Spurs di forza, ok Thunder e Rockets!

San Antonio supera un pazzesco Love, Houston reagisce sul campo dei Warriors, Horford e Dunleavy all’ultimo tiro, tutto facile per Oklahoma City!

 

 

Indiana Pacers – Charlotte Bobcats 99-94
IND: George 10, West 14, Hibbert 18 (11 rimb), Stephenson 20 (11 rimb), Hill 13, Scola 11
CHA: Jefferson 21, Henderson 10, Walker 13, Sessions 13

Gli Indiana Pacers sono la prima franchigia NBA a toccare le 20 vittorie ma hanno dovuto faticare contro i Bobcats con un Paul George da 2/12 dal campo; a 2’16” dalla fine Al Jefferson porta i suoi sul -2 (96-94), Indiana non segna più ma Charlotte butterà al vento ben 4 occasioni per pareggiare /sorpassare gli avversari, 2 liberi di George Hill a 15” congeleranno il match!

Orlando Magic – Cleveland Cavaliers 100-109
ORL: Afflalo 17, Vucevic 6 (13 rimb), Oladipo 26, Nelson 17, Nicholson 12 (10 rimb), Harris 10
CLE: Miles 10, Irving 31, Waiters 21, Varejao 10 (14 rimb)

Kyrie Irving e Dion Waiters combinano per 52 punti nel successo esterno dei Cavs sul campo dei Magic; Orlando comanda il match per 3 quarti abbondanti, dopo 4’ del 4° periodo Harris trova la tripla del +4 (85-81) e sarà anche l’ultimo vantaggio locale, Cleveland piazzerà un break di 14-0 (6 punti per Dellavedova!) per il +10 (85-95) a 5022” dal termine, Orlando non recupererà più.

Toronto Raptors – Philadelphia 76ers 108-100
TOR: Ross 24, Johnson 17 (10 rimb), Valanciunas 12 (13 rimb), DeRozan 27, Lowry 6 (11 ass), Vasquez 12
PHI: Turner 21 (10 rimb), Young 18, Hawes 15, Wroten 23, Anderson 13

Esordio vincente per Greivis Vasquez con i Toronto Raptors, vincenti in casa su Philadelphia (sempre senza Carter-Williams) con un ottimo DeRozan; proprio il nuovo arrivato è stato decisivo, dopo 4’ del 4° periodo Phila prova e rientrare portandosi sul -5 (82-82) ma Toronto sparerà 3 triple (2 Vasquez, 1 Johnson) per il +14 (96-82) in neanche 50”!

Atlanta Hawks – Washington Wizards 101-99 OT
ATL: Milsap 16 (11 rimb), Horford 34 (15 rimb), Korver 16, Teague 12
WAS: Ariza 10, Booker 24 (14 rimb), Gortat 12 810 rimb), Webster 15, Wall 13 11 ass)

Serata da incorniciare per Al Horford, doppia-doppia da 34+15 e ancora uomo dell’ultimo tiro decisivo, stavolta vittima i Washington Wizards; proprio Horford regala i supplementari realizzando 2 liberi a 5” dalla fine dei regolamentari dopo che gli ospiti avevano delapidato diverse chance per uccidere il match, 86-86 con Wall che sbaglia sulla sire, overtime! Finale di extra-time cardio-palma, ad 1” dalla sirena Booker segna il canestro del pareggio a quota 99, ma Horford sulla sirena torva il fadeaway della vittoria!!!!

Boston Celtics – New York Knicks 90-86
BOS: Bass 10, Sullinger 19, Bradley 13, Lee 18
NYK: Anthony 26, Bargnani 22, Stoudemire 18

Italian Job: Bargnani 22 pt (9/17, 0/5, 4/4), 7 rimb (2 off), 4 ass, 1 rec, 1 persa

New York stavolta lotta ma deve chinarsi di nuovo di fronte ai Boston Celtics di Jared Sulinger; i padroni di casa recuperano 11 punti di svantaggio nel 4° periodo con un mega-parziale di 22-7 negli ultimi 10’ di partita, giocata decisiva la tripla a 2’38” di Avery Bradley per il sorpasso sull’86-84!

