Indiana doma Miami, Bryant 20…ma K.O di nuovo!

George & Co. battono gli Heta nel 1° scontro diretto dell’anno, Bryant ancora sconfitto, bene Irving (37+11) e Spurs, Love spazza via Detroit!

 

 

Cleveland Cavaliers – New York Knicks 109-94
CLE: Thompson 12, Miles 10, Irving 37 (11 ass), Jack 17
NYK: Anthony 29, Bargnani 11, Shumpert 14, Stoudemire 15

Italian Job: Bargnani 11 pt (5/14, 0/3, 1/2), 3 rimb, 2 ass, 1 rec, 1 persa

Doppia-doppia di lusso per Kyrie Ivring (37+11 assist) nel successo interno dei Cavs sui Knicks in un match a senso unico; dopo un 1° quarto dominato dai Cavs (31-19), NY reagisce e riesce a portarsi sul .1 (48-47) subito ad inizio 3° quarto, sarà l’ultimo acuto degli ospiti che da quel momento subiranno un parziale di 33-16 sprofondando sul -18 (81-63), Irving ha realizzato 12 dei suoi 37 nella 3^ frazione.

Indiana Pacers – Miami Heat 90-84
IND: George 17, West 17, Hibbert 24, Stephenson 12
MIA: James 17 814 rimb), Bosh 12m Wade 17, Andersen 10

Il big-match della Eatsern Conference e della notte se lo aggiudicano in rimonta gli Indiana Pacers; Miami gioca un super 1° quarto (19-30) ma quasi sulla sirena del primo tempo Lance Stephenson trova un gioco da 3 punti che porta i suoi all’intervallo lungo sotto solo di 7 (40-47). Nel 3° quarto esce Paul George che realizza 12 dei suoi 17 punti nonché gli ultimi 10 punti dei suoi per il +4 (68-64) sulla sirena del 3° periodo. Indiana resiste fino alla fine con Miami che sciupa diverse chance nel finale di partita, sarà un jumper di David West a 38” a chiudere le danze sull’88-81.

Toronto Raptors – San Antonio Spurs 103-116
TOR: Ross 14, Johnson 19, Valanciunas 14, DeRozan 19, Lowry 11
SAS: Duncan 14, Green 14, Parker 15, Ginobili 16, Belinelli 12, Baynes 14, Mills 11

Italian Job: Belinelli 12 pt (2/2, 2/3, 2/2), 1 rimb, 4 ass, 3 rec

Vittoria esterna ed in rimonta per San Antonio sul campo dei Raptors; Toronto pare forte chiudendo i primi 12’ avanti 36-24, gli Spurs non restano a guardare e recuperano subito e chiudono all’intervallo avanti 53-59 grazie ad un parziale di 14-4 negli ultimi 2’33”. Nel secondo tempo Toronto non riuscirà a farsi sotto.

Atlanta Hawks – Oklahoma City Thunder 92-101
ATL: Millsap 23 (12 rimb), Horford 7 (10 rimb), Teague 17, Mack 17
OKC: Durant 30 (10 rimb), Ibaka 19 (10 rimb), Westbrook 14 (11 ass), Lamb 11, Jackson 13

Tre doppie-doppie in casa Thunder nella vittoria alla Philips Arena di Atlanta contro gli Hawks; Atlanta sfrutta l’assenza dal campo di KD nei primi minuti del 4° periodo per portarsi sul +3 (78-75), Coach brooks chiama time-out, rimette in campo Durant e OKC piazza un parziale di 10-3 col quale scapperà via. Nei primi 3 possessi dal suo ritorno in campo Durant ha stoppato prima Korver, poi Scott e scippato Lou Williams!

Brooklyn Nets – Boston Celtics 104-96
BKN: Anderson 15, Garnett 11, Lopez 24, Williams 25, Blatche 11
BOS: Green 19, Bass 13 (11 rimb), Sullinger 15, Bradley 22, Crawford 15

Torna Deron Williams e i Nets volano contro i Celtics; dopo esser stati sotto tutto il 1° tempo, gli sopiti riagguantano i padroni di casa impattando a quota 60 ad inizio ripresa, questa volta i giocatori di Kidd non si sciolgono e reagiscono con un 10-0 per il +10, sarà quel break a decidere la gara visto che Boston non riuscirà più a recuperare.

Detroit Pistons – Minnesota Timberwolves 94-121
DET: Smith 17, Monroe 10, Caldwell-Pope 16, Jennings 20
MIN: Brewer 11, Love 26 (16 rimb), Pekovic 18, Martin 18, Rubio 15, Barea 10

Italian Job: Datome (0/4, 0/2 da 3), 2 rimb (1 off)

Spettacolare prestazione da Kevin Love di Kevin Love al Palace di Detroit dove i T-Wolve stanno asfaltato i Pistons; la partita finisce dopo 5ì del 2° quarto, infatti Detroit a 7’ dalla fine è avanti di 1 punto, break di 21-5 Minnesota (10 di Martin!) col quale si andrà negli spogliatoi sul 57-62 Timberwolves.

Chicago Bulls – Milwaukee Bucks 74-78
CHI: Dunleavy 24, Boozer 21 (12 rimb), Snell 13, Gibson 10
MIL: Henson 25 (14 rimb), Knight 19 810 ass), Ilyasova 10

Senza Deng, Noah e Butler i Bulls devono cedere combattendo davanti ai Bucks di un ottimo John Henson; proprio Henson sarà decisivo col canestro del +3 (72-75) a 95” dalla fine, Chicago avrà le sue occasioni ma Snell e Boozer non le convertiranno, basteranno 2 liberi di Ilyasova a 4” per mandare i titoli di coda.

Los Angeles Lakers – Phoenix Suns 108-114
LAL: Meeks 13, Gasol 19, Bryant 20, Blake 9 (10 ass), henry 12, Young 13, Hill 13
PHX: Frye 11, Bledsoe 18, Dragic 31, Markieff Morris 15, Marcus Morris 22

Kobe Bryant spara 20 punti a referto (6/11 dal campo) nella sua seconda partuta ma ancora una volta deve arrendersi, stavolta contro i Suns di Goran Dragic; Lakers che rimontano dal -14 fino al -2 (79-81) a 10’ dalla conclusione ma oltre non andranno, i gemelli Morris risponderanno colpo su colpo ad ogni canestro giallo-viola e Dragic metterà il punto finale a 2’31” con il layup del +8 (95-103).

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B