Charlotte supera i 43 di Curry, che Cousins!

Curry dice 43 ma è Charlotte a vincere, tornano al successo anche i Clippers e i Blazers, Denver di misura, dominante Cousins!

 

 

Charlotte Bobcats – Golden State Warriors 115-111
CHA: McRoberts 11 (10 rimb), Jefferson 11, Henderson 24, Walker 31, Sessions 13, Gordon 12
GSW: Barnes 14, Lee 14 (16 rmb), Bogut 8 (12 rimb), Thompson 22, Curry 43

Steph Curry chiude con 43 punti (14/32 dal campo) ma sono i Charlotte Bobcats di Kemba Walker a portarsi a casa il referto rosa; Nel 4° periodo CUrry lancia la rimonta che porta i suoi dal -15 al pareggio a quota 88 dopo 4’, risposta immediata dei padroni di casa con un 7-0, vantaggio difeso fino alla fine grazie alla freddezza di Walker dalla lunetta negli ultimi 24” (6/8).

Philadelphia 76ers – Los Angeles Clippers 83-94
PHI: Turner 25, Young 16 (11 rib), Wroten 9 (10 rimb)
LAC: Dudley 10, Griffin 26, Jordan 11 (21 rimb), Paul 25 (13 ass)

I Clippers tornano a vincere e lo fanno con la solita doppia-doppia di Chris Paul sul campo dei 76ers (sempre senza Carter-Williams); L.A comanda dall’inizio alla fine e uccide la partite ad inizio ripresa con un 13-0 che è valso il +21 (36-57)!

Washington Wizards – Denver Nuggets 74-75
WAS: Booker 12 (12 rimb), Gortat 16, Ariza 14, Wall 20
DEN: Chandler 17, Robinson 16

Italian Job: Gallinari DNP

I Denver Nuggets chiudono il loro tour di 6 partite ad East con una vittoria (4-2) di misura nella capitale; a 32” dalla fine Kenneth Faried schiaccia per i sorpasso sul 74-75 e sarà anche l’ultimo canestro della partita, Washington brucerà tutte le chance per sorpassare perendo palla (Ariza a 22”), sbagliando layup (Wall a 13”), facendosi stoppare (Temple a 12”) e sbagliando un altro tiro (Ariza da 3 a 5”). Denver non è da meno e lo 0/2 dalla lunetta di Faried dà un’ennesima opportunità ai capitolini con 4” sul cronometro ma Nate Robinson scipperà John Wall!

Memphis Grizzlies – Orlando Magic 94-85
MEM: Randolph 19 (12 rimb), Bayless 11, Koufos 7 (11 rimb), Conley 13, Leuer 16 (12 rimb)
ORL: Afflalo 17, Nicholson 19 (11 rimb), Davis 11, Oladipo 10, Nelson 19

Vittoria casalinga per i Grizzlies sui Magic ma arrivata in volata e sudando; infatti con un break di 12-2 i Magic si sono portati sul -4 (87-83) a 2’07” dalla sirena finale, a togliere le castagne dal fuoco ci ha pensato Zach Randolph, prima 1/2 dai liberi e poi layup del +7 (90-83) a 1’14” dalla fine!

Utah Jazz – Portland Trail Blazers 94-105
UTA: Jefferson 13, Kanter 19, Hayward 17, Burke 15, Burks 20
POR: Aldridge 24m Batum 7 (11 ass), Lopez 15 (11 rimb), Matthews 16, Lillard 18

Portland passa a Salt Lake City con il solito super Aldridge; match mai in discussione con i Blazers saldamente padroni del match, il colpo di grazia arriva a metà del 3° periodo con un 8-0 che da il +15 (57-72).

Sacramento Kings – Dallas Mavericks 112-97
SAC: Thompson 10, Williams 31, Cousins 32 (19 rimb), Thomas 24
DAL: Nowitzki 18,, Calderon 11, Ellis 21, Larkin 10

In attesa di Rudy Gay i Kings vincono con una pazzesca prova di DeMarcus Cousins (32+19) e di Derrick Williams (31 punti) che da soli spazzano via i Dallas Mavericks; Sacramento chiude avanti di 10 il primo tempo (57-47), ci si aspetta il solito calo di prestazioni ma stavolta gli uomini di coach Malone ci sono, Cousins-Williams estendono il vantaggio fino al +20 (87-67) dopo un parziale di 12-4!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Danilo

    ma i 31 di Derrick Williams??????
    Certo SAC con Gay+Cousins+Thomas ( e volendo pure Fredette ) hanno messo su un bel potenziale in attacco….