Detroit Pistons – Brooklyn Nets 103-99
DET: Smith 10, Monroe 22 (11 rimb), Drummond 22 (13 rimb), Singler 16, Stuckey 17
BKN: Johnson 12, Williams 22, Blatche 20 (12 rimb), Pierce 12, Teletovic 17

Italian Job: Datome DNP

Le torri di Detroit, Drummond & Monroe, chiudono a referto con 44 punti e 24 rimbalzi (su 43 di squadra) trascinando i Pistons sui Nets; 2° quarto decisivo con Drummond e Stuckey che combinano per 30 punti (la frazione reciterà 38-20!), Detroit tirerà 12/21 dal campo e 14/19 dalla lunetta per il +17 (61-44) all’intervallo!

New Orleans Pelicans – Memphis Grizzlies 104-98
NOP: Aminu 10, Anderson 18, Gordon 25, Holiday 20 (12 ass), Morrow 11
MEM: Randolph 13 (10 rimb), Conely 18, Leuer 19, Miller 10, Davis 12

Bella vittoria interna dei Pelicans sui Grizzlies arrivata dalle ottime prestazioni del duo di esterni Gordon-Holiday; gli ospiti inseguono tutto il match e nel 4° periodo arrivano fino al -6 (94-88) dopo un break di 22-10 a 4’ dalla conclusione, time-out New Orleans ed usciti dal time-out i giocatori di coch Williams tornano a giocare e chiuderanno l’incontro a 54” con la bomba del +10 firmata da Jrue Holiday.

Oklahoma City Thunder – Los Angeles Lakers 122-97
OKC: Durant 31, Ibaka 19 (10 rimb), Westbrook 19 (12 ass), Lamb 11, Jackson 19
LAL: Johnson 13, Gasol 14, Young 17, Henry 15

Russell Westbrook vede i Lakers e, come un toro che vede rosso, si scatena come sempre, doppia-doppia per lui più i 31 di Durant e vittoria facile per OKC; partenza a fuoco dei padroni di casa che volano subito ul +15, L.A non ci sta e nel secondo quarto riesce ad arrivare fino al -6 dopo 4’, risposta Thunder con un break di 12-0 per il +18 (56-38) e i titoli di coda. Per Kobe Bryant versione PG 13 assist a referto ma solo 4 punti con 2/6 dal campo e 7 perse!

Milwaukee Bucks – Chicago Bulls 90-91
MIL: Middleton 10, Henson 15, Mayo 14, Knight 11, Neal 17
CHI: Dunleavy 12, Boozer 14 (12 rimb), Noah 21 (18 rimb), Butler 16, Hinrich 13

Successo di misura e al fotofinish per i soliti coriacei Chicago Bulls del guerriero Joakim Noah (21+18) sul campo dei Bucks; a 29” dalla fine Mddleton realizza il tiro del 90-88 Milwaukee ma gli stessi Bucks butteranno via molte occasioni per chiuderla, sanguinosa la persa (poi finita in contesa) da Gary Neal a 16” in quanto Mike Dunleavy da 3 spererà la il tiro del sorpasso con solo 5” da giocare, vano l’ultimo tiro di Mayo!

San Antonio Spurs – Minnesota Timberwolves 117-110
SAS: Leonard 19, Duncan 12 (14 rimb), Parker 29, Ginobili 20, Diaw 12, belinelli 12
MIN: Love 42 (14 rimb), Oekovic 18 (11 rimb), Martin 14, Rubio 15

Italian Job: Belinelli 12 pt (3/5, 2/4 da 3), 2 rimb, 1 ass, 1 persa

Pazzesca doppia-doppia di Kevin Love da 42 punti (15/27 dal campo) e 14 rimbalzi ma a portarsi a casa il referto rosa sono stati gli Spurs dei “Tri Amigos”; gli Spurs entrano nell’ultimo quarto sotto 80-89, Popovich tiene Ginobili e Parker in campo per tutta la frazione e loro lo ripagano combinando per 28 punti e 6 assist, il break di 6-0 a 2’35” dalla fine che ha deciso il match (113-108) porta le fire di Duncan, Ginobili e Parker!

