Randolph batte Durant, Walker ferma NY!

Durant dice 37 ma perde nuovamente a casa del duo Conley-Randolph, i Bobcats di Jefferson fermano la corsa di New York, bene Indiana e Cleveland di misura.

 

 

 

Charlotte Bobcats – New York Knicks 108-98
CHA: Jefferson 35, Henderson 17, Walker 25
NYK: Anthony 20, Felton 13, Stoudemire 17, Hardaway Jr. 12

Italian Job: Bargnani 8 pt (2/3, 1/1, 1/2), 1 rimb, 1 ass, 2 stop

I Charlotte Bobcats di Al Jefferson (35 punti) fermano la striscia vincente dei Knicks; a decidere il match però è Kemba Walker che, ad inizio 4° periodo, realizza in rapida sequenza 8 dei suoi 25 punti spingendo i suoi dal +4 al +12 (91-79) con 8 ‘ da giocare! New York non riuscirà più a recuperare.

Indiana Pacers – Sacramento Kings 116-92
IND: George 31, West 16, Hibberts 10, Stephenson 13, Watson 10
SAC: Gay 12, Cousins 31 (13 rimb)

Paul George chiude con 31 punti a referto ed Indiana batte senza difficoltà i Kings tirando col 54% dal campo; la patita viene segnata dalle seconde linee di coach Vogel neò 2° quarto, sul +1 Kings (32-33) break in 6’30” di 23-5 per il +17 (55-38), durante il break Sacramento ha tirato 1/7 dal campo con ben 6 palle perse contro il 9/10 dei Pacers.

Memphis Grizzlies – Oklahoma City Thunder 90-87
MEM: Randolph 23 (13 rimb), Gasol 12, Lee 24, Conley 19
OKC: Durant 37, Ibaka 11, Jackson 17

Ennesimo trentello per Kevin Durant ma i suoi Thunder cadono a Memphis di fronte ai 42 punti del duo Randolph-Conley e al ritorno di Marc Gasol (12 punti e 4 rimbalzi in 24’); OKC va all’intervallo lungo avanti 43-47 ma nel 3° quarto si troverà di fronte dei Grizzlies più agguerriti e determinati che, grazie ad un parziale di 15-6, si porteranno avanti 58-53 a metà frazione. I Thunder inseguono per tutto il resto della partita sempre rimanendo ad un possesso di distacco, il momento chiave arriva negli ultimi 95”, sul +3 Memphis (87-84), Oklahoma City sprecherà ben 3 chance per accorciare/pareggiare/allungare, Randolph farà 3/4 dalla lunetta e Jackson sulla sirena non troverà la tripla del pareggio!

Los Angeles Lakers – Cleveland Cavaliers 118-120
LAL: Johnson 17, Gasol 20 (12 rimb), Meeks 26, Marshall 10 (16 ass), Young 28
CLE: Deng 27, Thompson 15 (13 rimb), Varejao 18 (18 rimb), Irving 13, Waiters 17, Dellavedova 11

Luol Deng matte la sua prima firma da protagonista ai Cleveland Cavaliers chiudendo con 27 punti a referto nel successo esterno di misura dei suoi; ultimi 25” con Nick Young che va in lunetta per 3 tiri libri dopo un fallo di Deng, 3/3 e -2 Lakers (116-118), Tristan Thompson fa 1/2 dalla lunetta a a 16” dalla fine L.A ha la palla del pareggio, va di nuovo “Swaggy P” ma la sua tripla non andrà a segno. Stavolta Thompon non tremerà e con un 2/2 chiuderà i giochi!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • shaq4ever

    lilin
    il fatto che il play non sia il maggior problema di okc è evidente

    la domanda era solo: scambiereste westbrook per qualcun altro?

    paul al contrario di westbrook non mi sembra che sia uno che sbrocchi, quindi ci sarebbe poco da digerire

  • gasp

    MP
    Visto che hai tirato fuori Shaq e Kobe, io ho sempre visto Westbrook-Durant molto simile come coppia però con più amicizia: tutti e due possono essere go to guy di una squadra

  • gasp

    MP
    Visto che hai tirato fuori Shaq e Kobe, io ho sempre visto Westbrook-Durant molto simile come coppia però con più amicizia: tutti e due possono essere go to guy di una squadra

  • Nitrorob

    “ma infatti kd con westbrook non sa mica di avere sempre l’ultimo tiro eh, anzi
    già si dividono i compiti”

