”.

Quindi TP9 vorrebbe emulare un po’ quello che ha fatto Kobe Bryant (35 anni) legandosi a vita ai Lakers ma qui c’é la madre di tutte le incognite: quando Popovich deciderà di dire basta, cosa succederà agli Spurs? Molti danno per scontato che quando il Pop smetterà, dopo neanche 1′ Tim Duncan (37 anni) farà lo stesso mettendo di fatto il punto finale ad un ciclo/sistema idilliaco, Parker è la punta di diamante di questo sistema…cosa farà quando arriverà quel giorno?

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B