Indiana piega gli Spurs, Ellis uccide i Blazers!

Pacers di forza sul campo degli Spurs, Ellis batte allo scadere i Blazers a casa loro, reazioni vincenti per Miami, Golden State e Denver, Clippers K.O!

 

 

Philadelphia 76ers – Denver Nuggets 92-103
PHI: Young 14, Hawes 14, Thompson 10, Wroten 20
DEN: Chandler 10, Hickson 12 (10 rmb), Foye 13, Robinson 20, Hamilton 13

Italian Job: Gallinari DNP

I Denver Nuggets tornano a vincere espugnando il campo dei Sixers (ancora senza Carter-Williams) col solito Nate Robinson scoppiettante dalla panchina; match combattuto fino a metà del 4° periodo quando, sull’86-86, Justin Hamilton spara 3 triple nel break di 15-2 col quale Denver scappa sull’88-101 a 1’47” dalla fine!

Cleveland Cavaliers – Los Angeles Clippers 88-82
CLE: Thompson 20 (13 rimb), Bynum 18, Irving 20, Jack 11, Varejao 6 (17 rimb)
LAC: Griffin 10 (10 rimb), Jordan 12 (13 rimb), Green 11, Paul 13 (15 ass), Crawford 19

Kyrie Irving e Tristan Thompson chiudono con 20 punti a testa nel successo interno contro i Clippers; a cambiare il match è una giocata di Jarrett Jack sulla sire del 3° quarto, ripa da siderale distanza che porta Cleveland dal -2 al +1 (67-66), in apertura dell’ultimo periodo Varejao e Thompson combinano per un 6-0 per il +7, vantaggio che verrà amministrato e allungato fino alla fine!

Chicago Bulls – Detroit Pistons 75-92
CHI: Gibson 21 (10 rimb), Boozer 13, Dunleavy 16, Teague 10
DET: Jennings 33, Monroe 8 (12 rimb), Smith 7 (10 rimb), Drummond 8 (14 rimb), Singler 12, Harrellson 10

Italian Job: Datome DNP

Bella vittoria fuori casa dei Detroit Pistons che mandano solo Brandon Jennings in doppia-cifra del quintetto base (33 punti con 12/22 dal campo) ma vincono a Chicago; terzo quarto devastante per gli ospiti, 24-9 il parziale dei 12’ tirando col 47% dal campo (57% da 3) contro il misero 20% dei Bulls (4/20!). Detroit entrerà nell’ultima frazione avanti 56-71!

Memphis Grizzlies – Golden State Warriors 82-108
MEM: Randolph 15, Koufos 10 (16 rimb), Conley 12, Leuer 15, Miller 16
GSW: Lee 23 (11 rimb), Bogut 8 (12 rimb), Thompson 30, Curry 22 (15 ass)

Gli “Splash Brothers” si riscattano subito dopo la brutta prestazione di Houston, 22+15 assist per Curry e 30 punti per Thompson e W a casa dei Grizzlies; Golden State comanda dall’inizio alla fine, quando Memphis di avvicina (45-49) dopo 20” del 3° quarto, in risposta le arriva un 21-9 di parziale Warriors!

Minnesota Timberwolves – Miami Heat 82-103
MIN: Brewer 13, Mbah a Moute 11, Pekovic 18 (12 rimb), Martin 19
MIA: James 21 (14 rimb), Wade 19, Allen 11, Lewis 10

I Miami Heat rialzano subito la testa vincendo a casa dei T-Wolves privi però di Kevin Love (motivi personali), James chiude sfiorando la tripla-doppia (22+24+8); partita decisa nella seconda frazione, 17-31 Heat e +13 all’intervallo lungo (42-55).

Milwaukee Bucks – Brooklyn Nets 82-90
MIL: Henson 18, Mayo 22, Knight 10
BKN: Anderson 13, Lopez 32, Johnson 15, Blatche 11

È stata necessaria la miglior prestazione offensiva dell’anno di Brook Lopez (32 punti con 11/13 dal campo) ai Nets per vincere a Milwaukee; a 56” dalla fine del 3° quarto Bucks sul -3 (59-62) e sarà l’ultima volta che staranno a contatto, Brooklyn piazza un 11-1 a cavallo tra i due quarti andando toccare il +12 (60-72) e non si farà più raggiungere.

