Portland passa @ OKC, bene i Kings!

Blazers di misura a casa dei Thunder, Sacramento espugna Houston, Atlanta la scampa a Boston, tutto facile per Golden State e San Antonio.

 

 

 

Boston Celtics – Atlanta Hawks 91-92
BOS: Humphroes 18 (10 rimb), Sullinger 2 (10 rimb), Lee 11, Olynyk 21
ATL: Milsap 34 (15 rimb), Korver 14, Teague 16

Vittoria di misura per gli Atlanta Hawks di Paul Millsap (34+15) sul campo dei Celtics; a 90” dalla fine Jeff Teague fa 2/2 dalla lunetta per il sorpasso (91-92) da li in poi nessuna delle due squadra troverà la via del canestro con Boston che si mangerà ben 5 occasioni per vincere!

Indiana Pacers – Cleveland Cavaliers 91-76
IND: George 21, Hibbert 19, Hill 12, Granger 12
CLE: Varejao 14 (11 rimb), Thompson 7 813 rimb), Irving 10, Waiters 12

Piove sul bagnato per i Cavaliers sconfitti ad Indiana con anche la brutta tegola dell’infortunio al ginocchio di Kyrie Irving, costretto a lasciare il campo; Cleveland sta in partita alla grande toccando anche il +3 sul 65-68 dopo 14” dell’inizio del 4° quarto, poi ecco la reazione Pacers firmata Scola-Hill per un 26-6 che ha mandato i titoli di coda.

Orlando Magic – Golden State Warriors 81-94
ORL: Davis 10, Afflalo 15, Nelson 11
GSW: Lee 22, Bogut 8 (11 rimb), Thompson 15, Speights 10, Bazemore 12

Sesta vittoria consecutiva per i Warriors che passano agilmente ad Orlando; la partita infatti dura appena 3’, dopo l’8-8 iniziale Klay Thompson scalda la mano e Golden Stata scappa sul +13 (11-24) a 4’ dalla prima sirena, Orlando non recupererà più

Houston Rockets – Sacramento Kings 106-110
HOU: Parsons 13, Jones 12 (11 rimb), Howard 15, Harden 38 (10 rimb), Lin 14
SAC: Gay 25, Cousins 17 (16 rimb), McLemore 12, Thomas 17 (10 rimb), Thornton 15, Fredette 10

Non è bastata la super doppia-doppia di James Harden (38+10) a salvare i Rockets contro i Kings del duo Gay-Cousins; successo arrivato in rimonta negli ultimi minuti, sul -3 (104-101) Sacramento ha chiuso la partita con un 9-2 con DMC assoluto protagonista, suo il rimbalzo offensivo+canestro del sorpasso (104-105) a 56” dal termine!

San Antonio Spurs – Brooklyn Nets 113-92
SAS: Duncan 15, Splitter 12, Belinelli 10, Parker 18, Ginobili 15, Mills 12
BKN: Pierce 13, Teletovic 12, Anderson 13,, Plumlee 15 (13 rimb), Livingston 15

Italian Job: Belinelli 10 pt (2/3, 2/3, 0/1), 6 rimb, 3 ass, 1 rec, 1 persa

Tutto facile per gli Spurs in casa contro Brooklyn; dopo i primi 24’ il punteggio recita San Antonio +17 (59-36) con tanto di tap-in sulla sirena di Splitter e con Parker reo di 16 dei suoi 18 punti finali.

Chicago Bulls – Toronto Raptors 79-85
CHI: Deng 16, Noah 7 (16 rimb), Butler 15, Gibson 12, Dunleavy 13
TOR: Valanciunas 15, DeRozan 11, Lowry 13. Patterson 10

Passano in rimonta i Toronto Raptors allo United Center di Chicago; a 2’16” dalla conclusione del 3° quarto padroni di casa avanti 60-52, break micidiale de canadesi di 26-6 per il +12 sul 66-78 a 4’47” dalla fine.

Oklahoma City Thunder – Portland Trail Blazers 94-98
OKC: Durant 37 (14 rimb), Ibaka 17, Jackson 12, Lamb 10
POR: Batum 15, Aldridge 25 (14 rimb), Lopez 12, Matthews 16, Lillard 21 (11 ass)

Con tutto il quintetto base in doppia-cifra i Portland Trail Blazers sono diventati la seconda squadra in stagione a vincere a casa degli Oklahoma City Thunder, vai i 37 di Kevin Durant; OKC comanda per gran parte del match toccando diverse volte la doppia-cifra di vantaggio, nell’ultimo periodo però l’attacco si inceppa, Portland rimonta e passa avanti nell’ultimo minuto. Momento chiave a 15” quando, sul +1 Blazers, Mo Williams va in lunetta, fa 0/2 ma sul secondo errore Aldridge cattura il rimbalzo offensivo, 2 liberi per Matthews e gara chiusa sul 93-96 a 9”, KD avrà la palla del pareggio tra le mani a 3” ma il suo jumper non andrà a segno.

