Rose non molla: “Tornerò…solo se sano”

E si signori si ricomincia a parlare dell’ipotetico, probabile anzi possibile ritorno di Derrick Rose ed a parlare è proprio l’interessato.

Giovedì a Chicago dopo lo shootaround sostenuto dai Bulls c’è stata un’affollatissima conferenza stampa. Tutti aspettavano Derrick Rose (25 anni) per fargli le solite classiche domande sul suo futuro. E Rose non si è fatto attendere almeno nel dare le risposte. Alla domanda provocatoria fatta da Sam Smith di Bulls.com sulla possibiltà, pensata da molti, che i Bulls debbano pensare di andare avanti senza di lui l’MVP del 2011 ha atteso un attimo prima di aprir bocca, dopo sorridendo ha sentenziato: “Andare avanti senza di me? credo che ognuno possa avere la sua opinione anche se pazzo…..”.

Da li in avanti D-Rose è stato un fiume in piena. Senza aspettare altre domande ha continuato: ” Questo infortunio, per come è arrivato, è decisamente strano. Non credo possa dipendere dal precedente infortunio. E nemmeno da come ho gestito i tempi di recupero e la scorsa offseason. E posso dire con certezza assoluta che non cambierò il mio modo di giocare perchè mi sono rinfortunato così presto dopo il mio rientro. Interpreto un modo unico di giocare, alla gente piace e non ho nessuna intenzione di cambiarlo.” A questo punto dalla platea dei giornalisti è partita un’altra domanda di rito, che è suonata tipo sei sicuro che tornerai e sarai quello di prima???.

Ed anche qui il prodotto di Memphis University non si è fatto pregare: ” Certo che tornerò quello di prima. Non ho nessun dubbio, tornerò a giocare nell’unico modo che conosco. Non sono finito e lavorerò per dimostrarlo.”

Ma sull’ultima domanda le granitiche certezze della guardia dei Bulls si sono lievemente incrinate. Infatti è riniziato il tormentone circa i tempi di recupero, se c’è la possibilità che possa tornare per i playoff.

Rose ha esitato un attimo, poi ha risposto: “Se il ginocchio tornerà a posto per quel periodo, se sarò pronto a tornare allora tornerò. Ripeto se lo staff medico mi dirà che il menisco è completamente guarito allora rientrerò in campo, bisogna calcolare che comunque questo infortunio è meno grave rispetto alla rottura del legamento per cui il processo di recupero dovrebbe essere più veloce. La mia voglia di tornare in campo è altissima.”

 

 

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • Nitrorob

    Buummmm

    altra telenovela! giustamente da qui ai PO sennò ci si annoiava eheheh

  • Quaqquo

    “tornerò a giocare nell’unico modo che conosco. Non sono finito e lavorerò per dimostrarlo.”

    OK ci sta un po’ di ottimismo e blablabla, ma dimostra una cazzo di ottusità degna di Howard ! Bastava dire una minchiata tipo “sfrutterò questo (altro) lungo stop per migliorare la comprensione del gioco, il tiro, le doti di playmaking.. invece NO !

    Poi come giocatore non mi piace ne mi sta sulle balle, pur riconoscendone il talento, per cui.. sticazzi se e quando tornerà!