San Antonio Spurs – Indiana Pacers 100-111
SAS: Leonard 18, Duncan 10, Parker 13, Ginobili 16, Mills 10
IND: George 28, West 20, Hibbert 12 (10 rimb), Stephenson 15, Hill 12, Scola 12 (10 rimb), Watson 12

Italian Job: Belinelli 9 pt (3/1/2 da 3), 1 ass

Prova di forza degli Indiana Pacers che vincono a San Antonio con tutto il quintetto base in doppia-cifra; San Antonio perde per infortunio Thiago Splitter che non farà più il suo ritorno in campo, Indiana mira il pitturato nero-argento e confluisce li il suo vantaggio (20-32 il 2° quarto e 17-35 il 3°)tanto da toccare anche il +21 in apertura di 4° quarto (70-91)

Utah Jazz – Sacramento Kings 102-112 OT
UTA: Jefferson 13, Kanter 12, Hayward 22, Burke 19 (10 rimb), Burks 19
SAC: Thompson 11, Cousins 28, McLemore 15, Thomas 26

Ben McLemore inizia davvero a fare sul serio, la articola di Kansa oltre ad infilare l’ennesima buona prova stanotte ha pure salvato i Kings nella vittoria ad Utah; sua infatti la tripla a 3” dalla fine del regolamentari per il 97-97, ultima chance per l’altro rookie, Trey Burke, ma niente da fare. Al supplementare non ci sarà storia, 15-5 per Sacramento!

Portland Trail Blazers – Dallas Mavericks 106-108
POR: Batum 22, Aldridge 19 (13 rimb), Lopez 14 (14 rimb), Lillard 32
DAL: Nowitzki 28, Blair 15, Ellis 22, Calderon 15

Partita emozionante a dir poco al Moda Center di Portland, 12 volte in parità e ben 18 cambi di leadership tra Blazers e Mavericks, ma l’ultimo cambio è stato quello decisivo; finale cardio-palma con Damian Lillard che segna la tripla del pareggio (106-106) a 1”9 decimi dalla sirena finale, Dallas ha un’ultima possibilità, va con Monta Ellis che segna col jumper lasciando solo 2 decimi sul cronometro!!!!!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • michele

    aveva proprio ragione in your weis, paul george è al massimo un secondo violino! e sono stati proprio i suoi amati spurs ( la sua seconda squadra del cuore dopo miami) a mettere a nudo tutti i suoi difetti ehehehehe

    onore al genio larry bird che ha costruito una grande squadra senza il duncan, durant o lebron di turno che ti arriva dal cielo, ma con tre giocatori presi rispettivamente alle chiamate #10,#17 e #40 ( george, hibbert e stephenson).

  • gasp

    Spurs male,buttati 13 punti di vantaggio e ancora più preoccupante hanno perso con tutte le contender.

    Pacers guidati con George che escluso il primo tempo fa una partita pazzesca,se non ci fossero il 6 e il 35 sarebbe il miglior giocatore in NBA.

    Ellis che sotto Carslie sta davvero esplodendo,anche oggi prova solida con buzzer

    Pistons stanno al 50% ma stanno carburando,assieme ai Wizards possono essere dopo Indiana e Miami,aspettando i Knicks.

    McLemore sembra aver trovato continuità e si inserire nella corsa al RoY.

  • fad

    Pollovich

  • low profile

    Brutti segnali contro le squadre forti ma meglio perdere adesso e trovare le soluzioni per quando serviranno veramente, a patto che ci siano.

    Giorgio continua la scalata all’olimpo, fin troppo velocemente, tra poco gli scettici lasceranno il posto agli hater e gli entusiasti diventeranno Giorgiani incalliti. E addio ad uno dei miei giocattoli preferiti.

    Dallas continua a fare la cenerentola anche contro la principessa Sissi delle cenerentole 2013-14, molto bella la sfida Dirk vs Aldridge (anche lui dopo Durant e James si è iscritto al club tiro su una gamba) diventata nei secondi finali Lillard vs Monta. Ha vinto Monta e non è la prima volta quest’anno. Non avrei mai immaginato di stare qui a commentare un Ellis top 10 di stagione, mai

  • alert70

    I Pacers di autorità. Però siamo a dicembre e la gara conta fino ad un certo punto visto che le due contender giocano in conference diverse.

    Loro sono la rivale numero uno e forse l’unica degli Heat ad est con l’obiettivo di arrivare primi nella conference. Vogliono il fattore campo per avere l’eventuale gara 7 ad Indianapolis.

    Michele
    Non si diceva che James si cagasse sotto quando contava dopo le finali NBA contro i Mavs? Beh con George è lo stesso: lo si aspetta al varco per capire se è in grado di fare il definitivo salto di qualità. Vincere di autorità una gara di RS conta poco, conta ai PO specie contro gli Heat del numero 6.