  • Danilo

    cmq Thomas ( 5.10 ) che stoppa Bernard James ( 6.10 ) al ferro metre tenta di schiacciare è qualcosa di strepitoso…. Questo è proprio un mito…..

  • Nitrorob

    Isaiah davvero un mito!!
    spero per lui che possa avere la possibilità di giocare in una squadra seria!

    stanotte i Kings hanno dato veramente una prova di forza
    Cousins non mi stupisce, potrebbe farla ogni sera questa prestazione
    invece si limita a “giocare”

    a Charlotte è stato dato lo stato di allerta, pericolo di mattoni cadenti per tutta la notte eheheh
    curry 5/14 da 3, testone! se non entra non insistere no?:-)
    non sei mica Westbrook

    ancora 0 punti per Porter, mannaggia a me che addocchio sempre i rookie giusti eheheh

    cmq Faried oltre la schiacciata ha fatto pure il block su Wall evitando il sorpasso
    grande Manimal

  • Magic

    Più che Fredette (una nullità che vive di sola fama NCAA) sarà interessantissimo McLemore, ancora acerbo, ma potenzialmente davvero forte.

    Derrick Williams il talento lo ha sempre avuto, speriamo che non sia un fuoco di paglia.

    Cousins è nettamente il miglior centro della lega (salvo i sempre più rari passaggi a vuoto).

    Kemba Walker è sempre snobbato da tutti, ma è uno dei pochi pick azzeccati da MJ ed è un signor giocatore: stanotte ha vinto lui la sfida vs Curry (43 punti in modalità mitragliatrice folle ed un po’ arrugginita).

  • 8gld

    I Warriors soffrono più l’assenza di un Jack ieri o Iguo oggi nelle rotazioni che “un’eventuale” assenza sotto. Entro fine Gennaio Jackson dovrebbe riavere tutto il roster a disposizione.
    Bella partita di Walker.

    Sacramento: lui è forte.
    Alla fine un quintetto interessante Malone può metterlo…Thomas-McLemore(cresce bene)-Gay(Williams)-Thompson-Cousins.
    Basta mettere a posto le gerarchie…la stella c’è già, il play pure…insieme a McLemore e Williams Gay può “martellare”. Curioso.

  • shawn matrix

    Giusto ieri dicevo come Gay e Williams siano due giocatori simili e il secondo si spara un Career high da 31 punti, vediamo quando giocheranno insieme cosa combiano.
    Dallas paga anche le pessime percentuali al tiro (37/95 !!).
    Porter 1 rimbalzo in 7 min, ahi ahi

  • low profile

    Sacramento per me sta costruendo la squadra sul paradigma Cousin ha 25 punti nelle mani, Gay pure, Isiah 20, Derrick e Mclemore 15 a testa che in 5 fa 100. Niente di più sbagliato, l’economia di una squadra dipende da mille altri fattori rispetto a quello che ogni giocatore ti può dare singolarmente. Talento ce n’è, sia chiaro ed in situazioni normali sarebbe una base di partenza ottima ma escludendo forse il rookie (ma è un rookie) gli altri di normale hanno ben poco, ergo grandi partite o al massimo qualche striscia vincente ma appunto eventi eccezionali che nel bilancio complessivo mai e poi mai li porterà a stabilizzarsi in posizioni di eccellenza, con aggravante di veder aumentare la frustrazione che a sua volta porterà a nuovi comportamenti “antisociali” di quei cervelli non proprio bilanciati che popolano lo spogliatoio

  • 8gld

    In questo è il coach e lo staff che devono dar risposte

  • docpretta

    Ancora niente sermone da padre alert ??? Alla luce della prestazione del cugino ci sta bene il panegirico !!! Eheheheh tutto all insegna della tonnara di carloforte

  • mad-mel

    Siamo a un quarto di stagione e quatti quatti Charlotte è quarta ad est. Venti gare cominciano ad essere un campione significativo. Certo che per andare ai playoffs quest’anno all’est non occorre fare miracoli.
    Da quanti anni non c’è un est veramente competitivo?

