Portland è indomabile, anche Durant K.O!

Portland stende pure Durant, Denver si ferma a Cleveland, Atlanta batte i Clips con Korver nella storia, bene Dallas, Spurs-T-Wolves posticipata!

 

 

 

Cleveland Cavaliers – Denver Nuggets 98-88
CLE: Thompson 17 (21 rimb), Bynum 14, Irving 23, Varejao 18
DEN: Chandler 13, Hickson 15 (11 rimb), Foye 16, Lawson 4 (11 ass), Robinson 14

Italian Job: Gallinari DNP

Si ferma a Cleveland la striscia di vittorie consecutive (7) dei Nuggets, battuti dal duo Irving-Thompson; match segnato e deciso dall’ottimo inizio di 4° quarto dei padroni di casa, 9-2 di break con 6 punti realizzati da Varejao che hanno portato Cleveland sul +13 (88-75), Denver non riuscirà mai ad andare sotto gli 8 punti di scarto.

Atlanta Hawks – Los Angeles Clippers 107-97
ATL: Carroll 12, Milsap 25, Horford 21, Korver 21, Korbver 23, Mack 12
LAC: Griffin 24, Paul 19 (11 ass), Crawford 13

Notte di festa ad Atlanta che batte i Clippers e per Kyle Korver che chiude con 23 punti, 6/9 da 3 e raggiunge il record di Dana Barros con 89 partite consecutive con almeno una tripla a referto; a 4’50” dalla fine della prima frazione Blake Griffin schiaccia per il -2 (15-13), Horford e Millsap combineranno per 10 punti spingendo Atlanta sul + 12 (25-13), L.A non rientrerà più in partita.

Houston Rockets – Phoenix Suns 88-97
HOU: Howard 15 (18 rimb), Harden 14, Beverley 12, Brooks 17, Casspi 14
PHX: Tucker 18, Frye 14, Bledsoe 20, Dragic 19

Altra pesante sconfitta per i Rockets che cadono in un altro match sulla carta abbordabile contro i Phoenix Suns di Eric Bledsoe, malissimo James Harden con 3/17 dal campo; dopo aver chiuso il 3° quarto sotto di 12 (61-73), Houston blocca i Suns nei loro primi 8 possessi offensivi portandosi doto sul -2 (71-73) e arrivando anche sul -1 (74-75) dopo una bomba di Brooks, ma gli sopii reagiscono con un parziale di 13-0 chiuso da una tripla di uno dei gemelli Morris a 3’07” dalla sirena finale per il +14 (74-88).

Milwaukee Bucks – Detroit Pistons 98-105
MIL: Middleton 14, Henson 12, Knight 12, Ilyasova 22 (10 rimb), Ridnour 10
DET: Smith 17, Monroe 18 (17 rimb), Drummond 24 (19 rimb), Jennings 17 (11 ass), Singler 15

Italian Job: Datome DNP

Gerg Monroe e Andre Drummond dominano il pitturato (36 rimbalzi in due!) e trascinano i Pistons sul campo dei Bucks; Miwaukee tocca il +6 (54-48) dopo 2’ del 3° quarto e sarà anche il suo ultimo acuto, break di 16-0 Pistons (8 di Monroe) per il +10 e partita in congelatore.

New Orleans Pelicans – Dallas Mavericks 97-100
NOP: Aminu 16 (20 rimb), Anderson 18 (14 rimb), Smith 12, Gordon 15, Holiday 26
DAL: Nowitzki 21, Marion 10, Blair 12, Calderon 12, Ellis 14 810 ass), Carter 15

Vittoria di misura e sofferta per i Mavericks sul campo dei corifei Pelicans; padroni di casa avanti 75-68 sul finire del 3° quarto e li Dallas costruisce la sua vittoria, uscita dal time-out Vince Carter spara la tripla che landa i suoi dal -7 al +6 (77-83) dopo i primi 3’ del 4° periodo. Il finale però è punto-a-punto con Holiday che spara la bomba del pareggio sul 97-97 ma ma sarà l’ultimo canestro dal campo dei Pelicnas, dalla lunetta Nowitzki (3/4) darà il successo ai suoi, lo stesso tedesco protagonista anche dell’azione chiave quando, a 10” dalla fine sul +1 Mavs), ha stoppati Eric Gordon!

Utah Jazz – Indiana Pacers 86-95
UTA: Favors 22 (13 rimb), Kanter 20 (10 rimb), Hayward 12, Burke 13, Burks 11
IND: George 19, West 10, Hibbert 13, Stephenson 15, Hill 10, Scola 14

I Pacers tornano subito in carreggiata vincendo sul campo dei Jazz con 6 giocatori in doppia-cifra; Utah resiste per 3 quarti e mezzo poi deve cedere dinanzi al break di 13-3 per il +12 (76-88) a 3’39” dalla fine.