    Nuggets
    Ho guardato il record e ho letto 12-8!!!! Come 12-8. Questi erano partiti collezionando sconfitte e tutto ad un tratto hanno un record di quel tipo? Saranno anche meno talentuosi dello scorso anno ma il ruolino di marcia è di quelli interessanti. La loro fortuna è avere un allenatore con le palle.

    Kings
    Ennesimo parziale subito nel quarto finale (13-0) ma stavolta sono roiusciti a metterci una pezza con Malone che ha bruciato tutti i timeout per calmare gli animi e con McLemore con una tripla decisiva. Nel supplementare un minuto e i californiani sono scappati via. DMC ci ha messo molto del suo per sigillare la vittoria. Neanche 30 minuti per segnare quasi un trentello. Bene.

  • shawn matrix

    Grandi i “miei” Mavs e grandissimo Monta, nient’altro da aggiungere (forse un Carter un po’ troppo discontinuo quest’anno).
    Blake Griffin visto che stava già simpatico a molti, ha deciso di inimicarsi anche i Cavs. Intanto i suoi clippers dimostrano di non essere ancora una volta credibili nemmeno per la finale di Conference.

  • alert70

    low profile

    Ellis
    E’ uno di quelli col talento che gli gronda dalle mani con un solo difetto, il cervello. Se per qualche motivo le congiunzioni astrali si allineano questi esplodono e capisci immediatamente che sono una gemma preziosa. Non so se è stata la voglia di rivincita, la credibilità di un team che ha vinto un anello NBA, la presenza di Nowiztki o di Cuban (heheheheh) ma fatto sta il ragazzo ci sta dando dentro.

    George
    Tutti aspettano i PO. Quello che fa in rs interessa poco, a lui per primo.

  • michele

    mi sembra che George negli scorsi playoff abbia già fatto intravedere grandi doti ( come nella tripla allo scadere di gara 1 a Miami, poi quel pollo di Vogel ha tolto Hibbert e hanno perso una gara già vinta).

    poi non sono un tifoso Pacers e queste vicende mi interessano relativamente, mi ha solo fatto sorridere il fatto che a inizio stagione i tifosi di miami hanno iniziato a criticare il 24( è un secondo violino, Granger ha fatto più punti in una stagione etc etc)

    poi che non sia ancora al livello di un sicuro hall of famer come Lebron..grazie al piffero, caro alert!

    ma questo Rivers che perde pure a Cleveland? dagli un po’ di consigli, lo vedo in difficoltà eheheheh

  • alert70

    michele

    Sono tutti polli………..ai……po. Vogel, Popovich……

    La storia di George si sa, i PO. Punto. Non c’è altro da aggiungere.

    Rivers

    Ha un problema che ha due cognomi Jordan-Griffin. Uno dei due se ne deve andare via. Ai PO tra inefficienze ai liberi e scarsa attitudine a prendersi i tiri nei finali di gara se non serviti da un alleyoop di Paul sono inconcludenti. Questo in una serie di po lo paghi. Quindi Rivers ha due opzioni: chiedere di rinunciare ad uno dei due per prendersi un lungo di talento con punti nelle mani, oppure sperare che questi due si trasformino in Ewing e Robinson. Auguri

  • Bj elder

    Indiana benissimo, PG pure, di sicuro non è ancora un james o un durant ma lo vedo subito sotto con possibilitá di avvicinarsi molto; capitolo play off l’anno scorso ha fatto no bene di piu, ha fatto cacare sangue al miglior difensore dell’nba in piu di un occasione e ha portato i suoi a gara 7! A sentire voi sembra abbia segnato due punti di media in post season

  • michele

    eh beh, povero Doc, dura la vita senza il guappo Garnett come ai bei tempi!

    ma dei Wolves non dici più nulla alert? un tempo erano la tua squadra futuribile per eccellenza: rubio genio, love trascinatore…questi rischiano di non fare i playoff anche quest’anno, gli hai portato sfiga eheheheh

  • alert70

    Bj elder

    Il punto è vincere, non far cagare sangue a tizio o a caio. In America funziona così. George è li per rendimento ma non ha vinto nulla. Se “fallisse” quest’anno inizierebbero a circolare i discorsi sull’essere un perdente, sul non avere i galloni per portarsi la squadra sulle spallle e amenità assortite. Giusto o sbagliato che sia (per me sbagliato) è questo il loro modo di pensare.

