Atlanta vince dopo 2 OT, Portland abbatte i Clippers

Atlanta è super dopo due OT, gli Spurs fanno loro il derby, Portland fatica ma passa sui Clippers, ok Houston.

 

 

Cleveland Cavaliers – Atlanta Hawks 125-127 2OT
CLE: Thompson 22, Irving 40, Miles 10, Varejao 8 (17 rimb), Waiters 20
ATL: Korver 20, Teague 34 (14 rimb), Horford 25, Millsap 20 (11 rimb), Mack 10

La partita dalle emozioni più forti della notte va in scena alla Quicken Loans Arena di Cleveland. Ai padroni di casa non basta la prova strepitosa di Irving (40) e alla fine dei 48′ di una partita sempre in equilibrio è parità sul 95-95. Nel primo overtime Irving prosegue nel suo show aiutato dalla lunetta da Matthews, ma a pochi secondi dalla sirena è una tripla siderale di Jeff Teague a impattare ancora la parità (108-108) e a mandare tutti a secondo OT, dove inizia il festival delle triple. Irving non sbaglia un colpo ma per gli Hawks hanno la mano torrida sia Teague che Kyle Korver (20) che un gioco da 4 tiene in vita i suoi andati a -5. Finale da sballo: Irving segna il pari sul 125-125 ma sulla sirena ancora Teague scaglia la palla da sei metri che dopo 4 rimbalzi sul ferro entra e manda in delirio Atlanta.

Houston Rockets – Memphis Grizzlies 100-92
HOU: Jones 20, Parsons 15 (11 rimb), Lin 18, Harden 27
MEM: Randolph 23 (17 rimb), Koufos 5 (11 rimb), Conley 11, James Johnson 12

Nonostante un Dwight Howard con problemi ai falli fin da subito e da soli 2 punticini in 18′, Houston ritrova James Harden (27 punti sono un record in Nba avendo tirato 22 liberi con un 2/9 dal campo) ma la scena la rubano Jones e Parsons che vanificano una grande prova di Z-Bo (23+17) e dopo la vittoria natalizia in casa Spurs continuano nella loro marcia.

Dallas Mavericks – San Antonio Spurs 107-116
DAL: Nowitzki 25, Diaw 14 (11 rimb), Calderon 13, Ellis 23
SAS: Duncan 21 (11 rimb), Splitter 12, Parker 23, Diaw 10, Green 22

Italian Job: Marco Belinelli 8 punti (1/3, 1/4, 3/4), 4 rimbalzi, 3 assist, 1 recupero, 2 perse

Non era facile battere dei Mavericks in forma smagliante sul loro campo, ma dopo aver perso il derby con Houston, gli Spurs si rifanno proprio ai danni dei Mvs, nel segno dei soliti Duncan (21+11) e Parker (23) ma soprattutto di Danny Green dalla panchina che tira col 100% dal campo (7/7 per 22 punti) mentre il nostro Belinelli continua nel suo periodo un po’ altalenante. Spurs in vantaggio di circa 8-10 lunghezze fin dal primo periodo di gioco e capaci di amministrarsi anche grazie alla panchina per tutto il match. Vane le prove del solito Nowitzki (25), dell’ex Blair in doppia-doppia quando la panchina produce solo 8 punticini con Dalembert.

Portland Trail Blazer – Los Angeles Clippers 116-112 OT
POR: Aldridge 32 (10 rimb), Batum 19, Lopez 11 (15 rimb), Lillard 14, Matthews 19
LAC: Griffin 35 (11 rimb), Paul 34 (16 ass), Jordan 2 (19 rimb), Barnes 12

Torna subito sul parquet blake Griffin (l’espulsione è stata ritenuta ingiusta) ma sono ancora i blazers a portare a casa la vittoria. Portland a 6′ dalla fine è avanti di 8 lunghezze (91-83) ma una tripla di Griffin e il solito immenso CP3 portano i californiani addirittura sul +3 a pochi secondi dalla sirena finale (98-101) quando una tripla pazzesca di Batum manda tutti al’overtime. Torna a scatenarsi Aldridge che risponde punto a punto a Griffin e Crawford che alla fine troveranno il ferro e permetteranno a Lillard e Matthews di chiudere la contesa dalla lunetta.