Minnesota Timberwolves – San Antonio Spurs (Posticipata)

Il match tra gli Spurs e i Timberwolves, che si sarebbe disputato in Messico, è stato posticipati causa guasto tecnico ad un generatore del palazzetto che ha provocato un’emissione di fumo all’interno dell’arena tanto da non poter vedere il campo, vedi immagine sotto

SAA-MIN

Portland Trail Blazers – Oklahoma City Thunder 111-104
POR: Batum 14, Aldridge 38 (13 rimb), Lopez 12 (10 rimb), Matthews 13, Lillard 14
OKC: Durant 33, Ibaka 13 (10 rimb), Westbrook 21, Jackson 12, Lamb 10

Neanche Kevin Durant (33 punti ma 0 assist) ha potuto nulla contro la forza dei Blazers e di LaMarcus Aldridge (38 punti con 17/28 dal campo + 13 rimbalzi); OKC gioca un signor primo tempo tanto che al riposo lugo è avanti di 11 punti (48-59), la gloria durerà poco perché il 3° quarto sarà un dominio Portland, 35-21 e +3 (73-80) casalingo, nella quarta frazione i Thunde rnon mollano la presa e sono sul -1 (104-105) a 1’38” dal termine, ma prima Durant (tripla sbagliata) e poi Oerkins (fallo in attacco) butteranno via la chance di sorpassare gli avversari che li puniranno con la bomba di Batum a 29”!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • low profile

    Bill Simmons

    Raja bell non è più in attività,Durant era l’ultimo

    C’avete messo troppo poco, faccio schifo come quizzettaro

  • MP, povero Melo, quasi più impietosa di prima la differenza!!!

    Antony ha ricevuto una stoppata nel 7,41% dei tiri in stagione, James invece solo nel 3,84% dei tiri in stagione.

    Certo, giocano in modo molto diverso, però fa riflettere…

    grazie!

  • Bill Simmons

    ah ma 3 compreso Harden, mi sembrava strano, ho messo raja giusto perchè gli altri si son ritirati da un pezzo

  • michele

    beh red bull anche nel sito dei tifosi verdi italiani c’è stata una morìa di commenti….2-3 anni fa in regular season ogni partita vantava minimo 70 commenti e nei playoff sempre minimo 100: adesso raramente superano i 40 per una boston-milwaukee…..è anche naturale, c’è una fetta di tifosi che segue quando le cose vanno bene e si vince.

  • Michael Philips

    Michele

    perché QUELLI sono sprovvisti di “pride”.

    Sui celtics, credo che questi possa rimettersi in corsa nel giro di 1-2 anni, il nucleo da cui ripartire supera le aspettative e l’arrivo di un big (un lungo) potrebbe davvero rimettere i celtics tra le big NBA.

    “0/10 da 3? Che dilettanti! Io piazzai un bel 2/18 dal campo con 0/11 da 3, e non in una banale gara di regular season, ma in gara 7 delle finali del 1994”. (John Starks)

  • mad-mel

    Starks era un giocatore con i coglioni e cuore da vendere,magari averne giocatori cosi adesso ai knicks. Epiche le sfide con i bulls di jordan.

    Volevo parlare di houston, perche per adesso mi sembra una mezza delusione. Con il rooster che hanno pensavo che potessero ambire ad un record migliore. Va beh che Harden ha saltato un paio di partite pero…
    Cmq volevo sottolineare l involuzione drammatica di Howard. Da uomo franchigia miglior centro nba e passato a semplice comprimario.

  • Procionide

    Questione difesa e il tempo che passa
    Paragonare i difensori di oggi a quelli di ieri è esercizio errato oltre che noioso. Infatti le regole difensive sono cambiate così tanto che ogni paragone non può basarsi su dati reali di contronto.
    – Una volta le regole difensive impedivano tutti gli aiuti che sono possibili adesso, quindi la difesa individuale era più importante
    – Una volta il tiro da 3 era molto più ridotto, perciòle rotazioni difensive erano meno importanti
    – Una volta era concesso l’hand checking
    – Una volta gli arbitri fischiavano di più i passi
    – Una volta c’era una maggior tolleranza sui contatti duri
    – Una volta i ruoli erano molto più definiti, un difensore doveva marcare 1/2 tipi di giocatore differente