    è diverso,
    è KD che decide a chi affidare l’ultimo tiro perchè nei finali la palla in mano ce l’ha lui sempre e cmq!
    voglio vedere con paul
    se farlo lui o farlo prendere a RW (delle volte pure ad Ibaka)

    Lilin non ha detto una stronzata, KD e RW sono anche molto amici al di fuori del campo
    e non è un fattore da sottovalutare
    la coppia più prolifica della lega non la crei se i 2 si stanno sul cazzo per dire

  • lilin

    shaq

    sarà che io nel mio immaginario paul me lo vedo come squadra ideale affiancato da una guardia tiratrice forte un 3 difensivo un 4 all star e un centro che possa cmq produrre punti ma difendere duro. dalla panca un paio di tiratori specialisti con le palle

    diciamo una versione degli hornets migliorata.

    sta di fatto che se dovessi portare un play ai thunder per russel non porterei lui ma piuttosto un rondo sano…aumentando le bocche da fuoche in campo.

    poi ognuno ha le sue idee!

  • Nitrorob

    shaq ma quante volte hai visto Westbrook sbroccare seriamente??
    mo perchè le sue scenate vanno in mondo visione non vuol dire che sia la norma!
    le sbroccate in 6 anni si contano su 2 mani
    è seguendoli ogni sera me lo potrai confermare

    “la domanda era solo: scambiereste westbrook per qualcun altro?”
    54 commenti per dire un semplicissimo NO
    ahahahah

  • shaq4ever

    nitro
    il NO è tuo, io personalmente dico sì. e se fossi tifoso okc lo direi ancor più forte
    tifando miami a me fa piacere se “voi” rimanete così

    lilin
    sul quintetto siamo d’accordo
    senza esagerare troppo, prenderei klay thompson, deng, lee e noah
    in sostanza una combo tra chicago e golden state

    altrimenti vedo bene lebron al posto di deng e un play che difenda e tira al posto di paul, tipo anche un conley

  • lilin

    shaq

    alla faccia del senza esagerare troppo!!!

    poi dalla panchina mettici r.anderson e qualche veterano e non dico che chiudi la lega ma hai uno squadrone…

    dalla panca ti accontenti di thibo o richiamiamo riley??

  • Nitrorob

    Shaq infatti il mio no è personalissimo e magari stupido….

    cmq ripeto e lo ripeterò alla morte ORA non abbiamo bisogno di un CP3 ma di un lungo e un coach decenti!

    probabilmente con brooks in panca non si vincerebbe lo stesso se CP3 fosse al posto di RW

  • shaq4ever

    lilin
    senza esagerare TROPPO.. ma esagerato sì.. beh intendo per una squadra che sia la favorita numero uno al titolo e tutto sommato con un salary decente (il quintetto a spanne porta via un 60M)
    in panca invece voglio esagerare: come coach uno tra riley, pop o rivers; assistente alla difesa thibodeau (gli pago anche più dello stipendio che prende adesso, tanto stiamo sempre sognando)

  • tom

    out : westbrook
    in : love+rubio

    no?

  • hanamichi sakuragi

    ma scusate e sono serio… come gioca i thunder? e quindi come gioca durant.
    da quello che vedo io e correggetemi con RW sano erano più o meno 50% di isolamenti per KD e 50% per RW. assist solo su scarichi se raddoppiati.
    Se la pensate diversamente vi prego spiegatemi perchè i thunder li guardo solo ai playoff.

    detto questo se durant fosse innestato secondo me sarebbe un giocatore ancora più fenomenale.. sarebbe qualcun altro a metterlo in ritmo invece di doversi mettere in ritmo da solo. oltretutto, forse l’unioco suo limite palla in mano, è proprio quello di non cavalcare i compagni caldi (secondo me in questo kobe è meglio). da paul avrebbe tutto da guadagnare.

    infine, vero è che era un ambiente particolare, ma alle olimpiadi mi sembrava che paul fosse molto team oriented.. forse il più team oriented del gruppo. quindi non ce lo vedo ad avere problemi a giocare con una stella del suo livello o forse persino superiore.

  • Michael Philips

    nitro

    Il miglior duo offensivo che ricordo non era composto da due amici: shaq+kobe sono arrivati a 60 di media nei playoffs 2001(lakers che chiusero 15-1)roba totalmente folle.

    Però è vero che questo potrebbe incidere: l’innesto di un paul potrebbe creare problemi a Durant, a livello di leadership. Mentre un westbrook che prende più tiri di KD viene gestito meglio, perché MAI potrà prendere realmente il controllo del team.

