Mercato NBA: ecco chi partirà

Sono sei i possibili protagonisti delle trade che le franchigie potrebbero trasformare dalle parole ai fatti entro la dead-line del 20 febbraio.

 

 

#1 Omer Asik. In estate volevano far passare per vera la storia che lui e Howard potevano giocare anche assieme sul parquet! Balle! Il turco dopo la buona stagione dello scorso anno si è intristito in Texas, prende 15 milioni di dollari ma può partire per ‘soli’ 8,5 milioni, prezzo allettante per alcune franchigie, proibitivo per altre. Anche per questo Houston ha chiesto ai Nets (che di soldi han dimostrato di averne abbastanza) Deron Williams in cambio del turco – visto il ko di Lopez – e di Jeremy Lin, che ha lo stesso contratto di Asik. Ma con la frattura alla mano di Beverly, è probabile che Mc Hale non voglia privarsi dell’ex Knicks.

#2 Dion Waiters. Non va proprio d’accordissimo con i compagni di spogliatoio, non è proprio inserito al meglio negli schemi di Mike Brown e soprattutto ha davanti l’aura potentissima di Kyrie Irving. Philadelphia e New York sono alla porta. Stiamo a vedere.

#3 Kyle Lowry. Il gm Masai Ujiri, dopo la mega trade che ha portato Rudy Gay a Sacramento, ha idea di cambiare ancora il roster a Toronto. Anche perchè il veterano Lowry è al suo ultimo anno di contratto e in Canada preferirebbero guadagnarci qualcosa piuttosto che vederlo Free Agent in estate. Intanto, sondaggi di New York e Brooklyn sono già arrivati al mittente.

#4 Jimmer Fredette. L’unico che non voleva restare a Sacramento, nonostante tutte le trade messe in piedi da Pete D’Alessandro, alla fine c’è rimasto! Utah vorrebbe rinforzarsi per riemergere dalle sabbie mobili, e la guardia nativa di Glenn Falls è tutta orecchie.

#5 Iman Shumpert. I Knicks hanno voglia di cambiare, aspettando quello che farà Anthony in estate. Korver, Lowry e Waiters sono obbiettivi quasi dichiarati e per averli, qualcuno deve pur partire. Iman sembra il più indiziato assieme forse a Felton.

#6 Philadelphia 76ers (Young, Turner e Hawes). Anche a Phila vogliono ricorstuire visto che, nonostante una buona partenza, la squadra non gira proprio al meglio. Questo trio permette discrete possibilità di scambi, rimanendo al di sotto del Salary Cap.

Menzione d’onore per Rondo, Gasol e Z-Bo. Il primo è richiestissimo dai Knicks che stanno facendo pressione come fecero nel 2011 con Anthony per convincerlo a venire a giocare al Madison. Lo spagnolo non ha mai trovato il feeling con D’Antoni e per una buona trade potrebbe lasciare Hollywood mentre Zach Randolph potrebbe lasciare Memphis in cambio di Kenneth Faried.

N.S

N.S

Sangue Romagnolo ma cresciuto 19 anni a Como, si innamora della palla a spicchi nell’ormai preistorico 2001 (militando in squadra con FMB), al Pianella di Cantù per il derby contro i cugini varesotti. Tifoso Lakers, Packers e del Cesena calcio, venera Jason Williams, le IPA fortemente luppolate e la jersey viola dei Raptors di Damon Stoudamire. Nickname: N.S