Los Angeles Lakers – Milwaukee Bucks 79-94
LAL: Young 25, Williams 5 (11 rimb), Gasol 25, Marshall 10
MIL: Ilyasova 15 (12 rimb), Antetokounmpo 8 (11 rimb), Knight 37, Ridnour 11

Allo Staples Center fa il suo esordio la “Hollywood Night”, torna Pau gasol ma a splendere è stata la stella di Brandon Knight, 37 punti e facile successo dei Bucks; Milwaukee comanda dall’inizio alal fine senza mai girarsi indietro.

BUON ANNO!!!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • michele

    ma rondo non è mai entrato nel discorso per asik dai, si è parlato di green o bradley.

    oggi presti superstar comunque, neppure nella giornata in cui love non gioca aldridge riesce a prendere elogi eheheheheh

  • docpretta

    Parlare di quella trade è come sparare sulla croce rossa. Ci sarebbe da parlare della conversione di gay ai kings. . Che il cugino gli abbia fatto un discorso?

  • ILoveThisGame

    Rudy Gay ai Kings sta giocando con molta continuità, spero per lui che riesca a mettere in luce il proprio talento, anche perchè la squadra c’è e mi piace molto, come fa a non piacere un team con Thomas e Cusin?? idoli

  • gasp

    docpretta
    secondo me sparacchiare era solo un modo per andarsene al più presto da Toronto…

  • 8gld

    Il Nichilista:
    “No 8gld ti ricordi male, per dare a Harden quello che chiedeva OKC avrebbe dovuto sforare il cap e andare in luxury tax”…
    Allora ricordo bene. Infatti Presti non ha voluto/potuto dare quello che richiedeva Harden perché a) sforava il salari. b) aveva difficoltà con Ibaka.
    Ha provato a farli entrare tutti e 4. Durant-West-Harden-Ibaka

    Ma alla fine questo GM da “impalare” cosa doveva fare?

    ps: il contratto di Presti era 4 anni contro i 5 di Houston. Nei 4 anni differiva di poco per poi, quanto conteggi tutta la somma, sembrar più consistente per via della lunghezza.
    Rinunciando alle tasse texane, al palcoscenico texano e rimanendo a Okc con Durant-West-Ibaka l’ultimo anno di contratto di Houston l’avrebbe ritrovato e forse più consistente…qualche finale l’avrebbe giocata con più certezza
    Ma questo è un piccolo e inutile appunto.

    Il nuovo salari inizia a funzionare (anche le grandi iniziano a starci più attente). Houston si è aggiunta ad altre. I Gm hanno un muro e se questo non può esser sforato ci devono fare i conti e far tornare i conti. Mettere un pò tutti d’accordo.

  • low profile

    ognuno è libero di avere la propria opinione su Presti, ci mancherebbe pure ma alcuni dati sono incontrovertibili:

    ha preso in mano una franchigia da 30w e in 2 anni l’ha portata sopra la soglia delle 50 w senza mai pagare un cent di luxury tax, solo per questo se lui è un coglione allora anche il 99% dei GM lo è

    Dimostrato di saper pescare bene alto ma anche in mezzo al mazzo.

    La tanto criticata trade non ha recato nessun danno, infatti come detto con la rosa al completo ha vinto più partite senza Harden, segnato uguale quando non di più e subito meno punti.

    A meno di non volergli imputare l’infortunio di Westbrook direi che c’è molto poco di oggettivo e molto di soggettivo nelle critiche che riceve, perchè altrimenti come viene massacrato lui tutti gli altri GM dovrebbero venir crocefissi in sala mensa o utilizzati come parafulmini aziendali

  • michele

    ci vorrebbe fabio stoppani, lui era tifoso di houston ma simpatizzante di okc e di presti ( indimenticabili i suoi sermoni pro sam) eheheh

    low, presti è un ottimo dirigente ma l’80% delle fortune di okc derivano da durant e westbrook, arrivati grazie alle disgrazie dei sonics, ad anni di tanking e a botte di culo al draft.

    partendo da questo tesoretto, che per l’80% delle restanti franchigie NBA è utopia, ha amministrato bene ma anche fatto alcuni errori ( perk si puo’ dire sia stato un bel pacco). harden era davvero difficile tenerlo, non lo metterei in croce per quello, aspetterei anzi….

    ibaka è vero che è uno specialista difensivo, ma l’anno scorso contro memphis è stato stuprato anche lui.