  • Michael Philips

    hanamichi

    “forse l’unioco suo limite palla in mano, è proprio quello di non cavalcare i compagni caldi (secondo me in questo kobe è meglio).”

    Brutte storie nello spogliatoio di L.A. …

    Minchiate a parte, ad essere sinceri, anche Kobe non è mai stato proprio quel giocatore che si fa da parte quando un compagno è in vena realizzativa. Durant i suoi assist li fa(meno di Kobe), ma rispetto ad un bryant versione 30pts(come ora Durant)direi che prende molti meno tiri e in proporzione fa girare di più la palla.

    Il fatto è che Kobe rispetto a Durant poteva influenzare una gara, anche senza segnarne per forza 30. Durant questo non riesce ancora a farlo.

  • lilin

    hanamiki

    olimpiadi vanno prese con le pinze…nel dream team la media punti piu alta la ebbe barkley se non sbaglio e i capitani ufficialmente furono magic e bird, jordan lasciò a loro queste cose, nei bulls non sarebbero mai accadute.
    torneo in cui tutti sono amici di tutti e nessuno vuol far la figura dell egoista.

    su gli isolamenti di durant…anche di lebron sono anni che si dice che se giocasse con meno palla inmmano sarebbe piu devastante ma nada…
    se la natura di un giocatore è quella non la cambi…non si può pensare di trasformare durant in una shooting guard.

  • dontrythis@home

    Bho..

    Westbrook si o Westbrook no??

    Non lo so e sinceramente finchè non inventano l’ amnesty sui coach mi sembra un dubbio irrilevante..

    Presti un grande gm, tantissime mosse giuste.
    Quelle sbagliate di contano sulle dita di una mano..
    peccato che seppur pochissime siano tutte ****ate colossali!

  • Nitrorob

    MP si ma parliamo di 2 strà campioni!
    dopo di loro ce ne sono poche come KD + RW

    @Hana diciamo che 50% iso KD e 50 RW non lo vedo dal 2011
    dall’anno scorso la palla gira di più, l’aumento degli assist è notevole e si vede (anche perchè basta poco visto che eravamo l’ultima squadra nba negli assist)
    quindi diciamo si stanno evolvendo, però è ovvio che con 2 star come loro ci siano i momenti di iso, ma non sono cosi frequenti come prima
    l’aumento dei punti di Ibaka e Reggie ne è la prova!

    ps. ma Kobe vs LBJ non va più di moda?? adesso c’è Kobe vs KD?? e LBJ con chi lo facciamo scontrare allora??
    eheheheh

    pps. ovviamente dico che paragonare Kobe con KD ora come ora è un eresia!

  • shaq4ever

    lilin
    qui dentro lo si diceva, ma io mi sono sempre domandato il perché.. uno dei pregi più grandi di lebron è l’abilità di passare la palla (è 11° per assist al momento e non é neanche lontanamente vicino agli 8.6 assist di media dell’ultima stagione a cleveland), rompere i piani difensivi attirando il raddoppio e poi scaricandola al compagno libero

    e perché mai togliergli la palla dalle mani? la tiene troppo e non la passa? per nulla.. forza i tiri? tira col 60%!!

    e poi lasciare la palla a chi? mo williams? chalmers? arroyo? bibby? questi sono i play di livello che ha avuto nel corso degli anni

  • Il discorso di togliergli la palla in mano lo si faceva quando era a Cleveland ed il primo anno a Miami, quando non aveva un sistema offensivo preciso, allora si vedevano continui isolamenti per 20 secondi con lui che pompa il palleggio, che si concludevano con un suo scarico negli ultimi 3 secondi o un suo tiro, sempre allo scadere.
    Di certo nessuno lo dice più nell’ultimo anno e mezzo, dove il gioco degli Heat è migliorato nettamente.

  • Michael Philips

    shaq

    beh, dimentichi il leggendario eric snow!

  • shaq4ever

    volevo evitare di ricordarmelo

    invece proprio non ricordavo che al primo anno il play titolare era mcinnis.. ho detto tutto

  • lilin

    cmq il discorso fondamentale è che alle superstar di questo livello chi glielo va a dire di cambiare modo di giocare??

    solo 2 o 3 allenatori hanno lo status per farlo e non è detto che ci riescano.

    in ogni caso lebron ora la palla in mano ce l ha cmq tantissimo solo che invece di palleggiare in punta per 20 sec ha capito che muovendo prima la difesa e poi magari ricevendo dal post può essere molto piu devastante.

    e ringrazino dio le avversarie che chalmers sia un in capace nel leggere i pick n roll con lebron che immancabilmente non viene mai servito…

  • gasp

    DrDre
    Esatto, specie nei finali punto a punto nei PO dove l’attacco di Cleveland si trasformava in un orrendo isolamento da fermo.
    Ha capito che non bisognava fare così e ha avuto un supporting cast serio, vincendo due titoli.

