Notte magica per Curry, Johnson e New York!

Curry brucia le retine degli Heat, Johnson stronca i Thunder sulla sirnea, Melo guida New York a casa di un super Belinelli, ok 76ers, Portland +30!

 

 

 

Cleveland Cavaliers – Orlando Magic 87-81 OT
CLE: Thompson 16 (10 rimb), Varejao 18 (25 rimb), Miles 14, Jack 14, Waiters 17
ORL: Harris 10, Davis 16 (13 rimb), Afflalo 12, Nelson 14, Nicholson 12

Senza Kyrie Irving i Cavaliers vincono dopo un tempo supplementare contro i Magi con Anderson Varejao padrone del pitturato (18+25); a salvare Cleveland nei regolamentari ci ha pensato Dio Waiters, suo il layup con 6 decimi sul cronometro che ha dato il 79-79, da evidenziare il sanguinoso 0/2 dalla lunetta di Moore a 9” che avrebbe chiuso i giochi per Orlando. Nell’extra-Time Varejao si scatena realizzando gli ultimi 6 punti dei suoi per l’87-81 finale con Orlando che realizzerà un solo canesro dal campo in 5’.

Miami Heat – Golden State Warriors 114-123
MIA: James 26, Battier 11, Bosh 19, Wade 22, Chalmers 17
GSW: Lee 32 (14 rimb), Thompson 16, Curry 36 (12 ass), Barnes 15

Mostruosa prestazione di Steph Curry che a casa dei campioni chiude a referto con 36 punti, 12 assist e ben 8/15 da 3 punti trascinando, insieme a David Lee, i Warriors al successo; proprio il duo Cury-Lee è stato protagonista del break che ha spezzato in due il match, dopo aver chiuso avanti di 4 il primo tempo (61-65), Golden State ha aperto la ripresa con un 9-0 ((Curry 7, Lee 2) per il +13 (61-74), Miami ha inseguito per tutta la ripresa!

Chicago Bulls – Boston Celtics 94-82
CHI: Deng 14, Boozer 16, Noah 17 (11 rimb), Butler 10, Gibson 12, Dunleavy 11
BOS: Green 11, Sullinger 11 (11 rimb), Crawford 22, Humphries 9 (11 rimb)

Joakim Noah sfiora di un nulla la tripla-doppia (17+11+9) ma i Bulls vincono lo stesso contro Boston; match equilibrato fino a 34” dalla fine del 3° quando Mike Dunleavy di colpo di accende regalando una stoppata ad Humphries, un assist per Noah e 7 punti a referto! Chicago scappa via a cavallo del 3° e 4° periodo toccando il +15 (77-62) e chiudendo i giochi.

Oklahoma City Thunder – Brooklyn Nets 93-95
OKC: Durant 24, Ibaka 10 (11 rimb), Jones 11
BKN: Pierce 18, Williams 29, Anderson 13

Joe Johnson chiude con 9 punti e 4/11 dal campo ma proprio quel 4° tiro a segno è quello che decide la sfida tra Nets e Thunder; OKC si vedere rimontare i 10 punti di vantaggio e superare dai Nets negli ultimi 6’ di partita grazie ad un super break di 14-0 per il +4 (89-93). Durant-Ibaka pareggiano sul 93-93 con 5” da giocare, palla a J.J che si alza col suo jumper e sulla sirena, come sempre, la palla trova l’amico canestro!

San Antonio Spurs – New York Knicks 101-105
SAS: Belinelli 32, Parker 12, Ginobili 11 (12 rimb)
NYK: Anthony 27 (12 rimb), Bargnani 10, Shumpert 27, Udrih 10, Stoudemire 11

Italian Job: Belinelli (SAS) 32 pt (6/7, 6/9, 2/2), 5 rimb (1 off), 2 ass, 2 perse / Bargnani (NYK) 10 pt (3/7, 0/1, 4/4), 3 rimb (2 off), 1 ass, 1 stop

Colpaccio della notte firmato New York Knicks, Carmelo Anthony torna dall’infortunio, chiude a referto con una solida doppia-doppia e rovina la notte magica del nostro Marco Belinelli (32 punti con 12/16 dal campo e 6 triple!!!!); a 2’ dalla conclusione San Antonio rimonta dal -9 e si porta sul 98-96, ma Melo e Shumpert realizzeranno gli ultimi 9 punti dei Knicks, decisivo il tap-in del #2q1 a 23” dalla fine che ha dato il vantaggio sul 101-103, al Beli non è entrata successivamente la tripla del contro-sorpasso.

