I Wizards umiliano Miami, Bulls stoici, che Nuggets!

I Wizards ribaltano Miami, Chicago batte Orlando dopo 3 supplementari, Love e Nowitzki sconfitti di misura, bene San Antonio, colpo Nuggets!

 

 

 

Orlando Magic – Chicago Bulls 125-128 3OT
ORL: Harris 22 (16 rimb), Davis 17, Oladipo 35, Nelson 31 (10 ass), O’Quinn 12
CHI: Dunleavy 11, Boozer 23, Noah 26 (19 rimb), Nutler 21, Augustin 19, Snell 15

Ci sono voluti ben 3 tempi supplementari per decidere la sfida tra Orlando e Chicago con i Bulls vincenti di misura; a riacchiappare la partita sono stati i padroni di casa grazie a Jameer Nelson con 1” da giocare (101-101) con Butler che perde palla nel finale. Nel 1° overtime Orlando va avanti ma non riesce a chiudere il match (non segnerà più dal campo negli ultimi 2’) e a 13” dalla fine Mike Dunleavy trova la tripla del 111-111 con i Magic che non riusciranno neanche a tirare nell’ultimo possesso. Stesso copione ma a parti invertite nel 2° extra-ime dove i Bulls si portano sul +3 (116-11) dopo un tap-in di Noah a 53” il quale però, a 14”, sbaglierà il tiro per chiudere il match e “Big Baby” Glen Davis lo punirà con la tripla del 119-119 a 4” dal termine, Dunleavy ci proverà sulla sirena ma niente. Nel 3° overtime i Magic non ce la fanno più, toccano il +3 (125-122) a 2’39” ma da li in poi non segneranno più, Chicago segnerà 6 punti col jumper di Snell a 48” che vale il sorpasso!

Philadelphia 76ers – Charlotte Bobcats 95-92
PHI: Turner 23, Young 11, Hawes 17 (14 rimb), Carter-Williams 20
CHA: McRoberts 10, Jefferson 24, Walker 26, Sessions 11

Successo di misura anche per i 76ers della super-matricola Michael Carter-Williams (20+8+7) contro i Bobcats; finale emozionante con Kemba Walker che pareggia a quota 92 a 15” dalla sirena finale, Philly ha l’ultimo possesso e va dal suo rookie che scarica per Thaddeus Young per la bomba del sorpasso (95-92) con 3” da giocare, Walker ci riproverà ma niente fortuna per lui!

Washington Wizards – Miami Heat 114-97
WAS: Ariza 10, Nene 19, Gortat 12, Beal 19, Wall 25, Booker 13 (11 rimb), Webster 11
MIA: James 25, Bosh 26, Cole 15

I Miami Heat non hanno smaltito la sbornia presa alla Casa Bianca e perdono la loro 3^ partita consecuiva in match deciso da un 1° quarto pressoché imbarazzante; Washngton nei primi 12’ chiude avanti 43-18 con 11 punti di John Walle 10 di Bradley Beal, 17/2 dal campo (5/5 da 3), 2 sole palle perse, 10 rimbalzi e 12 assist! Miami non entrerà mai in partita!

Boston Celtics – Toronto Raptors 88-83
BOS: Green 13, Sullinger 25 (20 rimb), Humphries 12, Bradley 20, Pressey (10 ass)
TOR: DeRozan 23, Lowry 18 (12 ass), Salmons 13

Con una mostruosa doppia-doppia da 25+20 Jared Sullinger trascina i Celtics contro i caldi Toronto Raptors; Boston domina toccando anche il +17, i aptors però nel 4° periodo cambiano marcia e recuperano fino al -3 (77-74), stavolta i Celtics non si fanno prendere dal panico, stringeranno i bulloni in difesa e piazzeranno un mini-parziale di 4-0 per il +7 (81-74), vantaggio difeso fino alla fine.

Milwaukee Bucks – Memphis Grizzlies 77-82
MIL: Sanders 10 (12 rimb), Knight 27, Henson 8 (13 rimb), Butler 10
MEM: Conley 15, Koufos 10, Davis 14, Johnson 15

Malgrado uno Zach Randolph da 6 punti e 4 rimbalzi i Grizzlies vincono a Milwaukee grazie alle seconde linee; Milwaukee insegue tutto il primo tempo ma nella ripresa trova le forze per rimontare e pareggiare sul 60-60 Memphis ad inizio 4° periodo, però le troppe palle perse (13) condanneranno i padroni di casa, James Johnson realizzerà 8 punti su 3 perse e Memphis scapperà sul +10 (70-60) a metà frazione.

Minnesota Timberwolves – Sacramento Kings 108-111
MIN: Brewer 12, Love 27 (11 rimb), Pekovic 14, Martin 14, Shved 13, Barea 14
SAC: Gay 33, Thompson 6 (10 rimb), Cousins 20 (11 rimb), Thomas 26, Williams 16

I “Tre Scappati di Casa” di Sacramento combinano per 79 punti e i Kings sbancano Minnesota del povero Kevin Love (27+11); il momento chiave arriva a 39” dalla fine, Love segna da 3 il canestro del -2 (102-104) ma Rudy Gay gli risponde con la stessa moneta per il +5 (102-107) a 19”, Love si replicherà di nuovo ma negli ultimi 8” Cousins e Thomas saranno chirurgici dalla lunetta (4/4).

