LeBron ok sui Cavs, Bryant W con brivido!

I Lakers tornano a vincere sudando freddo a Charlotte, James quasi tripla-doppia contro i Cavs, New York vince col duo Melo-Mago, Portland massacra Phila!

 

 

Charlotte Bobcats – Los Angeles Lakers 85-88
CHA: Jefferson 14, Henderson 13, Walker 24, Gordon 10
LAL: Hill 15, Gasol 15, Bryant 21, Young 13

Alla quarta partita Kobe Bryant ritrovava l’amica vittoria, 21 punti, 8 assist e 7 perse per lui ne 1° successo dei Lakers da quando è tornato; a decidere il match contro i Bobcats è stato però Pau Gasol, decisiva la sua stoppata ad Al Jefferson 1’03” dalla fine sul -1 Lakers, sul capovolgimento Bryant va in lunetta per il sorpasso! I giallo-viola sudano freddo perché Charlotte si mangia 2 occasioni consecutive con Jefferson e Henderson (i Bobcats tireranno 0/8 negli ultimi 2’50”!), Gasol fa 2/2 dalla lunetta per il +3 e anche l’ultima chance di Gordon per il pareggi non andrà a segno!

Washington Wizards – Los Angeles Clippers 97-113
WAS: Webster 12, Booker 12, Ariza 11, Wall 24 (12 ass), Seraphin 16
LAC: Dudley 16, Jordan 15 (10 rimb), Crawford 17, Paul 38 (12 ass)

Superba doppia-doppia per Chris Paul (38+12) che trascina i suoi Clippers nella capitale; gli ospiti chiudono avanti il 1° quarto avanti 28-34, nel finale del 2° quarto Paul realizza 12 dei 14 punti finali della squadra portandola all’intervallo lungo avanti 46-59, all’intervallo i Clippers avranno 17 assist su 21 canestri realizzati!

Miami Heat – Cleveland Cavaliers 114-107
MIA: James 25, Bosh 22 (12 rimb), Wade 24, Chalmers 11, Allen 12
CLE: Gee 10, Thompson 16, Irving 19, Waiters 16, Jack 14, Clark 12

LeBron James sfiora la tripla-doppia per un soffio (25+9+9) ma Miami vince comunque contro Cleveland; successo sudato per i campioni NBA ed arrivato in rimonta, infatti a 4’16” dalla conclusione sono i Cavs a condurre le operazioni avanti 98-100, poi Miami ingrana la marcia giusta rifilando un parziale di 8-0 per il +6 (106-100) e a mettere la ciliegina finale ci ha pensato Mario Chalmers, sua la bomba a 1’36” per il +8 (109-101)!

New York Knicks – Atlanta Hawks 111-106
NYK: Anthony 35, Bargnani 23, prigioni 11, Udrih 10, Hardaway Jr. 13
ATL: Milsap 18, Horfon 17, Korer 13, Williams 27, Mack 10

Italian Job: Bargnani 23 pt (10/13, 1/3 da 3), 6 rimb ( 4 off), 2 rec, 2 perse, 1 stop

I New York Knicks iniziano a prenderci gusto a vincere in casa e come sempre, quando vincono, le firme sono di Carmelo Anthony e Andrea Bargnani; Atlanta si porta sul -4 (87-83) ad inizio 4° periodo, NY non si fa prendere dal terrore e le rifila un 11-0 (3 triple Anthony-Prigioni-Bargnani) col quale mette in cassaforte la vittoria (98-83) a 5’11” dalla sirena finale.

Chicago Bulls – Toronto Raptors 77-99
CHI: Deng 17, Noah 10 (12 rimb), Butler 11, Dunleavy 14
TOR: Johnson 14, Valanciunas 15 (11 rimb), DeRozan 15, Lowry 16, Patterson 12

Vittoria imponente dei Raptors guidati da Kyle Lowry sul campo dei Chicago Bulls; i canadesi dominano il match toccando anche il +16, i Bulls non ci stanno e col cuore rimontano fino addirittura il -4 (69-73) dopo appena 36” del 4° periodo, Toronto però tornerà a giocare e con un parziale di 11-2 si poterà sul +13 (71-84) a metà frazione, frazione vinta 11-26 dagli ospiti.

Philadelphia 76ers – Portland Trail Blazers 105-139
PHI: Young 15, Hawes 16, Thompson 17, Wroten 18, Anderson 14
POR: Batum 17, Aldridge 20 (16 rimb), Lopez 12, Matthews 14, Lillard 16, Williams 14, Wright 15, Robinson 10

Portland va a Philadelphia, veste la più bella uniforme che ha (e dell’NBA per me) e massacra i 76ers a domicilio; partita mai i discussione e ammazzata con un 3° quarto da 15-40 dove la squadra ha tirato co 71% (15/21, 7/12 da 3) contro il 18% dei padroni di casa e con LaMarcus Aldridge reo di 12 dei suoi 20 finali! 79-111 il punteggio alla terza sirena registrando anche il record di franchigia per triple realizzate: 21!

Dallas Mavericks – Milwaukee Bucks 106-93
DAL: Marion 13 (12 rimb), Blair 11, Calderon 18, Carter 15, Wright 19
MIL: Middleton 10, Henson 18 (13 rimb), Jnight 16, Antetokounmpo 13, Raduljica 12

Malgrado le assenze di Dirk Nowitzki e coach Rick Carlisle, con un Monta Ellis da 7 punti, i Maverick battono lo stesso i Bucks in un match comandato dall’inizio alla fine; i texani chiudono all’intervallo avanti 59-41, poi registreranno un 3° quarto da 34-20 col quale toccheranno il +32 con tanto di tripla sulla sirena di Vince Carter. Nell’ultimo quarto Milwaukee cercherà la rimonta disperata ma sarà tutto vano.

Utah Jazz – San Antonio Spurs 84-100
UTA: Williams 10, Hayward 18, Burke 20, Evans 4 (11 rimb)
SAS: Leonard 13, Duncan 22 (12 rimb), Parker 15, Belinelli 11, Mills 11

Italian Job: Belinelli 11 pt (1/5, 3/3 da 3), 3 rimb, 1 ass, 1 persa

Tutto facile per gli Spurs sui Jazz in una partita già chiusa all’intervallo; dopo i primi 24’ San Antonio conduce 55-40 con Tim Duncan già a quota 13 punti!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B