    Durant deve fare almeno 20 punti,per necessità ma anche perché in difesa latita e passa poco.

  • hanamichi sakuragi

    mp scusa non ho capito la battuta Brutte storie nello spogliatoio di L.A. … :(.

    riguardo kobe intendo dire che in passato lui i vari gasol e odom li serviva. lo stesso per shaq. certo l’idea è sempre stata prima quella di tirare.
    però, vuoi perchè magari il triangolo aiutava facedno muovere molto la palla, se gasol era in giornata kobe l’ha sempre servito.
    durant questo non lo fa, almeno secondo me.

  • hanamichi sakuragi

    cmq non mi sembra che durant abbia la squadra in mano come l’aveva bryant o come ce l’ha paul o lebron o rondo.. mi sembra sia solo quello che prende più tiri e segna di più.
    mi sbaglaierò. resto convinto che con paul avrebbe solo da guadagnarci.

  • lilin

    beh se anche durant avesse gasol di 5 anni fa credo lo servirebbe eccome…diciamo che air congo non è proprio la stessa cosa a livello offensivo

  • shaq4ever

    hanamichi
    l’anno scorso westbrook ha tirato una volta in più a partita, quindi manco quello haahha

  • Nitrorob

    non guardate le medie perchè dicono e non dicono!
    gli assist si contano solo se vanno a segno, ma se lui fa 15/16 assist a partita e di questi solo 4/5 vengono segnati la colpa non è solo di KD che non passa!
    ma anche del compagno che non ci prende
    mo sembra che KD sia un cannibale, ripeto dovete vedere le partite per dirlo

  • prescelto

    ma che centra durant con kobe,uno che non difende nemmeno su di me con uno che quando aveva voglia in difesa era una belva,ad oggi il confronto con durant regge con davis e love gli altri del losing effort.

  • JoH

    Westbrook nel sistema OKC è ormai diventato un giocatore insostituibile (e lo sarebbe in più o meno tutte le squadre eh): troppo scorer, troppo forte, troppo atletico per riuscirne a fare a meno. Se a questo si aggiunge che non hanno alternative offensive credibili (ad alto livello si intende) al contropiede, capite anche voi che scambiarlo sarebbe una follia.

    Al massimo si può discutere di spostarlo al suo ruolo naturale di SG, prendendo ad esempio un buon play organizzatore e con tiro da tre.

    Dall’altra parte, concordo anche con chi dice che ha un decision making ridicolo e che in alcuni casi può costare anche partite importanti (andatevi a rivedere alcuni finali di partita dei PO 2012 tanto per). La palla in alcuni casi gli va tolta dalle mani.

    West sostanzialmente non è un play, non migliora i compagni, non li sfrutta (Ibaka credo sia uno dei migliori lunghi al mondo a correre il campo ma questa roba non viene quasi mai sfruttata) e tende a finire piuttosto che a creare.

    Ecco io penso che nella trade Harden, i Thunder, più che i punti del barba, abbiano perso la capacità di rallentare e giocare a metà campo.

    PS. Che palle la RS…

  • lilin

    dopo la bomba lanciata dal prescelto la vedo grigia!

    Io mi defilo e quando torno a casa conto di trovare sangue sul forum!

  • Michael Philips

    lilin

    “chalmers sia un in capace nel leggere i pick n roll con lebron che immancabilmente non viene mai servito…”

    succede OGNI DANNATA VOLTA.

    “Il soldato Mario è ignorante e senza Dio, ma ha fegato, e il fegato è tutto!”

    Ma anche in contropiede manda in rovina una marea di occasioni…un disastro ahaha

  • hanamichi sakuragi

    nitro non volevo dire, nè lo penso che durant sia un cannibale.
    ma non so non lo vedo con la squadra in mano. detto questo RW lo scambierei, che a me non piace, con paul col barba e con rose sano. al limite, ma non ne sono molto convinto, con curry sano.

    sul discorso ego.. a me deron williams mi sembra che ne abbia a strasbordare.