New Orleans Pelicans – Houston Rockets 100-103
NOP: Davis 24, Smith 10, Gordon 35, Roberts 10
HOU: Parson 17, Jones 25, Howard 12 (11 rimb), Harden 26, Lin 13, Motiejunas 10

I Rockets passano un’intera partita ad inseguire ma nel finale James Harden colpisce e affonda i Pelicans; a 3’06” dall’ultima sirena New Orleans è avanti 99-92, Harden si accede realizzando 6 punti su 8 di break per il +1 texani (99-100), Anthony Davis fa 1/2 dalla lunetta per il pareggio e a 28” ecco il canestro di tabella del “Barba” per il sorpasso! New Orleans mancherà il canestro del pareggio prima con Smith e sulla sirena con Miller dopo l’1/2 di Parsons.

San Antonio Spurs – Utah Jazz 109-105
SAS: Leonard 15, Duncan 15, Ayres 10, Ginobili 13, Parker 25, Belinelli 15
UTA: Jefferson 15, Favors 19 (12 rimb), Burks 20, Buke 17 (11 ass), Kanter 25 (11 rimb)

Italian Job: Belinelli 15 pt (4/10, 1/2, 4/4), 7 rimb (1 off), 1 ass

San Antonio resiste agli attacchi dei Jazz e porta a casa la vittoria con tutto il quintetto base in doppia-cifra; i dopo aver chiuso il 1° tempo avanti 50-45, gli SPurs decidono di chiudere la pratica aprendo la ripresa con un break di 20-7 per il +18 (70-52), nel finale grande rimonta Jazz ma Parker e Belinelli negli ultimi 25” faranno 6/6 dalla lunetta.

Phoenix Suns – Los Angeles Lakers 121-114
PHX: Tucker 15, Frye 20, Green 28, Dragic 18 (10 ass), Markieff Morris 24
LAL: Johnson 22, Hill 8 (10 rimb), Gasol 24, Meeks 14, Marshall 10 (13 ass), Kaman 18

Phoenix supera i Lakers col nuovo-duo delle meraviglie Green-Dragic, L.A costretta a giocare in 8 per tutta la partita dopo l’espulsione di Young; a 9’53” dalla fine We Johnson segna la tripla del 91-91 ma ecco ill parziale decisivo di 11-2 che spinge i Suns sul +9 (103-92), vantaggio difeso fino alla fine.

Portland Trail Blazers – Cleveland Cavaliers 108-96
POR: Aldridge 32 (18 rimb), Mathews 15, Lillard 28
CLE: Deng 25, Thompson 10 (10 rimb), Varejao 8 814 rimb), Irving 21, Waiters 18

Portland fatica ma alla fine riesce a portare a casa il referto rosa grazie al LaMarcus Aldridge; infatti è sua la tripla del sorpasso a 3’18” dalla fine per il 96-94, da quella tripla è partito poi un parziale di 15-2 con Aldridge reo di 9 punti!

Golden State Warriors – Denver Nuggets 116-123
GSW: Lee 28 (11 rimb), Bogut 10 (10 rimb), Thompson 21, Curry 24, Barnes 15, Green 11
DEN: Chandler 22, Hickson 13 (24 rimb), Foye 21, Lawson 22 (11 ass), Mozgov 10, Robinson 24

Italian Job: Gallinari DNP

Colpo della notte dei Denver Nuggets che espugnano Oakland grazie alla doppia-doppia di J.J Hickson (13+24) e ai 20elli di Chandler, Foye, Lawson e Robinson; si decide tutto gli ultimi 64”, Warriors avanti 116-115 dopo 2 liberi di Lee ma saranno anche gli ultimi punti a referto per i padroni di casa, 8-0 di break finale di Denver con 4 punti di Hickson (suol i jumper del sorpasso) e 4 di Lawson!

Los Angeles Clippers – Dallas Mavericks 129-127
LAC: Dudley 10, Griffin 23, Redick 33, Collison 13 (10 ass), Barnes 25, Crawford 16
DAL: Marion 14, Nowitzki 27, Dalembert 20, Ellis 13 813 ass), Calderon 16, Wright 13

Anche i Clippers si uniscono al gruppo delle vincenti di misura della notte sconfiggendo in rimonta i Mavericks con 33 punti di J.J Redick; ultimi 34” da cardio-palma, tripla di Redick per il -1 Clippers (erano sul -9 a 2’56” dalla fine), Nowitzki sbaglia e Jamal Crawford va in lunetta per il sorpasso (128-127) a 11”, Dallas va da Calderon che da 3 sbaglia e a DeAndre Jordan basterà un libero per chiudere la pratica. Dallas non ha più segnato un punto negli ultimi 3’ di partita!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B