Gasol batte Love, super Irving, che Pacers!

Notte di overtime, ben 3 tutti emozionanti con Turner, Irving e Toronto, Miami e Indiana vincono le loro partite, Lakers ok sui T-Wolves!

 

 

Philadelphia 76ers – Brooklyn Nets 121-120 OT
PHI: Turner 29 (10 rimb), Young 25, Hawes 10, Carter-Williams 15 (10 ass), Allen 10, Wroten 19
BKN: Pierce 24 (10 rimb), Teletovic 18, Lopez 22, Anderson 26, Williams 17 814 ass), Livingston 4 (11 ass)

Torna Michael Carter-Williams e Philadelphia torna a vincere grazie però all’eroe di serata, Evan Turner; Turner a 50” dalla fine de regolamentari fa 1/2 dalla lunetta per 108-108 e i risultato rimarrà così fino alla fine visto che nessuna delle due squadre segnerà più con Deron Williams che sbaglia l’ultimo tiro. All’overtime il match rimane equilibrato con finale emozionante, Paul Pierce segna da 3 il canestro del sorpasso sl 119-120 lasciando 16” sul cronometro, Alan Anderson stoppa Turner ma la palla resta a Phila che chiama time-out con 6” da giocare, ci prova di nuovo Turner e stavolta la sue entrata va a segno!

Atlanta Hawks – Utah Jazz 118-85
ATL: Millsap 14 (10 rimb), Horford 23, Williams 25, Scott 11
UTA: Hayward 11, Burks 13, Kanter 13 (13 rimb), Evans 10

Seconda notte consecutiva oltre i 110 punti e altra vittoria per gli Hawks delle torri Millsap-Horford, battuti i Jazz; match senza storia già dopo 12’ con i padroni di casa avanti 30-16, all’intervallo il vantaggio sarà di 21 lunghezze (55-34) con Horford a quota 14 punti!

Cleveland Cavaliers – Milwaukee Bucks 114-111 OT
CLE: Thompson 10 (15 rimb), Miles 15, Irving 39, Varejao 5 (13 rimb), Jack 17, Clark 14
MIL: Middleton 14, Henson 18 (10 rimb), Knight 17 (14 rimb) Mayo 20, Udo 10, Ridnour 11

Serata di passione anche alla Quicken Loans Arena di Cleveland dove sono stati necessari un overtime e un superbo Kyrie Irving per aiutare i Cavs a vincere; tempo supplementare raggiunto proprio dai ragazzi di coach Brown in extremis con un tap-in di Tristan Thompson con 1” da giocare, Middleton poi non troverà il buzzer-beater, Irving decide che l’extra-time è tutto suo: 10 punti (su 15!) e 5 assist compresi i due liberi a 10” per il +3 finale, niente da fare per Mayo.

Detroit Pistons – Charlotte Bobcats 106-116
DET: Smith 18, Monroe 13, Drummond 14 (15 rimb), Jennings 26, Singler 10, Harrellson 12
CHA: Jefferson 24 (14 rimb), Henderson 22, Walker 34, Sessions 10, Gordon 10

Italian Job: Datome DNP

Gran colpo in trasferta dei Charlotte Bobcats rei di un incredibile ° periodo a casa dei Detroit Pistons; padroni di casa che entrano nell’ultima frazione avanti 89-75 poi il black-out! Charlotte realizzerà 41 punti (15 firmati da Al Jefferson), tirando col 66% (16/24), catturando 16 rimbalzi! Detroit dal canto suo tirerà col 30% (6/20) catturando solo 7 rimbalzi, 17-41 e vittoria Charlotte!

Miami Heat – Sacramento Kings 122-103
MIA: James 18, Bosh 25, Wade 20, Chalmers 16, Allen 18
SAC: Gay 14, Thompson 11, Cousins 27, McLemore 20, Thomas 11

Miami c’é sui Kings con un LeBron James tranquillo (a parte aver posterizzato McLemore) e un Bosh da 25 punti; gli Heat soffrono solo all’inizio, poi solito 3° quarto di rottura (31-21) e +16 (98-82) ad inizio ultima frazione.

Indiana Pacers – Houston Rockets 114-81
IND: George 24, West 12, Stephenson 16, Hill 12, Scola 13, Mahinmi 10
HOU: Parsons 14, Jones 10, Howard 19 (12 rimb)

Gli Indiana Pacers rialzano subito la testa dopo il K.O di Miami asfaltando gli Houston Rockets nel giorno del rientro di Danny Granger; a metà del 2° quarto Houston piazza un 10-0 col quale si porta sul -2 (41-39) ma Indiana ha la risposta pronta, parziale di 40-16 a cavallo a cavallo tra il 2° e 3° quarto per il +26 (81-55), nel break 15 punti di George e 12 di Hill, 15/23 dal campo contro il 5/17 degli avversari.

Dallas Mavericks – Toronto Raptors 108-109 OT
DAL: Marion 14, Nowitzki 22, Ellis 21 (11 ass), Calderon 23, Wright 13
TOR: Ross 15, Johnson 15, Valanciunas 18 (13 rimb), Lowry 20, DeRozan 15, Vasquez 14

Overtime anche in quel di Dallas con i Mavericks che hanno di che mangiarsi le mani per la miriade di chance buttate al vento contro Toronto; i canadesi pareggiano a 16” con DeRozan (101-10) ma ne Nowitxki ne Wright troveranno il canestro della vittoria. Stesso copione nel supplementare con sempre DeRozan che stavolta segna con fallo (ma senza realizzare il libero) il canestro del sorpasso 108-109 con 1’11” da giocare, Dallas sbaglierà la bellezza di 4 tiri, 3 dei quali consecutivi!

Denver Nuggets – Phoenix Suns 99-103
DEN: Chandler 15, Faried 10, Hickson 13 (14 rimb), Lawson 12, Arthur 10
PHX: Dragic 17, Bledsoe 10, Plumlee 7 (12 rimb), Markieff Morris 25, Green 19

Italian Job: Gallinari DNP

I Suns sbancano Denver in rimonta con la solita ottima prestazione del duo Dragic-Bledsoe più i 25 uscendo dalla panchina di Markieff Morris; Nuggets in pieno controllo del match sul 60-39 sul finire del 2° quarto, Phoenix riesce a chiudere sul -14 all’intervallo e sul -10 alla fine del 3° quarto (82-72). Nell’ultimo Denver va nel pallone, 17-31 Suns con Randy Foye che a 5” manca la tripla del pareggio sul 99-102!

Los Angeles Lakers – Minnesota Timberwolves 104-91
LAL: Gasol 21 (13 rimb), Meeks 17, Henry 21, Young 25
MIN: Love 25 (13 rimb), Pekovic 22 (13 rimb), Martin 14

Kevin Love torna nella sua L.A, chiude a referto con la solita doppia-doppia ma sono i Lakers del trio Gasol-Henry-Young a vincere; il match è avvincente con diversi cambi di leadership fino a 5’10” dalla conclusione, Minnesota sul -1 (90-89) e Pau Gasol decide che è il suo momento, schiacciata (arrivata da una stoppata di Henry su Love) e tripla, 5-0 che vale il +6 a 3’58” dal termine! A mettere il punto esclamativo finale ci penserà Nick Young con la bomba del +9 (100-91) a 2’ dalla sirena finale.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B