Denver Nuggets – Utah Jazz 93-103
DEN: Chandler 17, Hickson 12, Miller 11, Hamilton 17, Mozgov 13
UTA: Jefferson 14, Williams 11, Favors 19, Hayward 30 (13 rimb), Burke 10 810 ass), Evans 10

Italian Job: Gallinari DNP

Colpo esterno dei Jazz che vincono niente meno che sul campo dei Nuggets con un grande Gordon Hayward (30+13 rimbalzi); infatti l’ex Butler realizza 12 dei suoi 30 punti nel 4° periodo, la giocata chiave sarà invece di Derrick Favors, gioco da 3 punti per il +6 (93-99) a 2’14” dalla fine.

Phoenix Suns – Sacramento Kings 116-107
PHX: Tucker 10, Frye 11, Plumlee 12, Dragic 29, Bledsoe 28, Green 10
SAC: Gay 24, Cousins 15 (16 rimb), Thoma s29, Williams 14

Rudy Gay gioca un signor esordio in maglia Kings con 24 punti e 8/12 al tiro, ma i Suns giocano una signora partita tutti insieme vincendo la sfida; match dreciso da una stoppata ad inizio ripresa di Plumlee su Cousins, da quella giocata è partito un break di 19-5 Suns che li ha portati dal -3 al +12 (77-65), Sacramento non è più rientrata.

Golden State Warriors – Houston Rockets 112-116
GSW: Barnes 20 (12 rimb), Lee 23 (10 rimb), Bogut 10 (11 rimb), Thompson 15, Curry 20, Speights 16
HOU: Parsons 23, Howard 18 (11 rimb), Harden 26, Beverley 16, Casspi 10

Dopo il K.O di Portland gli Houston Rockets reagiscono e lo fanno vincendo a casa dei Warriors; a decidere il match sono stati Dwight Howard con un tap-in (+ fallo) a 2’15” per il +5 Rockets (98-103) e poi 4 punti in rapida sequenza di patrick Beverley 1’ più tardi che hanno dato il +7 (100-107), nel finale Houston sarà quai perfetta dalla lunetta (9/10) e per i Warriors non ci sarà niente da fare

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • deron

    ottimo 3 su 20 degli esterni di New York

  • Gattoneoneone

    Che sia il risveglio di Irving? Non corriamo, ma dopo l’inizio di stagione deludente due partite consecutive così sono un bel segnale.
    Love pazzesco, risponde immediatamente ad Aldridge, ma parliamo di Howard: ci sta criticarlo quando gioca male e sono il primo a farlo, ma un 18+11 con 5-6 dal campo, 1-1 da tre (???) e ben 7-7 (!!!) ai liberi merita elogi.
    Per il resto sconfitta che ci sta per i Lakers, ora la classifica (in ottica draft ehehe) sorride, vediamo come si procederà. Kobe playmaker puro, ha sempre cercato il passaggio e non il tiro, anche per questo si spiegano le 7 perse (anche se a volte esagera cercando passaggi impossibili).

  • Gattoneoneone

    Prima che io venga lapidato.. “Kobe playmaker puro” sottintende il fatto che abbia giocato da playmaker, non che lo sia. È ovvio, ma su questo sito non si sa mai…

  • Dante

    Al momento kobe fisicamente non ne ha..non riesce in nessun modo ad andare via al suo uomo,che sia in palleggio o in post.e stanotte non ha giocato sefolosha…partita mai iniziata e squadra che al netto delle assenze sembra aver perso un minimo di entusiasmo. La difesa va bè, quella non e’ mai esistita.ormai i lunghi avversari si sparano sempre il partitone

  • Ammiraglio

    è vero che c’è un’evoluzione di Irving, quanto pure è vero che Bynum è sparito.

    Bryant in versione playmaker mi piace molto; potrebbe essere un ottimo modo di riciclarsi quando il fisico non lo assisterà più ( già ora?).

    Ma Varejao si è infortunato grazie a quell’imbecille oppure è soltanto una bottarella?

  • BAUBAU

    Quoto Dante, Kobe ha cercato sempre l’assist perchè non riesce a crearsi spazio con il palleggio arresto tiro. Le 7 palle perse sono nate tutte da passaggi non ricevuti dai compagni, anche se alcuni erano impossibili da ricevere.