  • Il Nichilista

    Ibaka è sempre stuprato nelle partite importanti, semplicemente perchè non è un top come è dipinto qui dentro. E’ solo uno scimmione che salta, preferirlo a uno con la classe di Harden è davvero vergognoso.
    E cmq ripeto ancora per l’ennesima volta che anche se decidi sciaguratamente di scambiare Harden non puoi farlo in quel modo ottenendo cosi poco. Paradossalmente ha ottenuto di più Orlando che fu zimbellizzata quando cedette Howard, almeno un Vucevic se l’è preso.
    Le fortune di OKC derivano dal draft e dallo scouting, le trade (quella che ha portato via Harden e quella in cui hanno preso Perkins) hanno sempre indebolito la squadra

  • in your wais

    Mi fa ridere come certa gente pur di screditare X o Y si attaccano sempre ai (rari) errori o (rari) difetti, pur di non ammetterne le qualità…

    Fermo restando che la verità nn la sappiamo di certo noi, bisognerebbe mettersi in testa che forse Harden, molto semplicemente, se ne voleva andare, perchè voleva essere la prima opzione da qualche parte, e non la terza ad OKC

    Le differenze di soldi tra le offerte Houston e quelle OKC erano relative, e per rimanere ad una squadra già da titolo si è ben disposti a sacrificare qualche dollaro. Invece Harden ha deciso che a 23 anni preferiva fare il 1° violino, invece del 3° cavaliere a vita

    All’epoca sembrava un mezzo suicidio, invece è stato bravo e fortunato lui, i Rockets in 12 mesi gli hanno messo attorno una squadra competitiva

    Ad OKC saranno pure imbecilli, ma intanto rimangono una squadra da 60W, hanno un minimo di spazio salariale, continuano a pescare bene ne draft (Lamb, Jackson, Adams) gente che in un paio di anni potrà avere un ruolo di 1° piano

    E le due stelle hanno 25 anni…ho visto situazioni e GM peggiori

    Poi se uno vuole fare il tiro al piccione, può anche dire che Buford è un coglione perchè nn ha tenuto Scola, come se questo cancellasse tutte le altre magate. Presti nn sarà Buford, ma ci sono altri 28 GM che nn mi pare possano vantare un curriculum migliore del suo

  • Il Nichilista

    iyw
    Presti deve fare lo scout perchè solo quello sa fare. Nelle trade viene stuprato perchè è un pollo, Morey si è divertito ad abusare di lui prendendogli Harden per due spiccioli.
    Dunque come GM a mio avviso vale davvero poco. Come scout alla ricerca di talenti invece ci può stare benissimo, curando solo le scelte al draft. Ma la parte amministrativa deve lasciarla perdere perchè è proprio negato

  • low profile

    Abbiamo concetti di indebolimento diversi. Per me vincere più partite significa rafforzarsi, magari il termine lascia spazio ad interpretazioni e non lo sapevo o magari per il nichilista Shumy sta vincendo un altro mondiale.

  • in your wais

    Sicuro, immagino che al posto suo tu e molti altri del blog farebbero meglio

    Tutti bravi davanti al pc a dare dello stronzo a Tizio e Caio…facile ricordare che Perkins ha deluso e per Harden si poteva avere qualcosa di meglio indietro (cosa di cui potremo dare una valutazione certa tra un paio di anni, di certo nn ora, specie se Lamb diventa un buon giocatore, e coi soldi risparmiati si prende un buon giocatore)

    L’inetto Presti ha comunque costruito una squadra da 60W fisse, che non ha un singolo elemento importante sopra i 27-28 anni, con un minimo di margine di manovra. Il tutto ad OKC, posto di vaccari dove non avranno mai mezzo free agent di valore disposto ad andare

    Buford, tanto per essere ripetitivi, è il miglior GM della Lega da 15 anni a questa parte. Scambi geniali nn ne ricordo, solo ottime scelte al draft, e tanti FA di medio-basso livello funzionali al loro sistema e firmati a prezzi contenuti

    Questo nn gli ha impedito di mettere su il miglior management tra tutte le maggiori leghe professionistiche americane

  • low profile

    IWS

    Buford è una merda, tutti quei soldi dati a Jefferson con dei comprimari scandalosi hanno bruciato le ultime chances di Duncan per vincere il quinto titolo, ma come si fa a dire che è un grande GM, cazzo ha scelto Mahimmi….

  • Il Nichilista

    Vabè dai qua c’è uno che ha regalato James Harden facendo la figura del fesso e la state buttando a ridere… Ho già detto che con Harden al posto di Martin l’anno scorso ne vincevano anche di più visto che è almeno 10 volte più forte e i big three Durant-West-Harden sono tutti under 25 ed è normale che migliorino esponenzialmente di anno in anno e dunque aumentino anche le W

    iyw
    L’ho già detto diverse righe sopra che Presti deve sperare in Lamb per salvare la faccia. Al momento però quello scambio è patetico perchè l’anno scorso Lamb non ha giocato e in pratica ha sostituito Harden con Martin (e non so quale fesso può fare questo cambio), quest’anno Martin non c’è più e c’è Lamb al posto di Harden, ma Lamb di certo non si può dire che sia ancora pienamente maturo.
    Quindi dopo due anni i frutti di quella trade non si sono ancora visti, solo Houston ha fatto ovviamente l’affare.
    Poi mi parli di Buford che non ha mai regalato nulla nelle trade e me lo associ a Presti che si fa stuprare… Non scherziamo. Buford di certo non ha creato una dinastia vincente scambiando Ginobili o Tony Parker con Jeremy Lamb

  • michele

    ci sarebbero gli estremi per fare una fiction “l’onore e l’orgoglio degli Spurs”, con low profile e in your weis nei panni di Gabriel Garko e Manuela Arcuri, vendicatori dello stile spurs ( e dei suoi eredi come Presti) contro i cattivoni nichilisti!!!!