  • MezaMavs

    Belli i miei Mavs <3

  • julius

    quindi mario chalmers sarebbe molto più forte di stockton

  • julius

    …e anche di nash

  • gasp

    F.M.B
    Ahahahah,io avrò la reazione tifoso appassionato NBA e giocatore dei Lakers!

  • michele

    vabbè alert, ma che ti frega di quello che si dice “in america”, magari in un bar di vaccari del texas o del north dakota, in cui magari si denigra un durant perchè non ha ancora vinto nulla? pensa con la tua testa, no?

    quando esaltavi love, rubio e i futuri dominatori di minnesota non ricordo comunque tutta questa cautela eheheheh

  • alert70

    Pensi veramente che non penso con la mia testa? In NBA non si vince la coppa Italia, il campionato e la Champions League.

    C’è solo il titolo NBA. Li sono talmente imbecilli che un Jordan, Bird e Magic hanno l’ardire di mettere la museruola a Ewing reo di non aver vinto un titolo NBA. Per cui non aveva diritto di parola. O peggio di guardare Stockton e Malone con una certa superiorità. Infatti me lo immagino Magic vincere i titoli NBA con i Jazz, o Stockton non vincere con i Lakers dello showtime.

    Tutto questo per dire che George, da ammmerrricano sa che fino a quando non vincerà un titolo sarà un signor nessuno, uno forte ma perdente. Per me è profondamente sbagliato ma funziona così.

    Love? Ti sei perso un giro. Ho sempre detto che a Minnie le fortune passano dallo spagnolo non da Love che ho sempre detestato. A me mister statistiche piace come una piattola al -ulo. Fossi nella dirigenza lo sbolognerei con posta celere domani mattina per prendermi uno vero, altro che tenermi un telepass…….

    Non ci provare con Bargs (heheheheeh) quello è il mio feticcio…………….heheheheheh

  • michele

    appunto, sono ragionamenti del piffero e potrebbero essere applicati per denigrare anche due come durant e paul che non hanno vinto un titolo.

    george sta migliorando sempre di più vedremo cosa farà in seguito, per adesso ha smentito chi lo considerava solo un secondo violino o chi pensava che granger spostasse di più: chi vivrà vedrà il resto.

  • gasp

    Fra poco inizia Boston-NY,qualcuno la guarda?

  • Slava Medvedenko

    partenzona knicks..
    18 – 1 boston!

  • low profile

    si io la sto guardando, sono qui in salotto con Melo, Barg e tutti i nix, siamo tutti belli presi a “guardare” la partita dei Celitcs

  • io me ne fotto, Iverson zero anelli, ma lo metto solo dopo Jordan poi ovviamente di cosa ne dicano gli altri come al solito mi entra e mi esce ahahah

  • Slava Medvedenko

    29-7
    1/6 bargnani..

  • uhm ma New York che se ne becca 34 nel primo quarto contro il “””””temibilissimo”””” attacco di Boston?!?

    meno male che tra mezzora iniziano le partite di NFL và

  • gasp

    Stevens sta facendo un grande lavoro,molto meglio della scorsa stagione con Rivers…e a inizio stagione tutti si chiedevano:ma chi cazzo è Brad Stevens?

  • in your wais

    Alert

    Io nn ti capisco…ma perchè perdi tempo con un ragazzino di 20 anni che vive immerso in un campo di trifogli?

    Michele è così, conduce una vita monotona e quindi deve trovarsi nemici: è un creativo, inventa, fa come i vecchi di 80 anni che cercano lo scontro per trovare un po’ di compagnia…ehehehehe

    Essendo uno a cui nn piace il basket, per lui esiste solo la dicotomia nemici-amici: i primi sono nn solo tutti quelli che nn tifano Celtics, ma anche tutti quelli che osano di volta in volta criticare PP, KG, Rondo, etc…più che sardo direi che è siciliano, “nn ti azzardare mai a parlare degli affari della Famiglia al di fuori della Famiglia”, per dirla alla Michael Corleone

    D’altronde è lo stesso che pochi giorni fa diceva che Durant è forse tra i primi 5 giocatori della Lega, insomma, non è che parliamo di uno che sia esattamente un esperto, quindi alla fine si, un po’ te lo cachi, ma sai che è solo Michele, il figlio segreto di Danny Ainge, quindi te ne preoccupi il giusto

    Paul meglio di KD, Presti imbecille, ed OKC che ha rubato la franchigia a Seattle, e se c’erano Green+Bradley avremmo asfaltato Miami, ed il +40 di Gara 7 nel 2008, George 2° violino…insomma il refrain è quello, quando nn hai argomenti tendi ad essere ripetitivo, ma non glie ne faremo mica una colpa?