    All’ovest mi sembra logico che attualmente Golden State sia fuori playoffs. Ci saranno esclusioni eccellenti quest’anno.

  • Danilo

    secondo me Gay ai Kings sta come i cavoli a merenda, soprattutto per la presenza di Williams e McLemore, ma mi sembra piuttosto una trade “politica” all’indomani delle polemiche per il mancato passaggio dei Kings a Seattle… La proprietà, visti i risultati deprimenti, ha deciso di rinnovare a prescindere mettendo le mani su giocatori anche strapagati ( Gay ) o di potenziale talento inespresso ( Williams ) ….. potrebbe funzionare così come potrebbe rivelarsi un casino peggiore di prima… Però i tifosi Kings sembrano gradire e già questo è molto importante

  • mad-mel

    @low profile quoto e aggiungo con che percentuale al tiro arrivano ai 100 punti?

  • 8gld

    Sacramento deve decidere se provare a risalire la china o girare al draft.
    Se vuol risalire la china deve trovare un minimo di chimica. In questo non vedo che il coach è il suo staff.
    Gay è un 3 e il suo contratto entra in PO il prossimo. Quindi ci sono “variabili”.
    Thomas gioca, McLemore cresce, Gay non è una stella e prende molto ma disciplinato può dare un bell’apporto insieme a Williams. Thompson può coesistere con Cousins. Quest’ultimo, con tutte le possibilità di sbagliare visto il carattere, non è solo uno da 25 a partita. Cousins è un 25+/10+/+/+ ad allacciata con difesa e capacità cestistiche sopra la norma. Può giocare spalle a canestro con assist nelle mani.
    Sono tutto e non sono niente ma di sicuro meglio di ieri.

  • low profile

    8gld

    L’allenatore sembra uno con le palle ma non lo vedo capace di fare miracoli. é già stato detto ma il caso di Gay a Memphis è emblematico, toglilo da una squadra con l’apparente poco talento offensivo e ti ritrovi la miglior stagione della loro storia.

    faccio un gioco simil matematico autenticamente idiota:

    Talento funzionale x talento funzionale = talento al quadrato

    Talento alla Gay x Talento alla Gay = caos

    Talento funzionale – talento alla Gay = equilibrio

  • Michael Philips

    Gay arriva ai kings e come comitato di benvenuto trova i 32 di cousins i 31 di williams e i 24 di thomas.
    Come ho visto il boxscore ho pensato: cazzo, della serie, ciccio, qui i 37 tiri che ti sei preso ai raptors te li sogni!

    Sinceramente dopo l’arrivo di derrick williams che senso ha prendere uno come gay? Quando cazzo vuoi farlo crescere williams che prima è arrivato alle spalle di love e ora probabilmente continuerà alle spalle di gay, che con quel contratto verrà messo in quintetto a prescindere dalla qualità delle sue performance?

    I kincks hanno buttato all’aria diversi pick: thomas robinson, fredette…

  • 8gld

    Sì, il discorso di Memphis ci sta tutto ma non credo sia dato dal carattere ma dal tipo di gioco.
    Non è una stella, il suo contratto è pesante e non è una prima opzione.
    Può rimanere a Sacramento come andare in altri lidi.
    Il suo contratto oggi pesa domani può esser utile.
    Nel quintetto, in tutti i suoi effettivi e con tutte le sue problematiche, un filo di logica si può trovare. All’asse Thomas-Cousins si posso aggiungere due tiratori come McLemore e Gay e un “lavoratore” come Thompson.
    Possono anche andar male e non strapparsi per forza i capelli. Una ricostruzione, sopratutto quando c’è voglia di risalire, ha bisogno del suo tempo, delle sue difficoltà e di quel “pizzico” di variabili. L’importante è non “bloccare” troppo i movimenti.
    Alla fine c’è solo l’anello e sempre in 29 non lo vincono.

  • Michael Philips

    commovente il “ciccia challange” tra Z-BO e Davis…

  • Michael Philips

    Un pò di inutili ciriosità:

    Evan Turner continua la sua lenta ma costante crescita e ora viaggia a

    20.7pts+6.6reb+3.9ast

    nel 2012-13:
    13.3pts+6.3reb+4.3ast

    2011-12
    9.4pts+5.4reb+2.8ast

    2010-11
    7.2pts+3.9reb+2ast
    ———————————————————–

    Chris Paul entro questa stagione dovrebbe raggiungere i 10assist di media in carriera: cosa riuscita solo a magic(11.2) e Stockton(10.5).