    A OKC dovrebbero ringraziare in saecula saeculorum le disgrazie dei Sonics, non certo Sam Presti.

  • 8gld

    Personalmente mi vien da ridere quando leggo: “meriterebbe di perdere a vita, coperto di fango e insulti, vergognoso etc”.
    Preferisco ridere che dare il giusto peso e significato a queste parole. Se dovessi usarle di sicuro non lo farei in questo caso e di sicuro le utilizzerei in altre situazioni sicuramente extrabasket.

    Il fatto che ci sia chi non segue le modalità o idee non vuol dire che si diverta nel senso stretto del termine, ma non concorda o, almeno, tende ad aspettare le varie dinamiche.

    Detto questo credo sia giusto mettere le cose un pò in ordine.

    -Perkins fu preso per contrastare i Lakers e Bynum e inizialmente la mossa pagò (pochi giorni or sono Houston ha perso contro OKC e Perkins è stato importante su Howard).
    Il suo contratto è stato quello più “attaccato” in questo sito per la situazione Harden e dopo quello di Ibaka o modalità di questo.
    A mio avviso con un Harden dentro e senza il problema contratto al massimo e prima opzione in una franchigia (perchè questo è il volere di fondo che non ha potuto trovare riscontro oggettivo) avere anche uno scaricatore di porto non è troppo sbagliato o almeno non gli si può caricare tutto il problema.

    -Ibaka: Presti ha prima messo in cascina Durant e West…e fin qui nessun problema, sbaglio?
    Questa mossa gli comportava o: a) provare a far entrare Harden + Ibaka, b) rinunciare a uno dei due vista la non possibilità di sforare in salary.
    Qui, da quello che comprendo, nasce il dilemma.
    Tenere Harden e lasciar andar via Ibaka.

    Ma la mossa di Presti non è stata questa.

    Prima ha rifirmato Durant e West…quindi 2/3 del reparto “piccoli” non dimenticando Sefo. Poi ha messo a posto il reparto “lunghi” per poi chiudere il cerchio e rifirmare Harden.
    Il contratto era della durata di 4 anni a cifre simili a quelle di Ibaka, certo non era il massimo come lui chiedeva. Mettendo a confronto quello tra OKC e quello di Houston questi differivano per lunghezza, quello di Houston 5. Nei 4 anni la differenza non è sostanziale, esplode perchè più lungo e meno tassato.
    Presti gli offriva giusti soldi + Durant,West,Ibaka mentre Houston ancora non aveva preso Howard, arrivato quest’anno.
    Ad Harden non è stato bene…ha optato per contratto al massimo + palcoscenico.
    A quel punto Presti: a) o lo teneva e lo lasciava scadere quest’anno b) o lo scambiava. Come dire: che faccio me lo tengo e lo perdo a 0 o lo lascio andare e mi prendo qualcosa? Decisioni, scelte…mettiamola come vogliamo.

    Riepilogando:
    Tutta colpa del contratto e della scelta Perkins?
    Tutta colpa del contratto e scelta Ibaka?

    Personalmente ancora non riesco a “impalare” un GM che:
    a) rifirma Durant.
    b) rifirma West.
    c) rifirma Ibaka.
    d) Vuole rifirmare Harden con un contratto di 4 anni non al massimo ma con un contratto “coerente” e che, confrontato con quello di Houston non grida sicuramente allo scandalo, aggiungendoci la possibilità di giocare con a+b+c…da rogo come idea?

    Se, a questo punto, il tuo personale dilemma o quello degli altri siti è quello di non dover passare prima da Ibaka o da far rientrare Harden e perdere Ibaka allora diviene una presa di posizione che bisognerebbe attendere prima di “impalarlo” almeno la scadenza dell’ideale contratto a 4 anni.
    Ma, forse in questo sito a diversità di tutti gli altri, si cerca, prima di alzare fuochi e forconi, di accettare il fatto che un GM ha provato a creare un nucleo e per via del salary e delle richieste dell’atleta in considerazione non c’è riuscito.
    Per te non doveva rifirmare Ibaka, per me ha lavorato bene:
    a) prima rifirma Durant, obiezioni?
    b) dopo a rifirmato West, obiezioni? difensivamente il paragone nn si apre nemmeno e offensivamente se connesso non deve chiedere nulla ad Harden.
    c)rifirma Ibaka e offre ad Harden un contratto simile e leggermente maggiore (simile nei 4 anni a quello di Houston, differiva di 1ml + tasse)…e per questo lo “impaliamo”?