Phoenix Suns – Memphis Grizzlies 91-99
PHX: Tucker 12, Frye 14, Plumlee 8 (12 rimb), Dragic 33, Markieff Morris 10
MEM: Randolph 20 (15 rimb), Koufos 10, Conley 11, Bayless 17, Miller 11, Davis 16 (11 rimb)

Bella vittoria esterna per i Grizzlies che si sono imposti su uno dei campi più caldi delle ultime settimane, lo US Airway Center dei Suns; si decide tutto ad inizio 4° quarto, dopo il +4 firmato da Morris (75-71) Memphis cambia marcia piazzando un parziale di 13-2 col quale toccherà il +6 (78-84), vantaggio che gestiranno fino alla fine, inoltre grande prestazione della panchina Grizzlies, 54-15 il confronto tra le due!

Utah Jazz – Milwaukee Bucks 96-87
UTA: Favors 21 (11 rimb), Hayward 22, Burke 11, Burks 13, Kanter 11, Garret 10
MIL: Antetokoumpo 10, Sanders 16, Ridnour 12, Neal 11

Gli Utah Jazz proseguono il loro buon momento battendo anche i Milwaukee Bucks grazie ai 20elli registrati a referto da Derrick Favors e Marvin Williams; i Bucks non si arrendono e dal -15 arrivano fino al -3 (83-80) con 3’41’ da giocare nell’ultima frazione, risposta immediata dei padroni di casa che con repentino 6-0 tornano sul +9 (89-80) a 2’ dalla fine.

Portland Trail Blazers – Charlotte Bobcats 134-104
POR: Aldridge 10 (15 rimb), Lopez 14, Matthews 25, Lillard 24, Williams 15 (10 ass), Leonard 8 (10 rimb), Barton 10
CHA: Jefferson 19, Henderson 16, Sessions 14, Douglas-Roberts 20

Passeggiata serale per i Portland Trail Blazers che asfaltano in 12’ i poveri Bobcats; a fine 1° quarto punteggio sul 39-21 per Lillard & Co. e all’intervallo il margine sarà di 21 punti con Matthews a quota 17 punti con gli ultimi 9 realizzati consecutivamente negli ultimi 3’13” di frazione. Inoltre Portland è entrata nella storia NBA per essere diventata la prima squadra a chiudere ben 2 partite di stagione regolare con più di 20 triple messe a segno, stanotte 21/33!

Sacramento Kings – Philadelphia 76ers 104-113
SAC: Gay 18, Cousins 33 (14 rimb), Thomas 23, Williams 11, Fredette 15
PHI: Turner 24 (10 rimb), Young 28, Hawes 10, Allen 10, Wroten 21

Terza vittoria esterna consecutiva per i Philadelphia 76ers trascinati di nuovo dal duo Turner-Young, sconfitti i Kings del solito Cousins da 33+14; a 8’ dalla fine del match i Kings si fanno sotto sul -5 (93-98) ma Phila risponderà con un 9-0 per il +14 (93-107) a 3’56”, titoli di coda.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • shaq4ever

    dai, inizio io

    preferirei tutta la vita lebron in questo momento proprio perchè manca il playmaker in squadra.
    con westbrook è più congeniale avere durant che è migliore off the ball rispetto a lebron; senza wes tutta la vita lebron che a livello di playmaking è 3 piste avanti a kd

  • cuni

    Shaq

    Mmh, giusto, non avevo considerato questo fatto. Indubbiamente ne gioverebbero anche i compagni di squadra che sarebbero innescati meglio

    Gasp

    Troppo tardi 🙁

  • shaq4ever

    se volete rilancio: con kevin love al posto di durant, okc è da titolo indipendentemente dalla presenza di westbrook

    oucchei?

  • in your wais

    Quando si segue il basket nn per reale passione o piacere, ma per sfogare qualche frustrazione, si è un must parlar male o bene di X o Y prescindendo da qualsiasi accenno di buonsenso

    Ora che LBJ ha 2 titoli, serve altra gente da smerdare…Presti, Durant, Griffin, Melo, e via continuando…peccato, a me persino Kobe ed i Lakers, che sono la quintessenza della squadre che non vorrei mai veder vincere, riescono comunque a darmi emozioni

    Ma soprattutto, mai mi sognerei di dipingere Kobe come una pippa solo perchè nn mi sta simpatico. Cosa che qui capita su base quotidiana per i “non protetti”

    No, io non rispetto le opinioni di tutti, cazzate da politically correct. Tutti hanno diritto di dire quello che vogliono, il che è ben diverso, dato che siamo su di un blog, e se si rimane entro certi limiti, nessuno dovrebbe essere bannato

    Ma se l’opinione è “Shumpert è più forte di Jordan”, tu hai il diritto di scriverlo, io ho il diritto di dirti che sei un coglione. Le opinioni vanno motivate, altrimenti sono solo slogan

    E quando sento certa gente qui, i motivi che ti elencano per cui LBJ-KD-Lin-Presti-Griffin e compagnia cantante sono delle pippe o degli incompetenti, mi rendo conto che lo fanno su delle basi di semplice tifo o antipatia, del tutto incapaci di motivare le loro idee

    Il rispetto va guadagnato

  • cuni

    Shaq

    Qui forse è un po forzato

  • Nitrorob

    Prescelto e chi si offende??
    Ma dimmi una cosa, come mai Lebron (ovvero il tuo idolo) ha le stesse sconfitte di KD???