N.S

N.S

Sangue Romagnolo ma cresciuto 19 anni a Como, si innamora della palla a spicchi nell’ormai preistorico 2001 (militando in squadra con FMB), al Pianella di Cantù per il derby contro i cugini varesotti.
Tifoso Lakers, Packers e del Cesena calcio, venera Jason Williams, le IPA fortemente luppolate e la jersey viola dei Raptors di Damon Stoudamire.

Nickname: N.S

  • N.S detto “Ray Finkle”

    Portland è forte. Ma è troppo corta. Quando tireranno il fiato?

    Che Jeff Teague ragazzi..guardatevi i due overtime con Cleveland e le battaglie con Irving e le triple di Korver. SPETTACOLO

  • michele

    vedrai che quando portland inizierà a calare per quell’ovvio motivo, daranno la colpa a lamarcus eheheheh

    battute a parte, bello il duello con griffin stanotte. tra l’altro blake rischia di essere superato in extremis da love per l’ASG, i loviani iniziano a raccogliere i frutti!

    su cosa sarà il flame quotidiano? azzardo la prestazione di howard e i tiri liberi di harden eheheheh

  • low profile

    Harden deve aver inventato il tiro da 13 ehehe

    Portland calerà ok, ma anche dovesse iniziare domani a tenere un ritmo da 50% arriverebbe a 50w, sempre tantissima roba in relazione alle aspettative di inizio campionato.

    Teague sta giocando da elite PG e non lo dico per stanotte. Partita memorabile e duello con Irving spaziale, ha vinto Jeff ma onore anche allo sconfitto

  • Bj elder

    Hawks cavs bellissima partita, veramente uno spettacolo soprattutto gli ot! Grande duello irving teague con quest’ultimo che sta facendo una stagione super davvero, per il MIP potrebbe dire la sua???

    Su portland ormai non ci sono aggettivi, una squadra con le palle; stanotte comunque lillard portato a scuola da cp3, riallacciandomi al discorso dell’altro giorno sono sempre piu convinto di non aver detto una cazzata infatti stanotte lillard 14 punti con 4 su 12 e i blazers battono i clips irving 40ello con piu del 50% e i cavs perdono con gli hawks per cui direi che si giocare a cleveland o a portland è decisamente un altra cosa! Se irving fa la prestazione di lillard di stanotte cleveland non vince mai!

  • N.S detto “Ray Finkle”

    Non male i due punticini di Howard ma ha avuto problemi di fallie Harden che fa 22 tiri liberi con 2/9 dal campo è storia (brutta ma lo è)!

    Seguendo la legadue posso solo dire: Ah, BJ Elder, che giocatore!!!!!

  • michele

    teague è diventato una pg elite grazie a coach byd e allo stile spurs, tranquillo lo dirà di sicuro eheheh

    è un buon giocatore che cresce sempre più, già due anni fa nella serie contro i celtics non aveva sfigurato contro rondo.

    lillard un po’ in calo nell’ ultima settimana, ma in quella prima aveva trascinato i blazers….il paragone con irving non ha senso secondo me, giocano in due squadre diverse, lasciamoli crescere in pace.

  • gasp

    Gli Hawks non saranno una super squadra ma con Budholzer sono sempre tosti da affrontare,per la cronaca sono una delle tre squadre sopra il 50% a Est.

    Credo che San Antonio abbia vinto per la prima volta che una squadra seria

    Ma Griffin?Sta stagione é finalmente esploso,si vede la differenza tra un allenatore serio e uno scarso.