    E’ un GM che è riuscito a trovarsi in questo “impiccio”, beato lui. Il suo lavoro l’ha portato a confrontarsi con dei giocatori di alto livello e un salary sulle spalle.
    Ha provato a creare una “scaletta” per importanza e utilità dando ad ognuno il proprio spazio e il giusto “compenso”. Da ricordare che molte volte il compenso “deriva” anche dal mercato e dalla richiesta. Se a x non dai tot. rischi di perderlo perchè c’è y pronta a darli.

    per chiudere:
    a) Presti si è trovato a fare i conti con i salary quello che la NBA, con le nuove regole, vuole che accada. Non a caso anche le grandi Metropoli ci stanno molto più attente.
    b)Presti si è trovato davanti un Harden che chiedeva di più di quello che poteva dargli.
    c)Harden cercava massimo e palcoscenico.
    d)Si prende atto e si prendono delle decisioni.

    Lo scorso è andata meglio OKC.
    Quest’anno hanno il miglior record in Nba insieme ai Pacers. Il loro problema è la salute di West.
    Oltre questo mancano ancora 2 anni per, volendo, tracciare conclusioni.

    Per adesso:
    Accetta chi preferisce non “impalarlo” o per forza attaccarlo o almeno preferisce attendere.

  • in your wais

    Mi sono perso dopo le prime 10 righe…a me piace leggere i commenti, ma diamoci una regolata, spezzateli in due, riassumente, altrimenti anche col massimo entusiasmo poi uno si scassa la minchia…

    Detto questo, nel momento in cui tocca leggere che Buford è un coglione per i soldi dati a Jefferson (nn li ha dati lui, era il contratto di Milwaukee), ogni discorso è inutile, è come cercare di convincere la gente del Medioevo che la Terra gira attorno al Sole…

  • Il Nichilista

    Ha ragione michele, solo qua dentro c’è uno zoccolo duro di due-tre utenti fan degli Spurs che difendono la scelta universalmente riconosciuta come sbagliata di Presti di dar via Harden e soprattutto le modalità con cui l’ha dato via ovvero una trade in cui ci ha perso oscenamente.
    Non mi piace nemmeno che Harden venga dipinto come l’arrivista assetato di soldi e successo e invidioso degli altri due suoi compari quando tutti sanno come è andata la storia e che Harden aveva chiesto sin da subito il massimo per rinnovare ma tutto è andato a puttane quando Presti si è giocato parte del cap che gli serviva per dare il rinnovo a Ibaka. Prima si rinnova alla migliore guardia della lega che è giustissimo che chieda il massimo, poi casomai Ibaka che è un lungo qualsiasi si accontenta di quello che rimane. Non può mai essere il contrario, altrimenti c’è qualcosa che non và a livello di competenza cestistica.
    Ma a parte questo che è una cosa acclarata e di cui non voglio più discutere, io voglio solo che mi rispondiate a questa domanda perchè vedo che ancora non l’avete fatto: secondo voi Harden è stato venduto bene per quello che valeva?
    Ricordo che dopo poco più di un anno i Thunder si ritrovano con Lamb e Adams provenienti da quello scambio, che se và bene (ma deve andar bene) saranno buoni giocatori tra un paio di anni quando avranno finito il loro processo di maturazione essendo al momento piuttosto acerbi per via dell’età. Orlando che fu derisa per aver svenduto Howard almeno si è ritrovata tra le mani un buon centro come Vucevic che è pronto sin da subito.
    Rispondete a questo, e basta con stà storia del record dei Thunder dell’anno scorso che con Harden sarebbe stato ancora più alto e sarebbero stati superiori agli Spurs com’erano l’anno prima d’altronde. E basta anche con l’infortunio di Westbrook anche perchè gioca a vostro sfavore visto che se Russell si infortuna credo mi farebbe abbastanza comodo avere Harden invece che Jeremy Lamb

  • low profile

    8gld

    analisi complessa, per me hai colto il nocciolo della questione, probabilmente in molti sono invidiosi del successo di OKC

    IWS

    tu e il sarcasmo siete due rette parallele, ero d’accordo con te, tutti fanno piccoli errori ma per alcuni contano solo quelli.

    Nichilista

    Sai che bel circo con i soli KD e Harden? roba da beccarne 150 a sera. Se avessi un minimo di onestà intellettuale vedendo il linguaggio del corpo del Barba da quando è in Texas capiresti che non aveva nessuna intenzione di fare il “ginobili” lui è un Bryant ed a OKC non poteva farlo, era meglio perderlo a zero?

    Henningham è bravo nessuno dice il contrario, come bravo è Morey che però nonostante anni di esperienza e il 4° mercato NBA non ha mai costruito un team forte come i Thunder senza disponibilità finanziarie. Diciamole tutte le cose

  • 8gld

    Ps: a me, come penso a molti, Harden piace.
    Vediamola in un’altra prospettiva, quella di James.