    Poi vabbè la difesa dei Lakers la si conosce, specialmente i lunghi sembrano non avere proprio voglia.

    Prestazione mostruosa per Love e un Henson, che sto seguendo avendolo al fantasy, in crescita un po’ come Sanders l’anno scorso, giocatore interessante.

    Si sta riprendendendo Kyrie? Lo spero

    Per NY credo sia il momento di cambiare qualcosa, io vedevo bene quella trade per Lowry, che ha punti nelle mani e se vuole sa anche fare il play.

  • cips

    grande horford

  • BAUBAU

    Qualcuno sa dirmi la prima scelta al draft dei Lakers come sta? Ho cercato un po’ ma non ne capisco niente

  • Michael Philips

    – Irving AKA “peggior delusione della storia NBA” ne mette prima 40 e poi 30…

    – Oladipo è chiaramente il nuovo wade, ed è l’unico che può battere MCW per il ROY.

    – Lance Stephenson è un giocatore potenzialmente pauroso, e inizio a seguirlo con interesse. Questo se riesce a tenere il cervello conesso per quasi tutta la gara, può far tanti danni.

    – Love risponde ad Aldridge, e lo fa contro duncan e gli spurs(ma viene sconfitto). Ieri dicevo che Kevin tira troppo da 3(ed è vero) e lui che fa? Piazza un osceno 8/9 dalla lunga…e 42pts…

    – Durant sta salendo vorticosamente di livello, ha chiaramente aggiustato la mira e si avvia ad essere il primo candidato all’MVP(ieri il PRIMO candidato al premio ha fatto 10pts con 2/12 dal campo…)

    – Kobe pare davvero giù fisicamente, più di quanto immaginassi. Comunque 13 assist a referto.

    – I due playmaker dei suns hanno messo 28 e 29 punti a testa. Qualcuno ricorda una prestazione del genere di due playmaker compagni di squadra???

    – Vorrei tanto vedere Harrison Barnes da prima opzione offensiva, quindi lontano dai warriors. Ora gioca, ma quando torna iguodala per lui si chiuderà ogni spazio, un vero peccato.

  • mad-mel

    ma secondo voi e in sovrappeso kobe?

  • Marimba

    Kobe sei una biscia senza veleno che spara a salve. Ritirati senile, 0-3 con te in campo

  • prescelto

    stasera prima vittoria dei lakers con kobe contro charlotte?se perdono anche questa ci sarà da ridere,avete notato che bryant segna solo in layup non ha ancora confidenza nel tiro in sospensione.love 8 su 9 da tre ma contro i miei spurs c’è poco da fare.

  • prescelto

    un ‘ultima cosa scommettiamo che stanotte contro utah pop fa riposare se ?non tutti i 3 amigos almeno tony e timmy?buon week-end tutti io vado a fare shopping natalizio con la famiglia.

  • michele

    alert, bargnani anche stavolta non l’ha proprio vista contro sully eheheh

    ottima vittoria di boston, nonostante i zero canestri di crawford che forse non ha digerito le attenzioni e la nomina a player of the week…nessun problema, coach stevens ha saputo trovare altre frecce per l’arco celtico.

  • gasp

    Kobe chiaramente indietro fisicamente,un polpaccio è più grosso dell’ altro.
    Durant ogni volta che vede i Lakers fa grandi prestazioni,oggi 31 punti ma balisticamente quasi perfetto (appena 4 tiri sbagliati!)

    NY solita solfa,gioca bene per tre quarti poi nell’ ultimo si inceppa

    Love che avrà detto “Aldridge who?” perchè oggi tanto roba,peccato per la sconfitta

    Irving sembra essersi ripreso dopo l’ inizio altalenante,meglio cosi

    Prescelto
    Mi sa che perdono anche contro Charlotte che è completamente diversa dall’ anno scorso,oggi stavano quasi per fare lo sgambetto a i primi della classe con Jefferson dominante su Hibbert (durante la partita i giocatori di Indiana si guardavano come per dire “ma chi cazzo è questo?”)

  • marimba

    kobe bryant sei un falso afroamericano finito ed in sovrappeso. ritirati, luis scola ti batterebbe in una gara di corsa coi sacchi. l’unica tripla doppia alla quale puoi ambire è quella del numero dei tuoi kg.

