Carter-Williams/Oladipo da sogno, colpo Pistons!

Triple-doppie per le matricole di Phila e Orlando con MCW ad avere la meglio, Detroit vince a sorpresa a Miami, Durant la scampa, super rimonta di GSW!

 

 

 

Philadelphia 76ers – Orlando Magic 126-125 2OT
PHI: Turner 24, Young 25 (12 rimb), Thompson 10, Hawes 17, Carter-Williams 27 (12 rimb, 10 ass), Anderson 19
ORL: Afflalo 43, Maxiell 12, Davis 33, Oladipo 26 (10 rimb, 10 ass)

Michael Carter-Williams e Victor Oladipo firmano entrambi la tripla-doppia a referto in un match che entra nella storia (primo duello tra rookie finito con 2 triple-doppie) vinto sai 76ers dolo 2 overtime; al primo tempo supplementare ci pensa “Big Baby” Glen Davis con una tripla per il 104-104 a 18” dalla fine, ultimo tiro nella mani di Evan Turner ma il suo layup non andrà a segno. Il copione si ripete nel primo extra-time dove ancora una volta sono i Magic a pareggiare grazie al 3/3 dalla lunetta (fallo di Turner) di uno spettacolare Aaron Afflalo
, 118-118 a 12” dalla sirena, Turner perde palla ma riesce ad andare per la contesa vinta però da Nicholson con Price che sulla sirena però non trova la tripla. Nel 2° overtime le squadre sono stremate, Philly riesce con un 4.0 a portarsi sul +5 (125-120) a 61” dalla fine, a 10” il momento decisivo con Anderson che fa 0/2 dalla lunetta e da la chance ai Magic di pareggiare ma Afflalo sbaglia la tripla del pareggio e con un libero Anderson chiuderà i giochi!

Boston Celtics – Milwaukee Bucks 108-100
BOS: Green 18, Buss 16, Sullinger 12, Bradley 15, Crawford 25, Lee 11
MIL: Middleton 14, Henson 11, Mayo 19, Knight 15

Finalmente i Boston Celtics riescono ad avere la meglio sui Bucks grazie ai 25 punti di Jordan Crawford; a decidere la sfida è però Jared Sullinger che, con is uoi sopra di 3 (99-96) a 45” dal termine, trova il tiro sullo scadere dei 24” per il +5 dando il via ad un mini-break di 7-0 col quale i verdi metteranno in cassaforte la W.

Brooklyn Nets – Denver Nuggets 87-111
BKN: Lopez 12, Johnson 22, Taylor 12, Blatche 15
DEN: Faried 15, Foye 11, Lawson 13, Mozgov 17 (20 rimb), Arthur 10, Hamilton 15

Italian Job: Gallinari DNP

Fate pure 7 per le vittorie consecutive dei Denver Nuggets trascinati da un monumentale Timo Mozgov da 17 punti e 20 rimbalzi; dopo un primo tempo equilibrato (50-58 Denver), i nets perdono la bussola e subiscono un break di 27-7 con diversi alley-oop dei Nuggets all’interno, la frazione reciterà 31-15 per gli uomini di Brian Shaw che entreranno nell’ultima frazione avanti 65-89!

Miami Heat – Detroit Pistons 97-107
MIA: James 23, Bosh 14, Allen 12, Beasley 23
DET: Smith 15, Monroe 16, Drummond 10 (18 rimb), Caldwell-Pope 10, Jennings 15, Stuckey 16, Singler 18

Italian Job: Datome DNP

Si ferma invece a 10 la striscia di vittorie filate per i Miami Heat, sconfitti in casa da degli ottimi Detroit Pistons (Datome DNP); il match è combattuto e la svolta arriva a metà dell’ultimo quarto, Heat sotto 88-91 ma prima LeBron da 3, poi Beasley e poi Bosh da 3 non riusciranno a buttarla dentro, Jennings e Stuckey non perdonano con un 5-0 che darà il +8 (88-96) a 3’43”, stavolta niente sule rimonta per i campioni.

Memphis Grizzlies – Phoenix Suns 110-91
MEM: Prince 10, Davis 21 (12 rimb), Koufos 14 (12 rimb), Allen 11, Conley 18 (14 ass), Leuer 12, Bayless 10
PHX: Plumelee 11, Dragic 16, Markieff Morris 10, Marcus Morris 18

Vittoria in rimonta per i Memphis Grizzlies sui Suns con Mike Conley trascinatore; Phoenix tira col 63% nel 2° quarto e chiude all’intervallo lungo avanti 46-54, i Grizzlies stringono le viti in fiera costringendo gli ospiti a tirare col 36% nel 3° quarto dominati dai padroni di casa 36-20 per il +8 (82-74), nel 4° periodo gli ospiti non rimonteranno.

Dallas Mavericks – Charlotte Bobcats 89-82
DAL: Nowitzki 25, Marion 8 (10 rimb), Ellis 22, Calderon 12, Carter 10
CHA: McRoberts 10, Jefferson 19 (12 rimb), Henderson 16, Walker 16

Il suo Nowitzki-Ellis combina per 47 punti nel successo interno dei Mavericks sui Bobcats; Charlotte mette la testa avanti ad inizio 3° periodo sul 52-54, poi Nowitzki decide di entrare in partite realizzando 21 dei suoi 25 punti (11 nel 3° quarto) negli ultimi 19’ di partita, sarà un break di 7-0 (Nowitzki 3, Ellis 4) a 3’ dalla fine a dare il +7 (85-78) e la vittoria ai texani.

Sacramento Kings – Oklahoma City Thunder 95-97
SAC: Williams 12, Thompson 10 (10 rimb), McLemore 14, Vasquez 12, Thomas 24, Patterson 3 (10 rimb)
OKC: Durant 27 (11 rimb), Ibaka 13, Westbrook 15, Lamb 14, Jackson 13

Doppia-Doppia per Kevin Durant e successo di misura sui Kings per i suoi Thunder; Oklahoma City entra avanti di 13 (65-78) nell’ultima frazione, i Kings non ci stanno e rimontano fino ad arrivare sul -4 (93-97) e palla in mano a 2’ dalla fine…ma sono i Kings: costringono all’infrazione di 24” OKC ma Thomas, due volte consecutive Thompson e Patterson non riusciranno a buttarla dentro! I Thunder non sono da meno perché non riescono ad ucciderla e a 13” dalla dire Sacramento è sul -2 e palla in mano, va Isaiah Thomas ma il suo fadeaway non troverà il fondo della retina.

Golden State Warriors – Toronto Raptors 112-103
GSW: Barnes 19, Lee 18, Bogut 10, Thompson 22, Curry 27 (10 ass), O’Neal 11
TOR: Gay 18, DeRozan 26, Lowry 20, Johnson 16

Pazzesca rimonta per i Warriors che battono i Raptors dopo esser stati sotto di 27 punti; si entra negli ultimi 12’ con i canadesi avanti 70-88, Golden State non si perde d’animo e rimonta con gli “Splash-Brothers” autori di ben 4 triple consecutive (2 a testa) in un break di 14-02 a 4’53” dalla fine che hanno portato i Warrios da -7 a +5 (106-101) a 1’44” dal termine, Toronto torna sotto am sarà una bomba di Harrison Barnes a chiudere i giochi sul 109-103 a 47”. Golden State ha tirato 12/29 da 3!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B