    Se la sente calda e vuole il massimo e palcoscenico.
    Rinuncia a un contratto non male e non “offensivo o riduttivo”.
    Rinuncia a giocare con tutti i compagni con cui gioca e con i quali è arrivato in tenera età a giocarsi una finale NBA.
    Rinuncia a giocarsi finali di conference e finali NBA quasi certe se fosse rimasto a OKC.
    Arrivava alla scadenza del contratto di OKC a 26 anni.
    Ci arrivava rinunciando a qualche ml ma con grandi possibilità di mettersi ancora più in luce (visto che già tutti si erano accorti del suo valore, non serviva fare la prima donna a Houston se questo era o è il suo problema)e con percentuali maggiori di mettersi un anello al dito(cosa non semplice direi)e trovare a quel punto una nuova Houston non sarebbe stato sicuramente difficile.

    Bene…come si attende di mettere sulla “graticola” Presti,
    ci può stare anche chi mette sulla “graticola” Harden.

    Ad oggi l’unica cosa certa è che la NBA è riuscita a spostare delle forze e che Houston ha fatto bene a prendere Harden.

    Vediamo se la scelta di Harden porterà dividendi.
    Houston sta mantenendo quello promesso.
    Infatti dopo un primo anno dove Harden non ha fatto altro che mettersi in mostra ma avendo scelto una franchigia ancora “limitata” non ha fatto nient’altro, strano, che rincontrare i vecchi compagni ai p.o. e prendere uno schiaffone.
    Quest’anno è arrivato Howard.

    Come Presti anche lui avrà questo e i prossimi due anni per dimostrare che quello che sentiva o voleva era giusto o giustificabile.

    Perchè alla fine se bisogna “impalare” qualcuno è anche giusto vederla dalle due prospettive.

  • michele

    8gold, lo spirito logorroico di stoppani è entrato nel tuo corpo

    nichilista

    mi ha sempre fatto sorridere la nomea di genio data a Presti, vorrei vedere se fosse stato il gm di charlotte, toronto o milwaukee, senza poter scegliere durant e westbrook cosa avrebbe fatto. se è un genio presti, il gm di denver che l’anno prossimo avrà ancora una prima scelta dei knicks dopo la trade melo di ben 3 anni fa chi è, leonardo da vinci?

    tutto questo senza entrare nella trade harden di cui non mi frega un fico secco, penso però che harden volesse andarsene comunque.

  • 8gld

    Il Nichilista:

    Personalmente non sono tifoso Spurs e non difendo per forza di cose la decisione Presti solo perchè proviene dagli Spurs. Poco mi interessa questa motivazione.

    a) se rinuncia a giocare con OKC finalista NBA. Rinunci a giocare con gli stessi compagni. Rinunci ad avere la possibilità di ritornare in finale con alte percentuali. Quando lo fai perchè non hai ottenuto il massimo, ma ripeto nemmeno ad esser trattato “male” e vai a Houston in ricostruzione e ancora senza Howard trovami dove un persona sbaglia a pensarlo che può esser dato dal palcoscenico e soldi.
    b) non credo che a oggi Harden sia la miglior guardia Nba. Non credo che lo sia stata ai tempi di OKC. Giusto chiedere il massimo, come giusto decidere di non darlo. Decisioni.

    “Ma a parte questo che è una cosa acclarata e di cui non voglio più discutere, io voglio solo che mi rispondiate a questa domanda perchè vedo che ancora non l’avete fatto: secondo voi Harden è stato venduto bene per quello che valeva”?

    Se vai a vedere personalmente ti ho già risposto a questo quesito. Poi se attendi IYW o LP è altro discorso.
    Facciamo una cosa: se hai un atleta che ti chiede il massimo e il palcoscenico (perchè la cosa verteva anche sul 6° uomo)e tu non puoi o non vuoi che fai a) lo perdi il prossimo a 0 o lo scambi prima?
    Quale franchigia era disponibile allora per questo?
    Chi poteva offrire il massimo e qualcosa in cambio?

    Vucevic? Se stava a Houston forse oggi giocava con i Thunder. Che centra questo paragone. Poi, come Harden, Vucevic sta mettendo punti in una franchigia in costruzione e come Harden, sarebbero contenti i tifosi di Orlando, dovrà dimostrarlo quando inizia a salire la china.

    Ma se questo, ripeto, è il tuo dilemma giustificato o meno che sia prima di uscirsene in quel modo aspetterei la chiusura ideale della contesa se si vuol far diventare tale.
    Non capisco dove sbagliano quegli utenti che vedono le due parti e traggono o monitorano questa cosa diversamente.

    Se vuoi posso scriverti subito che Presti ha sbagliato per quanto alla fine mi importi.
    Ma,personalmente, preferisco attendere di vedere come andrà a finire tra due anni oltre questo.
    Intanto non mi dispiacerebbe rivederle ai p.o. con gli organici al completo…sicuramente ci sarà da divertirsi per più e più motivi.