    Quindi una volta era importante saper tenere il proprio uomo 1 vs 1, perchè i compagni non potevano raddoppiarlo costantemente. Per fare questo potevi davvero tenerlo, cioè appoggiargli la mano addosso anche quando aveva la palla.
    Oggi non puoi toccarlo e se l’avversario parte con la palla in mano non sei sicuro che fischino l’infrazione. Però i tuoi compagni possono mettersi tra lui e il canestro in aiuto (la famosa difesa di Tibodeau, mettere 5 giocatori tra palla e canestro). Questo però lascia più opportunità di scarico, soprattutto per i tiri da 3 che oggi qualunque idiota sa prendersi a ripetizione.
    Oggi puoi essere un grossissimo giocatore cattivo ingaggiato per presidiare l’area e poi accorgerti che non c’è nessuno da marcare in area e invece devi saper correre sul perimetro per recuperare su Ryan Anderson (vero Perkins?)

    Morale della favola: il basket cambia, ma le discussioni no…

  • prescelto

    caro procionide interessante il tuo discorso,ma il basket si gioca ancora con 2 canestri ,5 vs 5 e con un pallone sferico,non è che una boy band di oggi diventi meglio dei pink floyd o degli u2 perchè la musica in questi anni è cambiata oppure un filmetto di oggi diventi meglio del padrino perchè il cinema è cambiato,i valori assoluti non cambiano,pippen e rodman sarebbero i migliori difensori per fisico tecnica e attitudine mentale in qualsiasi sistema difensivo,zona a uomo perimetrale ecc.

  • dontrythis@home

    @prescelto

    lancio una bomba a brazz 🙂

    cambia il fatto che se non ci sono rotazioni o aiuti per assurdo bargnani che sull’ uomo non è per nulla malvagio mentre è contestabilissimo nell’ esecuzioni dei cambi e nei recuperi.. 20 anni fa sarebbe stato un discreto difensore!

  • gasp

    Pistons che sembra aver trovato la chimica giusta,Drummond continua a farsi notare e sono 3 W di fila.

    Stanotte Knicks-Nets,vediamo se Woodson sarà cacciato o salverà per poco la panchina…

  • prescelto

    mah in teoria dovrebbe essere anche un gran rimbalzista….ma veniamo al presente,ho appena letto che il buon drummond è l’unico ventenne della storia insieme al signor shaq ad aver fatto 3 partite in fila con almeno 18 rimbalzi.veramente notevole.ps stanotte derby di new york,penso che vincano i knicks con partitone di melo,ma penso ancora di più che ci saranno storie tese fra i giocatori presenti nelle 2 franchigie

  • Michael Philips

    beh, sheed ad esempio è sempre stato un rimbalzista ridicolo, considerando altezza e mezzi atletici: in carriera ha un deludente 6.7. Nessun paragone con primo pasta, ma i rimbalzi non fanno di te un difensore forte(chi ha parlato di Love?).

    Ma resta il fatto che i coach su una cosa si incazzano sempre: quando un team va sotto a rimbalzo, e avere un cristone che ne tira giù tanti fa sempre comodo, o comunque avere lo stesso cristone che taglia fuori mezzo attacco lasciando i rimbalzi ai compagni.

    Tra i difensori del passato decennio, il più impressionante non è stato artest, ma ben wallace, che davvero faceva paura a chiunque, teneva fisicamente qualsiasi lungo, prendeva vagonate di rimbalzi(15.4 nel 2002-03) oltre a rubare palloni e piazzare tante stoppate.

  • Bj elder

    Notiziona!!! Stasera una tra new york e brooklyn vincerà ahaha

  • Doctor J

    Dopo aver letto il pezzo di curiosità dal passato di ieri sono andato a vedermi ol video della partita che non avevo mai visto: http://www.youtube.com/watch?v=LF740MqYbOs .
    Davvero a voi sembrano grandi difese? Sembrano partite orchestrate dal miglior D’Antoni, run n gun all’ennesima potenza e le grandi difese non si vedono anche se sono dele finali di conference. E nel modo di giocare dei tempi si possono anche capire le stats a volte impressionanti che facevano alcuni giocatori secondo me.

  • Bill Simmons

    magari se ti guardi qualche partita dei bad boys noterai qualche leggera differenza

  • troy hudson 88

    non sono un fan boy ma lebron quando vuole diventa un superdifensore.. smettetela di dire stronxate..

