Muhammad, da “Prescelto” alla D-League…

L’x Bruins doveva sfondare nei PRO invece è finito nella Lega di sviluppo diventando anche uno die più grandi casi fallimentari degli scout NBA!

Avete mai visto “Money Ball – L’Arte di Vincere” con Brad Pitt? L’Avvocato Federico Buffa spesso lo citava nelle telecronache e se non lo avete visto vi consiglio vivamente di guardarlo, nel film c’è una scena in cui Billy (Brad Pitt) parla col capo degli scout della sua franchigia, gli Oakland Athletics, dove in poche battute smonta la figura del talent-scout…(sotto il video preparato sempre dal sottoscritto)

Ho fatto questa introduzione per parlare della triste storia di Shabazz Muhammad (21 anni) un ragazzo che neanche al primo anno di college veniva definito il nuovo “Chosen One” e adesso milita in D-League, come sapete NBA-Evolution è costantemente sul pezzo in quanto NCAA grazie al nostro super Ste, la storia di Muhammad l’abbiamo seguita insieme; arrivato (con qualche illegalità) ad UCLA come il salvatore che doveva trascinarli al titolo (K.O al 1° turno della March-Madness 2013), al Draft doveva essere un Top 3 e fu scelto dagli Utah Jazz con la #14, girato poi a Minnesota che il 3 dicembre lo ha spedito in D-League.

Recentemente Shabazz ha chiuso con 24 punti nel successo per 133-121 dei suoi Iowa Energy: “Quando vedevo che non mi facevano giocare capii che sarei finito qui, nessuno sogna di giocare in D-League ma ad oggi è quello che mi serve” ha dichiarato l’ex Bruins, aggiungendo: “È stata dura da accettare ma poi ho pensato che sarebbe stato un bene per me, avrei giocato molto e avuto la chance di far vedere chi sono, al college c’era molta pressione perché quando vieni considerato il #1 hai tutti gli occhi addosso”

Minnesota ha spedito Muhammad in D.League per 5 partite: “Mi dissero che non saltavo, mi sono messo sotto e sfruttato questa occasione per mostrare i miei miglioramenti, ho acquisito molta fiducia nei miei mezzi e quando tornerà con Minnesota lo farò con più confidenza”

Ed in merito al college e quelli della “toccata e fuga” non perdetevi il post delle 18 del nostro Ste!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B