  • Il Nichilista

    Si low profile hai ragione, infatti con Harden OKC ne beccava 150 a sera due anni fa ed è arrivata alle Finals solo perchè riusciva a segnarne 160… ma per favore smettila

    8gld
    Se a Ginobili gli avessero lasciato le briciole dopo aver rinnovato prima a Tiago Splitter se ne sarebbe andato da un pezzo pure lui.
    Harden chiedeva il massimo e giustamente direi visto il livello eccelso del giocatore in questione, Presti ha scelto diversamente e la scelta non ha una logica di fondo perchè poteva fare diversamente e meglio, come tutto il resto del mondo avrebbe fatto.
    Ha sopravvalutato Ibaka e sottovalutato Harden probabilmente, oppure Harden gli stava sul kaiser questo non posso saperlo.
    Fatto sta che ne voglio aggiungere un’altra:
    1)non doveva vendere Harden
    2)doveva vendere meglio Harden
    3)ha sbagliato anche la tempistica!!! Che senso ha svendere Harden a fine ottobre come ha fatto lui?!?!? Aveva ancora una marea di tempo prima della deadline delle trade per mandarlo via. Impari da Morey che è palese che venderà Asik ma aspetta il momento e l’offerta giusta per fregare qualche pollo.
    Ve l’ho detto, c’è chi nasce per scambiare e chi per riconoscere il talento. Presti può fare solo e soltanto lo scout

  • Il Nichilista

    Poi vabè, se Harden non è la migliore guardia della lega voglio proprio sentire chi sarebbe meglio di lui..

  • low profile

    nichilista

    “Si low profile hai ragione, infatti con Harden OKC ne beccava 150 a sera due anni fa ed è arrivata alle Finals solo perchè riusciva a segnarne 160… ma per favore smettila”

    per tenere Harden dovevano lasciare Ibaka, giusto? andiamo avanti, con Russel fuori (che dei 3 è quello che mette un minimo di intensità difensiva) mi dici perché dovrei smetterla? perché non la penso come te? molto democratico.
    8gld è stato molto esaustivo, credo ti abbia dato tutte le risposte che cerchi, io abbandono.

    ps il tuo mito Morey ha preso in mano una squadra che veniva da 52 w, curioso come in tutti questi anni con lui in carico l’impresa sia riuscita solo una volta. Non te lo dico per sminuirlo, a me piace ma se Presti è il pollo lui cos’è? un tacchino

  • 8gld

    @Michele:
    aahh ogni tanto si “impossessa” di me…ogni tanto però.

    Per me di bravi GM non c’è solo Presti.

    Se il discorso verte perchè ex Spurs e perchè incensato troppo, allora non mi interessa.
    Personalmente lo valuto e lo “guardo” come uno dei 30 GM NBA.

    Il Nichilista:
    Se il nodo rimane quello che poteva aspettare l’appunto ci può stare. Effettivamente nessuno lo impediva. Bisognerebbe chiederlo a Lui e vedere cosa quel lasso di tempo gli avrebbe offerto. Proprio per questo trovo più giusto attendere.

    Harden: Per divenire la miglior guardia della lega bisogna attendere. Capacità e franchigia possono aiutarlo.
    Fossi in lui prenderei per “oro colato” le parole di Parsons…le quali potrebbero riportare al discorso di base, ma qui mi fermo.

    ps: sei tifoso OKC?

  • in your wais

    Ad alcune persone sfugge il fatto che si possa valutare positivamente l’operato di qualcuno, senza essere fanboy…evidentemente pensate che tutti ragionino con la vostra mentalità di ultrà, pro o contro

    Il Sistema Spurs ha dato origine ad una miriade di figli e figliocci, Danny Ferry, Mike Brown, e molti altri, tutti regolarmente criticati. Se l’ottica di chi parla bene di Presti fosse quella che avete voi nel cervello, si difenderebbero anche i loro errori a spada tratta, e si che ce n’è da scegliere

    Invece, non avendo particolari simpatie per OKC, non io almeno, nè odiando la franchigia solo perchè non è più a Seattle (ma d’altronde sappiamo tutti che Michele ha la mamma di Boston ed il papà dallo stato di Washington, entrambe colonie sarde in tempi nn lontani…eheheheheh), valuto presti ed i Thunders per quello che sono

    E Presti è uno dei migliori 2-3 GM della Lega. Come ogni essere umano ogni tanto sbaglia, ma intanto ha messo su una squadra che da 3-4 anni è tra le migliori della Lega, e punta a restarci. E lo ha fatto ad OKC, nn Los Angeles, Chicago, Boston

    Su Harden, nessuno cerca di dipingerlo per quello che nn è, semplicemente si pone l’accento sul fatto che se ne volesse andare da OKC, per avere lo spazio che pensava di meritare. Ha avuto ragione lui, in 12 mesi si è trovato in una situazione eccellente in quel di Houston