  • in your wais

    Fatto sta che anche i BadBoys concedevano attorno ai 110 punti a partita, o giù di lì

    Non so a che NBA ci si riferisca, dicendo che oggi si fischiano meno i passi, se andate a vedere i filmati di Jordan, forse noterete come in realtà si facesse delle passeggiate fantastiche a volte. Per lui come per altri, il passo in più in partenza o per chiudere era come il quarto d’ora accademico, prassi

    Questo nn significa che era meno tecnico di X o Y, anzi, ma è un dato di fatto che c’era tanta tolleranza, ma proprio tanta, anche perchè la NBA era un mondo a parte con regole a parte, oggi che abbondano giocatori di scuola europea, e ci sono tante competizioni internazionali, giocatori ed arbitri sono un pelo più fiscali in certe situazioni

  • GOAT

    ma davvero Drummond è 2.08???

  • Michael Philips

    I pistons della quasi dinastia e la loro difesa, super per l’epoca:

    1986-87 (52-30) pts segnati 111, pts subiti 107.8
    1987-88 (54-28) pts segnati 109, pts subiti 104
    1988-89 (63-19) pts segnati 106, pts subiti 100
    1989-90 (59-23) pts segnati 104, pts subiti 98

    La difesa più assurda che abbia mai visto rimane quella dei pistons 2004 e celtics 2008.

    Pure quella degli heat 2012 non scherzava o degli spurs 2005.

    La difesa dei bulls del secondo threepeat era asfissiante(90pts concessi di media in 3 stagioni) ma nella seconda metà dei 90’s i punteggi crollarono e uscirono fuori le super difese. C’erano pochi team a superare i 100 a gara e 2-3 che ne concedevano 100 a gara.

    Con l’arrivo dei suns di nash(ed una sorta di ritorno al principio di showtime) i punteggi medi hanno ripreso a salire.

    Oggi abbiamo i pacers che segnano 97 e subiscono 87, gli spurs che segnano 102 e subiscono 92, gli heat da 104 per 96 subiti.

  • brazzz

    dontry
    la risposta è scontata..la nba di 20 anni fa il mozzarellino l’avrebbe guardata in tv dall’italia..troppo poco talento e troppo poco completo x fare la star,talentuoso solo nel tiro(come altri 200)e troppo poco fisico per far quelo che entra,molla due legne e fa il giocatore di ruolo..

  • shawn matrix

    Super d’accordo su Big Ben Wallace miglior difensore nell’ultimo decennio Nba. Non so se sia ancora così, ma lavorava nello staff dei Pistons come “chioccia” di Monroe e Drummond (difensivamente parlando).

  • brazzz

    ah offensivamente no di sicuro..

  • Iceman

    GOAT
    Yes

  • michele

    rettifico. oggi nel sito dei celtics sono arrivati a 70 commenti per boston-milwaukee, forse perchè c’era da commentare questa prodezza alla bird di avery bradley!

    http://www.youtube.com/watch?v=cg8LR-4easg

  • Michael Philips

    A proposito della nostalgia per il passato:

    tempo fa guardavo alcuni mix di schiacciate di Kemp, poi di Stat e poi di Griffin.

    Mettendo da parte i bei ricordi andati, la quantità si schiacciate fatte in testa ai lunghi avversari non ha eguali. Dovendo essere non romantici, anche quelle fatte dall’odiatissimo griffin devo ancora vederle fatte da altri: questo ha schiacciato in testa a chiunque e in modo assurdo.

    Kemp era un mostro, ma riguardando ora i video degli anni d’oro ai sonics non vedo uno schicciatore superiore o più impressionante dello stat dei suns. Stat che prima dell’infortunio del 2005 era qualcosa di senza senso. Pure dopo è tornato alla grande, e schiacciando contro chiunque, ma il biennio(2004-2005) è stato un festival assurdo.

    Lo dico perché generalemte Kemp è intoccabile quando si parla di schiacciatori in gara regolare. Io andrei a rivedere un pò di video, la nostalgia fa brutti scherzi.

  • Michael Philips

    …Mettendo da parte i bei ricordi andati, la quantità si schiacciate fatte da STAT in testa ai lunghi avversari non ha eguali.

  • michele

    beh Kemp certe schiacciate le ha fatte anche in finale NBA…quella con annesso spin move da paura su Rodman in particolare, un paio di posterizzazioni le ho viste anche ai danni di Mourning e Olajuwon….

    mi sembra che Carter sia molto più gettonato di Kemp comunque.

  • docpretta

    Rain man. . .è un colpo basso. . Mi viene la lacrimuccia

  • io odio i tifosi Celtics italiani, dovevo fare outing prima o poi e adesso l’ho fatto, sempre li che ti friggono le palle in pastella con la storia dell’Ubuntu del Pride della razza superiore, perdono 20 partite di fila, poi ne vincono una e parlano già di playoff, perdono quella dopo….e sono tutti figli di puttana, quello deve morire, quell’altro deve affogare.
    Bradley fa 5 punti è overrated, il giorno dopo ne fa 20 con 32 tiri è da All Star, bho?!?!
    Per fortuna che a Boston i tifosi sono molto meno spocchiosi e tritapalle

    Detto questo, tra i difensori arcigni dei giorni nostri io ci butto dentro persino Andre Iguodala e il Taj Gibson di quest ultimo mese!