  • shaq4ever

    gasp
    griffin comunque sta facendo 21+10,5 numeri inferiori o in linea con quelli del primo e del secondo anno e con % più basse. esploso non proprio, anche se adesso il contesto è di una squadra vincente e sta facendo bene. liberi col 69% sono già un buon segnale

    che canestri irving nel finale! di rara bellezza

    san antonio le ha perse tutte con le contender, dallas non la definirei poprio contender

  • michele

    si potrà dire che rivers ha fatto meglio di del negro se i clippers andranno almeno in semifinale di conference…del negro sempre sbertucciato ma con lui i clips hanno vinto una gara 7 di playoff in trasferta.

    per adesso i clips hanno un record in linea con quello dei due anni precedenti.

  • Michael Philips

    Griffin ha chiuso il primo anno a 22+12(robe che non si vedevano da shaq) eppure oggi schiacciando di meno e piazzando anche jumper da 5-6 metri e tirando molto meglio i liberi il suo 20+10 lo mette. In un team in cui c’è anche paul da 20+11 e crawford da 17 pts e un redick da 16.

    ieri super Paul vs Lillard e ottimo aldridge.

    Credo inoltre che per tutte le botte che prende, 7 liberi a gara siano anche pochi per lui.

    Irving aka “delusione del secolo passato e futuro” smazza un quarantello e direi che è tornato in condizione, e più o meno viaggia alle medie dell’anno scorso, solo che mancano ancora più di 50 gare da giocare.

    Dirk viaggia a più di 21pts a gara ed è vicino ad un 50+40+90% al tiro globale, roba paurosa, e ha 35 anni.

    Harden va 25 volte in lunetta, ma può capire una volta ogni tanto. Oggi gli arbitri sembra che fischino di più ma le medie sembrano dire il contrario. Solo 6-7 anni fa, e lo dicevo qualche giorno fa, trovavi almeno 4-5 giocatori con più di 10 liberi a gara e tanti a 9 e 8.

    Oggi Durant, che è quello che va più in lunetta, viaggia a 9.4 a sera, seguito da harden(9.2).

    Poi pare che le star di oggi siano più tutelate, boh? Le botte si danno ancora sotto canestro e i contatti ci sono sempre, però se le star vanno meno a i liberi, ma continuano pure ad attaccare il ferro, qualcosa è cambiato, no?

  • Michael Philips
  • low profile

    MP

    Harden è un caso unico, lascia stare il passato.
    Tira 16 volte a partita di cui 6 da 3, per 10 tentativi da dentro l’arco tira 9 dalla carità. Cose mai viste fino ad oggi.
    é vero che anni fa trovavi anche 7-8 giocatori con 10 liberi ma erano gli anni degli Shaq e degli Iverson, si tirava meno da 3 (molto meno) e c’erano 10 giocatori da 25 tiri a partita, girala come vuoi ma Harden e Durant sotto questo aspetto sono molto, molto favoriti dai grigi

  • Billy g

    Dire che Griffin è lo stesso delle sue prime 2 stagioni vuole dire nn aver mai visto giocare i Clippers ultimamente. Parliamo di quasi un altro giocatore. Certo che dopo la porcheria del giorno prima i velieri non potevano trovare avversario peggiore.

  • Michael Philips

    Corey maggette andava i lunetta come lebron kobe e wade.

    Arenas che giocava esattamente come harden(anzi tirava molto più da fuori) andava 10 volte, oggi che per caso lebron non attacca il ferro? Eppure va 7 volte invece che 10 e teoricamente(e non solo) sarebbe più tutelato rispetto al passato.

    Non sarà pure che i realizzatori hanno abbassato le medie anche perché non vanno più in lunetta come qualche anno fa?

    Tolti shaq e howard che hanno sempre ricevuto un trattamento speciale dovuto alla loro perizia dalla lunetta, c’erano “più liberi per tutti”

    Per dire, anche i lunghi da pitturato(quindi via la scusa del tiro da fuori) vanno meno in lunetta. Griffin partito da rookie(quindi senza ricevere favori) con 8.5 tiri liberi a gara, oggi che sì, tira anche da fuori, ma il più lo fa da dentro, ci va 7 volte e prende molte più legnate di prima.

    Lebron è passato dalle 9-10 degli anni passati a 7 a gara.

    Poi è chiaro, si tira più da tre quindi meno liberi, ma le medie sono scese ben più del previsto.