    Ma togliamoci dalla mente certe pippe mentali, i contratti di Ibaka o altro, quelli avranno influito ma in minima parte, il ragazzo voleva il suo palcoscenico, cosa impossibile da ottenere in mezzo a quei 2

    Harden la migliore guardia della Lega? Ottimo, pensate che OKC è ancora una delle migliori 3-4 squadre della Lega pur avendolo perso per niente…che coglione questo Presti

  • Il Nichilista

    Vabè dai io non li capisco più certi discorsi, dopo un po’ diventano surreali. Se OKC ha cmq una buona squadra anche senza Harden (e questo non l’ha messo mai nessuno in dubbio) non capisco perchè debba mettersi a fare beneficienza regalando Harden.
    Che è la migliore guardia della lega a meno che non me citiate una meglio di lui al momento ma finora nessuno ha tirato fuori questo benedetto nome.

    Si, tifavo OKC sin dalla stagione in cui persero contro i Lakers. Mi sono anche iscritto al forum dei tifosi e commentavo quanto fosse bravo Presti ed eravamo tutti felici anche dopo la cocente delusione delle Finals contro Miami, ma in quel caso nessuno ha dato addosso a una squadra giovane che aveva dato tutto e aveva perso solo perchè c’è una squadra di stelle più mature.
    Non era la fine del mondo, tempo ce n’era per rifarsi. Poi però iniziò a venir fuori la notizia che i Thunder potessero perdere Harden, quando in estate Presti rinnovò a Ibaka questa possibilità divenne più che un incubo.
    E non parliamo di come è stato venduto Harden, che i tifosi di OKC ancora non riescono a spiegarselo.
    Da quel momento vi garantisco che Presti ha iniziato ad essere messo in discussione, e quando sbagli poi anche il destino ti si mette contro e ti fa infortunare Westbrook.
    Nessuno potrà mai togliermi il rimpianto per quello che sarebbe potuta essere questa squadra con Harden e la Family ancora riunita. Come possiamo non odiare Sam Presti che ha rovinato tutto…

  • low profile

    Quindi tutto sto casino per non ammettere che “siete” stati sedotti e abbandonati? meglio dare la colpa a Presti che non poteva (NON POTEVA) garantirgli responsabilità e trattamento da franchise player.
    che ti piaccia o no anche volendo non avrebbero mai potuto scambiarlo per un top player in quanto a non esserci soldi per il barba non ce ne sarebbero stati neanche per altri, ammesso e non concesso di trovare un top player a cui affidare il poco gratificatile ruolo di 3° violino schifato dallo stesso Harden.
    Sinceramente io fossi in te sarei molto contento in quanto molti altri GM l’avrebbero perso a zero invece lui ha preso quello che si prende se non si ha spazio salariale : picks, neanche tanto basse, giocatori da far crescere intorno alla coppia di fuoriclasse sulla venticinquina.

    Se il tuo odio viene dai forum dei tifosi ti consiglio di fare un giro nei forum dei tifosi Spurs, ti garantisco che troverai centinaia di tifosi inferociti per una mossa piuttosto che un altra della coppia RC/Pop. Tutto il mondo è paese, nessun tifoso è mai pienamente contento del proprio GM, tutti vogliono 12 all star nel proprio team, è un fatto emozionale, ma razionalmente parlando Harden non poteva restare, non ti avvelenare il sangue per “una fava che non si sarebbe mai cotta” e guarda il lato positivo, hai un GM partito da un Gulag che ha costruito una contender e nonostante tutto mantiene il team ai vertici

  • 8gld

    Nella fase offensiva sì, in quella difensiva no.

  • La verità assoluta

    nichilista tifoso dei thunder? io me lo ricordo come uno scatenato fanboy di lebron

  • Il Nichilista

    Vabè Lebron è infinitamente più forte di Durant. Sono tifoso, non cieco

  • in your wais

    Ah ok, nn avevo colto il lato sentimentale di tutta la faccenda

  • Docpretta

    Dalle nostre parti si dice ta la stima.

  • michele

    ci manca solo che una squadra che ha avuto la fortuna di prendere durant e westbrook in due anni non sia al vertice della lega….ci sono un sacco di franchigie che non hanno nemmeno un giocatore di quel livello, figuriamoci cosa puo’ fare chi ne ha due, la miglior coppia in circolazione dopo quella di miami.

    e il fatto di essere okc e non LA non vuol dire niente: orlando era giovanissima, ben più di okc che è nata dalla ceneri dei sonics, e in pochissimo tempo raggiunse le finals….un genio il loro GM o aver avuto due prime scelte di fila ( shaq e penny) influì parecchio?

    partendo da una simile vincita al superenaloto presti ha fatto cose buone, altre pessime, altre sono ancora in attesa di giudizio ( harden). vedremo in futuro.