La paura di Rose: la ricostruzione dei Bulls!

La stella ei Bulls teme che la sua franchigia si lasci andare nella prossima estate senza costruire una squadra da titolo ma da zero!

L’anno scorso grazie soprattutto ai contributi del nostro Marco Belinelli (27 anni) e dell’imprevedibile Nate Robinson (29 anni) i Chicago Bulls hanno disputato una signor stagione arrendendosi solo ai Miami Heat nei Playoffs, ma quest’anno la storia difficilmente si ripeterà e Derrick Rose (25 anni) teme una ricostruzione da capo!

Il sistema di Tom Thibodeau rimane uno dei miglior della Lega ma ad oggi i Bulls sono 9 vinte e 14 perse e la prossima estate non sarà facile da gestire; D-Rose ha rivelato che una delle sue paure è che Chicago lasci andare via il nucleo solido puntando a ripartire da zero, di conseguenza le chance per lottare per i vertici della Lega saranno meno se ciò avverrà,un executive NBA alla CBS Sports ha ripostato: “Derrick non vuole fare parte di una franchigia in ricostruzione”.

Se andiamo nel dettaglio della situazione contratti dei Bulls notiamo che: Luol Deng (28 anni) e Kirk Hinrich (32 anni) saranno Free-Agent, Carlos Boozer (32 anni) sarà nel suo ultimo anno di contratto da $16 milioni ma sicuramente è il primo nome in cima alla lista dei partenti,  I giocatori inamovibili sono Rose, Joakim Noah (28 anni), Taj Gibson (28 anni) e Jimmy Butler (24 anni) con questi ultimi due che in teoria andranno a ricoprire i ruoli di Deng e Boozer.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    Povero Rose infortunato, e pure invecchiato di ben 4 anni!

  • Procionide

    Rose però non può recriminare nè accampare pretese. Ha saltato due stagioni, mi sembra ragionevole che Chicago si riorganizzi e cerchi di risparmiare finchè non può capire in che direzione andare.

  • cuni

    Quoto procionide! Non è che perché i soldi ci solo allora li spendi anche a cazzo di cane… Comunque, tanto x muovere un po la questione, e partendo dal fatto che nessuno di noi potrà saperlo né lo saprà mai, se rose nel 2010 avesse detto che gli avrebbe fatto piacere se lebron fosse venuto a chicago, che avrebbe fatto lbj?

  • Danilo

    Beh stiamo sempre li…. lo scorso anno Rose faceva arricciare i nasi per le sue dichiarazioni sul rientro … ora di fronte a questa nuova tegola caduta in testa ai Bulls emergono in lui questi timori di non poter competere ad alti livelli…. legittimi per carità ma forse un pochino fuori luogo…

  • Quaqquo

    @ cuni

    secondo me non sarebbe mai andato a Chicago neanche se(eventualità improbabile, anzi impossibile) Rose gli avesse concesso di essere lui la stella principale.

    Avrebbe avuto sempre l’ombra di Jordan, la città non lo avrebbe mai amato quanto ha amato Jordan, mentre Rose essendo nato lì ha più appeal sul pubblico e pressioni diverse (non minori) ogni qualvolta vede la statua all’ingresso.

  • cuni

    Quaqquo

    Rimaneva comunque un’ipotesi suggestiva 🙂 imho, anche x le pressioni.. Certi giocatori secondo me rendono meglio quando hanno pressioni rispetto a quando non le hanno (sembra strano a dirla tutta ma quando si aspettano che tu faccia bene forse sei ancora più spinto a far bene, non so come spiegare)…che poi le pressioni lebron le ha avute anche al secondo assalto all’anello dopo la sconfitta vs Dallas, se avesse perso ancora sarebbero venuti giù fulmini dai media.. E sarebbe successo ovunque questo, credo 🙂 certo, a chicago c’era il fardello mj

  • Quaqquo

    Sulla tipologia di giocatore che rende meglio sotto pressione, mi viene in mente per esempio Horry che dormiva 6 mesi e poi faceva dei PO incredibili (non per le statistiche quanto per il senso del dramma nel mettere quasi sempre i tiri che contassero) o Reggie Miller (per non citare i soliti sospetti)

    Su LBJ invece a me da proprio l’idea di non voler solo dominare in campo ma anche fuori, quindi inevitabilmente la sua Legacy ai Bulls non sarebbe mai potuta essere più importante di quella lasciata da Jordan.

  • gasp

    Rose poteva stare zitto,la dirigenza sta pensando di ricostruire proprio perché é injury phrone

  • maurizio74

    a volte è meglio tacere e sembrare stupidi
    che aprir bocca e togliere ogni dubbio

  • The Death note

    Sono un grande fan dei bulls e di rose ma seriamente non credo sia possibile rivedere il giocatore che fu nell’anno del trofeo mvp,conseguentemente con il nucleo attuale avremo sempre miami e indiana davanti quindi dubito seriamente esistano le possibilità di vincere allo stato attuale.
    Ora,come muoversi sul mercato al momento è un discorso piuttosto complicato, tuttavia è comprensibile che stiano valutando la cessione di qualche assets come deng che scade e ovviamente di losing effort boozer in scadenza il prossimo anno.

  • hanamichi sakuragi

    concordo anch’io con procionide…