  • michele

    tutta invidia la tua….l’inferiorità storica dei sixers è conclamata, non vincete un titolo dai tempi di pertini presidente eheheheh

    battute a parte, non so quali tifosi celtics hai conosciuto: quelli del sito italiano che frequento io ( iamaceltic.it) sono molto tranquilli e ponderati, a parte ovviamente qualche elemento un po’ volubile, il che è fisiologico.

    i lacustri sono infinitamente peggio, soprattutto perchè molti confondono il tifo per i lakers con l’adorazione del dio kobe.

    entro ogni tanto nel loro sito, sono proprio maniaci…gente che ha ancora in firma una foto di phil jackson e la scritta “grazie di tutto phil” ahahahahahah

  • Michael Philips

    Michele

    Io non ho MAI visto nessuno fare quello che stat ha fatto a duncan nei playoffs 2005. Credo che stat chiuse a 37pts di media contro tim(che poi restituiva bene in attacco). Il punto è che stat era davvero una cosa assurda, tra le migliori 100 dunk di stat almeno 7-8 sono in testa al caraibico. Nè prima né dopo ho visto qualcuno segnare così tanto, e in continuità contro duncan.

    Kemp era una bestia, ma come quantità di schiacciate mostruose, se cerchi su youtube di stat trovi mix assurdi di 10 minuti con le top 100 solo dei suoi primi 3 anni…

    Griffin poi, che è inspiegabilmente odiato da un casino di persone, tifosi e giocatori, nella sua pur breve carriera ha già messo a segno robe senza senso.

    Carter è sempre il più quotato perché ha fatto cose abbastanza mostruose, essendo 10 cm più basso dei già citati.

    Tra gli overrated, come schiacciatori, vedo un pò LeBron che sono anni che non schiaccia in testa ad un lungo, e tra gli underrated iguodala, che ogni anno regala perle di rara bellezza.

  • michele

    vabbè rispetto agli anni 90 per i giocatori attuali ci sono anche molti più video, immagini, i giocatori odierni vengono molto più omaggiati rispetto al passato, per ovvi motivi tecnologico. di kemp credo di averne viste a decine comunque su youtube, anche nelle partite dei sonics che ho recuperato ce ne erano sempre almeno un paio clamorose.

    su griffin davvero non ci trovo niente di che, le sue gare delle schiacchiate rispetto a quelle dei tempi di kemp fanno ridere (la pagliacciata della schiacciata sopra la macchina dello sponsor poi…).

    in ogni caso non penso che stoudemire sia sottovalutato, se ha strappato quel contratto ai knicks e oggi guadagna 20 milioni lo deve evidentemente a quanto di buono fatto in passato.

  • michele

    poi non è che il passato sia sempre mitizzato….ad esempio è quasi unanime l’idea che carter sia un miglior schiacciatore rispetto a jordan, eppure ricordo che mio padre mi diceva che all’epoca le schiacciate di MJ erano considerate fantascienza. evidentemente carter ha saputo superare persino il mito di jordan, solo relativamente alle schiacchiate ovviamente.

  • low profile

    Infatti

    Quando appare qualcosa di meglio lo si dice e amen, quello che si discute è il voler far passare come meglio qualcosa che semplicemente non lo è, solo in nome del mondo che va avanti.

  • io amo talmente tanto la mia squadra che sono immune a qualsiasi sentimento di odio o rivalsa verso quella o quell altra squadra, perchè sono troppo concentrato sulla mia, esemplifico…pur essendo Boston nostra rivale di division da sempre, nelle finals 2010 coi Lakers io mi trovavo a Rejkyavick e ho seguito tutta la serie nei pub a orari assurdi con la maglia dei verdi, solo non sopporto la spocchia dei tifosi italiani dei Celtics, e il bello è che mi riferivo proprio al blog che hai appena citato ahaha

  • michele

    ma neanche io ho niente contro philly figurati….poi di bradley lì non mai letto niente di negativo, al massimo che puo’ essere una pedina di scambio in una trade, ma in generale è molto apprezzato.

    spocchia…noblesse oblige caro mio, li ci sono i tifosi che parlano di pride, come qui ci sono gli spursiani che elogiano la “spurs culture”, i tifosi di miami che esaltano riley etc etc

  • io mi limito a WLF e abbasso le tasse invece LOL!!!!