    Sempre restando ai clippers, udite udite! DeAndre Jordan sta ufficialmente viaggiando in doppia doppia!! !! !! !!
    10+13.3 a cui aggiunge anche 2.1blk. Almeno il bestione inizia a rendersi utile oltre a schiacciare.

    ———————————————————–

    Per finire, a grande rishiesta(ma quando mai??) ecco la top 10 degli schiacciatori più prolifici:

    1) Drummond 54 Dunks in 21 games
    2) Jordan 54 Dunks in 21 games
    3) Howard 41 Dunks in 22 games
    4) Griffin 35 Dunks in 21 games
    5) Durant 34 Dunks in 19 games
    6) Bogut 32 Dunks in 20 games
    7) A. Davis 31 Dunks in 16 games
    8) Faried 29 Dunks in 20 games
    9) Hickson 29 Dunks in 20 games
    10)Ibaka 27 Dunks in 19 games

  • gasp

    Wall continua ad avere lampi di genio a cappellate tremende,anche oggi nel finale ha perso dei palloni sanguinosi.

    Bobcats che confermano di non essere più quelli visti negli ultimi due anni e nella disastrata Eastern (le squadre dell’est non avevano una così bassa percentuale di vittorie contro l’altra Conference dal 2004) possono fare i PO tranquillamente

  • deron

    ma voi davvero pensate che un quintetto come quello di Sacramento, con un nano in regia, un rookie in guardia, un mangiapalloni in ala piccola, un ala grande undersized e Cousins, possa ottenere qualcosa di buono?? Qualcuno mi dice chi tra i 5 titolari ha una minima idea di come si difenda? Più che un coach serve un miracolo..

  • Bj elder

    A golden state urge il rientro di igoudala, giocatore perfetto per il sistema dei warriors soprattutto perche tpglie un po di possessi a curry che puo dedicarsi al tiro da tre su qualche scarico; stanotte male dall’arco ma comunque viaggia a percentuali piu che ottime se si considera che meta buona dei suoi tiri li prende dal palleggio arresto e tiro con una mano in faccia! Se non rientra andre al piu presto rischiano di non fare i play off!

  • low profile

    Med-mel

    la domanda giusta è di quanti palloni avranno bisogno

    8gld

    il tuo ragionamento non fa una piega ma se ho:

    1 Cousin che è fortissimo e date le circostanze (mancanza di lunghi e amenità già sentite) è un giocatore a cui non si può che voler bene ma resta un km sopra le righe,
    2 Thomas che lo stesso è forte, lo stesso è un idolo ma parecchi cm “sotto le righe”
    ci rendiamo conto che quello che serve ai Kings è normalità, gente noiosa che non accende la fantasia di nessuno ma che porti concretezza, i Battier di questo mondo per intenderci.
    Poi come dici tu l’anello uno è ed uno resta, ma per fare un esempio la Sac di inizio millennio pur senza titolo era una gran bella squadra

    Gasp

    io per l’est proporrei un regolamento in stile America’s cup pre anni 80. C’è un campione, c’è uno sfidante e basta, se la giochino nella baia di Miami gli heat ed i pacers, poi se negli a venire gli sfidanti aumenteranno ben venga la luis vitton cup

  • gasp

    Low profile
    Il futuro commissioner ha espresso dubbi sull’utilità delle Division,dall’anno prossimo credo ci saranno molti cambiamenti

  • Michael Philips

    Gasp

    sì, si parla di possibili cambiamenti drastici, tra tutti quello rivoluzionario che vedrebbe andare ai playoffs i team con i 16 record migliori, senza badare alla conference.