  • michele

    sì vabbè gasp…al jefferson è da anni uno dei lunghi più solidi in circolazione, anche se non è mai stato in grado di fare il passaggio decisivo ad all star

    per i pacers una ottima w, dopo un ciclo infernale di partite vincere una gara insidiosa pur giocando male è da gran squadra. poi stephenson cresce sempre più.

  • Lemmy

    BAUBAU

    se non sbaglio i Lakers hanno una prima scelta che è protetta tra le prime 20 (altrimenti andrebbe ai Rockets, per l’affare Hill, i quali poi l’hanno data ai Thunder per Harden)

  • Lemmy

    Ah no. E’ protetta per le prime 20 per i Mavs. Comunque i Lakers hanno anche la loro scelta al 1 round.

  • BAUBAU

    Grazie mille Lemmy, tra tutti questi scambi di scelte ci capisco davvero poco, con un draft pieno di talento potrebbe essere una buona scelta quella dei Lakers

  • gasp

    Michele
    A inizio stagione con i problemi alle caviglie e il trienniale firmato pensavo che Jefferson potesse diventare un albatross,ma fortunatamente mi sbagliavo.

    Ma in America quando parlano dei Knicks impazziscono completamente,negli ultimi giorni hanno inventato trade per Melo improbabili,ultima con I Clippers.

  • LOL

    i lakers le perdono tutte da qui a fine anno, state tranquilli, con questo kobe e senza blake e farmar che erano i due migliori play e tiratori della squadra siamo 4 sfollati

  • deron

    kevin love è un vero maestro della loosing effort

  • 8gld

    Fino ad oggi stanno tenendo bene, complimenti ai coach, Atlanta-Boston-Phoenix-Denver. Horford è una pedina che farebbe comodo a molte franchigie. Solido e costante.

    A Detroit Dumars avrà un compito non semplice.
    Fin qui il coach, alle prime avvisaglie di partita andata, tende a togliere le plance mandando fuori giri la squadra, in primis Jenning(già a lui non ci vuole molto).
    Personalmente in questo non lo seguo.
    Drummond viene su bene.

    Houston ha trovato l’assetto. Vediamo se sapranno “ritoccarlo”. Bravo McHale fin qui.

    Pelicans, pur con l’assenza di Davis (spero si sbrighi a rientrare), sono una franchigia intrigante. Forse non faranno i p.o. ma non serve molto per farli salire.

    Già ci sono avvisaglie…forse tra altre venti la classifica si “staccherà” di più.

    Aspetto con pazienza un roster completo alle dipendenze di coach TT.

    Per il gioco che fanno, per l’infortunio che ha subito e per le capacità trovo giusto mettere Kobe da play.
    Ha bisogno del parquet e tempo per valutare il postunfortunio e, se volesse, saprebbe farla girare bene una squadra. Se coach D’Antoni dovesse rimanere e dopo aver valutato il mercato, immaginarlo in quel ruolo,forse sbaglio, non stonerebbe.

    MP: Forse è ancora troppo presto per Barnes divenire una prima opzione in una franchigia, non è detto che non lo diverrà. Ad oggi lo vedo meglio ai Warriors visto, anche, che alla fine viene chiamato in causa. Con il rientro di Iguodala tornerà da 6°…ma prima di pensare a quello c’è da riprendere la china in r.s. ed entrare pronti ai p.o.
    Vedrei meglio un Curry con meno parole fuori dal parquet, un Iguodala in forma, un rientro di O’Neal e la possibilità, fortuna, di poter giocare dei p.o. al completo. Credo che a oggi sia più conveniente per lui e i Warriors una sua presenza e crescita che il rischio da te indicato.

    Indiana fa benissimo a tenere il passo e voler arrivare prima. Il fattore campo, evidenziato nei p.o., per loro diviene fondamentale. Vogel continua a lavorar bene.

  • 8gld

    Fino ad oggi stanno tenendo bene, complimenti ai coach, Atlanta-Boston-Phoenix-Denver. Horford è una pedina che farebbe comodo a molte franchigie. Solido e costante.