    Ehehehhehehe…nn te la prendere Michy, noi nn ridiamo di te, ridiamo con te…senza Gallo=Bird, mancava l’ultras coi paraocchi, ogni sito di sport che si rispetti deve averne uno…te sallustio

  • oggi Stoudemire và per il trentello me lo sento, passo e chiudo!

  • michele

    povero in your weis, posso solo immaginare la tua tragedia, alzarsi la mattina e vedersi allo specchio brutti e pelati come fabri fibra mentre il tempo scorre inesorabile eheheheheh

    l’emilio fede del tifo, che ha abbandonato i bulls dopo l’addio di jordan per abbracciare gli spurs, fino al tifo parallelo per lebron, sempre all’insegna del salire sul carro vincente. preso per il sedere da tutto il forum per il suo isterico e incondizionato amore per lebron. una macchietta.

    presti imbecille per la cronaca non l’ho mai detto, ho sempre detto che è molto sopravvalutato e infatti ci sono GM che hanno costruito belle squadre pur senza avere durant o westbrook in dono al draft.

    adesso ti lascio, ci sono i miei celtics da seguire: a differenza tua seguo anche squqadre che hanno record negativo, non scelgo in base alla forza e alla possibilità di gioire per titoli.

    salutami il “secondo violino” paul george!

  • GOAT

    provocazione, ma non è che Goerge vince il MIP pure quest’anno? E’ possibile? Obbiettivamente è lui il vero MIP della stagione perchè gioca gli stessi minuti dell’anno scorso (anzi meno) ma ha aumentato di molto le statistiche, soprattutto in punti e percentuale dal campo. Altre volte questo premio è drogato dal fatto che chi lo vince lo vince solo perchè raddoppia i minutaggi dell’anno passato, qui siamo di fronte ad un vero salto di qualità, giocatore che l’anno scorso a malapena veniva considerato un all star e che oggi forse è il terzo miglior giocatore della lega.

  • gasp

    Secondo quarto orrendo per i Knicks

  • docpretta

    George ha due palle quadrate. Può vincere o perdere ma mi sembra cmq un gran giocatore e vedrete che si confermerà anche questo anno

  • low profile

    non è un doppio MIP, è un MIP al quadrato

  • gasp

    George e contemporaneamente il MIP e l’MVP di questa stagione

  • gasp

    Ehhhh -31!Evvai!Melo -32 di plus min e Bargnani -26!

  • shawn matrix

    Paul George assolutamente MVP per ora.
    Spettacolo al Madison a dir poco raccapricciante

  • gasp

    Waterloo Newyorchese

  • gasp

    Fire Woody

  • gasp

    A NY devono eliminare la canotta arancio,peggio del mmalocchio

  • BBW_3

    Melo -40 plus min, qualcuno sa quanto è il record in negativo?

  • Iceman

    Una delle più brutte partite che abbia visto

  • michele

    The MSG Massacre!

    grazie ragazzi, da un po’ non mi divertivo così a vedere una partita di Boston!

    Brad Stevens nuova icona celtica.

  • gasp

    BBW_3
    Stavo pensando anch’io la stessa cosa,forse non sarà un record singolo ma di squadra si

  • gasp

    Michele
    E Ainge pensava di aver trovato un allenatore di poco conto invece ha trovato un ottimo allenatore!

  • michele

    gasp, gli ha dato 6 anni di contratto…evidentemente sapeva di avere adocchiato un ottimo coach!

  • shaq4ever

    si ma stevens non è un pivellino. era l’astro nascente, già considerato uno dei migliori della NCAA che ha portato una favoletta a 2 finali consecutive (o almeno così leggevo al momento della sua firma, poi non seguo basket extra nba). l’unico dubbio era dal passaggio da ncaa a nba, storicamente difficile

    ainge ha fatto una buona mossa: se avesse avuto problemi era ottimo per il tanking per un paio d’anni per poi eventualmente cambiare coach. se invece è buono come sembra, gli ha fatto 6 anni di contratto (totale 22M) a questo punto a prezzi stracciati (vabbè non proprio stracciati come lo intendono i comuni mortali)

  • gasp

    6 anni di contratto?Allora Ainge subito Executive dell’anno!

  • shaq4ever

    per dire: woodson e mike brown prendono 4M all’anno
    3,5 milioni circa all’anno sono sopra la media ma meno dei migliori coach.