  • gasp

    Mp
    Mah,quel cambiamento non credo sia possibile in poco tempo,se ne parla da anni ma le Conference non sono mai state modificate da Stern che ho notato dalla rissa Pacers-Pistons è diventato molto più intollerante e poco incline ai cambiamenti

  • in your wais

    Giornata moscetta eh…ma ci rifaremo domani, con Indiana-Miami, e la seconda partita di Kobe…

    Su Sacramento, mi ripeto: offensivamente parlando, presi uno ad uno hanno un talento spaventoso, ma come diceva qualcuno prima di me, il talento, il potenziale senza chimica sono mondezza…

    Mia idea personale: serve un play vero, uno che in mezzo a quel marasma, diriga i lavori, sappia mettere in ritmo Tizio o Caio, sappia quando bisogna correre o aspettare i 24″

    Nulla contro Isaiah, ha palle da vendere, è un duro, segna a profusione…io spero diventi o sia già quello che serve ai Kings, diciamo che ad occhio a me pare più una guardia sottodimensionata, che pensa prima alla soluzione personale e poi a coinvolgere i compagni…ma sarei felice di sbagliarmi

    Per il resto, a questo punto credo vedremo spesso i 4 piccoli in campo, con Gay e Williams ali, e Cousin unico centro puro. La chimica, specie con quei mangiapalloni, mi pare difficile, ma se ingranano possono fare danni…se comunque, a prescindere, saranno molto divertenti da guardare ora

  • 8gld

    A mio avviso Sacramento come altre franchigie si trova in quel “limbo” dove non sei ne carne e ne pesce.
    Individui i giocatori che possono dare con tutti i rischi del caso, sempre se vogliono rimanere, e il resto lo “ruoti” sia fisicamente mentre li hai nei quintetti e sia contrattualmente, scambiandoli.
    Questo può rimanere un modo per muoversi di conseguenza alle diverse dinamiche che di volta in volta un roster può creare.
    Avranno fatto una boiata? non è che fino a ieri se la passassero bene.
    L’importante, a mio avviso, è il non “ingolfarsi”.

    Sì i Bob stanno salendo in un Est di bassa levatura (convinto che avrebbe dato qualcosa in più).
    Domanda: fino allo scorso anno sono rimasti sempre nel basso della classifica girando al draft…quest’anno, con un draft molto interessante, decidono di salire. Sarà per loro meriti o per quanto sopra indicato?

  • low profile

    le prime 16 ai PO non ci credo manco se lo vedo, è praticamente impossibile, sul discorso delle division invece ci si potrebbe lavorare sin da subito, alla fine il sistema delle 3 divisions con i 3 leaders non più bassi del quarto posto ha una decina d’anni, non di più, si potrebbe far marcia indietro senza rovinare chissà quale tradizione millenaria e di passo magari eliminarle del tutto e fare 2 conference e basta. Tutto bello tutto utile ma al fine di rendere i playoffs più duri abbastanza inutile, ci troveremmo con Boston sesta anziché quarta Detroit quarta e Charlotte quinta. Sai che rivoluzione

  • Nitrorob

    quest’anno è una gara a perdere per molte squadre dell’est
    e si vede che i Bobcazz avendo firmato Big Al non voglio perdere un’altro anno!
    un posto ai po non è fantasia!

  • 8gld

    Sì hanno firmato Big Al e non vogliono perdere un’altro anno…per arrivare dove?
    Ne hanno persi fino a ieri e proprio oggi decidono di salire…perchè c’è Al? Booh, non saprei.

  • 8gld

    forse sbaglio ma hanno tre chiamate. Una nelle prime 10, un’altra nelle prime 30 e l’ultima al secondo giro.
    Non poco.

  • shaq4ever

    8gld
    hanno la propria scelta che devono però girare a chicago se non è tra le prime 10

    hanno la scelta di portland se non è tra le prime 12

    hanno la scelta di detroit se non è tra le prime 8

    hanno la propria seconda scelta

  • 8gld

    Bella shaq…quindi rischiano di averne addirittura 4 se non sono “fuso”.

    Se tra le prime 10 la tengono.
    Prendono quella di Portland se non tra le prime 12…e ci può stare.
    Prendono quella di Detroit se non nelle prime 8…e ci può stare.
    Hanno la loro scelta nel secondo giro.

    Giusto o mi sono perso?