    A Detroit Dumars avrà un compito non semplice.
    Fin qui il coach, alle prime avvisaglie di partita andata, tende a togliere le plance mandando fuori giri la squadra, in primis Jenning(già a lui non ci vuole molto).
    Personalmente in questo non lo seguo.
    Drummond viene su bene.

    Houston ha trovato l’assetto. Vediamo se sapranno “ritoccarlo”. Bravo McHale fin qui.

    Pelicans, pur con l’assenza di Davis (spero si sbrighi a rientrare), sono una franchigia intrigante. Forse non faranno i p.o. ma non serve molto per farli salire.

    Già ci sono avvisaglie…forse tra altre venti la classifica si “staccherà” di più.

    Aspetto con pazienza un roster completo alle dipendenze di coach TT.

    Per il gioco che fanno, per l’infortunio che ha subito e per le capacità trovo giusto mettere Kobe da play.
    Ha bisogno del parquet e tempo per valutare il postunfortunio e, se volesse, saprebbe farla girare bene una squadra. Se coach D’Antoni dovesse rimanere e dopo aver valutato il mercato, immaginarlo in quel ruolo,forse sbaglio, non stonerebbe.

    MP: Forse è ancora troppo presto per Barnes divenire una prima opzione in una franchigia, non è detto che non lo diverrà. Ad oggi lo vedo meglio ai Warriors visto, anche, che alla fine viene chiamato in causa. Con il rientro di Iguodala tornerà da 6°…ma prima di pensare a quello c’è da riprendere la china in r.s. ed entrare pronti ai p.o.
    Vedrei meglio un Curry con meno parole fuori dal parquet, un Iguodala in forma, un rientro di O’Neal e la possibilità, fortuna, di poter giocare dei p.o. al completo. Credo che a oggi sia più conveniente per lui e i Warriors una sua presenza e crescita che il rischio da te indicato.

    Indiana fa benissimo a tenere il passo e voler arrivare prima. Il fattore campo, evidenziato nei p.o., per loro diviene fondamentale. Vogel continua a lavorar bene.

  • low profile

    E coach Bud? Un grandissimo, issimo issimo, curioso che lui e Shaw dopo anni di lusinghe su come fossero dei vice extra lusso stiano facendo subito bene con le responsabilità da head coach, bravi

  • Flavio Tranquillo

    Coach Bud dimostra che tutto quanto RC Buford tocca si tramuta in oro, è il vero Re Mida della Lega amici telespettatori. Il vero demiurgo, assieme a Greg Popovich, di una franchigia che da 15 anni domina il basket americano con più del S-E-T-T-A-N-T-A per cento di vittorie nella Conference più arcigna e spietata di ogni epoca. E che tramite i suoi figliocci sparsi per tutti gli stati dello sterminato paese ( su tutti l’immenso Sam Presti)diffonde il verbo del front office SPuuuuooors!

  • Alessio

    Comunque i lakers non possiedono nessuna scelta di altre squadre: casomai devono dare via le prime scelte 2015 e 2017 e le seconde scelte 2014 e 2015.

    http://basketball.realgm.com/nba/draft/future_drafts/detailed

  • low profile

    Flavione io sono un tuo grande ammiratore ma stavolta mi deludi un pò, dall’alto della tua enciclopedica conoscenza del mondo spuoeeeeerrss come hai fatto a non menzionare i vari:

    – Henningam/Vaughn ottimi nella ricostruzione dei Magic
    – Demps/Williams che stanno portando sempre più in alto New Orleans
    – Danny Ferry terzo a est con Bud
    – Pitchard GM di Indiana top in nba
    – Troy Weaver che ha rinunciato ad un lavoro da GM per continuare ad assistere Presti a OKC
    – Brett Brown eccellente stagione ai 76ers

    Dai su, sappiamo entrambi che sei capace di fare molto meglio, mi raccomando la prossima volta eh!

  • gasp

    Il modello Spuuuuooors colpisce ancora…

  • Flavio Tranquillo

    Grazie Low Profile, ti nomino ufficialmente mio secondo assistente dopo Mamoli, fai tu il barboso elenco di tutti i figli, figliocci e nipoti del patriarca Buford! Io mi sono limitato a un telegrafico “Sam Presti su tutti”, per fortuna ci pensano le nuove leve a diffondere il verbo di San Antonio e dello squalo di bahia blanca!

