Deron Williams: “Stagione da incubo”

Dopo la sconfitta natalizia, l’ennesima, dei suoi Brooklyn Nets, Deron Williams dice la sua sulla stagione della sua squadra dopo due mesi

Certo in pochi pensavano che i Brooklyn Nets potessero essere competitivi fino a maggio in questa stagione malgrado gli acquisti del mercato estivo. Ma da qui a vederli sul fondo della classifica della Eastern Conference ce ne passa parecchio. Invece dopo la sconfitta casalinga nella partita di Natale contro i Chicago Bulls il record della franchigia spostatasi a Brooklyn dal New Jersey è un misero 9-19, che non fa presagire nulla di buono.

Certo è solo Dicembre, verrebbe da dire, e si sa che nella Eastern Conference basta trovare una serie positiva per rientrare nel gruppo delle otto pretendenti alla post season. Solo che tutto sembra remare contro i Nets.

E su questo argomento è intervenuto Deron Williams (29 anni) con poche ma chiarissime parole: ” La nostra stagione fino ad ora è stata un autentico incubo, abbiamo avuto una serie di infortuni incredibili, certo, ma il nostro problema non è  solo quello. Giochiamo senza l’energia necessaria, c’è una mancanza di sforzo collettivo. Da quando è stata creata questa squadra ha avuto solo problemi.”

Ed anche Jason Kidd è stato abbastanza chiaro nel immediato post Christmas Game: ” Questa squadra sembra che non abbia voglia di sforzarsi per giocare insieme e tentare di uscire dal momento critico. La cosa peggiore da vedere è che quando in attacco le cose non vanno bene nessuno rientra con la volontà di difendere.”

 

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • tom

    mi ricordano il tentativo di houston con hakeem, clyde, barkley e poi pippen di tirare fuori una squadra con 3/4 leggende ed un all-in da fantamilioni di dollari.
    cosa sono i nets se non una enorme gigantesca scommessa?
    come i rockets sopra citati non raccattarono niente pure i brooklin gamblers alla fine mostreranno che la puntata altro non è che un grande bluff.
    dopotutto non è sempre boston celtics 2007/2008 ciò che luccica…

  • stitico

    situazione emorroidale, mi dispiace per loro, io li capisco.

  • michele

    “dopotutto non è sempre boston celtics 2007/2008 ciò che luccica…”

    pierce e garnett avevano 6 anni in meno del resto all’epoca.

    per me i nets per provare a salvare quantomeno la faccia e raggiungere in extremis un posto playoff devono cacciare kidd e prendere uno tra karl o hollins.

  • tom

    michele

    “prendere uno tra karl o hollins”

    e accendere tanti di quei ceri da rendere visibile brooklin minimo da marte.

  • Jacopo

    George Karl e’ un signor coach, sicuro avrebbe piu esperienza di Kidd….Ma io sto con Sloan =)

  • cuni

    Karl no altrimenti viene un infarto a tutta Brooklyn..io andrei x hollins