  • prescelto

    chris paul a fine carriera sarà sicuramente tra i migliori 3 play della storia almeno a livello di assists fatti e media assists,anche come steals potrebbe esssere un top 3,ma alla fine dovrebbe vincere almeno un titolo per essere un vero grande,anche se il miglior play di sempre (leggi john stockton)se togliamo gli alieni (leggi magic)non ha vinto neanche un titolo,anche se lui è giustificato perchè ha perso solo contro gli invicibulls del più grande di sempre .ps ma bennett si candida o no ad essere la peggior prima scelta di sempre per me è in corsa alla grande rispetto a lui il nostro bargnani ha fatto una carriera da hall of fame finora

  • shaq4ever

    8gld
    esatto, è proprio così.. se magari dalla scelta del secondo giro non riesci a tirar su molto, potrebbero prendersi per esempio una 5°, una 9° e una 15° scelta. certo se tankassero bene riuscirebbero nel doppio intento di prendere una scelta ancora migliore e far scalare in modo sicuro di una posizione detroit

    fare i playoff proprio quest’anno sarebbe da suicidio per loro

  • hanamichi sakuragi

    sui we got game c’è un interessante articolo dove si propone che le squadre di est e ovest dalla 6° alla 10° scelta si icrocino (la 6° con la 10° – e così via) in un pre play off per tirare fuori gli ultimi 4 posti.

  • Michael Philips

    Ma pronostici per l’anticipazione della finale della eastern conference, non si fanno?

    Mi tocca prendere i Pacers, solo per il fattore campo.

    Curioso di vedere il duello tra Paul George e LeBron…

  • 8gld

    Capisco che questi discorsi possono far “arricciare” il naso ma una franchigia e un GM li valutano sicuramente.
    Fino a ieri non hai fatto nient’altro che rimanere nei bassifondi della conference.
    Proprio quest’anno, forse, decidi di salire?

    Non credo che queste occasioni capitano spesso, anzi.
    Ad oggi rischiano 4 chiamate (Portland cammina e Detroit difficile possa prendere nelle prime 8).
    Se tutto va bene ti porti a casa 4 pick. Puoi ricostruirci una franchigia?

    “fare i playoff proprio quest’anno sarebbe da suicidio per loro”…concordo e curioso.

  • Danilo

    Si vanno bene le 4 chiamate, ma se poi prendi un Biyombo o un Morrison?

  • gasp

    Hanamichi
    Letto,intendono il modello NFL ma sono molto scettico:si verrebbero a creare nonsense e cose strane.

    Mp
    MVP vs prossimo MVP,duello da seguire assolutamente

  • low profile

    A me l’idea piace e comunque di nonsense già ce ne sono parecchi ma almeno vedremmo squadre più forti a quello che potremmo chiamare tabellone principale

  • shaq4ever

    non so quanto tempo ci sia per mettere pure un pre-turno di playoff. già ci si lamenta dei ritmi indiavolati. secondo me se proprio si vuole cambiare, si potrebbe fare: le prime 5 di ogni conference vanno ai playoff, le altre 6 si va in base al record e non alla conference. quindi per ora andrebbero le prime 5 a est e le prime 11 a ovest

    il vero problema comunque è che si vuole evitare continui tour est-ovest. per cui se l’abbinamento è, per esempio, golden state – ny, vorrebbe dire giocare ogni 2 giorni andando avanti e indietro

    avevano pure cambiato le finals per evitarsi uno spostamento in più, figurarsi fare spostamenti ogni 1-2 partite dal primo turno in poi

  • 8gld

    Certo, ci sono sempre le incognite e la bravura di chi sceglie e la fortuna di trovare al tuo turno quello che hai in mente. Ogni cosa ha le sue “variabili”.
    Per me meglio prendersi questi rischi che entrare ai p.o. per poi avere chance pari al 5% di passare il primo turno, al 2% di passare il secondo, lo 0,00001% di approdare alla finale e allo 0,00000periodico1% di vincere il titolo.

    Poi salta tutto e si ritrovano solo quella del secondo turno.

    Ad oggi hanno più possibilità di più pick che passare il primo turno. Poi posso sbagliarmi, ci mancherebbe.

  • low profile

    OT per chi legge we got game, io non l’avevo mai visitato, ho notato che nei link a destra c’è quello di Bbawful, lo conoscete? Mi fa morire, manca come il pane un blog del genere in italiano

  • gasp

    Mah,comunque credo che un’abolizione dell’Est e dell’Ovest non succederà mai…poi chissà,fra 10 anni la situazione l’incontrario e parleremo di ovest schifoso.

    P.s non lo conosco ma leggendo un pò mi è sembrato ben fatto e divertente

  • in your wais

    Stanotte bisogna dare per forza favorita Indiana, hanno il fattore campo e maggiori motivazioni…poi ovvio che può uscire fuori di tutto, comunque ad oggi l’unica finale di conference possibile