  • GOAT

    Durant 31+8+5+4 in tre quarti, verosimilmente avesse giocato anche il quarto periodo finiva con una roba tipo 40+11+7+6 che non so onestamente se qualcuno l’abbia mai fatto nella storia, forse Jordan ma dovrei controllare. Il ragazzo ha ufficialmente inserito la quarta

  • low profile

    Ti ringrazio sommo maestro ma non sono all’altezza, al massimo potrei offrirti i miei umili servigi da ghost whriter, venti anni di onorata carriera iniziano a pesare anche sulle tue illuminate spalle, non vorrei mai che dei minimi accenni di demenza senile macchino un curriculum immacolato come il tuo

  • Flavio Tranquillo

    peraltro il vero Tranquillo in una telecronaca qualche tempo fa parlando di bud ha testualmente detto che “viene GUARDACASO dai San Antonio SPurs” eheheheh

    intanto Bradley ha rifiutato l’offerta di Ainge ( contratto di 4 anni a 6 milioni a stagione)…..vuole 8 milioni. spero che ci ripensi perchè danny gli ha fatto un offerta congrua per il suo valore di eccellente role player, altrimenti sarà inserito in qualche trade… sarebbe un peccato.

    ma questo video di big baby l’avevate commentato? ahahahah

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=cItYXxZx2xQ

  • michele

    ma questo video di big baby era stato commentato? ahahahahah

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=cItYXxZx2xQ

  • michele

    vabbè sgamato di brutto ahahahah

    penso fosse abbastanza ovvio comunque

    ora e sempre viva gli spuooors!

  • low profile

    Sei un coglione senza precedenti.
    Ti scherzo come Michele, mi facevi ridere come tranquillo alla prima occasione che ti ho ribattuto con la mia proverbiale arguzia(ironia on)ti è crollato il fake. Veramente Michele fai tutto il saputo ma sei un bimbominkia di prima qualità

  • michele

    non vedo cosa c’entri il fatto che mi hai risposto, semplicemente non mi ero sloggato, sarà la febbre che ho questa sera….capirai, avrò fatto 15-20 commenti in un anno come flavio. era abbastanza ovvio che fossi io dai, non mi sembra di averti mai mancato di rispetto come flavione, ironizzavo solo sulla spurs culture. ti ha offeso il paragone con mamoli?

  • low profile

    Mi son spiegato male, flavione era il mio troll preferito, gli (ti) ho sempre fatto i complimenti perchè lo stile oltre che molto divertente era ineccepibile, uguale uguale, solo che alla prima occasione che ho ribattuto mi sei caduto così….mestamente ahahahahah
    Dai hai fatto una bella figura di cacca, accettala e passa oltre, mi mancherà molto Flavio.

    ps la prossima volta che mi dai del Mammoli prendo il primo aereo e vengo a cercarti a Cagliari ahahahahahahah

  • michele

    beh volevi essere paragonato a buffa? mi sembra ancora un po’ prematuro dai eheheheh….. la figura di merda è indubbia, ma dai, era abbastanza ovvio che fossi io: chi altri parlava degli spurs eheheh

    cmq ironizzavo soprattutto su flavione, non era un fake contra personam, alla fine scrivevo solo i suoi stilemi più celebrati ( quello del 70% di vittorie specialmente eheheh)

  • low profile

    che ti devo dire? analizzando la tua mania ossessivo compulsiva per gli Spuaaaaarrrrsss si, non potevi non essere tu ma visto che in ogni modo non avevi problemi a manifestarla non ti ho mai associato al fake che credevo invece fosse qualcuno che scrive sul forum sotto le spoglie dei vari pride&co che a sto punto mi chiedo dietro a quale utente/i “solito/i” si celi/no. Mistero

    Se mi davi del Buffa venivo lo stesso a Cagliari ma per portarti un regalo eheh lo so che c’è poco da essere orgogliosi ma a me gli storyteller un pò cazzari ma forbiti come Buffa piacciono un sacco.

    Sei stato molto bravo a caratterizzare il personaggio, peccato davvero sia finita, adesso ti saluto che vado ad ubriacarmi per dimenticare la grave perdita

  • Guido Bagatta