Portland c’é con magia di Lillard, ok Durant!

Primo hurrà di Gay con i Kings con Harden che si infortuna, Lillard salva sulla sirena i Blazers, Oklahoma City c’é con brivido finale, Suns 5^ W consecutiva!

 

 

Sacramento Kings – Houston Rockets 106-91
SAC: Gay 26, Cousins 21 (10 rimb), Thomas 19, Williams 11
HOU: Parsons 19, Howard 13 (10 rimb), Harden 25, Brooks 13

Prima vittoria in maglia Kings per Rudy Gay che, insieme alla doppia-doppia di DeMarcus Cousins, ha trascinato Sacramento sui Rockets; Harden è già a quota 22 punti personali dopo appena 2’ del 3° quarto ma si gira la caviglia senza più far ritorno in campo, senza di lui l’attacco Rockets va in crisi e Sacramento non perdonerà, break di 10-0 a metà sempre della 3^ frazione per il +12 (73-61) e vantaggio amministrato fino alla fine.

Memphis Grizzlies – Minnesota Timberwolves 93-101
MEM: Randolph 20 (12 rimb), Conley 28, Leuer 15, Bayless 14
MIN: Love 30, Brewer 9 (12 rimb), Pekovic 19, Rubio 12, Barea 15

Kevin Love sfiora la super doppia-doppia (30+9) ma Minnesota vince lo stesso a Memphis; i T-Wolves dominano il match toccando anche il +19 nel primo tempo, Memphis non si demoralizza e torna sotto fino al -2 (79-81) dopo 3’ dell’ultimo quarto! Il momento chiave arriva a 9’19” dalla fine, Shved segna col fallo di Davis che viene sanzionato come un Flargant #1 (colpo in testa), da quell’azione Minnesota ricaverà 5 punti per il +7 (79-86) e non si guarderà più indietro.

Detroit Pistons – Portland Trail Blazers 109-111 OT
DET: Smith 31, Monroe 17, Drummond 13 (14 rimb), Jennings 15 (10 ass), Stuckey 17
POR: Batum 18, Aldridge 27 (12 rimb), Lopez 12 (13 rimb), Matthews 14, Lillard 23

Italian Job: Datome DNP

Per la seconda volta nella stagione Damian Lillard salva i suoi Blazers all’ultimo respiro, stavolta vittime i Detroit Pistons; il match va al supplementare grazie a 2 liberi di Matthews a 30” dal termine dopo che Portland era stata sotto di 16, nel finale Stuckey sbaglierà a 11” poi palla persa per Lillard e per Singler. Overtime cardio-palma, Stuckey realizza a 13” il jumper del 109-109, ultima chance per gli ospiti che vanno dal loro #0 che con un decimo di secondo sul cronometro segna il canestro della vittoria!!!!!

Oklahoma City Thunder – Orlando Magic 101-98
OKC: Durat 28, Westbrook 20 (12 rimb), Lamb 16, Jackson 10
ORL: Afflalo 25, Davis 11, Vucevic 13 (16 rimb), Oladipo 15. Nelson 13

Kevin Durant e Russell Westbrook combinano per 48 punti nel successo tirato dei Thunder sui Magic; OKC ha il pieno controllo del match entrando nell’ultima frazione avanti 83-71 e toccando anche il +16 (96-80), però i ragazzi di coach Brooks alzano presto le mai dal manubrio e a 22” Orlando è sotto solo 100-98! Durant va in lunetta ma non è chirurgico (101-98) e gli ospiti hanno l’ultimo tiro ma Glen Davis Sbaglierà la tripla e Ibaka stopperà Vucevic da sotto!

Denver Nuggets – New Orleans Pelicans 102-93
DEN: Chandler 19, Faried 12, Hickson 19 (11 rimb), Lawson 12, Robinson 14
NOP: Anderson 26, Gordon 10, Holiday 12, Rivers 17

Italian Job: Gallinari DNP

Solita ottima prestazione collettiva per i Nuggets che battono tra le mura amiche i Pelicans; nel 3° quarto la difesa dei Nuggets costringe i Pelicans a sbagliare ben 7 tiri consecutivi trasformandoli in un 8-0 per il +9 (71-62), New Orleans non riuscirà mai ad andare sotto i 6 punti di scarto.

Phoenix Suns – Golden State Warriors 106-102
PHX: Frye 20, Plumlee 6 (10 rimb), Dragic 21, Bledsoe 24. Green 10, Marcus Morris 11
GSW: Lee 18 (13 rimb), Bogut 9 (14 rimb), Thompson 19, Curry 30

I Phoenix Suns confermano l’ottimo momento conquistando il 5° successo consecutivo stavolta battendo i Warriors; finale in volata con Curry che spara la tripla del -2 (102-100) a 1’37”, Phoenix va nel pallone ma Golden State prima perde palla con Green e poi Curry manca il tiro del pareggio a 23”! Bledsoe non trema dalla lunetta e il suo 2/2 a 18” da il +4 che di fatto gelerà il match.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B