    Ps. Ibaka sarà anche una merda, ma se il record dice che siamo secondi è anche grazie a lui
    Gli altri suoi pari ruolo mi pare che abbiano record ben peggiori (Aldrige a parte)
    Gsw nonostante sia una squadra di fenomeni è cmq dietro! Andatevi a vedere i punti di Lee fatti contro Ibaka

  • ILoveThisGame

    Iso Joe da quando è a Brooklyn, è 11/14 nei tiri presi negli ultimi 30 secondi di partite entro i 3 punti di margine. Che diventa un perfetto 6/6 negli ultimi 10 secondi, pazzesco!! sarà anche stra-pagato ma nell’ultimo possesso gliela passerei sempre.

    Nitrob Ibaka non è una merda, io fossi in Spoestra e potessi firmerei per averlo al posto di Bosh, però per ora no ha dimostrato di essere un 3 violino all’altezza, segna poco ed oggi ha avuto la sfortuna di prendersi pure un buzzer in faccia quando difendere dovrebbe essere la sua specialità.

  • low profile

    Per la cronaca Ibaka ha segnato il 93 pari a 5 secondi dalla fine in una azione con attacco rotto e ha difeso più che bene su un esterno a 6 metri dal canestro.
    A sto punto incolpiamo lui e Presti per tutte le guerre e la fame nel mondo, per la crisi finanziaria, per il surriscaldamento globale e l’estinzione del pipistrello di Sturdee.

  • sgm

    Perkins è rimasto deluso dal mancato invito a una serata fuori tra Thabeet,Durant,Westbrook e altri due-tre compagni,problemi in paradiso?

  • Hanamichi sakuragi

    Me ne vado al cinema…. Ma cedere b marco b prima opzione degli spurs non ha prezzo.

  • alert70

    Tanking

    Ieri i Kings hanno tankato alla grande. 8.21
    dal termine, Kings sotto di 8 palla in mano. Sixers col parziale di 7-2. Malone chiama Cousins, Gay e Thomas che si avviano sul cubo del cambio. Normalmente un compagno chiama timeout per farli entrare.

    Niente di tutto ciò. Passano tre azioni e mentre i Sixers vanno sul +12 Malone fa sedere i tre. Poco dopo chiama il timeout per rimetterli in campo ma sotto di 15. Gara finita.

    Knicks
    Vittoria dovuta alla prestazione monstre di Shumpert con un irreale 6/9 da tre. Decisiva per i Knicks la cappellata di Parker che sul 98-98 ha deciso di prendersi un tiro a caxxo con l’inerzia a favore. Azione successiva e tripla di Shumpert. Poii sappiamo come è andata a finire.

    Belinelli on fire, peccato aver macchiato il career high con una sconfitta.

    Bargs
    Ha giocato poco come tutti i lunghi, fatti ruotare da Woodson in vista del b2b di stasera. 20/22 minuti a testa.

    Parlando delle “rotazioni”, guardatevi la gara e vi renderete conto che le figuracce sono collettive, però Bargs ormai è un mito per cui va bene così.

    Tanto è vero che si è visto gente passare dietro ad un blocco pur avendo spazio per passarci sopra, cosa che accade regolarmente. Chandler un pianto, non tiene nessuno e per di più si carica di falli. Mah.

    Nota di merito per Smith che una volta tanto decide di giocare a basket evitando forzature ridicole.

  • 8gld

    Westbrook:
    non valutare la sua assenza nell’economia dei Thunder mi sembra un pò riduttivo.
    Non è detto che con lui sul parquet vincano il titolo NBA.
    Ma, senza stare qui ad indicare se a quella o l’altra franchigia non giocasse x o y, qui si parla di un cavallo pazzo.
    Si parla di uno che quando decide di marcare il suo avversario non trovo nessuno in giro che non ne subisca le conseguenze.
    Un’atleta che ha una tale esuberanza, spero che gli rimanga intatta anche dopo questi stop, che se non la riesce a controllare, suo tallone d’Achille, lo manda fuori giri.
    Dove lui non riesce ancora a fare il salto è proprio lì. Non riesce, in alcuni casi, a controllarsi. Quando capita va fuori giri lui e la squadra.
    Play-guardia? non è sicuramente un play puro, così come non lo vedrei solo guardia.
    Questo inizia e finisce con chi lo affianca.
    Ma come cavallo pazzo è uno che quando riesce a mettersi sulla sua groppa ti cambia un match e una contesa a suo piacimento.
    Quando lascia le briglie e si controlla non riesci a stargli dietro.