  • Michael Philips

    Oh, per chi non avesse capito, lebron è passato da 10 a 7 liberi…lo scivo per la terza volta…ahahaha!

    * scusate le ripetizioni.

  • low profile

    si ma dilla tutta cavolo, è vero che James va meno in lunetta ma è anche vero che tira molto meno, meglio, ma meno!

    Griffin non ci va molto è vero ma se non è un jumper è una schiacciata in contropiede 1 contro 0, chi cavolo gli fa fallo? lo spirito santo?
    dai su anche Arenas stesso tirava le stesse triple di Harden ma anche 3-4 volte in più dal campo. Gli altri e parlo dei tmac dei Kobe etc tutti quanti per arrivare a 10 liberi dovevano tenere medie di 20+ FGA

  • prescelto

    strano vedere nel 2013 quasi 2014 dirk e timmy che sono i migliori in campo alla loro età,strano ma mica tanto.ps forse green ha giocato meglio di duncan ma il big fundamental è stato cmq un fattore

  • in your wais

    A me Harden un minimo inizia a dare fastidio…intendiamoci, non fa niente di illegale, e ogni singolo giocatore che penetra certa di evidenziare l’eventuale contatto, nè fa certo schifo attirare le attenzioni dell’arbitro…

    Diciamo però che di norma il giocatore che penetra, fa il suo movimento verso canestro, naturale, fluido, ed in questa fase subisce contatto, e lì, chi più chi meno, parte l’actor studio, con urletti e lamentele

    Harden va molto oltre…penetra, ed inizia a muovere le braccia in modo tale da cercare il contatto col difensore, effettuando movimenti del tutto innaturali, e che mai farebbe in 1 vs 0

    Nessuno dice che nn sia fallo, se il difensore mette le mani ci sono pochi cazzi. Mi infastidisce però la “filosofia” dietro: di solito uno penetra per segnare, ed eventualmente subisce fallo nel movimento

    Harden a volte mi sembra penetrare solo per il fallo (“penetrare per il fallo”…notevole eh?), affidandosi a movimenti che mai userebbe altrimenti

    Il fatto che sia perfettamente legale non me lo rende più simpatico. E’ un po’ come quei giocatori che provocano continuamente, o che magari, con l’avversario già gravato da un fallo tecnico, vanno lì a stuzzicarlo di continuo, a cercare il contatto fisico, etc etc (vedi Bogut-Griffin ieri)

    Preferirei sempre veder vincere le partite senza troppi trucchetti, legali o meno che siano

  • Bj elder

    Iyw

    Concordo pienamente su harden, e ho notato che utilizza spesso questa tecnica in quelle serate in cui non gli entra una cippa tipo questa notte! Poi va anche detto che tanti giocatori, mi vengono in mente soprattutto pierce e wade, agiscono in quel modo, quando sono in difficoltà danno la spallatina cercando il fallo e poi tirano, e molto spesso raccolgono il fischio, a me ha sempre dato fastidio questa cosa!

  • Nedone

    se volete pagarvi le vacanze andate a giocare okc campione nba!!quest’anno non ce n’è per nessuno, al massimo l’anno prossimo.

  • michele

    lebron è talmente forte e straripante che non ha certo bisogno di andare in lunetta 20 volte a partita per dominare, il fischio amico alla superstar arriva quando serve ( e puo’ essere anche un fallo suo non fischiato, come successo contro indiana).

  • alekhine

    iyw

    è quello che dicevo sui cosiddetti “furbi”. oltra ad harden ci metto anche durant, che spesso resta fermo aspettando che l’avversario si muova per sbattergli le sue braccia da pterodattilo addosso e poi stramazzare indietro. harden e durant prendono un sacco di fischi, che a termini di regolamento ci stanno anche. solo che è fastidioso vedere due giocatori (in questo caso due campioni assoluti) cercare costantemente il tiro libero con movimenti innaturali piuttosto che pensare a segnare.

    intanto si è spaccatop westbrook. nedone che dicevi?