Curry e il suo tiro, c’é qualcosa che non va?

Il PG dei Warriors è considerato il miglior tiratore della Lega ma le sue percentuali sono calate, andiamo a capire perché.

I Golden State Warriors sono una delle squadre più in forma del momento. Certo stanotte è arrivata la sconfitta in casa dei Brooklyn Nets ma la squadra della baia veniva da 10 vittorie filate, con momenti di basket entusiasmante per chi li ha visti giocare specie nel viaggio ad Est. Tutto bene quindi. Si e no.

Perchè  questo momento di euforia cestistica dovuta alle continue vittorie, fa passare in secondo piano un problema che sembra emergere nel gioco del leader della squadra di coach Jackson. Indiscutibilmente l’efficacia del tiro di Stephen Curry (25 anni) è calata vistosamente. Per il piacere della statistica quest’anno la point guard di Akron sta tirando da tre punti con un 39,6% che è solo lontanissimo parente dell’oltre 45% della scorsa stagione.

Senza contare che in carriera mai aveva tirato dall’arco peggio del 43,4%. Quindi verrebbe da chiedersi se sta succedendo qualcosa al tiro di Steph. Anche stanotte il suo 2 su 10 da tre ha contribuito a gettare le basi per la sconfitta nell’ultima partita del viaggio nella Eastern Conference. E bisogna dire che se già sembra essere venuta meno la capacità di crearsi tiri dal niente, caratteristica principe di Curry, in questo periodo anche tiri facili tendono a non entrare. Casualità? momento negativo tipico dei grandi tiratori? tutto può essere, anche perchè le statistiche parlano di un giocatore che sta segnando 23 punti e servendo 9,4 assist a sera.

Forse si sta solo cercando il pelo nell’uovo, però, altro dato statistico interessante, anche le percentuali dalla lunetta si sono abbassate, passando dall’abituale 90% ed oltre anche ad un 86%, sembrerebbe poca cosa ma per chi è un tiratore micidiale sono invece numeri di tutto rispetto.

Verrebbe da dire che forse l’aver perso un giocatore come Jarrett Jack (30 anni), che sgravava Curry dall’essere in pratica l’unico playmaker della squadra, abbia influito negativamente sulla percentuale di tiro del figlio di Dell. Anche perchè i vari Douglas, Nedovic e Bazemore non riescono ad essere ugualmente efficaci in quel ruolo.

Non resta che restare in attesa e vedere se quello che pensano i pessimisti, Curry sta perdendo la capacità di essere una minaccia così seria dal perimetro, si realizzerà o se, come abbiamo detto, è soltanto un periodo.

 

 

 

 

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70

Nickname: Doc.Abbati

  • Yohei

    Ma che razza di articolo è??stupido come pochi

  • Giovanni

    2,5 Assist in più e il 6% in più di vittorie ve li siete persi….

  • BAUBAU

    Invece lo considero ma uno spunto di riflessione importante.
    Cioè tutti pensavano che andando via Jack, che faceva il play con Curry tiratore sugli scarichi, il suo posto lo avrebbe preso Iggy mentre quest’ultimo poco poco poco fa il paly con Curry semplicemente tiratore. I suoi tiri da tre sono soprattutto giocate con palla in mano e arresto-tiro.
    Può, come dice l’articolo essere un momento di calo, ma io dico che Curry o fa il play o fa la SG, non può coprire entrambi i ruoli. Se lo metti affianco ad un altro play secondo me è dove rende meglio…

  • low profile

    Per me nel complesso è un giocatore più forte dell’anno scorso, tira peggio ma sta timidamente approcciando anche il pitturato, passa mooolto meglio, pur non essendo neanche lontanamente un difensore sta mettendo il corpo sulle penetrazioni, legge le linee di passaggio e va a rimbalzo, tutto questo con molte più attenzioni degli avversari rispetto agli anni scorsi.
    Non è mai facile passare da un anno all’altro da promessa a superstar conclamata

  • marco-nba evolution

    no gli assist in più e il fatto che i warriors stiano giocando bene e siano vincenti non ce li siamo persi, basterebbe leggere bene l’articolo, semplicemente, seguendo un articolo from usa, il fatto che le sue pct siano così calate poteva offrire uno spunto che qualcuno ha capito rispondendo nella maniera corretta, invece scrivere articolo stupido come pochi denota un’intelligenza, cestistica per carità, notevolissima………

  • shaq4ever

    i primi 3 anni tirava 4,7 volte da 3 a partita col 44%
    il quarto anno (l’anno scorso) 7.7 col 45%
    quest’anno 8,1 col 39%

    il dato più incredibile è quello dell’anno scorso in cui tirando 3 volte in più a partita è riuscito addirittura a aumentare l’efficacia

    secondo me un po’ dipende dal play (ma i primi anni aveva a fianco monta ellis….) e un po’ dalla selezione di tiro: è il giocatore che si prende più tiri da 3 della lega e oltretutto la maggior parte sono creati dal palleggio. quindi già il 39% è veramente un ottimo dato

    vedendo qualche partita mi sembra che ogni tanto si intestardisca nel tiro, ma d’altronde quando sai di essere il miglior tiratore della lega e che ogni tripla ti può entrare, sei molto tentato dal tirare sempre e comunque. e qui i 9,4 assist di media sono qualcosa di stupefacente

  • cuni

    Quoto Shaq

    Secondo me curry si è evoluto nel concetto di play, ho visto pochi sprazzi di partite dei Warriors ma quel che ho visto associato ai 9.4 assist anche visto l’incremento degli stessi rispetto all’anno scorso ne è la prova.. Lui è il play, anche se di natura non lo è, ed è anche quello che, ai Warriors, deve/dovrebbe segnare di più.. A mio modo di vedere non dovrebbe essere il play il top scorer di una squadra (qua aggiungo che secondo me curry è una guardia nel corpo di un play, ma ho scoperto l’acqua calda), ma avendo più responsabilità ci sta di sbagliare qualche tiro in più, ha più considerazione di se dopo l’anno scorso. Sarebbe interessante vedere se il calo di percentuali è distribuito lungo tutta la stagione corrente o se è solo un trend dell’ultimo mese circa, in tal caso potrebbe essere un calo fisiologico

  • Bj elder

    Parliamo di uno dei miei giocatori preferiti ma direi che gli assists di media devono essere controbilanciati con le palle perse che sono davvero troppe, l efficacia di un play viene non a caso detrminata tenendo ccoto della differenza tra queste due statistiche!