Kidd e il suo modello: “Mark Jackson!”

L’allenatore dei Nets inizia a raccogliere i frutti del suo lavoro e come modello di ispirazione ha un collega attualmente in attivo.

Malgrado l’infortunio alla caviglia che ha rimesso K.O Deron Williams (28 anni) i Brooklyn Nets hanno fatto registrare la miglior striscia di vittorie consecutive (4) da inizio stagione, la 4^ vittoria è arrivata in casa contro i Golden State Warriors, squadra allenata da Mark Jackson non che il modello di Jason Kidd.

Jason Kidd e Mark Jackson si sono scambiati parole di reciproco supporto e stima prima del match tra i Nets e i Warriors di mercoledì notte, in particolare Kidd ha ammesso di guardare a Jackson come “modello ideale” di allenatore: “È passato dall’essere un giocatore che ha cambiato molte squadre al diventare un grande coach. Ci parlo spesso durante la regular season e in futuro spero di poter apprendere molti suoi concetti e diventare come lui”.

Il coach dei Warriors ha ricambiato la stima approvando la decisione di coach Kidd di licenziare l’assistente Lawrence Frank: “Per è stato creato un polverone su quella storia, per quanto mi riguarda io non ho problemi con i miei assistenti, a volte seguo i loro consigli a volte no, sono io che decido e siamo uniti in qualsiasi modo decidiamo di andare. Se hai un problema con uno allora non dovrebbe essere il tuo assistente”.

N.S

Dal sangue verace romagnolo, ma cresciuto 19 anni in quel di Como (in parte assieme proprio a FMB), si innamora della palla a spicchi nell’ormai preistorico 2001 (militando in squadra con FMB), al Pianella di Cantù per il derby contro i cugini varesotti. È un inguaribile tifoso Lakers, Packers e del Cesena calcio, venera Jason Williams e le IPA luppolate e la jersey dei Raptors di Damon Stoudamire. Nickname: N.S