  • Nitrorob

    se KD è il re del losing effort con quel record di squadra allora tranne George ed LBJ lo sarebbero anche tutti gli altri! ahahahah Kobe in primis

    cmq si concordo…….che palle la RS!!
    ma quest’anno sono contento che sia cosi lunga, perchè sennò senza RW ai PO avremmo fatto un’altra figura barbina eheh

    ps. supernintendo Chalmers sarà anche un idioma, ma io ancora me le ricordo le sue dannate triple in finale!!!
    senza di lui gli heat non avrebbero mai vinto
    BUUMMMMM

  • JoH

    Ma Chalmers è il play perfetto per giocare con Wade e Lebron. Uno spot shooter con le palle che sappia anche finire, un role player che risponda ogni volta che viene chiamato in causa. Certo se lo prendi singolarmente non è il massimo (soprattutto in difesa) ma per il sistema Heat è perfetto.

  • Michael Philips

    chalmers è scarsino ma ha palle e qualche volta riesce ad inventare dal nulla(per ogni buona invenzione, fa 3 cazzate epiche). Cole invece è più ordinato ma non ha guizzi particolari. Si limita a fare il compitino. Entrambi non sono super difensori, e in coppia formano un play decente.

  • JoH

    Esatto. Cole per me è pochino meglio in difesa mentre Chalmers in attacco ha dimostrato di essere affidabile. Si compensano perfettamente.

  • tom

    ma delonte west che fine ha fatto?

  • shaq4ever

    cole sta venendo su meglio di chalmers (che comunque qualcosa in difesa sa fare) soprattutto in penetrazione e pressione sulla palla (utilissima per il tipo di sistema difensivo di miami). il problema è che non ha ancora un tiro così affidabile da 3 come invece chalmers, e quando c’è lebron in campo questo conta

    per il resto, una buona steal of the draft

    chalmers è un play non play che può giocare titolare (ma giocare in generale) solo in una squadra che non ha bisogno del play.. e sono poche
    però non è male: palle e tiro da vendere, utilissimo soprattutto per lo stipendio ridicolo che prende

    pensare che nel 2011 giocavano quei morti di bibby e arroyo.. brividi

  • Il club del losing effort

    Eccomi, aggiorniamo la lista:

    Cousins, mister 23+12 a partita ma ne vinco una ogni 5 quando va bene;

    Love, il numero 1 per distacco, i 25+15 più inutili della storia nba;

    Anthony Davis, macchina da punti, rimbalzi e stoppate, ma quando la vinci una partita?

    e signori e signori, da oggi anche lui, Kevin Durant, 35 punti di media ma vince solo con squadre da lottery

  • prescelto

    alla fine della fiera se okc continua a viaggiare sul 50% di w
    senza westbrook,durant se lo sogna l’mvp.con okc che fa il quarto quinto record ad ovest l’mvp non lo vince,non lo vinse jordan con 37 di media nè kobe con 35 di media,non vedo perchè dovrebbe vincerlo durant che non arriva nemmeno a 30 di media.dopotutto lebron sta viagginado a 26 -6-6-e se miami comincia vincere con continuità ecco che un altro mvp va a south beach

  • lilin

    cole non è male però mi piace molto di piu quando esce dalla panca a dare un pò di energia.
    oltretutto se non sbaglio lui si è fatto 3 o 4 anni di college!

    chalmers va bene per il sistema heat e ha due coglioni tanti, secondo me non è nemmeno scarso di fondamentali, proprio per questo mi stupisco delle minchiate che fa ogni tanto e di quanto sia limitato nel leggere certe situazioni.

    cmq in difesa entrambi possono dire la loro e danno la paga a tanti play piu quotati con qualità atletiche ben superiori alle loro.
    sarei davvero curioso di vederli fuori dal sistema heat

  • Michael Philips

    lilin

    fuori dal sistema heat nessuno di questi potrebbe giocare titolare. Due panchinari fatti e finiti. Ma anche lewis che parte in quientetto lo vedi solo agli heat.

  • L’Ammiraglio

    Shaq4ever

    La storia che dici ha dell’incredibile…

    E pensare che l’ho adorato. Adoravo ogni bestione: Robinson, O’Neal, Olajuwon, Mourning etc etc
    Ho sempre avuto una predilezione per i lunghi ( che detto così fa pensare ad altro…), e quando era a Los Angeles, paradossalmente, ero più interessato a lui che a Bryant.

    Vedere che è questo coglione madornale sinceramente mi irrita.